Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Mantenere efficienti nel tempo i pavimenti autobloccanti

Prendersi cura delle pavimentazioni in massello autobloccante di cemento: caratteristiche tecniche di un elemento particolarmente impiegato per ambienti esterni
- NEWS Pavimenti e rivestimenti

Masselli autobloccanti


Nell'ambito delle pavimentazioni esterne di abitazioni o aree pubbliche, i masselli autobloccanti in calcestruzzo sono la scelta maggiormente impiegata.
Composti in singoli blocchi, vengono definiti pavimenti autobloccanti per la loro posa a secco e sigillatura tramite sabbia.

I masselli, provvisti di scanalature, rendono le pavimentazioni molto resistenti e durevoli: sono ottimali per aree in cui transitano mezzi pesanti. Possono essere realizzati con diversi materiali, tra cui pietra o argilla, ma i più comuni sono i masselli in cemento.

Masselli autobloccanti in cemento per pavimentazioni
Grazie alla semplicità di posa, i costi di manodopera sono contenuti, senza dimenticare l'elevata resistenza a compressione dovuta al calcestruzzo.
Gli spessori possono variare dai 4 centimetri per transiti pedonali fino agli 8 centimetri per transito di autoveicoli o camion.

I masselli drenano facilmente le acque piovane eliminando ristagni, caratteristica utile in inverno per evitare i cicli gelo e disgelo. Possiedono caratteristiche antisdrucciolo e non necessitano di speciali manutenzioni.

Riducono inoltre in maniera sostanziale l'accumulo di calore.


Posa in opera dei masselli di cemento


La posa in opera avviene inserendo alcuni elementi in un cordolo, utile per contenere la spinta dei masselli. Vengono posti dei giunti specifici tali da creare uno spazio per gli assestamenti. I rivestimenti andranno poi rifiniti con specifiche caratteristiche estetiche.

Quando i masselli vengono posizionati, verrà inserito tra i giunti uno strato di drenante per la permeabilità, uno di ghisa grossa per la trasmissione delle sollecitazioni superficiali e uno di sabbia per la sistemazione stessa dei masselli.

Tipologia di masselli per edifici privati
Le operazioni da seguire per la posa devono attenersi a uno schema.
Inizialmente si decide quale sia lo stile e il mattone più adatto, è necessaria poi la realizzazione di cordoli, fissati tramite malta cementizia a terra, che hanno il compito di bloccare il massello.

Si sistemeranno gli strati di drenante, ghisa grossa e sabbia per uno spessore di 4 centimetri e si passerà all'inserimento tramite incastro dei masselli. Infine si ricoprirà la superficie con sabbia fine, riempiendo gli spazi vuoti rimasti.

Se la posa in opera viene eseguita in maniera corretta, i masselli avranno una lunga durata nel tempo.


Scelta dei masselli


Data la loro poliedricità, è possibile adoperare i masselli in diverse situazioni.
Sono indicati per pavimentazioni esterne e ristrutturazione di edifici storici.



La scelta avviene secondo diversi parametri tra cui la destinazione d'uso, il carico che dovranno sostenere e l'esteticità.


Masselli stradali

Masselli stradali

Masselli stradali
Masselli autobloccanti

Masselli autobloccanti

Masselli autobloccanti
Masselli pavimentazioni private

Masselli pavimentazioni private

Masselli pavimentazioni private
Masselli in cemento per esterni

Masselli in cemento per esterni

Masselli in cemento per esterni

Nel residenziale possono essere impiegati per i vialetti o i cortili.

In aree pubbliche vengono utilizzati per marciapiedi pedonali, strade, piazze o parcheggi. In ambito industriale trovano spazio per realizzare delle aree di manovra o stoccaggio.


