Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Qual è la differenza tra vetro camera, basso emissivo e selettivo?

NEWS Vetrate14 Febbraio 2015 ore 00:48
Si sente spesso parlare di vetro camera, vetri basso emissivi e vetri selettivi; ma quali sono le differenze tra queste tipologie oggi disponibili sul mercato?

Vetri per finestra e isolamento termico


Il grado di isolamento termico di un infisso è dovuto certamente a particolari caratteristiche dei profili del serramento, ma altrettanto importanti sono i vetri .

profilo infissoLa scelta del vetro giusto, quindi, contribuisce in materia importante a ridurre le dispersioni termiche in un edificio e, di conseguenza, all'efficienza energetica complessiva dell'involucro edilizio.

Il risparmio energetico si traduce, per le famiglie, in un significativo risparmio in bolletta, senza trascurare i vantaggi dovuti a un maggior confort ambientale.

Si sente spesso parlare di vetro camera, vetri basso emissivi e vetri selettivi, ma quali sono le caratteristiche di ognuno e le differenze tra queste tipologie oggi disponibili sul mercato?


Vetro camera


I vetri singoli e sottili sono ormai, oltre che sconsigliati, quasi spariti dalla produzione di serramenti e soppiantati dal vetro camera.

Il vetro camera è generalmente formato da due o tre lastre di vetro separate da un'intercapedine, solitamente riempita d'aria.
Le lastre possono essere formate da vetro monolitico o da vetro stratificato, costituito da due lastre incollate con una speciale pellicola detta PVB, che ne aumenta la resistenza.

vetrocameraLa struttura di questi vetri è in genere del tipo 4-9-4, ossia i vetri hanno spessore di 4 mm e l'intercapedine di 9 mm. Esistono però anche strutture 4-12-4 e spessori maggiori delle lastre di vetro. Con l'aumentare degli spessori e delle prestazioni di isolamento termico, aumentano ovviamente anche i prezzi dei prodotti.

La presenza dell'aria nell'intercapedine è un fattore fondamentale per migliorare il flusso termico tra interno ed esterno: essa, infatti, impedisce al calore di fuoriuscire durante l'inverno e, viceversa, di entrare in estate.

Tuttavia l'aria, anche se in misura minore, consente comunque un certo flusso di calore, per cui la soluzione migliore sarebbe quella di fare il vuoto nell'intercapedine (vetro camera sottovuoto).
In questo caso, però, si determina una differenza di pressione tra interno ed esterno che potrebbe creare delle tensioni sui vetri ed è per questo motivo che vengono utilizzati degli appositi cilindri distanziatori realizzati in materiali ceramici, acciaio o leghe a base di nickel, disposti a distanza reciproca di 20 mm. Essi riducono, anche se impercettibilmente, la trasmissione luminosa e creano dei ponti termici.

Una scelta alternativa molto diffusa in questi ultimi anni è quella in cui l'intercapedine è riempita con gas nobili, più pesanti dell'aria, come l'argon e il kripton. Questi rallentano ancora di più il flusso di calore da una lastra all'altra.

La tipologia tradizionale di vetro camera è stata a lungo adoperata per serramenti sia in legno che in altri materiali, ma oggi l'evoluzione tecnologica ha portato al suo superamento, grazie all'introduzione di prodotti che consentono un miglior isolamento e quindi un maggiore risparmio energetico.


Vetro selettivo e vetro basso emissivo


Per migliorare ulteriormente le prestazioni di isolamento di un infisso è opportuno utilizzare, per la realizzazione del vetro camera, anziché vetri semplici (comunemente denominati float) altri tipi di vetro, molto più isolanti di quelli normali: i vetri selettivi e quelli basso emissivi.

vetri selettivi Saint Gobain Glass

La caratteristica principale dei vetri selettivi (come quelli prodotti da Saint Gobain) è quella di trasmettere perfettamente la radiazione luminosa e di respingere invece la radiazione infrarossa, soprattutto quella a lunghezza d'onda più bassa. Poiché questa radiazione (non a caso detta termica) è quella responsabile della trasmissione del calore, si comprende come essi contribuiscano ottimamente a evitare il surriscaldamento degli ambienti interni in estate.

vetro basso emissivo La Torre VetroTuttavia è importante evitare anche la dispersione del calore degli ambienti interni verso l'esterno, durante la stagione invernale.
A questo scopo, quindi, sono stati creati i vetri basso emissivi (ad esempio quelli prodotti da La Torre Vetro) che, come i selettivi consentono il transito della radiazione luminosa, ma evitano invece il passaggio di quella infrarossa (in questo caso quella a frequenza d'onda maggiore )inibendo la dispersione del calore verso l'esterno.

