Le spese veterinarie per animali domestici si possono detrarre dalle tasse

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali11 Agosto 2017 ore 12:23
La legge prevede la possibilità di detrarre dall'imposta lorda parte delle spese sostenute per prendersi cura degli animali domestici. Vediamo di che si tratta.

Spese per animali domestici


Moltissimi di noi hanno animali in casa.
A parte certi eccessi, come chi sostiene spese che i più ritengono un po' folli o chi per contro trascura l'animale anche negli aspetti essenziali, la cura dell'animale domestico è piuttosto dispendiosa, sia in termini di tempo sia di oneri economici.

La legge viene incontro, almeno per quanto concerne questo secondo punto di vista, prevedendo la possibilità di detrarre parte delle spese sostenute.

Animale e detrazione fiscale: il cane
L'art.15, co.1, lett. c-bis, DPR 917/1986 (T.U.I.R. Testo Unico Imposta sui Redditi) prevede infatti la detrazione pari al 19% delle spese.

La circolare 7E del 2017 dell'Agenzia delle Entrate ha fornito le indicazioni per la corretta compilazione della dichiarazione dei redditi per le persone fisiche per il 2016, fornendo anche un excursus di quanto stabilito da precedenti documenti (circolari e risoluzioni) in materia.

Noi quindi ci riferiremo sostanzialmente a tale circolare, all'art. 15 cit., nonchè al D.M. 289 del 2001 indicante

Regolamento per l'individuazione delle tipologie di animali per le quali le spese veterinarie danno diritto a una detrazione d'imposta D.M. 289 del 2001

e al D.Lgs. n. 193 del 2006 recante il codice comunitario dei medicinali veterinari; come sempre si rinvia alla lettura integrale degli atti richiamati e, per le questioni più complesse, all'ausilio di persone esperte.

Faremo infine un accenno a un ulteriore distinta agevolazione, quella prevista per una particolare categoria, i non vedenti, per le spese sostenute per i cani guida.


Spese veterinarie per animali domestici: quale detrazione?


Come accennato, l'art. 15, co.1, lett. c-bis, DPR 917/1986 prevede la possibilità di detrarre dall'imposta lorda un importo, precisamente quello pari al 19% delle spese sostenute per le cure veterinarie dell'animale domestico.

La detrazione è ammessa per la parte che eccede euro 129,11 e comunque non può superare euro 387,34, e spetta a chi sostiene la spesa (anche se non è il proprietario dell'animale).


Per quali animali è possibile la detrazione per spese veterinarie?


Deve trattarsi di spese sostenute per animali detenuti legalmente, a scopo di compagnia e per la pratica sportiva; sono invece escluse le spese sostenute per la cura degli animali destinati all'allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare degli animali allevati o detenuti nell’esercizio di attività commerciali o agricole e per animali utilizzati per attività illecite; ciò è stato specificato con il suindicato D.M. n. 289 del 2001.


Le spese veterinarie per animali domestici detraibili


Quali sono le spese ammesse alla detrazione?

Si tratta delle spese professionali del veterinario; delle spese per l'acquisto di medicinali prescritti dal veterinario (e definiti dall’art. 1 del D.Lgs. n. 193 del 2006) e per le spese per analisi di laboratorio e interventi presso cliniche.

Animale da compagnia: il gatto
Come per i medicinali (art. 10, co.1 lett. b e art. 15 co.1 lett. c), anche per le spese sostenute per medicinali veterinari non è più necessario conservare la prescrizione del medico veterinario (così è stato affermato recentemente dall'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 24E del 2017).

È necessario però lo scontrino parlante, lo scontrino che cioè riporti il codice fiscale di chi ha sostenuto la spesa, la natura, la qualità e la quantità dei medicinali acquistati.

La qualità di farmaco è attestata dal codice di autorizzazione in commercio del farmaco mentre la natura del prodotto farmaco può essere identificata anche mediante la codifica FV (farmaco per uso veterinario).

La spesa è detraibile anche se l'acquisto è effettuato in un luogo diverso dalla farmacia, purché autorizzato dal Ministero della Salute.

Animale domestico, il cane
È ammesso alla detrazione anche l’acquisto dei farmaci senza obbligo di prescrizione medica, effettuato on-line (presso farmacie ed esercizi commerciali autorizzati alla vendita a distanza dalla Regione o dalla Provincia autonoma o da altre autorità competenti, individuate dalla legislazione di Regioni o Province autonome (in Italia non è ammessa la vendita online di farmaci per cui è prescritta la ricetta medica).

Com'è per gli integratori alimentari umani, non sono ammesse alla detrazione le spese sostenute per i mangimi speciali per animali da compagnia, anche se prescritti dal veterinario, non essendo considerati farmaci, ma prodotti rientranti nell’area alimentare.

