Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Degrado biologico delle superfici: cause e rimedi

Cause, conseguenze e rimedi riguardanti il fenomeno del degrado biologico superficiale, che si manifesta sia sulle superfici interne sia sulle superfici esterne
- NEWS Pulizia e manutenzione
muffa in casa , degrado biologico , muffa sui muri , alghe

Degrado biologico delle superfici: le cause


Il degrado biologico è conosciuto anche come biodeterioramento ed è un fenomeno che determina l'alterazione del substrato del materiale a causa della presenza di microrganismi e organismi che si depositano sulle superfici.

Tra i microrganismi più diffusi che attaccano le superfici troviamo:

  • alghe la cui presenza provoca strati di patine verdi;

  • batteri, che causano patine colorate e modificano lo stato fisico superficiale del materiale che diventa quasi pastoso;

  • funghi, quindi muffe, la cui azione provoca la presenza di macchie scure.

Soluzioni e rimedi contro il degrado biologico superficiale

Soluzioni e rimedi contro il degrado biologico superficiale

Soluzioni e rimedi contro il degrado biologico superficiale
Manifestazioni di degrado biologico superficiale

Manifestazioni di degrado biologico superficiale

Manifestazioni di degrado biologico superficiale
Degrado biologico superficiale

Degrado biologico superficiale

Degrado biologico superficiale
Degrado superficiale

Degrado superficiale

Degrado superficiale
Degrado biolofico superficiale, rimedi FILA

Degrado biolofico superficiale, rimedi FILA

Degrado biolofico superficiale, rimedi FILA

Tra gli organismi che possono attaccare le superfici ci sono:

  • muschi, che formano degli strati di colore verde scuro o nero;

  • licheni, che causano sulla superficie patine dai colori vivaci;

  • piante, che riescono a creare fessurazioni nel materiale.

L'attacco biologico che porta poi al conseguente degrado delle superfici, avviene attraverso le fasi di contaminazione superficiale, proliferazione, sviluppo in profondità e colonizzazione.

Ciò che facilita lo sviluppo sono i fattori ambientali come luce, ossigeno, acqua, sali minerali e anidride carbonica.


Prevenzione del degrado biologico


Al fine di prevenire il degrado biologico è fondamentale come prima cosa identificare gli agenti che lo hanno causato, e di seguito le condizioni ambientali che ne hanno favorito lo sviluppo.

Solo in questo modo si è in grado di poter scegliere i giusti rimedi.

Rimedi degrado biologico superficiale
Oltre ai fattori ambientali, altre cause di deterioramento delle costruzioni sono:

  • progettazione non meticolosa riguardo la scelta dei materiali;

  • mancanza di una corretta manutenzione;

  • durabilità dei materiali da costruzione, che è strettamente collegata all'uso continuo, all'usura del materiale e all'ambiente in cui si trova.


I fenomeni più frequenti di degrado


Sulle superfici porose, che a causa dell'esposizione agli agenti atmosferici hanno già subito dei fenomeni di degrado, si annidano alcuni organismi viventi che provocano manifestazione biologiche.

Le spore riproduttive e i semi presenti nell'aria, si fissano sulle superfici e se trovano le condizioni ambientali adatte, si sviluppano, crescono e si moltiplicano.

Tale meccanismo porta alla formazione di fenomeni di alterazione della superficie in questione, che trasformano gli inquinanti biologici dell'aria in biodeteriogeni.

I più frequenti e conosciuti sono proprio le alghe, muschi, muffe, batteri e piante infestanti, definiti anche come insediamenti biodeteriogeni.

Come si presenta il degrado biologico superficiale sulle pareti
Questi rappresentano un vero problema per la durabilità delle superfici e per la salubrità degli edifici stessi, perché attaccano e si nutrono del tessuto strutturale, lo corrodono, provocando danni agli intonaci, rivestimenti, e causandone talvolta il distacco e lo sfogliamento.


Il fenomeno della muffa e delle alghe sulle pareti interne


Le muffe sono un tipo di funghi pluricellulari che si diffondono riproducendosi tramite finissime spore che, disperdendosi nell'aria, crescono sulle superfici.

CONSIGLIATO amazon-seller
Antimuffa
Agisce efficacemente su pareti, giunti, fughe e interstizi di pavimenti e rivestimenti sia interni che esterni...
prezzo € 14.9
COMPRA

Si trovano in molti ambienti interni degli edifici e nascono a causa della presenza di condensa per scarso isolamento termico, presenza di ponti termici, poco ricambio d'aria, scarso smaltimento dell'umidità.

La muffa in casa è dovuta al livello di umidità che può aumentare fino a raggiungere la soglia critica in cui l'umidità stessa condensa e si formano delle goccioline minuscole, soprattutto nei punti in cui la parete è più fredda, e più la temperatura scende, più l'aria non riesce a trattenere l'acqua.

Degrado biologico superficiale
L'azienda CIR-Chimica Italiana Restauri, i cui prodotti sono acquistabili anche su Amazon, propone come soluzione al problema della muffa, delle alghe o delle piante infestanti l'utilizzo di prodotti formulati contro i biodeteriogeni, come BIO C e BIO T PLUS.

Attraverso l'applicazione di questi prodotti sulle superfici deteriorate, si ottiene la completa rimozione dei biodeteriogeni e la sanificazione, senza provocare ingiallimenti oppure opacizzazione della superficie stessa.

Metodo di applicazione


Dopo aver applicato i prodotti BIO C o BIO T PLUS, bisogna attendere 24/48 ore per poi spazzolare o risciacquare in modo da eliminare i microrganismi presenti.
Degrado biologico, soluzioni CIR, prodotto BiotplusInoltre, per prevenire la ricomparsa e la formazione dei biodeteriogeni, l'azienda propone nuovamente l'utilizzo di BIO T PLUS che va a creare sullo strato esterno del materiale condizioni tali per cui si evita la crescita di altri microrganismi.