La differenza principale tra le due tipologie consiste nel lato in cui è applicato il rivestimento, oltre che in altre caratteristiche tecniche e di produzione.
In realtà in commercio esistono vetri che raggruppano entrambe le caratteristiche, denominati genericamente basso emissivi, quindi in questa definizione è possibile ritrovare spesso anche le caratteristiche del vetro selettivo.

Il rivestimento di entrambi i vetri è costituito da ossidi metallici di tipo magnetronico o pirolitico.
Nel primo caso il rivestimento, depositato con un procedimento elettromagnetico, non è molto resistente agli agenti atmosferici e deve essere quindi posto all'interno. Questo sistema viene usato per produrre i vetri basso emissivi.
Nel secondo caso il rivestimento viene depositato per pirolisi, quindi con un processo a caldo con il quale viene fuso e inglobato nel vetro. Esso risulta quindi più resistente alle intemperie e può essere posto all'esterno. Quindi il procedimento è adatto per la fabbricazione dei vetri selettivi.


Conclusioni


Dalle caratteristiche descritte appare evidente che le migliori prestazioni in termini energetici per i vetri di un serramento si possono ottenere combinando varie soluzioni: un vetro composto con un'intercapedine evacuata o riempita di gas argon, con vetro selettivo all'esterno e vetro basso emissivo all'interno.

Esistono poi anche le soluzioni a triplo vetro, con quello interno in genere più sottile, che consentono di elevare ulteriormente le prestazioni.

riproduzione riservata
Articolo: Differenza tra vetro camera, basso emissivo e selettivo
Valutazione: 4.76 / 6 basato su 62 voti.

