Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

In arrivo il nuovo digitale terrestre dvb t2

Dal 1 settembre le Regioni inizieranno la transizione verso la nuova tv digitale. Il passaggio a dvb tv2 si concluderà il prossimo anno. Confermato anche il bonus tv
07 Luglio 2021 ore 10:13 - NEWS TV ed elettronica

A breve il passaggio a dvb t2, il nuovo digitale terrestre


Sempre più vicina la data dello switch-off per il passaggio al nuovo digitale terrestre di seconda generazione, il DVB T2.

Dal 1 settembre le frequenze dei canali del digitale terrestre verranno spostate per liberare la banda 700 MHz, che a partire dallo scorso 1 luglio sarà a disposizione delle compagnie telefoniche per l’attivazione della tecnologia 5G.

Nuovo digitale terrestre
Questo significa che da tale data molti dispositivi (tv o decoder) acquistati prima del 2017 non saranno in grado di supportare la nuova tecnologia, con la conseguenza che non potranno più trasmettere i nostri canali preferiti.

È possibile, invece, che una televisione prodotta dopo luglio 2016 consentirà di ricevere il nuovo segnale, con la conseguenza che sarà necessario soltanto effettuare una ricerca dei canali.

Come è avvenuto nell'arco degli anni 2009-2012 con la transizione dalla televisione analogica a quella digitale, il passaggio al digitale terrestre di nuova generazione DVB T2 in alcuni casi non sarà semplice, pertanto, è opportuno informarsi per tempo, in modo da essere pronti per tale cambiamento.


DVB T2: caratteristiche del nuovo sistema digitale terrestre


Il processo di switch off in favore del nuovo digitale terrestre, iniziato nel 2020, si concluderà nel 2022.

Per la completa sostituzione del vecchio sistema è stato infatti necessario un biennio, durante i quali sia il DVB T, sia il DVB T2 sono rimasti funzionanti.

Tale transizione riguarda tutte le Regioni italiane, ma con tempistiche diverse.

I primi a sperimentare questo sistema di nuova generazione saranno le regioni della Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e di Bolzano, che inizieranno la transizione a partire dal 1 settembre sino al 31 dicembre 2021.

Dvb t2
Toccherà poi alla Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna, che attueranno il passaggio nel periodo dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022.

E infine sarà la volta della Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche, che avranno più tempo per adattarsi: dal 1° aprile 2022 al 31 giugno 2022 dovranno completare il trasferimento per ricevere il nuovo segnale.


DVB T2: la nuova tv digitale


Il grosso cambiamento riguarda il passaggio dall'esistente DVB T, dotato di sistema di codifica digitale MPEG 2, al nuovo DVB T2 HEVC, ossia, High Efficiency Video Coding, il quale consentirà di fruire di contenuti digitali con una qualità video più alta, che supporterà anche l'ultra definizione 8k.

Dal prossimo 1° luglio 2022 ogni Regione avrà completato il passaggio e le vecchie tv o i vecchi decoder, che non supportano il nuovo DVB T2 non potranno essere utilizzati per visionare i canali Rai e Mediaset.

In ogni caso, prima di acquistare un nuovo televisore è bene verificare in concreto se il nostro dispositivo sia in grado o no di ricevere il nuovo segnale, effettuando un rapido e semplice test ed eventualmente anche provando a informarsi presso un punto vendita o un negozio di assistenza elettronica.


DVB T2: nuovo standard digitale terrestre


Nel 2020 è stato avviato il passaggio dal digitale terrestre DVB T1 (o DVB T, di prima generazione) al nuovo standard televisivo DVB T2.

Questo processo si è reso necessario per consentire una riorganizzazione delle frequenze tv in vista dell'arrivo del 5g.

La conseguenza di tali cambiamenti è un'inevitabile riduzione della disponibilità di frequenze per la televisione. Per riuscire a trasmettere tutti i programmi, occorre innovare il sistema di qualità della trasmissione video.

Passaggio a dvb t2
Tramite lo standard di compressione HEVC, High Efficiency Video Coding, è possibile ottenere una maggiore qualità dei video in una porzione minore di banda.

Il DVB T1, supportava frequenze dai 400 ai 690 MHz, mentre il DVB T2, soltanto le frequenze a 700 MHz. Questo significa che, per consentire agli utenti di vedere i vari programmi, tutte le emittenti televisive devono migrare dalle prime verso le seconde frequenze.


Nuovo decoder digitale terrestre e nuova tv digitale


Ma quali sono i modelli tv che occorre sostituire per poter accedere ai canali Rai e Mediaset?

Tutti i dispositivi e non dotati di tecnologia DVB T2 e acquistati antecedentemente al 1° luglio 2016, possono essere associati a un decoder, pertanto, potrebbe non essere necessario sostituirli con nuovi dispositivi.

La tv digitale acquistata dopo il 1° gennaio 2017 dovrebbe invece essere compatibile con il DVB T2, in quanto una legge ha provveduto a rendere obbligatoria la vendita esclusiva di tali apparecchi dopo quella data.


