Controlli su detrazioni 50%, 65% e bonus mobili

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali
Sentenza Commissione Tributaria Lombardia: l'Agenzia Entrate può fare controlli non oltre il 31/12 del secondo anno successivo alla presentazione della dichiarazione.
28 Luglio 2015 ore 09:22
Arch. Sara Martinelli

Controlli formali dell’Agenzia delle Entrate su 50%, 65% e bonus mobili


Controlli detrazioni fiscaliI controlli formali sulle detrazioni fiscali per ristrutturazione (50%), risparmio energetico (65%) e bonus mobili consistono nella verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate della corrispondenza tra gli importi indicati da detrarre in dichiarazione dei redditi e la documentazione inerente i lavori conservata dal contribuente.

La documentazione da conservare ed esibire durante i controlli è differente in base al tipo di detrazione, per cui ritengo utile riepilogarla.


Documenti da esibire durante controlli su detrazione 50%


- Domanda di accatastamento (se l’immobile non è ancora censito in catasto );

- ricevute di pagamento dell’imposta comunale ICI/IMU (se dovuta);

Documenti detrazione 50- pratica edilizia o, quando non richiesta dal Comune, dichiarazione sostitutiva di atto notorio, indicante la data di inizio lavori di ristrutturazione;

- copia della comunicazione ASL (se richiesta dalla normativa inerente la sicurezza nei cantieri);

- fatture o ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute per la realizzazione degli interventi;

- ricevute di pagamento mediante apposito bonifico per le detrazioni fiscali;

- in caso di lavori eseguiti su parti comuni di edifici condominiali, copia della delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese;

- in caso di lavori eseguiti da un detentore dell’immobile diverso dal familiare convivente, dichiarazione di consenso del possessore alla realizzazione dei lavori.


Documenti da esibire durante controlli su detrazione 65%


- Fatture o ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute per la realizzazione degli interventi;

- ricevute di pagamento mediante apposito bonifico per le detrazioni fiscali;

Documenti detrazione 65- certificato di asseverazione redatto da un tecnico abilitato (sostituibile con la certificazione del produttore in caso di sostituzione di infissi o caldaia a condensazione con potenza inferiore a 100kW);

- ricevuta di invio della comunicazione Enea;

- in caso di lavori eseguiti su parti comuni di edifici condominiali, copia della delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese;

- in caso di lavori eseguiti da un detentore dell’immobile diverso dal familiare convivente, dichiarazione di consenso del possessore alla realizzazione dei lavori.


Documenti da esibire durante controlli sul bonus mobili


- Pratica edilizia o, quando non richiesta dal Comune, dichiarazione sostitutiva di atto notorio, indicanti la data di inizio lavori di ristrutturazione.

- fatture o ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute;

- documentazione attestante il pagamento (ricevuta del bonifico apposito per detrazioni fiscali o in caso di pagamento con carte di credito o debito la ricevuta di avvenuta transazione e la documentazione di addebito sul conto corrente).


Controlli su detrazioni 50%, 65% e bonus mobili: situazioni di irregolarità


Durante un controllo, l’Agenzia delle Entrate potrebbe rilevare difformità tra gli importi dichiarati da detrarre e la documentazione esibita. In questo caso il contribuente sarà inizialmente invitato a fornire chiarimenti mediante l’integrazione della documentazione.

Qualora il contribuente non risponda all’invito o nella documentazione ulteriormente presentata si riscontrino comunque incongruenze, l’Agenzia delle Entrate invierà al contribuente una comunicazione di irregolarità, contenente l’esito del controllo formale e l’importo dovuto.

L’importo sarà determinato dalla somma delle seguenti voci:
- detrazioni indebitamente effettuate;
- interessi legali;
- sanzione.

Se il contribuente pagherà entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, potrà beneficiare di una riduzione della sanzione pari al 20%.


Termini entro i quali l’Agenzia delle Entrate può eseguire controlli sulle detrazioni fiscali


È noto che le detrazioni fiscali 50%, 65% e bonus mobili sono ripartite in 10 anni, a partire dalla prima dichiarazione dei redditi successiva ai pagamenti effettuati. Ma fino a quando l’Agenzia delle Entrate può effettuare controlli sul contribuente in materia di detrazioni?

La Commissione Tributaria Regionale Lombardia ha approfondito di recente la questione con sentenza 2597/2015: il potere di controllo formale dell’Agenzia delle Entrate deve essere esercitato entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione, così come previsto all’art.36 ter del D.P.R. n.60/1973.