Differenza tra vetro camera, basso emissivo e selettivo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ross2
    Ross2
    1 giorni fa
    La ditta che sta facendo i lavori di ristrutturazione a casa mia ha installato degli infissi con profilo Kommerling e vetro camera con la seguente sigla: TEMP- 4FL /14A / 33. 10 ne [10163/136] SAINT GOBAIN.
    A parte che avevo chiesto una camera più spessa, la vetro camera installata è buona? è a basso emissivo?
    Non capisco la dicitura FL e ne.
    Per favore potete aiutarmi?
    rispondi al commento
  • Giovanni grasso
    Giovanni grasso
    Lunedì 17 Dicembre 2018, alle ore 00:18
    Ho fatto montare due porta/vetrine in PVC Alphacan-in Alpha 80/80 con profilo, telaio ed anta da 80 mm, con sei camere, schiuma fonosolante e con sistema a doppia guarnizione estrusa nel PVC.
    Vetro camera di serie 33.1-18 Cromotech-4 basso emissivo planiterm one.
    Con mia grande sorpresa e disappunto vedo che si forma molta condensa sui vetri, sul profilo interno del pvc e sulle maniglie molta condensa, nonostante faccia arieggiare.
    Qual è secondo voi la causa?
    rispondi al commento
    • Vincenzo s
      Vincenzo s Giovanni grasso
      Mercoledì 23 Gennaio 2019, alle ore 11:52
      Mettere un nuovo sistema performante su vecchi edifici non sempre risolve i problemi. Importante è con quali prodotti è stata realizzata la posa in opera, in che punto è stato posato il serramento (in mazzetta o in battuta) che controtelaio hanno installato se termico o meno etc etc.
      Moltro dipende anche da dove vive.
      Provi a ventilare di più. 
      rispondi al commento
      • Giovanni Grasso
        Giovanni Grasso Vincenzo s
        Lunedì 28 Gennaio 2019, alle ore 18:22
        Ringrazio il Sig. Vincenzo per il commento.
        Non è stato usato alcun controtelaio e le due porte/vetrine sono state montate direttamente sul muro con la solita malta. Non so cosa vuol dire in mazzetta o in battuta.
        rispondi al commento
        • Vincenzo S
          Vincenzo S Giovanni Grasso
          Martedì 5 Febbraio 2019, alle ore 11:55
          In mazzetta significa che il serramento è posato nello spessore della muratura, in battuta significa che è posato all'interno del locale e fa "battuta" su controtelaio o altro.
          La condensa non dipende solo da quello che le ho scritto già in precedenza, il tipo di posa ed i prodotti per isolare il giunto primario controtelaio-telaio.
          Un problema può essere anche l'esposizione del locale e la stratigrafia della muratura. Il fatto che si formi condensa, può anche essere "normale" dato che i serramenti sono performanti e magari la muratura no.
          Provi ad impostare una temperatura all'interno che non sia esageratamente diversa da quella esterna o comunque non superiore ai 20/21° ed ovviamente faccia ventilare.
          rispondi al commento
  • Antodelsa
    Antodelsa
    Mercoledì 28 Novembre 2018, alle ore 19:06
    Volevo capire le differenze nelle prestazioni acustiche e trasmittanza termica tra le seguenti tipologie di vetro:
    - 22.1/20/22.1 stratificato di sicurezza basso emissivo con gas
    - 33.1/16/33.1 stratificato di sicurezza b.e. con gas
    rispondi al commento
    • Vincenzo S
      Vincenzo S Antodelsa
      Mercoledì 23 Gennaio 2019, alle ore 11:57
      Differenze rilevanti sul piano delle prestazioni acustiche non ce ne sono e neanche sul piano dei valori di trasmittanza termiche.
      La diffenza sostanziale a mio avviso è solo sul peso della lastra.
      rispondi al commento
  • Barabba007
    Barabba007
    Giovedì 25 Ottobre 2018, alle ore 11:59
    Ottimo articolo, complimenti.
    Vorrei un consiglio se installare un vetro camera doppio o triplo.
    Mi trovo in Calabria (zona climatica C), con una costruzione fatta seguendo tutti i criteri previsti per avere una casa isolata (cappotto con sughero amorim portoghese, cassonetti monoblocco per le finestre).quasi tutte le finestre sono esposte al sud (tra 4 esposte al nord).
    Le finestre esposte al sud sono tutte coperte da banchine a sbalzo.
    Devo scelgiere gli infissi e mi hanno consigliato un triplo vetro.
    Secondo voi potrebbe andare bene oppure è sprecato?
    Che caratteristiche dovrebbe avere sia il doppio o triplo vetro? basso emissivo, selettivo?

