Misure e ingombri degli elementi per le cucine componibili

NEWS DI Cappe e piani cucina
Le cucine componibili moderne si adattano ad ogni spazio perché si basano su elementi modulari studiati ad hoc. Vediamo le misure di alcuni elementi principali.
11 Ottobre 2017 ore 17:05
Arch. Raffaella Pierri

Cucine componibili, comode da progettare e da installare


Le cucine componibili offrono il vantaggio di poterne progettare il layout anche prima di scegliere modelli, colori e finiture. Anche in fase di nuova costruzione dell'abitazione è possibile prevedere a livello planimetrico in che modo concepire gli spazi e le ripartizioni murarie minime in modo da lasciare le misure giuste affinché la composizione finale possa essere inserita senza problemi.


Cucina componibile Maya di Stosa: particolare

Cucina componibile Maya di Stosa: particolare

Cucina componibile Maya di Stosa: particolare
Cucina Stosa modello City: particolare della cappa

Cucina Stosa modello City: particolare della cappa

Cucina Stosa modello City: particolare della cappa
Cucina moderna Maya bicolor, by Stosa

Cucina moderna Maya bicolor, by Stosa

Cucina moderna Maya bicolor, by Stosa
Cucina modella Maya di Stosa

Cucina modella Maya di Stosa

Cucina modella Maya di Stosa
Cucina componibile moderna City di Stosa

Cucina componibile moderna City di Stosa

Cucina componibile moderna City di Stosa
Cucina angolare Aleve di Stosa: particolare mobile lavello

Cucina angolare Aleve di Stosa: particolare mobile lavello

Cucina angolare Aleve di Stosa: particolare mobile lavello
Cucina angolare Aleve di Stosa

Cucina angolare Aleve di Stosa

Cucina angolare Aleve di Stosa
Cucina Maya di Stosa: particolare del cassetto

Cucina Maya di Stosa: particolare del cassetto

Cucina Maya di Stosa: particolare del cassetto
Cucina componibile di Stosa, modello Maya

Cucina componibile di Stosa, modello Maya

Cucina componibile di Stosa, modello Maya
Cucina angolare City by Stosa

Cucina angolare City by Stosa

Cucina angolare City by Stosa
Cucina componibile ad angolo modello City di Stosa

Cucina componibile ad angolo modello City di Stosa

Cucina componibile ad angolo modello City di Stosa
Cucina angolare Alevé di Stosa

Cucina angolare Alevé di Stosa

Cucina angolare Alevé di Stosa
Cucina componibile Alevé di Stosa

Cucina componibile Alevé di Stosa

Cucina componibile Alevé di Stosa
Cucine componibili Stosa: particolare del modello Maya

Cucine componibili Stosa: particolare del modello Maya

Cucine componibili Stosa: particolare del modello Maya
Composizione cucina moderna, modello City di Stosa

Composizione cucina moderna, modello City di Stosa

Composizione cucina moderna, modello City di Stosa

Il vantaggio di una cucina componibile sta anche nel fatto che in ogni momento è possibile aggiungere un pezzo, anche di altre aziende rispetto a quella originale, in quanto, almeno per le misure più importanti, i moduli sono gli stessi.

Per quanto riguarda, ad esempio, le profondità delle basi o la larghezza di basi e pensili, tutte le aziende rispettano le stesse misure, altrimenti non può essere garantito il corretto incasso degli elettrodomestici più importanti o la collocazione di elementi freestanding come cappe e frigoriferi.

Ogni azienda, poi, aggiunge eventualmente degli elementi jolly per risolvere situazioni anomale oppure dà la possibilità di richiedere elementi e tagli a misura.


Cucine modulari: le misure delle basi


Nel progettare la composizione delle cucine moderne si parte dalla posizione delle basi, tenendo conto del punto di allaccio del sistema idrico/gas. Si procede poi con il resto degli elementi.