Vantaggi e svantaggi dei masselli autobloccanti


I masselli autobloccanti in cemento possiedono numerosi vantaggi:

  • hanno semplicità di posa;

  • possiedono caratteristiche di indeformabilità;

  • sono durevoli e resistenti;

  • hanno costi bassi;

  • sono riciclabili ed ecocompatibili;

  • possiedono varietà estetica e sono personalizzabili;

  • sono filtranti;

  • hanno bisogno di poca manutenzione;

  • ci si può transitare non appena sono stati posati;

  • possiedono facilità di rimozione e sostituzione;

  • hanno un perfetto drenaggio delle acque piovane.


D'altro canto esistono anche degli svantaggi:

  • avvallamenti superficiali in caso di assestamento;

  • dissesti dovuti a troppo carico;

  • sviluppo di vegetazione tra le giunture.


Tali problemi si ovviano se la posa in opera viene effettuata da tecnici specializzati.


Costo dei masselli di cemento


I prezzi al metro quadro sono variabili in base alla tipologia di massello utilizzato.

In generale:

  • cordoli: dai 5 ai 9 euro;

  • anticati: intorno ai 30 euro;

  • monostrato: circa 14 euro;

  • doppio strato: tra i 14 e i 18 euro.


A questo prezzo si aggiungerà la manodopera.


Caratteristiche dei masselli autobloccanti


L'azienda Betonella propone diverse soluzioni per masselli autobloccanti in cemento.
Tabula è adatto sia a cortili privati che zone pubbliche, risolvendo il problema dell'impermeabilizzazione. L'acqua che viene filtrata dal massello non è inquinata.

Masselli autobloccanti Betonella
È un prodotto che si integra in maniera ottimale all'ambiente circostante fornendo caratteristiche estetiche ideali.

Oltre ai requisiti generici, Tabula possiede ulteriori vantaggi: non ha bisogno di soletta impermeabile, permette il riutilizzo di materiali di scavo, è duttile e versatile.


Masselli autobloccanti in cemento per esterni


Garden di Favaro1 è un grigliato quadrato, formato da alveari di diverse forme geometriche. Utilizzato sia per ambienti privati che pubblici, è una pavimentazione molto funzionale e fragile.

La superficie viene totalmente ricoperta di erba, permettendo la crescita del manto, senza alcun danno alla resistenza del calcestruzzo. È altamente drenante, merito dei vuoti, ed è particolarmente indicato per strade private e rampe carrabili.

Masselli in cemento Favaro
Il grigliato è formato da masselli specifici che, oltre a permettere la crescita del manto erboso, portano a un pavimento di sostegno estremamente solido, capace di creare un prato dalle caratteristiche di robustezza e resistenza.

Tale prodotto ottimizza inoltre l'aderenza degli pneumatici.


Pavimentazione esterna con masselli


L'azienda Ma.ce.vi. Srl offre prodotti utili per le pavimentazioni esterne in masselli.
Antika è realizzata in lastre di calcestruzzo con spessori di 80 millimetri e finitura superficiale in quarzo, utilizzato per zone pubbliche e vialetti privati.

Masselli Macevi
Doppio strato, resistenti alle abrasioni e permeabili, i masselli sono posati a secco e la pavimentazione viene sigillata poi con sabbia fine. Sono disponibili in diversi colori, tutti che richiamano lastricati millenari.

riproduzione riservata
Articolo: Cura delle pavimentazioni in massello
Valutazione: 5.60 / 6 basato su 5 voti.