    rispondi al commento
    • Vincenzo S
      Vincenzo S Barabba007
      Mercoledì 23 Gennaio 2019, alle ore 12:02
      Almeno che tu non viva in alta montagna dove ce freddo buona parte dell'anno (ma non credo) ti sconsiglio l'utilizzo del triplo vetro.
      Meglio un vetro camera classico con una lastra basso emissiva.
      rispondi al commento
  • Paola4
    Paola4
    Sabato 3 Marzo 2018, alle ore 02:07
    Buonasera, ho un preventivo per infisso in pvc 9 camere con vetro 33.1/14/4 selettivo ( basso emissivo).
    Non mi convince il vetro in merito all’isolamento acustico e come ug 1.4.
    Cosa ne pensa?
    rispondi al commento
    • Vincenzo S
      Vincenzo S Paola4
      Mercoledì 23 Gennaio 2019, alle ore 12:05
      In effetti dipende da quello che vuole raggiungere come valore di abbattimento acustico.
      Consideri che un vetro camera con composizione tipo 8/16 argon/ 4.4.1 acustico se non ricordo male da un valore di 42/45dB ma montato sul serramento perde nell'insieme 2/4 dB.
      Tali valori per abitazioni non vengono mai richiesti.
      rispondi al commento
  • Anna 1960
    Anna 1960
    Domenica 18 Febbraio 2018, alle ore 11:56
     Mi hanno fatto un preventivo per sostituire una parete dell'appartamento con una vetrata visto che abito in collina con vista golfo e Vesuvio mi hanno trasmesso questi dati dove non capisco cosa mi offrono.
    Mi potete dire se quello che  mi offrono ha le stesse caratteristiche dei vetri che consigliate?
    Ve ne sarei grata per sempre visto che non so a chi rivolgermi e non capendo niente dei seguenti dati tecnici.
    S650phs  Elem. finestra 4350 mm x 2600 mm, porta scorrevole 3 ante.Sistema: Alumil S650 Di base, EPDM, Gll.: Standard Finiture :Profili: 7- IT EFFETTO LEGNO Vetrazione: 2 x spessore 45mmProfili:Telaio: 59 mm, 80 mm Ferramenta finestre:S650 SLIDEFerramenta porta:INT-6106510133 NATURAL ANODISINGINT-6406500000 BLACKINT-6106510233 NATURAL ANODISINGM11500ASElem. finestra 1400 mm x 1600 mm, una finestra a 2 battente.Sistema: Alumil M11500 Concealed Vent, EPDM CE,Gll.: Standard (Horizontal Passing)Finiture : EFFETTO LEGNOProfili: oVetrazione: spessore 38mmProfili:Telaio: 70 mmFerramenta finestre: GU JET AK 8
    rispondi al commento
    • Vincenzo S
      Vincenzo S Anna 1960
      Mercoledì 23 Gennaio 2019, alle ore 12:11
      Letta così di vetri non ne parlano o quanto meno di composizione del vetro.
      Se ha altri riferimenti ed ancora non ha realizzato l'opera, li riporti e proverò ad aiutarla.
      La vista sul Golfo immagino sia bellissima ma deve affidarsi anche a chi le fa capire cosa le stanno offrendo, altimenti diventa un forno.
      rispondi al commento
  • Matte
    Matte
    Martedì 5 Settembre 2017, alle ore 12:22
    Quali differenze di prestazioni (soprattutto acustiche) fra questi due prodotti?

