Detrazione 65% per isolamento pareti e tetto

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali07 Agosto 2016 ore 10:07
Che caratteristiche deve avere l'intervento edilizio sull'involucro e quali sono i documenti da conservare e trasmettere per accedere alla detrazione del 65%?

Isolamento pareti e tetto: i benefici fiscali


65% isolamento per edificiIn un precedente articolo abbiamo riassunto le caratteristiche principali della detrazione fiscale per il risparmio energetico, più comunemente detta 65%. Fra le categorie di intervento che possono usufruire di questa detrazione troviamo i lavori eseguiti sull'involucro che delimita il volume riscaldato dell'edificio.

Possono quindi rientrare lavori come l'esecuzione di un cappotto o di una coibentazione interna delle pareti perimetrali, oppure l'isolamento del tetto o del solaio di copertura, o ancora l'esecuzione di un cappotto sul soffitto del cantinato per isolare termicamente le stanze riscaldate che si trovano al piano superiore.

Cerchiamo ora di chiarire i requisiti minimi dell'intervento sull'involucro per poter beneficiare di questa agevolazione e gli adempimenti richiesti.


Requisiti dell'immobile ai fini della detrazione del 65%


L'immobile oggetto di intervento deve essere esistente e può appartenere a qualsiasi categoria catastale (abitazione, ufficio, negozio, attività produttiva, ecc). La prova della sua esistenza è data dall'iscrizione al catasto o dal fatto che sia stata presentata richiesta di accatastamento. Inoltre è importante che sia sempre sta pagata l'Ici, se dovuta.

Un secondo requisito fondamentale è che l'immobile sia già dotato di impianto di riscaldamento.


Requisiti dell'intervento sull'involucro ai fini della detrazione del 65%


lavori sull'involucro di un edificio esistenteCome già accennato, l'intervento deve riguardare l'involucro o porzioni dell'involucro che delimitano il volume riscaldato e inoltre deve comportare un risparmio energetico per l'edificio. Sono quindi ammessi interventi di coibentazione delle pareti, del tetto o del pavimento che delimitano un locale riscaldato verso l'esterno o verso vani non riscaldati.

Il conseguimento di un risparmio energetico generico non è però sufficiente. Infatti la normativa prevede che la superficie di involucro su cui si interviene debba presentare alla fine dell'intervento valori di trasmittanza termica uguali o inferiori a quelli riportati nella tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010. In parole semplici l'elemento di involucro su cui si interviene deve raggiungere un livello adeguato di isolamento termico stabilito dalla normativa.


Altre spese agevolabili


Quando si interviene sull'involucro edilizio per eseguire opere di coibentazione, è spesso necessario eseguire anche altre opere, che di per sé non comporterebbero un maggiore isolamento termico, ma che sono strettamente funzionali alla realizzazione dell'intervento di efficienza energetica.

65% detrazione tegoleSe ad esempio decidiamo di isolare il tetto della nostra abitazione, per mettere in opera l'isolante è indispensabile rimuovere il manto di copertura e poi riposizionarlo. La rimozione e la risistemazione delle tegole diventa allora un'opera strettamente funzionale all'intervento di efficienza energetica e questa spesa può rientrare nell'agevolazione fiscale, così come quella per la fornitura e posa in opera dell'isolante. Lo stesso avverrà per il ponteggio e così via.

Possono rientrare nella detrazione fiscale anche le spese sostenute per le prestazioni professionali necessarie a realizzare gli interventi e acquisire la certificazione energetica richiesta.

Il limite massimo della detrazione fiscale per gli interventi sull'involucro edilizio è 60.000,00 euro. Per la parte di spesa eccedente a questa cifra non si potrà invece beneficiare di questa detrazione, ma si potrà eventualmente valutare la detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie (50%).