Termini per controlli Agenzia EntratePoco conta se, in seguito alla rateizzazione in 10 anni, parte della detrazione venga operata anche negli anni successivi. Ciò non legittima un’indebita estensione temporale del potere di controllo dell’Agenzia delle Entrate.

Tale estensione, a giudizio della Commissione, darebbe evidentemente luogo a una chiara disparità di trattamento tra coloro che in anni precedenti hanno optato per la ripartizione delle detrazioni in 3, 5 o 10 anni.

In caso contrario, se attribuissimo un potere di controllo su spese sostenute molto tempo addietro, entreremmo in contrasto con il principio del legittimo affidamento, in base al quale il privato, trascorso un tempo ragionevole, può considerarsi al riparo da qualsiasi genere di contestazione.

riproduzione riservata
Articolo: Controlli su detrazioni fiscali per ristrutturazioni
Valutazione: 4.06 / 6 basato su 33 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Controlli su detrazioni fiscali per ristrutturazioni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Marcolavinca
    Marcolavinca
    Martedì 6 Giugno 2017, alle ore 17:34
    Ho un dubbio riguardante la detraibilità IRPEF sui lavori edili in casa.Il sito dell'Agenzia delle Entrate riporta un elenco di "principali tipi di interventi ammessi alla detrazione" a solo titolo esemplificativo, specificando che "In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali." Due anni fa ho eseguito dei lavori edili in casa, facendo seguire il tutto ad un geometra specificando che intendevo ottenere la detrazione del 50%. Abbiamo fatto tutte le pratiche necessarie in Comune, ho pagato con bonifici e l'anno successivo ho portato copie della documentazione al commercialista per l'inserimento nella dichiarazione dei redditi e da lì ho iniziato a ricevere i rimborsi IRPEF. Ora, siccome (a mio parere) l'elenco dei lavori ammessi è generico e non esaustivo, mi chiedo: a chi spetta il compito (e quindi anche la responsabilità in caso di errori) di stabilire con certezza se un determinato lavoro rientra o meno tra quelli ammessi alla detrazione IRPEF?Su chi posso rivalermi in caso mi venisse contestato un lavoro (ormai compiuto) non rientrante tra quelli detraibili? Sul geometra che ha seguito i lavori? Sul Comune? Sul CAF che ha compilato la dichiarazione dei redditi? L'Agenzia Entrate controlla solo difformità tra gli importi da detrarre indicati nella dichiarazione dei redditi e i documenti esibiti o verifica anche la natura tecnica degli interventi per appurare se rientrano in detrazione? Ringrazio e porgo cordiali saluti
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Marcolavinca
      Domenica 11 Giugno 2017, alle ore 13:08
      Con le detrazioni il rapporto è diretto fra contribuente ed Agenzia Entrate. E' lei responsabile di ciò che detrae. Tutti gli altri nominati (geometra, caf ecc) sono solo suoi consulenti ma è lei l'ultimo a decidere di detrarre o meno un intervento. L'agenzia entrate può verificare qualsiasi elemento legato alla detrazione: natura dei lavori, importi, ecc.
      rispondi al commento
      • Giulia
        Giulia Sara.m.
        Martedì 1 Agosto 2017, alle ore 10:43
        Mi aggancio alla discussione dell'utente qui sopra.
        Ho letto la sua risposta arch. Martinelli ma mi chiedo: il Comune non ha alcuna responsabilità sulla natura dei lavori?
        Cioè, supponiamo per assurdo che decida di sostituire le sole piastrelle del pavimento di casa mia (esempio per intendere chiaramente che non rientra nelle opere di manutenzione straordinaria e quindi non detraibili).
        Presento, tramite il tecnico che segue i lavori, domanda di manutenzione straordinaria in Comune. Supponiamo (sempre per assurdo) che il tecnico ritenga che sia manutenzione straordinaria.
        Il Comune protocolla e riceve la domanda di inizio lavori e non mi comunica più nulla.
        Possibile che sia l'Agenzia delle Entrate a distanza di anni a dover verificare la natura tecnica dei lavori?
        Perché la frase riportata dall'utente sopra: "in ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali".
        Sembra proprio che rimandi al comune questo genere di controllo.
        Ad ogni modo, in caso di disconoscimento da parte dell'Agenzia delle Entrate sulla natura dei lavori, mi pare logico rivalermi sul professionista che mi ha seguito.
