Le linee giuda di ENEA per il bonus condomini 2017

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali01 Settembre 2017 ore 10:02
Pubblicata la guida ENEA per le riqualificazioni energetiche dei condomini con detrazione al 70% e 75%. L'invio della documentazione è possibile dal 15 settembre

Condomini a pezzi e riqualificazioni energetiche


Guida Enea ecobonus condomini Sappiamo tutti noi come il nostro patrimonio urbanistico, quello costruito tra gli anni '60 e '70 del secolo scorso, oltre a essere esteso, richieda un deciso intervento di recupero e riqualificazione energetica.

I Governi cercano ormai da qualche anno di fare fronte a tali esigenze attraverso agevolazioni fiscali che incoraggino le iniziative private.

Gli ambiti che traggono beneficio da tali iniziative sono vari: il risparmio del consumo di suolo, il sostegno al mercato immobiliare e alle imprese edili, il risparmio energetico, le tasche dei cittadini etc.

Le tipologie di agevolazioni sono essenzialmente due: le detrazioni al 50% per gli interventi di recupero e le detrazioni al 65% per le riqualificazioni energetiche.

Per il 2017 due novità importanti nel campo delle detrazioni per le riqualificazioni energetiche nei condomini, per quanto qui interessa, sono: una previsione temporale ben più estesa delle precedenti, ovvero, non più un solo anno, ma ben cinque; sono infatti detraibili le spese sostenute dall' 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Inoltre, in certi casi le detrazioni sono state aumentate al 70% e al 75%.

Precisamente, queste ultime sono state introdotte con la Legge di Bilancio per il 2017, cioè con l'art. 1, co.2, lett.a della L. 232/2016, che ha modificato all'art. 14, D.L. 63/2013.


Riqualificazioni energetiche: le detrazioni al 70% e al 75%


Per quanto riguarda i condomini, alla già esistente detrazione al 65% quest'anno è stata aggiunta la detrazione al 70% e al 75% a determinate condizioni.

Da quest'anno e fino al 2021 abbiamo quindi la possibilità di detrarre il 70% delle spese per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, alla condizione che riguardino l'involucro dell'edificio con un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell'edificio.

Mentre la detrazione sale al 75% per gli interventi indirizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che raggiungano almeno la qualità media di cui al DM del Ministero dello sviluppo economico del 26 giugno 2015; decreto intitolato

Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici D.M. 26.06.2015..

Ribadiamo che l'agevolazione in parola è possibile solo per i condomini.


Giuda ENEA riqualificazioni energetiche condomini al 70% e al 75%


Detrazioni per riqualificazioni energeticheL'ENEA ha pubblicato la guida (aggiornata al 10 luglio) 2017 per le detrazioni al 70% e al 75% nei condomini.

Naturalmente, rinviamo alla lettura integrale della guida (e dell'intero sito dedicato alla detrazione in parola e alle norme relative), mentre qui ne riportiamo una breve sintesi.

La guida inizia premettendo che possono avvantaggiarsi della detrazione:

• coloro che sostengono le spese di riqualificazione energetica;

• gli aventi diritto sulle unità immobiliari costituenti l’edificio in regola con il pagamento dei tributi previsti; Vademecum ENEA detrazioni 70% e 75%.

Inoltre, viene ricordato che tutti i contribuenti possono, in sostituzione delle detrazioni, optare per la cessione del credito.

Le detrazioni devono essere calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 40.000 per ogni unità immobiliare.

L'immobile, alla richiesta della detrazione, deve risultare esistente (deve, cioè, essere accatastato o con richiesta di accatastamento in corso) e deve essere dotato di impianto di riscaldamento (secondo la definizione del D.lgs 192/05, il Decreto di Attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico nell'edilizia.


Detrazione 70% e 75%, requisiti tecnici specifici degli interventi


Riqualificazioni energetiche 70 e75Il Vademecum indica i requisiti tecnici specifici dell'intervento, e cioè: si deve trattare di parti comuni (ex art. 1117 c.c.) che delimitano il

volume riscaldato verso l’esterno e/o i vani non riscaldati e/o il terreno Vademecum ENEA detrazioni 70% e 75%

e devono riguardare oltre il 25% della superficie disperdente; l'intervento deve operare una sostituzione o una modifica di quanto già esistente e dunque non risultare come

nuova realizzazione in ampliamento Vademecum ENEA detrazioni 70% e 75%

può riguardare solo parti con valori delle trasmittanze termiche (U) superiori a quelli indicati

nella tabella 2 dell’allegato B al D.M. 11 marzo 2008 come modificato dal D.M. 26 gennaio 2010. Vademecum ENEA detrazioni 70% e 75%


L'intervento può riguardare anche, se i lavori sono eseguiti insieme, la sostituzione di infissi e l’installazione di schermature solari purché siano inseriti nella relazione tecnica e siano posti sulle stesse strutture esterne sui cui è effettuato l'intervento
Per le schermature solari la guida rinvia poi alle indicazioni previste nel Vademecum dedicato alle schermature solari, che devono essere rispettate.

