Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Cronoprogramma dei lavori

NEWS Normative15 Dicembre 2011 ore 20:25
Indispensabile strumento di programmazione e coordinamento in ogni cantiere edile, è un elaborato del progetto esecutivo.

CalendarioIl cronoprogramma è un elaborato del progetto esecutivo, redatto al fine di determinare la consistenza temporale di un cantiere e le eventuali sovrapposizioni tra fasi lavorative diverse. Costituisce inoltre un utile strumento di coordinamento perché, attraverso una tabella sinottica appositamente predisposta, consente di evitare pericolose interferenze tra maestranze diverse nel corso dei lavori.

A partire dall'elenco delle lavorazioni definito nel Computo Metrico Estimativo si procede al loro raggruppamento in gruppi omogenei che, tipicamente, possono essere: demolizioni e rimozioni, strutture verticali, strutture orizzontali, sottofondi, impermeabilizzazioni, tramezzature interne ed esterne, pavimenti, intonaci, impianti e così via.

Ad ogni gruppo si assegnano poi tre valori:

1. l'importo in euro, desunto dalla sommatoria dei prezzi delle singole lavorazioni riportati nel Computo;

2. la percentuale di incidenza della manodopera. Questo valore può essere ricavato in diversi modi: facendo riferimento alle tabelle di ripartizione approvate con il decreto del Ministero dei Lavori pubblici dell'11 dicembre 1978, emanato ai sensi dell'art. 1 della Legge 17 febbraio 1978 n. 93; oppure da prezzari di settore (come quelli dell'editrice DEI); oppure ancora dall'analisi prezzi allegata al progetto esecutivo;

Tabella con lavorazioni, importo e manodopera3. il numero dei lavoratori previsti per l'esecuzione delle opere.

Dopo aver riordinato tutti i dati in una tabella, si procede al calcolo dei giorni lavorativi necessari per eseguire tutte le lavorazioni previste. Al risultato si arriva attraverso una formula che, pur sembrando complessa a prima vista, è di facile soluzione se si è in possesso di dati di partenza chiari e ordinati.

La formula è la seguente:

NGL = (I * P/100) / (C * N * O), arrotondando il risultato per eccesso all'intero positivo,

con:

Tabella di dati riferiti alle singole lavorazioniNGL = Numero giorni lavorativi necessari
I = importo gruppo di lavorazione
P = percentuale incidenza manodopera
C = costo orario della manodopera
N = numero ore giornaliere
O = numero lavoratori previsti

Rispetto a quanto detto precedentemente è necessario ricavare solo altri due valori: il costo orario della manodopera e il numero di ore giornaliere. Mentre quest'ultimo è convenzionalmente assunto pari a 8, il primo è riportato nelle tabelle, regolarmente aggiornate, relative ai costi della manodopera edile ed emanate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per ogni provincia italiana.

La formula va applicata ad ogni gruppo omogeneo di lavorazioni. I risultati parziali vanno infine sommati per ottenere i giorni lavorativi necessari a portare il cantiere a conclusione.

Ma non è finita qui.

Manodopera edileLa durata prevista va ricalibrata tenendo conto di due valori correttivi: i giorni presumibili di andamento stagionale sfavorevole (da dati statistici) e i giorni festivi annui.

Per la redazione del cronoprogramma in una forma grafica che sia facilmente interpretabile e utilizzabile come strumento di cantiere è possibile inserire i risultati ottenuti in una tabella che riporti: nelle colonne, la durata di ogni categoria di lavorazioni (scandito in giorni, settimane, mesi); nelle righe, l'elenco dei gruppi omogenei.

Per ridurre la durata del cantiere si può procedere, dopo attenta valutazione degli aspetti legati alla sicurezza, alla sovrapposizione parziale di più lavorazioni, soprattutto se eseguite in parti diverse dell'edificio o in momenti distinti nel corso della giornata lavorativa.

riproduzione riservata
Articolo: Cronoprogramma dei lavori
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 6 voti.

Cronoprogramma dei lavori: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
319.056 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cronoprogramma dei lavori che potrebbero interessarti


Diagramma di Gantt per opere private

Progettazione - La gestione di un cantiere edile, si sviluppa a seguito di numerosi fattori e variabili che possono essere analizzati mediante un adeguato sistema di controllo.

SAL: Stato Avanzamento Lavori

Restauro edile - Gli Stati di Avanzamento dei Lavori, emessi periodicamente dal Direttore dei Lavori, sono fondamentali per liquidare gli importi pattuiti all?impresa esecutrice.

Contabilità lavori

Restauro edile - La contabilità di cantiere comprende varie operazioni tecniche e contabili per il regolare pagamento all'impresa degli importi pattuiti per l'esecuzione dei lavori

Caratteristiche del Direttore Tecnico di Cantiere

Normative - La figura del Direttore Tecnico di Cantiere ha rilevanza nella conduzione di un cantiere edile e nel raggiungimento degli obbiettivi previsti in sede di progetto.

Direttore dei lavori

Restauro edile - Il Direttore dei Lavori è incaricato dal committente di verificare l'esecuzione delle opere a regola d'arte e la loro effettiva conformità al progetto autorizzato.

Lavori in Sicurezza

Progettazione - Una delle voci obbligatoriamente presenti nei computi di ogni intervento di ristrutturazione o di realizzazione di un nuovo edificio è quella relativa alla sicurezza.

Libretto delle misure

Restauro edile - Il libretto delle misure si usa negli appalti per le opere pubbliche, per tenere traccia di tutti lavori effettivamente svolti, con relativi prezzi e quantità.

Registro di contabilità

Restauro edile - Il registro di contabilità è uno strumento fondamentale per riassumere l'intera contabilizzazione del cantiere ed emettere gli stati di avanzamento dei lavori.

Responsabilita' Committente Lavori

Normative - Il committente dei lavori trae benefici anche da lavori svolti in condizioni di rischio, ha dunque l'obbligo di assicurare la sicurezza del proprio cantiere.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img vaio1963
Buongiorno, sto facendo delle valutazioni prima di prendere delle decisioni in merito ai lavori di manutenzione straordinaria in un appartamento di mia proprietà. Premetto...
vaio1963 15 Luglio 2019 ore 15:16 1
Img francocasagrande
Buongiorno. Caso: cantiere ristrutturazione edilizia leggera con PSC (Progetto Sicurezza Cantieri: impresa edile + elettristici). Io sono il committente. L'impresa edile non...
francocasagrande 20 Giugno 2019 ore 17:06 1
Img ireneabeni
Buongiorno, ho bisogno di voi perché totalmente inesperta!!La situazione è questa: io e il mio compagno stiamo ristrutturando la casa di mio suocero che in...
ireneabeni 06 Dicembre 2016 ore 21:14 1
Img stefano.bertocchi
Buongiorno a tutti.Sto eseguendo la ristrutturazione di un fabbricato rurale su cui grava una servitù di passaggio coattivo dei confinanti proprietari di fondi interclusi...
stefano.bertocchi 23 Maggio 2014 ore 16:56 1
Img doctorwho
A dicembre 2015 ho redatto CIL e comunicazione preventiva per lavori con più di una ditta in cantiere.Ora entrerà in cantiere una terza ditta (serramentista).Le...
doctorwho 17 Febbraio 2016 ore 09:57 1