        Altrimenti, cosa lo pago a fare un professionista se poi tocca ancora a me conoscere dettagli tecnici? Lo trovo assurdo.
        rispondi al commento
        • Sara.m.
          Sara.m. Giulia
          Mercoledì 2 Agosto 2017, alle ore 14:17
          La tendenza della normativa degli ultimi anni è sollevare il più possibile le amministrazioni comunali dalla responsabilità dei lavori rimpallandola ai tecnici, che firmando le pratiche inquadrano gli interventi come manutenzione straordinaria, ristrutturazione o altro e dichiarano la loro conformità. Si pensi al fatto che solo le nuove costruzioni e le ristrutturazioni rilevanti necessitano di chiedere il PERMESSO di costruire al comune, mentre per interventi minori si fanno COMUNICAZIONI (CILA) o SEGNALAZIONI (SCIA). Con queste ultime il tecnico firma la conformità dei lavori e il comune diventa un semplice supervisore, che nella maggior parte dei casi si limita a verificare la presenza di tutti gli elaborati necessari, ma non la vera sostanza del progetto. Si parla di semplificazione burocratica, che da un lato potrebbe essere vera, ma non sempre si rivela a tutela del cittadino. E' solo un trasferimento di responsabilità. Come giustamente ipotizza, un tecnico potrebbe inquadrare un intervento come manutenzione straordinaria anche se non lo è. E, considerato che nella maggior parte dei casi il comune riceve la comunicazione dei lavori e la archivia, non bisogna stupirsi che i nodi tornino al pettine successivamente in occasione di un controllo sulle detrazioni. In tal caso il tecnico risponderà sicuramente di quanto di sua competenza, ossia dell'aver dichiarato nella CILA cosa errata. Il rapporto con l'agenzia delle entrate è invece diretto con il contribuente. E' il contribuente che decide di detrarre la spesa per un intervento. Per cui, in caso di contestazione sulle detrazioni, la responsabilità del tecnico su queste ultime è un po' tutta da dimostrare, anche se ovviamente comprendo la posizione del cittadino. Ciò dimostra l'importanza di affidarsi a tecnici seri.
          rispondi al commento
  • Ultimo080
    Ultimo080
    Lunedì 8 Agosto 2016, alle ore 23:33
    Riguardo al termine per eventuale controllo da parte dell'agenzia delle entrate, io ho presentato richiesta di detrazioni con la dichiarazione dei redditi 2015, relativa all'anno 2014, anno in cui sono stati realizzati i lavori di ristrutturazione edilizia (maggio-31 dicembre 2015).Il controllo è possibile "entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di presentazione di richiesta detrazioni "Quindi nel mio caso fino al 31 Dicembre 2017?Grazie.
    rispondi al commento
    • Angelo
      Angelo Ultimo080
      Mercoledì 12 Ottobre 2016, alle ore 01:13
      La documentazione relativa agli oneri esposti in dichiarazione deve essere conservata per i quattro anni successivi alla presentazione e ciò vale anche per le spese di ristrutturazione, checché ne dica la CTR Lombardia.
      Ciò significa che la documentazione, per ristrutturazioni e risparmio energetico, va conservata fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione della dichiarazione in cui viene detratta l'ultima rata.
      Del resto, in caso di cessione dell'immobile, ad esempio, come potrebbe l'acquirente dimostrare il diritto alla detrazione?
      Peraltro, la legittimità del controllo (e della rettifica) del costo pluriennale da parte dell'ufficio trova conferma, per analogia, nel principio sancito in tal senso dal Giudice di legittimità (cfr. Corte di Cassazione, Sent. 12880/2008, Sent. 15178/2010).
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Controlli su detrazioni fiscali per ristrutturazioni che potrebbero interessarti
Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Appena pubblicato il testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018 con le novità economiche e fiscali più importanti anche per chi effettuerà dei lavori in casa...
Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Tra le novità della Legge di Bilancio c'è il bonus verde, ovvero, la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per riqualificare il verde privato.
Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.
Come funziona il trasferimento del bonus mobili?

Come funziona il trasferimento del bonus mobili?