Infine, per gli interventi con detrazione al 75% (con riferimento alle tabelle 3 e 4 del "decreto linee guida”), la guida prevede che l’involucro dell'edificio, a monte dell'intervento, debba avere una bassa qualità sia in termini di prestazione energetica invernale sia estiva, e inoltre, che vadano rispettate le leggi e le normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica.


Documentazione da inviare e conservare


La documentazione da inviare secondo la guida è:
- scheda tecnica redatta da un tecnico abilitato;
- scheda descrittiva dell'intervento.

Tali documenti vanno inviati (salvo casi particolari) entro 90 giorni dalla fine dei lavori, online attraverso il sito dedicato dall'ENEA anno per anno.
Inoltre, vi è la documentazione da conservare, cioè, in primis l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato.

Condominio ed ecobonus
La guida indica tutte le dichiarazioni che l'asseverazione deve fornire, e cioè in sintesi:

- la dichiarazione che l’intervento riguarda parti condominiali e che abbia incidenza superiore al 25% della superficie disperdente dell’edificio;

- i valori delle trasmittanze termiche dei vecchi elementi strutturali;

- i valori delle trasmittanze termiche dei nuovi elementi strutturali;

- la verifica che i valori delle trasmittanze dei nuovi elementi strutturali rispettino i limiti di cui alla tabella 2, D.M. 26 gennaio 2010;

- i valori di gtot nel caso siano installate schermature solari; per gli interventi di tipo b), con riferimento alle tabelle 3 e 4 del decreto linee guida;

- la dichiarazione che l’involucro dell’intero edificio, per la prestazione energetica invernale e per quella estiva, abbia qualità bassa prima degli interventi e che a seguito di questi ultimi abbia conseguito almeno la qualità media per entrambe le prestazioni.

Invio documentazione online per ecobonus condomini
L'asseverazione deve inoltre contenere la dichiarazione che gli interventi rispettano le leggi e le normative in materia di sicurezza e di efficienza energetica.

Gli altri documenti da conservare sono:

- copia degli attestati di prestazione energetica (APE) dell’intero edificio;
- copia degli attestati di prestazione energetica (APE) di ogni singola unità immobiliare;
- copia delle relazioni tecniche necessarie (ex art. 8, co.1, D.Lgs. 192/2005);
- originali degli allegati inviati all’ENEA debitamente firmati); schede tecniche di materiali e componenti.

Inoltre, vanno conservati anche i seguenti documenti:

fatture di pagamento delle spese;

delibera (condomniale) di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale della ripartizione delle spese;

• ricevuta del bonifico bancario o postale che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, il numero e la data della fattura, i dati di chi richiede la detrazione (con codice fiscale) e i dati del beneficiario del bonifico (con numero di partita Iva o il codice fiscale);

ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID); nel caso di invio postale, ricevuta della raccomandata postale.

Sul sito dell'ENEA è anche specificato che sarà possibile inviare la documentazione (dal medesimo sito) a partire dal 15 settembre 2017.

riproduzione riservata
Articolo: Ecobonus condomini: le linee guida
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Ecobonus condomini: le linee guida: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Ecobonus condomini: le linee guida che potrebbero interessarti
Come funziona il super bonus 2018 per i condomini

Come funziona il super bonus 2018 per i condomini

Dal 2018 per i condomini è previsto un super bonus che unisce insieme il Sismabonus ed Ecobonus, ovvero riduzione del rischio sismico e miglioramento energetico...
Controlli dell'Agenzia delle Entrate su detrazioni fiscali per lavori in casa

Controlli dell'Agenzia delle Entrate su detrazioni fiscali per lavori in casa

Controlli formali dell'Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni dei redditi su detrazioni fiscali per ristrutturazioni, riqualificazioni energetiche e mobili.
Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro...
La scheda informativa per la detrazione per riqualificazione energetica

La scheda informativa per la detrazione per riqualificazione energetica

L'invio della scheda informativa è uno degli adempimenti previsti dalla legge per ottenere le detrazioni per le riqualificazioni energetiche. Di cosa si tratta?...
Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Tra le novità della Legge di Bilancio c'è il bonus verde, ovvero, la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per riqualificare il verde privato.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.270 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Manutenzione condomini Monza e Brianza, Milano
    Manutenzione condomini monza e...
    19.00
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Climatizzatore condizionatore Samsung dual split inverter
    Climatizzatore condizionatore...
    1039.81
  • Montascale curvilinei Freecurve Alliance
    Montascale curvilinei freecurve...
    7000.00
  • Ercos sedile wc ideal standard esedra termoindurente
    Ercos sedile wc ideal standard...
    44.60
  • Credenza italiana in legno di mogano
    Credenza italiana in legno di...
    600.00
  • Viega cassetta wc incasso con placca bianco
    Viega cassetta wc incasso con...
    165.00
  • Mobili bagno QUBO
    Mobili bagno qubo...
    581.80
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.