Per la corretta fruizione della detrazione è necessario controllare e conservare:
- le fatture delle prestazioni professionali del medico veterinario;
- gli scontrini parlanti relativi all'acquisto dei medicinali;
- l'autocertificazione attestante che l’animale è legalmente detenuto per fini di compagnia o per la pratica sportiva.


Detrazione acquisto cane guida


Anche sulla detrazione del cane guida si rimanda alla citata circolare 7E del 2017.

Abbiamo in questo caso la detrazione per l'acquisto e la detrazione per il mantenimento del cane.

La detrazione per l'acquisto è prevista dall'art. 15, co.1, lett.c, DPR 917/1986.

Essa spetta nella misura del 19% delle spese sostenute dal non vedente per l'acquisto del cane guida (che è ricompreso tra i mezzi di locomozione dei non vedenti).

Inoltre, spetta una detrazione forfetaria di euro 516,46 delle spese sostenute per il mantenimento del cane guida (art. 15, comma 1-quater del TUIR).


Limiti di detraibilità


La detrazione spetta una sola volta ogni quattro anni, salvo i casi di perdita dell’animale, e può essere calcolata sull’intero ammontare della spesa sostenuto (senza cioè limiti).

Può inoltre essere ripartita in quattro rate annuali o in unica soluzione.
La detrazione per l’acquisto del cane guida spetta anche al familiare del quale il non vedente è fiscalmente a carico, mentre quella per il mantenimento spetta solo al non vedente.

Per fruire correttamente della detrazione è necessario controllare e conservare:
- la fattura o ricevuta relativa all’acquisto del cane guida;
- l'autocertificazione attestante che negli ultimi quattro anni non ha beneficiato di altra detrazione per l’acquisto del cane guida, o che ne ha beneficiato ma si è verificata la perdita dell’animale;
- il certificato di invalidità che attesti la condizione di non vedente emesso da una Commissione medica pubblica.


È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità.
Se il contribuente che richiede la rateizzazione nell’anno in cui ha sostenuto la spesa della quale ha chiesto la rateizzazione si è avvalso dell’assistenza del medesimo CAF o di un soggetto abilitato non sono necessari ulteriori controlli sulla documentazione.

Quest'ultima deve essere comunque conservata con la dichiarazione.

Se il contribuente negli anni precedenti non si è rivolto allo stesso CAF o soggetto abilitato, si dovrà verificare tutta la documentazione necessaria ai fini del riconoscimento della detrazione e la dichiarazione nella quale è espressa la scelta di rateizzare.

Per le spese di mantenimento unico requisito richiesto per usufruire della detrazione è il possesso del cane guida e non è necessario documentare l’effettivo sostentamento della spesa.

Bisogna dunque controllare e conservare: la documentazione attestante il possesso del cane guida e il certificato di invalidità che attesti la condizione di non vedente rilasciato da una commissione medica pubblica.

Si può autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità.

riproduzione riservata
Articolo: Detrazioni fiscali per spese animali domestici
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Detrazioni fiscali per spese animali domestici: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Detrazioni fiscali per spese animali domestici che potrebbero interessarti
Tagli alle detrazioni fiscali

Tagli alle detrazioni fiscali

Normative - Approvata alla Camera la legge di conversione della Manovra Finanziaria che introduce una serie di tagli a tutte le agevolazioni fiscali, comprese quelle per la casa.
Permessi comunali e detrazioni fiscali

Permessi comunali e detrazioni fiscali

Normative - Come verificare la necessità di un'abilitazione comunale quando si esegue un intervento edilizio e che relazioni sussistono tra abilitazioni e detrazioni fiscali.
Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.

Legge di Stabilità e tagli detrazioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Presentata la Legge di Stabilità per il 2013, che prevede tagli alle detrazioni, da cui sono escluse quelle per le ristrutturazioni, ma non quelle per i mutui.

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica

Guida al riscaldamento

Impianti - Come scegliere il sistema più adatto per riscaldare al meglio la tua casa.

Detrazioni per inquilini

Affittare casa - Esistono alcune agevolazioni fiscali grazie alle quali è possibile detrarre dall'IRPEF una parte delle spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione.

Detrazioni 55% e fotovoltaico

Normative - La Risoluzione 12/E del 7 febbraio 2011 dell'Agenzia delle Entrate chiarisce l'applicabilita'  delle detrazioni Irpef del 55% agli impianti fotovoltaici termodinamici, per quanto riguarda la produzione di energia termica ed acqua calda.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.
REGISTRATI COME UTENTE
293.246 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pratiche detrazioni fiscali
    Pratiche detrazioni fiscali...
    500.00
  • Scoot disabituante per animali 150 gr
    Scoot disabituante per animali 150...
    9.64
  • Coppo Corinzio Reggio Emilia
    Coppo corinzio reggio emilia...
    18.00
  • Via di qui sensor dissuasore per cani
    Via di qui sensor dissuasore per...
    78.57
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.