Bonus mobili e detrazione per lavori di ristrutturazione edilizia sono connessi tra loro ma c'è un'importante differenza tra le due riguardante il trasferimento...
Il bonus mobili nel 730/2015

Il bonus mobili nel 730/2015

Il bonus mobili, la detrazione Irpef al 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per l'arredo di casa, è fruibile se indicato nel modello 730/2015.
accedi al social
Visibilità AziendeRegistrati
21.220 Aziende Registrate
img azienda img preventivi aziende img redazionale
img impresa img marketing img banner
barra aziende
SERVIZI UTENTIRegistrati
283.787 Utenti Registrati
img mypage img ristrutturazione img preventivi utente
img progettazione img consulenza img mercatino
img cadcasa img forum img computo
img riscaladamento img clima img imu
barra utenti
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Miasuite materasso memory singolo alto 21 cm a 9 zone differenziate rivestimento in aloe vera sfoderabile 90x190. modello: deluxe
      Miasuite materasso memory singolo...
      89.90
    • Daikin ftxb35c rxb35c climatizzatore mono split parete serie eco plus 12000 btu no siesta
      Daikin ftxb35c rxb35c...
      468.25
    • Miasuite materasso singolo in poliuretano alto 20 cm water foam non sfoderabile 80x190. modello: primavera h 20
      Miasuite materasso singolo in...
      54.90
    • Mitsubishi condizionatore mitsubishi dual split inverter 7000+7000 7+7 btu sf a+ mxz-2d33va
      Mitsubishi condizionatore...
      1.10
    • Mitsubishi condizionatore mitsubishi dual split inverter 9000+12000 9+12 btu dm a++ mxz-2dm40va
      Mitsubishi condizionatore...
      1.21
    • Miasuite materasso matrimoniale in poliuretano alto 20 cm water foam 160x190. modello: primavera h 20
      Miasuite materasso matrimoniale in...
      85.90
    • Serramenti pvc
      Serramenti pvc...
      210.00
    • Allarme Casa Wireless Kit 249 Iron Progesty Pstn
      Allarme casa wireless kit 249 iron...
      299.00
    • Infissi talglio-termico
      Infissi talglio-termico...
      230.00
    • Porta blindata palermo
      Porta blindata palermo...
      1000.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Pannello solare termico cordivari panarea 300 lt naturale detrazione fiscale
      Pannello solare termico cordivari...
      1.29
    • Hisense condizionatore hisense new 9000 btu a++
      Hisense condizionatore hisense new...
      317.00
    • Playmobil cameretta (9270)
      Playmobil cameretta (9270)...
      13.93
    • Argoclima chic silver argento 2000w ventilatore garanzia italia
      Argoclima chic silver argento...
      56.16
    • Kwb tools set 65pz. di utensili in valigetta kwb
      Kwb tools set 65pz. di utensili in...
      78.00
    • Advanced hydroponics starter kit - advanced hydroponics of holland
      Advanced hydroponics starter kit -...
      55.00
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
    • Legatrice
      Legatrice...
      34.77
    • Palla grasso piccola pz 6
      Palla grasso piccola pz 6...
      2.97
    • Pompa xl 300 electric pro
      Pompa xl 300 electric pro...
      330.38
    • Pompa libertis 5 l multi
      Pompa libertis 5 l multi...
      110.90
    • Wonderweed 300 canna da diserbo
      Wonderweed 300 canna da diserbo...
      24.34
    • Polaroid pop verde - garanzia polyphoto italia
      Polaroid pop verde - garanzia...
      269.00
    • Kom amsterdam com amsterdam 7118 6 coltelli da bistecca con lama ondulata in blocco portacoltelli legno, summer mix
      Kom amsterdam com amsterdam 7118 6...
      30.51
    • Schneider lampada di emergenza schneider a parete se 6-1nc rilux neon 6w ova37027
      Schneider lampada di emergenza...
      31.53
    • Stocker srl forbice potatura a doppio taglio stocker ergo light 21 - manico ergonomico
      Stocker srl forbice potatura a...
      36.00
    • Alubox jumbo verticale 4ve (spedizione gratuita)
      Alubox jumbo verticale 4ve...
      227.41
    • Outlook design italia outlook design v972610044 doodo orologio da parete impermeabile, verde
      Outlook design italia outlook...
      21.85
    • Detergente per polverizzatori 100 bio
      Detergente per polverizzatori 100...
      12.14
    • Grasso per polverizzatori
      Grasso per polverizzatori...
      11.22
    • Pond wizard
      Pond wizard...
      121.98
    • Pomodoro ibrido alto beefmaster vfn
      Pomodoro ibrido alto beefmaster vfn...
      3.19
    • Pompa zaino super lt20
      Pompa zaino super lt20...
      79.30
    • Pompa a zaino energy plus
      Pompa a zaino energy plus...
      256.20
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Immobiliare.it
  • Onlywood
  • Policarbonato online
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Black & Decker
  • Ceramica Rondine
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 290.00
foto 3 geo Roma
Scade il 31 Gennaio 2018
€ 180.00
foto 3 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 4 500.00
foto 4 geo Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 150.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 800 000.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 900.00
foto 4 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
104424
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok