Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus Domotica 2020: come accedere alla detrazione del 110%

Agevolazioni fiscali al 110% per rendere la casa intelligente. Quali sono i requisiti per ottenere il Bonus Domotica 2020, i requisiti e limiti di spesa previsti
14 Ottobre 2020 ore 09:47 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Superbonus 110% e lavori di domotica


Il Superbonus 110% si apre al mondo della domotica che in quest’ultimo periodo sta registrando un forte rilancio. Buone notizie per chi sogna una casa automatizzata, in quanto sarà possibile la maxi detrazione introdotta con il Decreto Rilancio per risollevare il settore edile messo a dura prova dalla pandemia.

Bonus domotica 2020
Consentito dunque l’accesso all’agevolazione fiscale al 110% anche in caso di spese effettuate per acquistare, installare e mettere a punto dispositivi tecnologici multimediali che consentano il controllo a distanza di impianti di riscaldamento, climatizzatori e impianti di produzione di acqua calda.

È bene conoscere quelle che saranno le tipologie di interventi che saranno ritenute agevolabili.
Per non incorrere in delusioni sarà anche indispensabile essere a conoscenza di quelle che devono essere le caratteristiche tecniche che i dispositivi dovranno possedere.

Superbonus e domotica
Incentivi fiscali dunque non solo per interventi di riqualificazione energetica e di miglioramento antisismico. Anche per la domotica si potrà accedere alla detrazione potenziata così come alla cessione del credito e allo sconto in fattura.

Infatti, qualora vengano realizzati lavori cosiddetti trainanti, rientranti cioè a pieno titolo nel Superbonus 110%, anche taluni lavori, cosiddetti trainati, effettuati in concomitanza con i primi e sui medesimi edifici, potranno beneficiare dell’innalzamento al 110% della percentuale di detrazione.


Bonus Domotica 2020: quali sono i requisiti da rispettare


Sulla base di quanto disposto dalla Legge 208/2015 al comma 88 si prevede la possibilità di fruire della detrazione fiscale al 65% in caso di spese sostenute per interventi volti ad installare e mettere in opera dispositivi multimediali per effettuare il controllo personalizzato da remoto di impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda sanitaria e di climatizzazione di unità abitative.

Detrazione 110% domotica
L’intervento deve essere realizzato su edifici esistenti (accatastati o quanto meno con richiesta di accatastamento in corso) e aventi un impianto termico. I suddetti dispositivi per l’automazione, inseriti all'interno dell'abitazione, dovranno soddisfare alcuni requisiti sul piano tecnico, specificati nel decreto del Mise:

  • dovranno essere controllati a distanza, ovvero per accensione e spegnimento sarà possibile effettuare una programmazione settimanale;

  • dovranno indicare, mediante canali multimediali (come ad esempio una connessione ad internet) i consumi energetici effettivi, con fornitura periodica dei dati che saranno suscettibili di controllo da parte di Enea;

  • i dispositivi dovranno mostrare le condizioni di funzionamento e segnalare la temperatura di regolazione dell’impianto.

Sono molte le applicazioni nel campo della domotica, soprattutto per favorire lo sviluppo sostenibile e la riduzione delle emissioni.


Bonus domotica: quali spese rientrano nella detrazione fiscale


Potranno beneficiare della detrazione fiscale del 65% (portata al 110%) i contribuenti che abbiano sostenuto le seguenti spese:

  • per acquisto e posa in opera di apparecchiature elettriche, elettroniche o meccaniche;

  • per la posa in opera di opere murarie che si rendano necessarie per installare sistemi di building automation degli impianti termici all’interno di edifici;

  • i costi sostenuti per pagare prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, direzione dei lavori ecc.).

Non sono agevolabili le spese per l’acquisto di cellulari, tablet o pc che permettono di comunicare da remoto con i sistemi di building automation (termine con cui si fa riferimento alla gestione automatizzata degli impianti). Tali spese saranno totalmente a carico del contribuente.


Da precisare inoltre che, per gli interventi di domotica, non sono previsti specifici limiti di spesa. Tuttavia, come previsto nella circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 13/E/2019, si dovranno applicare le medesime soglie di spesa previste per gli interventi di riqualificazione energetica (Ecobonus) con cui vengono realizzati contestualmente. Si dovrà cioé tener conto del limite di spesa proprio dell’intervento cui quello di domotica è collegato.


Bonus Domotica 2020: quali sono i documenti da conservare


Al fine di poter beneficiare dell’incentivo fiscale pari al 110% occorre fare estremamente attenzione alla conservazione dei documenti per non rischiare di vedersi negata la fruizione dell’agevolazione.