Come capire se la tv è compatibile con la tecnologia DVB-T2?


Gli apparecchi tv, acquistati a partire dal 2017, dovrebbero essere adeguati alle nuove disposizioni per supportare la nuova tecnologia di trasmissione dei segnali.

Ciò nondimeno, prima di affrontare qualsivoglia spesa, è opportuno, in ogni caso, accertarsi della eventuale compatibilità del nostro modello tv con quelli previsti per il passaggio al nuovo digitale.

Per effettuare tale accertamento è sufficiente eseguire un semplice test, al termine del quale è possibile conoscere l’effettiva ricezione del nuovo segnale.

Tv nuovo digitale
Utilizzando il telecomando in dotazione, basterà digitare il codice 100 (opzione RAI) o 200 (opzione Mediaset). Se a seguito della digitazione di tali codici, dovesse apparire la schermata con la scritta Test HEVC Main10, vuol dire che il televisore è compatibile con le nuove frequenze e, dunque, non sarà necessario sostituirlo o acquistare un nuovo decoder.

Se, al contrario, dovesse risultare il messaggio Canale non disponibile, significa che il televisore non è compatibile.

Nel caso non dovessero apparire né l’uno né l’altro avviso è consigliabile provare a risintonizzare tutti i programmi.


Costi DVB T2 e bonus tv


I costi da sostenere per l'arrivo del nuovo sistema di digitale terrestre DVB T2 HECV sono relativi alla sostituzione della televisione e all'eventuale acquisto del decoder.

La Legge di Bilancio 2019 aveva introdotto un incentivo per l’acquisto di un nuovo tv digitale o decoder dtv2.

Rispetto al vecchio bonus tv, il nuovo sembra certamente più vantaggioso Il precedente bonus prevedeva infatti uno sconto sino a 50 euro per l'acquisto di:

TV e decoder idonei alla ricezione di programmi TV con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC).

L'agevolazione però era riservata alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro.

Il nuovo bonus tv, invece, introduce uno sconto che può arrivare fino a un massimo di euro 100.

Altro elemento di differenziazione riguarda il venir meno del tetto ISEE, in precedenza fissato a euro 20.000.

In altri termini, il bonus tv si traduce in uno sconto pari al 20% sul prezzo finale di acquisto del nuovo televisore, comprensivo di Iva, senza alcun limite massimo di ISEE per nucleo famigliare.

Smaltimento del vecchio digitale terrestre


Per accedere al bonus tv, occorrerà il rispetto, però, di alcuni requisiti, quali essere residenti in Italia, essere in regola con il pagamento del canone Rai e aver previsto la rottamazione del proprio vecchio televisore.

Questo è il punto forse più complicato.

La rottamazione può avvenire in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore il vecchio dispositivo.



In questo caso, il negoziante applicherà il 20% di sconto fino a un massimo di 100 euro.

Altra modalità per rottamare il nostro vecchio televisore è quello di consegnarla direttamente in una discarica autorizzata. In questo caso, sarà necessario un modulo che certificherà l’avvenuta consegna dell'apparecchio.

riproduzione riservata
Articolo: Dvb t2: il digitale terrestre di nuova generazione
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 15 voti.

Dvb t2: il digitale terrestre di nuova generazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.072 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Dvb t2: il digitale terrestre di nuova generazione che potrebbero interessarti


TV digitale: glossario

Impianti - Glossario suddiviso in quattro capitoli, per imparare a riconoscere i nuovi termini tecnici introdotti dall'avvento della tecnologia digitale terrestre.

Televisione Digitale Terrestre

Impianti - Il digitale terestre ha notevolmente innovato il sistema delle trasmissioni televisive attraverso una serie di modalità e funzioni assolutamente innovative.

Decoder zapper ed interattivo

Impianti - In commercio, da collegare al proprio televisore ci saranno due tipi di decoder: zapper ed interattivo.

Digitale terrestre

Impianti - Entro il 2012 avverra' il progressivo passaggio delle trasmissioni televisive sul digitale terrestre.

Decoder e videoregistratore digitale

TV ed elettronica - Essendo antieconomico acquistare un nuovo televisore per ogni camera è necessario valutare le migliori offerte del settore.

Impianto antenna TV

TV ed elettronica - L'impianto tv è diventato un sistema particolarmente complesso, la cui progettazione e realizzazione deve quindi essere affidata a un installatore professionista.

Qualità TV Digitale

Impianti - La funzione principale di un sistema d'antenna digitale o analogico è quella di garantire all'utente delle immagini di qualità sullo schermo televisivo.

Formato 4k per la Tv

Impianti - Il cinema direttamente nelle nostre case e potremo gustarcelo comodamente nei nostri salotti nella stessa percezione oculare fornita dal grande schermo con una qualità d'immagine finora mai sperimentata.

Nuova etichetta per decoder televisivi

TV ed elettronica - In arrivo un nuovo tipo di etichetta che permetterà di riconoscere caratteristiche e prestazioni dei decoder per la ricezione del digitale terrestre in commercio.