Successivamente, si consiglia di applicare un protettivo specifico quale BIO PT 15 o N.AG PLUS.
Degrado biologico delle superfici, CIR, Biopt15Questi prodotti rispettano i materiali trattati senza alterarne l'aspetto, sono pronti all'uso e non sono dannosi né per gli operatori e né per l'ambiente.

Una cosa molto importante da sapere è che le operazioni di pulitura e di applicazione dei prodotti realizzati per combattere i biodeteriogeni devono essere effettuate prima di ogni altra tipologia di lavorazione o di altri lavaggi.


Formazione di muffa e alghe sulle pareti esterne


Si sa che le pareti esterne sono più esposte all'azione degli agenti atmosferici, diventando dei veri e propri depositi di impurità organiche dove si insediano facilmente e frequentemente spore, muffe e alghe.


Come già accennato, le muffe sono riconoscibili in quanto si presentano con una colorazione verdastra oppure nera, mentre le alghe si caratterizzano per il colore verde della clorofilla, oppure per la presenza di altri pigmenti colorati che danno vita alle cosiddette alghe azzurre, rosse, ecc.

Conseguenze del degrado biologico superficiale
Se non vengono bloccate in tempo, le alghe provocano lo sviluppo e la presenza di agenti di degrado biologico più complessi e difficili da eliminare, come il muschio e i licheni.

Oltre alle condizioni climatiche e ambientali, altre cause della presenza e formazione di muffa possono essere un eccessivo assorbimento di acqua, assenza di elementi architettonici di protezione e scarsa protezione dall'umidità.


Rimedi e soluzioni antimuffa e antialga


Per risolvere il problema e capire come togliere la muffa dai muri, è consigliabile affidarsi a un tecnico esperto che saprà individuare la causa e agire all'origine, in modo tale da non nascondere il problema ma eliminarlo definitivamente.
Degrado biologico delle superfici, soluzione antimuffa, Mapei, Silancolor cleaner plusDopo aver risolto il problema, in commercio ci sono molti detergenti antimuffa per la pulizia delle superfici degradate, come SILANCOLOR CLEANER PLUS di Mapei, una soluzione a base acquosa sia antialga che antimuffa da utilizzare prima della verniciatura.

Un altro ottimo prodotto indicato anche per esterni è FILAALGAE NET di FILA Solutions che agisce dopo 15 minuti dall'applicazione.
È ideale per eliminare alghe, muffe, licheni sia da pareti che da pavimenti esterni.

Prodotto per degrado biologico superficiale, FILA, Algaenet
È disponibile in doppio formato per chi necessita di pulire piccole o grandi superfici.

Anche CAMP propone un prodotto ideale per eliminare i microrganismi, quali muffa sui muri, alghe, muschi e licheni.
Soluzioni per il degrado biologico, Camp, rimuovi muffa
In particolare c'è Rimuovi muffa, un prodotto igienizzante attivo, ad azione istantanea, per interni ed esterni. È ottimo per sbiancare le superfici annerite a causa della muffa o diventate verdastre a causa delle alghe.

In vendita anche sull'emporio virtuale di Amazon.

riproduzione riservata
Articolo: Degrado biologico delle superfici
Valutazione: 5.60 / 6 basato su 5 voti.

Degrado biologico delle superfici: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.059 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Degrado biologico delle superfici che potrebbero interessarti


Come arrestare la formazione di muffa e condensa

Risanamento umidità - Alcune dritte su come ridurre e limitare la formazione di muffa e conseguente umidità all'interno dei nostri ambienti, per effetto della condensa.

Prevenzione della muffa

Risanamento umidità - Prevenire la muffa ed intervenire con prodotti specifici nei casi più semplici: qualche consiglio per evitare che le nostre case siano invase dalle muffe.

Pericolo muffa da umidità di condensa

Risanamento umidità - Le nuove abitazioni o quelle con recente ristrutturazione sono sempre più iperisolati, da qui la controindicazione è che questa eccessiva impermeabilità comporta la formazione di muffe.

Debellare la muffa con specifici prodotti spray

Pulizia casa - Per far sparire le odiate macchie di muffa presenti negli angoli più umidi di casa, sono efficaci trattamenti spray: facili e veloci offrono risultati duraturi!

Muffa in bagno: come togliere la muffa dalla doccia

Risanamento umidità - La muffa si forma e si annida facilmente negli angoli del bagno per l'elevata presenza di umidità. Ecco i consigli per riconoscerla, prevenirla ed eliminarla.

Ecco come togliere la muffa dai muri

Pulizia casa - L'umidità di condensa e una serie di altri fattori possono provocare il diffuso fenomeno della muffa in casa. Ecco un metodo efficace e risolutivo per debellarla

Una soluzione definitiva per la muffa sulle pareti

Fai da te Muratura - La muffa è uno dei nemici invisibili per la nostra salute e ce la possiamo ritrovare in casa per vari motivi. Come eliminarla? Un prodotto specifico è la soluzione

Umidità di risalita e umidità di condensa: come deumidificare casa

Risanamento umidità - L'umidità di risalita e la muffa presenti nelle abitazioni vanno eliminate subito per preservare la struttura da danni più ingenti e tutelare la propria salute.

Macchie sui muri, come eliminarle

Pulizia e manutenzione - La formazione di macchie sui muri interni o esterni di un'abitazione può essere causata da diversi fattori, dopo un'opportuna analisi vediamo come eliminarle.