Documentazione da conservare ai fini della detrazione del 65%


Nel caso di interventi sull'involucro edilizio che mirano al risparmio energetico, il beneficiario della detrazione deve conservare i seguenti documenti, che sarà tenuto ad esibire in caso di eventuali controlli dell'Agenzia delle Entrate:

- L'asseverazione, redatta da un tecnico abilitato iscritto al proprio Albo professionale (ingegnere, architetto, geometra o perito), in cui va indicata la trasmittanza dell'elemento di involucro prima e dopo l'esecuzione delle opere. Nello stesso documento il tecnico deve anche dichiarare che il nuovo valore di trasmittanza rispetta il valore limite a cui abbiamo precedentemente accennato e che è riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010;

- Le fatture relative alle spese sostenute;

- Le ricevute dei bonifici bancari o postali, in cui va specificata come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007 e successive modfiche e il numero di fattura con relativa data. Sullo stesso bonifico saranno riportati i dati della persona che usufruirà della detrazione e quelli del beneficiario del bonifico.

- La ricevuta di invio telematico effettuato sul sito predisposto dall'Enea, i cui allegati sono riportati nel paragrafo che segue.


Documentazione da trasmettere all'Enea ai fini della detrazione del 65%


spese detraibili 65%: isolamento a cappottoEntro 90 giorni dalla data di fine dei lavori di coibentazione dell'involucro edilizio, un tecnico abilitato dovrà trasmettere per via telematica all'Enea i seguenti documenti:

- L'Attestato di Prestazione Energetica

- La scheda descrittiva dell'intervento.

riproduzione riservata
Articolo: Detrazione 65% per isolamento pareti e tetto
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 92 voti.