La profondità dei mobili è di 57 cm circa, a prescindere dalla loro tipologia e finitura, se la cucina ha la struttura in legno o in laminato di spessori diversi. I moduli, in larghezza, variano in genere di 15 cm, anche se quasi tutte le aziende hanno aggiunto basi da 40 e da 80 cm, quest’ultima misura per i sottolavelli. Il top misura 60 cm in profondità.

Cucine componibili: progettazione
Scendiamo più nel dettaglio. Una base da 15 cm è normalmente dotata di struttura interna scorrevole e cestello a ripiani, per contenere bottiglie o barattoli porta spezie. Se collocata vicino al lavello può accogliere i detersivi e le spugnette. Più raramente ha una semplice anta di chiusura e ripiani fissi all’interno, vista la ridotta misura in larghezza.

A partire dalle basi di larghezza 30 e 45 cm i moduli possono essere dotati o meno di attrezzature interne. Si parlerà quindi di semplici basi con ante e ripiani interni oppure di cassettiere o elementi estraibili.

A meno che non ci siano problemi di spazio è preferibile predisporre cassettiere o cestoni a partire dai moduli base di larghezza 45 cm, in modo da sfruttare abbastanza spazio contenitivo all’interno, al netto di quello occupato dalla ferramenta. In composizioni di misure particolarmente ridotte si utilizzano soprattutto basi con ante.

Cucine componibili: base con cassetti e cestone estraibile
Sono molto apprezzate, sia per la comodità dell’apertura che per la possibilità di riporre piatti e stoviglie in maniera razionale, le basi con i cestoni invece che con le ante. Anche le basi sottolavello sono ora molto più comode e funzionali con i cestoni estraibili.

In questo caso il cestello superiore è sagomato per accogliere lo scarico del lavello, mentre quello inferiore è predisposto già con gli appositi contenitori per la raccolta differenziata. I sottolavelli così concepiti hanno misure in larghezza di 90/120 cm.

Un discorso a parte meritano le basi angolari. In caso di presenza di angoli è preferibile partire da questi per lo sviluppo della composizione, potendo contare poi sui pezzi jolly per adeguare tutto il resto.


Cucine componibili e basi angolari


Se nella composizione della cucina è previsto un angolo conviene avere da qui un secondo punto di riferimento oltre a quello degli impianti.
Gli altri pezzi si adatteranno di conseguenza. Le basi angolari possono essere di varie tipologie e sono studiate per sfruttare al massimo il volume contenitivo mantenendo al contempo facilità di apertura e accesso all'interno.

Cucina con penisola modello City di Stosa
A proposito di quest’ultimo aspetto, molto funzionali sono le attrezzature interne che permettono, una volta aperte le ante, di estrarre appositi vassoi girevoli a incastro, agganciati alle stesse ante, in modo tale da avere subito la visione degli oggetti o delle stoviglie che si stanno cercando.

Nelle immagini si possono vedere varie tipologie di angoli. Uno dei più funzionali, a mio avviso, è quello che prevede l’apertura delle due ante così da lasciare tutto l'interno a vista, attrezzato con perno centrale e cestelli girevoli oppure con semplici ripiani.

Base angolare per cucina componibile
Questa soluzione è anche la più economica e probabilmente la più funzionale, in quanto, i prodotti riposti sono a vista e ogni spazio è sfruttato. Le misure di queste basi sono di circa 95x95 cm, con piccole variazioni che dipendono dall’azienda produttrice.

Le basi angolo classiche sono invece a L, con un’unica anta che chiude il vano sul lato più lungo e che ne definisce anche il verso, sinistro o destro. Rispetto al lato più lungo possono essere di varie misure, mentre il lato corto, di circa 64 cm, segue la misura della profondità della composizione, 60 cm, più qualche cm per il raccordo.

