Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Ecobonus per impianti domotici: come ottenerlo

Anche le spese per impianti domotici per riscaldamento, produzione di acqua calda o di climatizzazione godono della detrazione per riqualificazione energetica.
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Detrazione impianti domotici: i riferimenti normativi


Anche le spese sostenute per gli impianti domotici possono beneficiare delle detrazioni fiscali per riqualificazioni energetiche di cui all'art. 14, DL 63/2013.

L'inclusione è espressamente prevista dalla legge di stabilità per il 2016 (la L. 208 del 28 dicembre 2015), in particolare dall'art. 1, co.88 secondo cui in sintesi - più avanti entreremo nel dettaglio - le dette detrazioni si applicano anche alle spese relative ad alcuni dispositivi multimediali per il controllo da remoto.

Dispositivi multimediali ed ecobouns
La norma vale dal 1 gennaio 2016, giorno di entrata in vigore della Legge 208/2015 (ai sensi dell'art.1, co.999), al 2019. Quanto alla vigenza per gli anni futuri, dovremo vedere anno per anno, come sempre accade ultimamente.

La previsione normativa in sé non ha un termine, ma è collegata alle detrazioni fiscali di cui al D.L. n. 63/2013 art. 14, che invece lo hanno e che fino a quest'anno sono state prorogate, con o senza modifiche, ogni anno.

Sull'argomento, altro testo di riferimento, oltre alla norma già citata di cui al co. 88, è la circolare n. 20/E del 2016 con chiarimenti.

Mentre nel 2017 registriamo alcuni chiarimenti ad opera della circolare 7/E del 4 aprile 2017, contenente la Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all'anno d'imposta 2016 (Circolare 7E/2017).


Detrazione per il risparmio energetico e dispositivi multimediali


La detrazione fiscale per le riqualificazioni energetiche, noto anche come ecobonus, o detrazione per il risparmio energetico è la detrazione prevista inizialmente dalla Legge 296 del 2006 (la legge finanziaria 2007) e poi di anno in anno arricchita di norme e prorogata.

In sostanza, è prevista la possibilità di beneficiare della detrazione fiscale delle spese sostenute per determinati, specifici interventi, che si caratterizzano per avere l'obiettivo di migliorare la prestazione energetica degli edifici.

Dispositivi multimediali e detrazioni per riqualificazione energetica

Il calcolo della percentuale è operato sulle spese sostenute per detti interventi entro un limite di detrazione massima che varia da categoria a categoria.

Per quanto riguarda gli impianti domotici, però, la Legge al co.88 non ha previsto alcun tetto, pertanto, anche in considerazione dell'esiguità della spesa in questione rispetto alle altre oggetto della medesima detrazione, si è concluso che la detrazione è applicabile sull'intera spesa sostenuta (v. circ. AdE n. 20E/2016).
Domotica in casa e detrazioni fiscaliQuanto alla percentuale detraibile ai fini dell'ecobonus, oggi è molto variegata: si va dal 50% al 85%.

Per quanto riguarda gli impianti di domotica, nel silenzio della legge, si è concluso per l'applicazione della percentuale principale, quella del 65% (v. circ. AdE n. 20E/2016).

Si è rilevato nella legge di stabilità per il 2016, l'assenza di un richiamo ad uno specifico intervento: il collegamento, nel testo della norma, è al D.L. n. 63/2013 - gli interventi agevolabili (perlomeno i primi) non sono indicati lì, ma nella L. 296/2006.

Peraltro, si è osservato che in realtà le spese in parola erano già oggetto di detrazione con l'ecobonus.

La specificità del richiamo espresso, allora, deve essere – ha concluso l'Agenzia delle Entrate sempre con la circ. AdE n. 20E/2016 - quella di consentire la detrazione anche dopo oppure in assenza di interventi di riqualificazione energetico.

Si è poi specificato che se l'installazione dei detti dispositivi multimediali è effettuata contestualmente a un altro intervento di riqualificazione energetica agevolabile, essa deve ritenersi:

connessa a tale intervento e la relativa spesa concorre al limite massimo di detrazione per esso spettante (v. circ. AdE n. 7E/2017).



Impianti domotici: requisiti per la detrazione risparmio energetico


Quali le caratteristiche che devono avere i detti impianti perché si possa fruire della detrazione?

Ecobonus e domotica

Secondo la legge deve trattarsi di:

spese sostenute per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unita' abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti (v. art. 1, co.88 cit.).


Inoltre, i dispositivi devono:

a) mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati; b) mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti; c) consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto (v. art.1, co.88 cit.).


È stato chiarito che godono dell'agevolazione:

la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche nonché delle opere elettriche e murarie necessarie per l'installazione e la messa in funzione a regola d'arte, all'interno degli edifici, di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici. Non si ritengono ricomprese tra le spese ammissibili l'acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con le predette apparecchiature quali telefoni cellulari, tablet e personal computer o dispositivi similari comunque denominati (v. circ. AdE n. 7E/2017).


Anche nel caso degli impianti domotici, il fine ultimo, come per tutti i casi di detrazione per riqualificazione energetica, deve essere quello di ottenere il risparmio energetico.