Detrazione 65% per isolamento pareti e tetto: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Peppe831
    Peppe831
    Martedì 3 Luglio 2018, alle ore 20:43
    Dovrei modificare il mio attuale tetto in tegole non accessibile in un sottotetto con solaio in cemento armato con altezza media di 1,90 e tetto ventilato, posso usufruire delle detrazioni fiscali?
    rispondi al commento
  • Piera1
    Piera1
    Domenica 17 Giugno 2018, alle ore 16:17
    Gent.mo Architello,
    per eseguire dei lavori in un'unità abitativa sita in un seminterrato per eliminare la risalita di umidità dai muri e pavimenti nell'interno dell'abilitazione si possono usufruire delle detrazioni al 65%?
    Se si in quale misura percentuale e con quale procedura?
    Piera 
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Piera1
      Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 10:50
      E' importante fare delle distinzioni. Un conto è isolare termicamente ed un'altro impermeabilizzare dall'umidità. Dovrebbe verificare con il tecnico che la segue se l'intervento per contrastare l'umidità è al contempo un intervento di isolamento termico che rispetti i requisiti richiesti dalla normativa sulle detrazioni. Solo in questo caso potrà beneficiare della detrazione sul risparmio energetico.
      rispondi al commento
  • Valeria
    Valeria
    Giovedì 24 Novembre 2016, alle ore 14:28
    Scrivo per richiedere un chiarimento in merito ai documenti da presentare all'Enea.
    Vorrei sapere se l'asseverazione può firmarla il progettista e direttore dei lavori e se l'Ape va preparato per tutto l'immobile.
    rispondi al commento
  • Riccardo00
    Riccardo00
    Martedì 27 Settembre 2016, alle ore 10:14
    Buongiorno architetto, Ho realizzato un tetto in legno ventilato per la mansarda della mia abitazione, posso usufruire delle detrazioni del 65% per il risparmio energetico?Grazie
    rispondi al commento
  • Attilio52
    Attilio52
    Domenica 7 Giugno 2015, alle ore 13:29
    Buongiorno, sto ristrutturando casa. Molti interventi godono delle detrazioni al 65%. Se per uno degli elementi della tabella 2 sulla trasmittanza non si raggiunge il valore soglia, si possono detrarre le spese relative agli altri elementi? Il caso: muri esterni nessun intervento U=0,29 anziché 0,27. Con isolamento tetto, vespaio, cappotto interno, finestre, si hanno valori corretti sugli altri elementi, la classe energ. passerà da G a B. Grazie
    rispondi al commento
  • Paolino73
    Paolino73
    Giovedì 7 Maggio 2015, alle ore 20:17
    Buonasera Architetto, abito in una casa indipendente. Devo realizzare una tettoia su un lastrico solare, non abitabile, accessibile solo per verifiche, quindi ai lati altezza 0, in mezzo massima altezza 2m, per isolare la casa dove abitiamo.Volevo chiedere se è possibile fruire di una delle due detrazioni, o se la tettoia è da considerarsi nuova realizzazione e quindi niente detrazioni?
    rispondi al commento
  • Risma986
    Risma986
    Giovedì 2 Aprile 2015, alle ore 12:39
    Buongiorno, vorrei richiedere la detrazione fiscale per i seguenti interventi:- sostituzione infissi esistenti- cappotto esterno.All'ENEA devo presentare due pratiche distinte?Relativamente all'intervento di coibentazione delle pareti, è obbligatorio redigere l'APE per ottenere la detrazione?Grazie per l'attenzione
    rispondi al commento
  • Ciccarunner
    Ciccarunner
    Giovedì 29 Gennaio 2015, alle ore 10:43
    Buongiorno, in un edificio dotato di imp. di risc. devo rifare il tetto (fatiscente in tegole) con pannelli coibentati.L'impresa dice che oltre alle pratiche comunali, devo nominare un tecnico per redigere la certificazione energetica. E' vero? Da quanto letto sul sito dell'agenzia delle entrate non ho capito bene.Non basta l'asseverazione e la compilazione delle varie schede previste? Grazie mille Giuseppe C.
    rispondi al commento
  • Asti
    Asti
    Giovedì 1 Gennaio 2015, alle ore 14:27
    ARCH. SARA MARTINELLI volevo porle un quesito abito al piano rialzato ho chiesti all'assemblea condominiale di coibentare il locale box al piano interrato per isolare gli appartamenti del piano rialzato i costi chi li deve sostenere? il Condominio o i Condomini del pano rialzato ?.Attendo fiducioso una Sua sollecita risposta, Le invio cordiali saluti LinoAsti
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Asti
      Mercoledì 7 Gennaio 2015, alle ore 23:24
      Se l'impianto di riscaldam è autonomo per ogni appartam, è una spesa che riguarda solo i condomini del piano rialzato. Se c'è un riscaldamento centralizzato e non ci sono sistemi autonomi di contabilizzazione del calore, a mio avviso il risparmio energetico è conseguito da tutto il condominio, quindi la spesa è da ripartire. Poco chiaro invece in caso di risc centralizzato con contabilizzaz autonoma...ci sarebbe da discutere...
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Detrazione 65% per isolamento pareti e tetto che potrebbero interessarti
Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?
Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti
Caloriferi e detrazioni fiscali

Caloriferi e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Se si sostituiscono o installano nuovi caloriferi è possibile beneficiare di detrazioni fiscali, che però vanno valutate in base al contesto in cui si interviene.

Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.

Detrazioni fiscali e pagamenti con finanziamento

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Le detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione o risparmio energetico pagati con finanziamento sono ammesse, ma solo se vengono rispettate alcune procedure.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Modello IRE per detrazione risparmio energetico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per lavori di cui si intende beneficiare della detrazione sul risparmio energetico e che si protraggono oltre il periodo d'imposta bisogna inviare il modello IRE.

Detrazioni fiscali portoncino d'ingresso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Alcune informazioni utili per chi è intenzionato a sostituire il portoncino di ingresso di un'abitazione esistente e desidera beneficiare delle detrazioni fiscali.
REGISTRATI COME UTENTE
294.535 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Isolamento
    Isolamento...
    29.00
  • Pannello termoisolante sottotegola Fibrotek
    Pannello termoisolante sottotegola...
    39.60
  • Isolamento termoacustico
    Isolamento termoacustico...
    45.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.