Per quanto riguarda gli interni di queste basi, vale lo stesso discorso fatto in precedenza per l’angolo 95x95 cm: possono essere dotate di attrezzature più o meno sofisticate oppure semplicemente di ripiani. In questo caso, quando possibile, è preferibile un’attrezzatura scorrevole per poter riporre comodamente le stoviglie o gli altri prodotti e, soprattutto, poterli prendere senza dover ogni volta spostare quelli più avanti per accedere agli spazi più interni.


Quali pensili per le cucine componibili?


Anche i pensili di una cucina componibile seguono modularità standard perché devono corrispondere, in prospetto, alle misure delle basi.
La profondità è di circa 33/35 cm a seconda anche dello spessore delle ante di chiusura.

L’altezza varia da quella dei modelli mini, circa 36 cm, fino a quella dei pensili alti 96/100 cm. L’altezza standard è di circa 72 cm, mentre per le cucine moderne si preferiscono le intermedie: 48 e 60 cm.

Pensile di cucina componibile Maya, by Stosa
Anche per i pensili angolari vale lo stesso discorso delle basi, a maggior ragione perché nella composizione le linee verticali devono corrispondere.
Da considerare, a onor del vero, che i pensili ad angolo sono poco utilizzati, vista la profondità minima che fa risultare poco sfruttabile lo spazio interno e che spinge a preferire comunque una soluzione lineare, più capiente e pratica da gestire.

Anche il modello di pensile ne influenza la misura, in quanto le aziende tendono a standardizzare i tagli dei pannelli per abbattere i costi di produzione e, di conseguenza, offrire collezioni facilmente assemblabili senza costi aggiuntivi per i fuori misura.

Per mantenere il design e la proporzione di un’anta lavorata classica in legno, ad esempio, con cornici o bugne applicate, occorre che la misura si mantenga variabile all’interno di certi parametri.

Lo stesso accade con l’uso di materiali particolari, come vetro, metalli, materiali sintetici o laminati, legno massello e così via, che necessitano ognuno di supporti o telai dedicati e anche questo ne determina la misura.

Misure cucine componibili: i pensili
Altra considerazione da fare, nel caso del pensile, riguarda la funzione: scolapiatti, semplice contenitore, copriboiler, jolly a giorno o pensile vetrina per tazze e bicchieri, pensile per cappa. A influenzare la misura è anche il tipo di chiusura: battente, vasistas, doppio vasistas, scorrevole orizzontale o scorrevole verticale.

È bene conoscere l’offerta dell’azienda che si è scelta per i mobili della cucina, in quanto non tutte offrono le stesse varietà nel design e, soprattutto, le stesse garanzie a livello di ferramenta, soprattutto nei casi di chiusura vasistas delle ante.

Ma questa è un’altra storia.

Con tutte queste considerazioni va da sé che le larghezze dei pensili in una cucina componibile sono le stesse delle basi: 15-30-40-45-60-80-90-120 cm, con l’aggiunta di qualche misura jolly per risolvere spazi risultanti fuori misura. Anche i pensili sono attrezzabili internamente con accessori più o meno sofisticati, tenendo conto ovviamente del fatto che l’accessibilità è dal basso.


Dispense e pezzi speciali nelle cucine moderne


In cucina, soprattutto nell'attuale concezione delle cucine moderne, non ci sono solo basi e pensili ma anche contenitori speciali o armadi per dispensa o per elettrodomestici. Per questi ultimi vale il discorso fatto in precedenza per le basi, ovvero la loro profondità deve essere tale da poter ospitare gli elettrodomestici, per cui non minore di 60 cm.

La larghezza è variabile e comunque non minore di 45 cm, nel caso di lavastoviglie da pochi coperti e forni compatti. L’altezza riprende di norma il filo superiore dei pensili, adeguandosi ad esso. Se l’armadio non contiene elettrodomestici, può avere anche misure più piccole e stessa profondità dei pensili, 33/35 cm. Può essere attrezzato internamente con semplici mensole oppure con elementi scorrevoli.