    A) Profilo classe S. Vetro 24mm, F4/Sw 14argon/VSG 331B.E

    B) Profilo 5 camere. Vetro 4BE/14/33.1 (VC027)
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Matte
      Martedì 5 Settembre 2017, alle ore 19:31
      A livello di prestazioni di abbattimento acustico sono abbastanza simili, con una leggera prevalenza del vetro 24mm, F4/Sw 14argon/VSG 331B.E. Le rammento, però, che per rendere al massimo l'infisso+vetrocamera è fondamente una buona posa in opera. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Matte
        Matte Pasquale
        Martedì 5 Settembre 2017, alle ore 20:49
        La ringrazio, purtroppo valutare la posa prima dei lavori è impossibile.
        Quali dettagli dovrei chiedere per avere una posa acustica adeguata?
        Uno dei due posatori è un'azienda indipendente, l'altro sarebbe il posatore mandato da un rivenditore (centro commerciale del fai da te).
        Ha senso presumere in partenza che uno dei due lavori meglio?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Matte
          Mercoledì 6 Settembre 2017, alle ore 09:34
          Una buona posa in opera valorizza le qualità dell'infisso. Per ottenere un buon risultato è importante eliminare i ponti termici ed usare prodotti sigillanti con ottime prestazione nel tempo come la schiuma poliuretanica ad alta densità, silicone, nastri, ecc. Per la riuscita dell'opera si passa anche dall'esperienza di un bravo posatore. Cordiali saluti. 
          rispondi al commento
  • Francesco693
    Francesco693
    Giovedì 10 Agosto 2017, alle ore 12:40
    Salve, ho due preventivi con diciture vetri differenti 1) porta la sigla 4beT + 18GA + 4T2)  6_7_15_6_7 selettivo  con argonVolevo sapere la differenza tra i due vetri .Grazie 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Francesco693
      Martedì 22 Agosto 2017, alle ore 13:15
      Il primo vetro camera presenta vetri semplici esterni dello spessore di 4 mm con una camera di argon da 18 mm per un totale di 26 mm. Il secondo è formato dall'accoppiamento di due vetri da 3+3 da entrambi i lati ed una camera da 15 mm per un totale di 27,5 mm. Il secondo si fa preferire per la sicurezza antinfortunistica ed antisfondamento. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Roberto
    Roberto
    Lunedì 10 Luglio 2017, alle ore 08:19
    Buongiorno,
    sto per cambiare gli infissi su un appartamento che presenta problemi di condensa e ho due preventivi per strutture in pvc con vetri diversi. Il primo mi propone: "vetrocamera antinfortunistici 33.1/16/33.1 basso emissivo a controllo solare con canalina termica per le porte finestra e vetrocamera antinfortunistici 33.1/18/4 basso emissivo a controllo solare con canalina termica per le finestre" l'altro invece: "vetrocamera stratificato 33.1+camera 20 con gas argon+canalina termica+vetro temperato 4 basso emissivo, con vetro a controllo solare per porte finestre e finestre. Non riesco a capire quale dei due vetri sia più performante.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Roberto
      Mercoledì 12 Luglio 2017, alle ore 08:59
      Sono entrambi dei buoni vetrocamera. La preferenza, di poco, va sul secondo per la camera leggermente più grande. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
309.252 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Vetro basso emissivo
    Vetro basso emissivo...
    75.00
  • Infissi in alluminio
    Infissi in alluminio...
    320.00
  • Finestra per tetti piani VELUX
    Finestra per tetti piani velux...
    552.00
  • Serramenti taglio termico
    Serramenti taglio termico...
    300.00
  • Bollitore acqua in vetro
    Bollitore acqua in vetro...
    35.99
  • Pistola termica aria calda
    Pistola termica aria calda...
    29.99
Notizie che trattano Differenza tra vetro camera, basso emissivo e selettivo che potrebbero interessarti


Estetica dei serramenti

Infissi Esterni - Anche i serramenti concorrono, con la loro estetica, a determinare lo stile di tutta la casa, e questo indipendentemente dal materiale di cui sono fatti.

Serramenti isolanti

Infissi Esterni - In commercio esistono serramenti caratterizzati da elevate prestazioni sia di isolamento termico che di isolamento acustico, disponibili in diversi materiali.

Finestre in PVC: interessanti novità

Infissi - Nel caso degli infissi l'aspetto estetico è ciò che colpisce a primo impatto e immediatamente dopo (anche se sostanzialmente più importanti) vengono le prestazioni tecniche.

Vetro ed ecosostenibilità edilizia

Progettazione - Il vetro è un materiale antico ma anche il più moderno e versatile per l'edilizia contemporanea ed anche un prodotto sostenibile dal punto di vista ambientale.

Tipologie di vetro per infissi

Infissi Esterni - Il risparmio energetico si può ottenere considerando piccoli aspetti della casa che a volte passano inosservati, come ad esempio i tipi di vetri per gli infissi.

Vetri basso emissivi e a controllo solare

Vetrate - I vetri a controllo solare, rispetto ai vetri tradizionali, hanno un particolare rivestimento che consente di avere prestazioni di riflessione molto più elevate

Calcolo Trasmittanza Infissi

Infissi Esterni - Per una rapida valutazione della trasmittanza degli infissi di casa occorrono una serie di dati incluse le misure dell'infisso e le caratteristiche termiche.

Vetri acustici di sicurezza

Vetrate - Le grandi vetrate e le superfici trasparenti di grande impatto possono essere realizzate garantendo al contempo adeguato isolamento acustico e protezione.

Vetri in edilizia: novità e conferme

Ristrutturazione - Saint-Gobain Glass ha presentato SGG MIRALITE REVOLUTION, vetro a specchio ecologico, senza piombo aggiunto, in grado di soddisfare le esigenze dell'architettura.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img markhammond
Ciao a tutti, scrivo perché ho fatto montare da poco delle finestre in legno con triplo vetro. Da qualche tempo ho notato che su alcune finestre le vetrocamere più...
markhammond 05 Settembre 2019 ore 22:38 6