Ed infatti anche tale intervento è soggetto alla comunicazione all'ENEA.


Impianti domotici e detrazioni per ristrutturazioni


Aggiungiamo per completezza che la detrazione per impianti domotici è prevista anche sugli interventi di ristrutturazione: la guida Ade include l'installazione di sistemi di termoregolazione e building automation tra gli interventi agevolabili che devono essere comunicati all'ENEA; per essi, non sono previste le condizioni indicate dall'art. 1, co.88 cit., ma vanno applicate quelle per le ristrutturazioni, dunque, tra l'altro, essi devono rientrare in un intervento tra quelli indicati per le detrazioni per ristrutturazioni dall'art. 16-bis DPR 917/1986.

Ricordiamo che la comunicazione è infatti divenuta obbligatoria anche per le ristrutturazioni, con riferimento a determinati interventi che comportano risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili.


Impianti domotici e comunicazione all'ENEA



Segnaliamo che con aggiornamento del 9 maggio 2019, l'ENEA ha aggiornato il Vademecum reperibile sul suo sito in materia di building automation.

Nel Vademecum è rammentato che sono agevolabili anche le spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi nonché della documentazione tecnica necessaria, al pari di tutte e altre spese detraibili con ecobonus e ristrutturazioni.

Nel Vademecum dell'ENEA sono indicati tempi, modi e documenti prescritti per l'invio della detta comunicazione.

Infine ricordiamo che della detrazione per impianti domotici si è occupata anche la Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 13E del 31 maggio 2019, relativa alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa al 2018.

riproduzione riservata
Articolo: Ecobonus impianti domotici
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 3 voti.

Ecobonus impianti domotici: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
340.149 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Ecobonus impianti domotici che potrebbero interessarti


Superbonus 110% e sistemi di building automation

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'installazione dei sistemi di building automation per gli impianti di riscaldamento e condizionamento può rientrare nel Superbonus solo a determinate condizioni

Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A quattro mesi dalle novità sull'ecobonus condomini ancora si attende il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate per le modalità di cessione delle detrazioni fiscali

Ecobonus e Sismabonus al 110%: le novità del decreto di maggio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con il decreto maggio 2020 sale al 110% l'incentivo fiscale legato agli interventi di risparmio energetico e alle misure antisismiche. Ecco quali sono le novità

Condominio 4.0: un convegno sulle nuove opportunità relative al mondo condominiale

Leggi e Normative Tecniche - Condominio 4.0: un convegno organizzato da Harley&Dikkinson a Roma per fare una analisi su tutte le opportunità lavorative relative alla gestione condominiale.

Ecobonus 2018 e cessione del credito: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate, con circolare del 18 maggio fornisce ai contribuenti dei chiarimenti in merito alla cessione del credito per la fruizione dell'Ecobonus

Ecobonus e bozza del decreto Mise

Leggi e Normative Tecniche - Quali sono le novità introdotte con la bozza del decreto del Mise in ambito di Ecobonus. Previsti nuovi limiti di spesa e nuove modalità di calcolo degli sconti

Compatibili Ecobonus e Bonus 50% per acquisto immobile ristrutturato?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate considera compatibili le detrazioni fiscali degli incentivi dell'Ecobonus e del Bonus 50% per l'acquisto di un immobile ristrutturato?

Ecobonus: possibili agevolazioni per la sostituzione di pavimenti

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecobonus del 65% e detrazioni fiscali del 50% in caso di sostituzione o rifacimento pavimenti: ecco di seguito cosa dice in proposito l'Agenzia delle Entrate.

Come accedere al sito Enea per Superbonus, Ecobonus e Bonus Casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal mese di ottobre 2021, le pratiche di Superbonus, Ecobonus e Bonus casa, potranno essere inserite solo con l'utilizzo dello SPID sulla piattaforma online ENEA
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img whitebalance
Buongiorno, chiedo per favore se qualcuno ha idea di come funzionino i bonus casa nella fattispecie di un immobile attualmente pignorato ed in fase di asta.Vorrei acquistare un...
whitebalance 02 Ottobre 2022 ore 17:13 4
Img rintintin78
Buongiorno,vorrei qualche informazione per quanto riguarda la sostituzione dei condizionatori in casa:considerando che non devo fare ristrutturazioni o altro, vorrei sapere se...
rintintin78 29 Settembre 2022 ore 15:55 2
Img laura girotti
Buonasera, ho un dubbio sull'applicabilità dell'ecobonus su una soffitta:Ho un'abitazione su due livelli collegati da una scala interna ad uso esclusivo. Entrambi i piani...
laura girotti 29 Settembre 2022 ore 15:52 2
Img elisabetta bois
Ho acquistato casa e andremo a realizzare alcuni interventi, tra cui: Installazione fotovoltaico Sostituzione condizionatori e sostituzione caldaia a gas con boiler acs a pompa di...
elisabetta bois 06 Agosto 2022 ore 09:28 2
Img mami1960
Buongiorno,nella mia proprietà è presente, oltre alla mia casa indipendente anche un piccolo edificio esterno accatastato come magazzino C2.Qualche anno fatto (prima...
mami1960 02 Maggio 2022 ore 21:18 4