Mobile dispensa e forno della cocina componibile Maya di Stosa
Sono molto apprezzati gli armadi ad angolo, concettualmente concepiti come le basi angolari ma di altezza importante, per cui spesso sono utilizzati come dei veri e propri ripostigli.

Tra le aziende italiane leader nel settore della produzione di cucine componibili, Stosa offre un'estesa gamma di modelli, che spaziano dalle cucine moderne alle classiche fino alle cucine dalle linee contemporanee, con la possibilità di gestire anche il problema dei pezzi speciali: tra le cucine componibili Stosa alcuni modelli presentano moduli a base di 40 cm per gestire e coprire eventuali problemi che potrebbero verificarsi con pezzi di misure standard.


Tipologie di cucine componibili


In base alla collocazione dei mobili in cucina possiamo avere quattro differenti soluzioni di arredo: cucine lineari, cucine lineari doppie, cucine ad angolo (o cucine a L) e cucine a ferro di cavallo (o cucine a U). Vediamo di seguito le caratteristiche di ognuna delle quattro disposizioni

Cucine lineari


Sono la soluzione ideale per cucine moderne da installare in spazi lunghi e stretti. I mobili cucina sono disposti in maniera compatta lungo una sola parete.
Una cucina lineare, affinché sia munita di tutti i comfort e degli elettrodomestici indispensabili alla sua funzionalità, ha una lunghezza minima di 360 cm poiché deve contenere frigorifero, lavello a due vasche, lavastoviglie, piano cottura e forno.

Cucina componibile Alevé di Stosa in composizione lineare
Per ottimizzare la soluzione cucina lineare è consigliabile la scelta di  elementi a giorno, curvi, basi sospese, assenza di maniglie e una cappa nascosta. È importante che la cucina componibile preveda lo spazio necessario per l'apertura di porte e ante.
Tra i modelli di cucine lineari realizzate da Stosa segnaliamo Alevé in laccato lucido UV ardesia (bordo bicolor) e neve (bordo bicolor) e laminato olmo mercurio.

Alevé è una cucina moderna grintosa, dallo spirito giovane, stile urban, rispondente alle esigenze odierne di funzionalità  e ottimizzazione delle mansioni in cucina.

Cucine lineari doppie


Le cucine lineari doppie sono, tra le quattro tipologie di cucine componibili, quelle che richiedono una maggior cura nella scelta dei singoli elementi modulari, sia per quanto concerne le dimensioni, sia per le loro caratteristiche tecniche. Le due linee di mobili devono essere schierate frontalmente a una distanza di almeno 120 cm, spazio necessario per poter aprire agevolmente ante e cassetti.

Cucine ad angolo


Nella cucina angolare i mobili sono disposti in maniera tale da occupare due delle pareti adiacenti.
Tra le cucine componibili la soluzione ad angolo è l'ideale quando la disposizione degli impianti facilita questo tipo di collocazione degli arredi.
È l'ideale per l'installazione di un tavolo al centro della stanza ed è una soluzione dell'elevato impatto scenografico quando l'angolo è abbinato all'affaccio sulla zona living open space, consentendo al contempo di creare una sorta di elemento divisorio tra i due ambienti.

Cucina ad angolo modello Maya by Stosa
In foto, una composizione angolare per il modello Maya, una delle proposte di cucine moderne componibili di Stosa. Elegante, moderna e sintetica, questa cucina è una fusione di estetica e funzionalità che conquista al primo colpo d'occhio. In una veste rinnovata, Maya oggi si presenta con nuove colorazioni e finiture e si integra alla perfezione con il sistema Wood, una novità di Stosa Cucine: elementi trasversali che vanno a fondersi con le linee pulite di un design moderno, esaltando la naturalezza del legno appena tagliato.