Spetterà all’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile) il compito di effettuare dei controlli a campione in merito al rispetto dei requisiti previsti per accedere alla detrazione fiscale e pertanto è bene non farsi cogliere impreparati.

Ecco la documentazione che il contribuente dovrà conservare:

  • la documentazione tecnica, ad esempio la scheda descrittiva dell’intervento, l’asseverazione, le schede di tipo tecnico relative ai dispositivi di building automation installati, carte di tipo amministrativo;

  • la delibera condominiale di approvazione ed esecuzione dei lavori trainanti sulle parti comuni e quelli di domotica;

  • le fatture delle spese sostenute;

  • le ricevute dei bonifici;

  • copia della comunicazione all’Enea.

riproduzione riservata
Articolo: Ecobonus 110 e impianti domotici
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 5 voti.

Ecobonus 110 e impianti domotici: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
330.198 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Ecobonus 110 e impianti domotici che potrebbero interessarti


Superbonus 110%: ci si avvia all'estensione alle seconde case e proroga al 2022

Fisco casa - Novità in tema di superbonus 110% a fronte di alcuni emendamenti al Decreto Rilancio: si preannuncia estensione al 31 dicembre 2022, alle seconde case e alle imprese

Superbonus: nella bozza del Recovery Plan si parla di proroga

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Superbonus potrebbe essere prorogato fino al 2023. La novità tanto attesa è contenuta nel Recovery Plan, che dovrà essere approvato dalla Commissione Europea

Superbonus 110: le novità contenute nella Legge di Bilancio 2021

Fisco casa - Varata la Legge di Bilancio 2021 con le modifiche apportate al Superbonus 110: la proroga, nuovi interventi agevolabili e tipologie di immobili: ecco cosa cambia

Superbonus 110%: nessuna detrazione in caso di unico proprietario di edificio

Affittare casa - Non potrà beneficiare del Superbonus 110, introdotto con il Decreto Rilancio, il proprietario di un edificio costituito da più unità immobiliari. Vediamo perché

Superbonus 110%: al via i decreti attuativi del Mise

Leggi e Normative Tecniche - Definiti requisiti tecnici minimi e asseverazioni del professionista per poter beneficiare della super detrazione 110%. Le novità dei decreti attuativi del Mise

Superbonus 110%: proroga al 31 marzo del termine per comunicare la cessione del credito o lo sconto in fattura

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta al 31 marzo il termine per poter inviare all'Agenzia delle Entrate il modulo con il quale optare per la cessione del credito in caso di Superbonus 110%

Superbonus 110%: proroga fino al 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità introdotte col pacchetto di emendamenti alla Legge di Bilancio figura la proroga del Superbonus 110%. Più tempo per fruire della detrazione fiscale

Niente Superbonus 110% per la sostituzione delle vetrate

Fisco casa - Gli interventi sulle vetrate degli immobili non rientrano nel superbonus 110%. L'Agenzia delle Entrate non ammette deroghe poiché non costituiscono superfici opache.

Superbonus 110%: possibile proroga fino al 2024

Fisco casa - Secondo il Ministro per lo Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, in audizione sul Recovery Fund, potrebbe esserci una revisione della durata del Superbonus 110%.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img giordanorusso87
Buongiorno,in edificio di 3 piani, interrato zona garage, piano terra zona commerciale, primo piano 2 abitazioni con ingresso comune ma indipendente dalle attività...
giordanorusso87 11 Giugno 2021 ore 09:36 2
Img maniel
Salve,ho un dubbio sul credito che si chiederà per il super bonus.In una realtà condominiale, il condominio come persona giuridica aprirà tutte le pratiche...
maniel 10 Giugno 2021 ore 17:50 1
Img giuse05
Buonasera a tutti,dopo aver fatto una riunione condominiale nel mese di Gennaio per i lavori trainante (Cappotto) al 110%, alla presenza di un Tecnico Ingegnere Eedile,...
giuse05 08 Giugno 2021 ore 11:20 8
Img enroco
Buongiorno,se tutti i proprietari di villette a schiera (considerate unifamiliari) appartenenti ad un unico edificio decidono di costituire un condominio, la scadenza è...
enroco 07 Giugno 2021 ore 18:33 2
Img giuse05
Buonasera,ho dei dubbi: stiamo in procinto di far il superbonus e a parte i documenti della caldaia e infissi, ora dopo un po di mesi mi hanno chiesto il rogito notarile con...
giuse05 04 Giugno 2021 ore 19:47 2