Cura delle pavimentazioni in massello: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Genny
    Genny
    Venerdì 11 Febbraio 2022, alle ore 16:36
    Per la manodopera di questo pavimento c'è bisogno di una ditta specializzata oppure posso rivolgermi ad un'impresa qualsiasi?
    rispondi al commento
    • Marta H.
      Marta H. Genny
      Venerdì 11 Febbraio 2022, alle ore 17:16
      Esistono ditte specializzate per pavimentazioni con masselli in cemento. Alcune a cui si può fare riferimento sono state inserite anche nell'articolo.
      rispondi al commento
  • Sara
    Sara
    Giovedì 10 Febbraio 2022, alle ore 18:20
    Avevo una curiosita.
    C'è qualche differenza con i masselli in pietra naturale?
    rispondi al commento
    • Marta H.
      Marta H. Sara
      Venerdì 11 Febbraio 2022, alle ore 08:18
      Generalmente non ci sono moltissime differenze, perché viene spesso utilizzato porfido o pietra lavica per pavimenti esterni, ovviamente le caratteristiche saranno diverse perché da un lato si tratta di calcestruzzo, dall'altro di pietra che possiederá altri requisiti
      rispondi al commento
      • Sara
        Sara Marta h.
        Venerdì 11 Febbraio 2022, alle ore 12:02
        Grazie mille per la delucidazione.
        E per la pulizia invece come funziona?
        rispondi al commento
        • Marta H.
          Marta H. Sara
          Venerdì 11 Febbraio 2022, alle ore 17:14
          Per la pulizia è sufficiente bagnare con l'acqua la superficie, utilizzare un detergente specifico per le macchie presenti ed effettuare un successivo risciacquo.
          rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
338.260 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cura delle pavimentazioni in massello che potrebbero interessarti


Pavimenti non solo in pietra per Esterni

Ristrutturazione - Ci sono diverse soluzioni per le pavimentazioni per esterni, non solo la pietra naturale, sono alla portata di tutte le tasche e accontentano tutti i gusti.

Pavimentazione con autobloccanti

Fai da te Muratura - Si definiscono usualmente autobloccanti i blocchetti variamente sagomati di calcestruzzo, che vengono posati in esterno per la copertura di vialetti, cortili ecc.

Arredare gli esterni con le piastrelle autobloccanti in plastica riciclata

Sistemazione esterna - Riutilizzare la plastica in edilizia con i masselli autobloccanti in plastica riciclata, ideali per spazi esterni carrabili e non, e addatti all'arredo urbano.

Giunzioni tra materiali diversi

Progettazione - Come scegliere i materiali per delimitare aree realizzate con materiali diversi.

Trattamenti per pavimenti autobloccanti, che tipo di manutenzione fare

Pulizia casa - I pavimenti autobloccanti costituiscono una buona soluzione per chi vuole rivestire in maniera semplice e funzionale gli spazi esterni, ecco alcuni trattamenti.

Cemento fotocatalitico: l'ecorivestimento

Materiali edili - Cemento fotocatalitico e rivestimenti mangia smog, per combattere l'inquinamento atmosferico anche a livello architettonico, grazie all'azione della fotocatalisi.

Pavimenti per esterni carrabili: soluzioni classiche e contemporanee

Pavimenti e rivestimenti - Per le pavimentazioni esterne ad uso carrabile vi sono svariate soluzioni realizzabili con diversi materiali, anche innovativi e di tendenza, economici e durabili

Pavimenti per esterni autobloccanti: caratteristiche e applicazioni

Pavimenti e rivestimenti - Gli autobloccanti sono blocchetti in calcestruzzo, durevoli e prefabbricati, comunemente utilizzati per la pavimentazione di cortili, rampe carrabili e parcheggi.

Pavimento in massello autobloccante drenante, filtrante e riciclabile

Pavimenti e rivestimenti - I pavimenti drenanti e filtranti rendono più funzionali e più belle le superfici esterne sia carrabili che pedonali, regolando il deflusso delle acque meteoriche
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img claudio bissoli
Buongiorno, volevo realizzare una nuova pavimentazione in giardino, ho al momento degli autobloccanti incollati perché non riesco a smuoverli e vorrei incollarli sopra la...
claudio bissoli 09 Maggio 2020 ore 15:51 1
Img sylaro
Ciao a tutti, tempo fa avevo abbattuto un albero nel giardino e al suo posto sono state poste delle mattonelle autobloccati permeabili all'acqua; se volessi sostituirle con delle...
sylaro 25 Luglio 2018 ore 17:31 1
Img martas
Ciao a tutti!Vorrei sigillare la pavimentazione esterna del giardino realizzata alcuni anni fa in masselli autobloccanti....come posso fare?Ho iniziato in una piccola area usando...
martas 16 Maggio 2014 ore 21:34 2