Cucine moderne a U


Tra le differenti tipologie di cucine componibili la disposizione a ferro di cavallo, o cucina a U, non si può certo dire sia tra le più diffuse.
Va strutturata al meglio poiché comporta la presenza di due angoli, con il vantaggio però di avere più piani a disposizione per la lavorazione dei piatti e la sistemazione dei vari utensili da cucina. È dunque indicata per chi davvero la cucina la frequenta molto e si dedica alla preparazione di piatti elaborati e pranzi per un certo numero di persone, e ovviamente per coloro che hanno a disposizione un ampio spazio per la collocazione dei mobili cucina.

Cucina a ferro di cavallo City di Stosa
In foto, il modello City di Stosa Cucine, in una composizione a ferro di cavallo. Presente oggi in una veste rinnovata la cucina City è un perfetto mix di ispirazioni vintage, interpretando in chiave contemporanea le suggestioni del passato. Tra le novità dell'ultimo restyling di City rientra anche la possibilità di scegliere per le ante l'esclusiva finitura PET.


Cucine componibili: la Redazione consiglia

Cucine componibili: la redazione consiglia


Stosa Cucine Stosa Cucine è un'azienda leader nella produzione di cucine, vero simbolo del Made in Italy.
Sin dai suoi esordi l'azienda si è specializzata nella realizzazione di cucine dall'elevato standard qualitativo, con un'attenzione costante a processi produttivi ecosostenibili.

La creatività e la raffinatezza delle linee compositive si sposa con la funzionalità degli arredi e la qualità dei materiali adoperati, il sapere artigiano incontra le più avanzate tecnologie di produzione.
Stosa esporta in ben 40 Paesi nel mondo l'originalità e la cura nel dettaglio, caratteristiche dei prodotti italiani di eccellenza

Per ulteriori informazioni visita il sito: www.stosacucine.com 

riproduzione riservata
Articolo: Cucine componibili: misure elementi
Valutazione: 5.38 / 6 basato su 13 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs
Stosa crea e produce cucine eccellenti di qualità per migliorare la vita di chi, ogni giorno, vive nello spazio più conviviale della casa.

Cucine componibili: misure elementi: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Miriampadovano
    Miriampadovano
    Lunedì 25 Settembre 2017, alle ore 10:42
    Amo le cucine componibili, la possibilità di assemblare pezzi, stili e materiali. Tra le marche preferisco Stosa Cucine (fascia medio-alta) e Ikea, ovviamente ;-)
    rispondi al commento
    • Arch.pierri
      Arch.pierri Miriampadovano
      Lunedì 25 Settembre 2017, alle ore 11:12
      Sono d'accordo con Lei, anche perché oggi esistono aziende che sono perfettamente in grado di soddisfare qualsiasi esigenza, da tutti i punti di vista: estetico, funzionale, tecnologico. La linea che divideva un tempo il settore artigianale da quello industriale si è assottigliata talmente tanto da risultare, in alcuni casi, inesistente, facendo propendere per un prodotto industriale anche perché più conveniente. E questo senza rinunciare a soluzioni su misura e di qualità. Saluti.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Cucine componibili: misure elementi che potrebbero interessarti
Piastrelle per cucine in muratura

Piastrelle per cucine in muratura

Accorgimenti utili sulle piastrelle delle cucine in muratura, occhio al multiplo della mattonella, per evitare di dover effettuare degli antiestetici tagli.
Cucina minimal

Cucina minimal

Design minimal ed essenziale nelle cucine moderne.
Cucine giovani

Cucine giovani

Per le coppie giovani una selezione di cucine dinamiche, colorate e dalle diverse possibilita' di personalizzazione.
Cucine dall'eleganza senza tempo

Cucine dall'eleganza senza tempo

Le cucine classiche, realizzate con materiali pregiati e resistenti come legno massello e marmo, offrono la certezza di una qualità che dura nel tempo.
Cucine colorate

Cucine colorate

Attenzione alle ultime tendenze in cucina: linee minimali, colori forti, dettagli fluo.
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok