Controlli impianti condizionamento

NEWS DI Impianti29 Giugno 2012 ore 00:41
Lo scopo principale di un sistema di controllo per un impianto di climatizzazione è il mantenimento nel tempo desiderato delle condizioni termoigrometriche.

Lo scopo principale di un sistema di controllo per un impianto di climatizzazione è il mantenimento nel tempo desiderato delle condizioni termoigrometriche richieste senza alcun intervento manuale, in tal modo si conferisce comfort all'ambiente servito.

regolatore temperaturaLe caratteristiche di un sistema di controllo devono essere: la precisione nel mantenimento delle condizioni desiderate dall'utente ed il contenimento della spesa energetica.

In genere, gli impianti di riscaldamento e di condizionamento dell'aria sono dimensionati con riferimento ad una potenza termica di progetto.

Naturalmente, nei periodi in cui l'impianto deve funzionare con un carico termico inferiore a quello di progetto, il sistema di regolazione deve provvedere a ridurre, con velocità e precisione opportune e quindi in tempo utile, la potenzialità dell'impianto, ciò contribuisce a mantenere un elevato livello di comfort per gli ambienti serviti.

Calcolo Climatizzatore

Grandezze per la regolazione


La regolazione automatica di un impianto di climatizzazione ha il fine di mantenere sotto controllo una o più grandezza fisiche, nella maggior parte dei casi si tratta di umidità e temperatura. Ciò avviene grazie all'azione di più organo.

La valvola con servomotore viene comandato da un regolatore in funzione delle condizioni che si verificano e che vengono percepite dal regolatore grazie ad uno più sensori di campo presenti negli ambienti, quasi sempre sonde di temperatura e di umidità.

Il regolatore è un dispositivo che riceve dei segnali elettronici in ingresso, essi definiscono i dati di input di un algoritmo che li elabora e genera dei segnali di uscita. Uno dei casi reali e più semplici che possiamo immaginare è quello nel quale consideriamo un ambiente che deve essere riscaldato ad una temperatura prefissata.

Le grandezze fondamentali di riferimento sono: il valore istantaneo della temperatura misurato dalla sonda di temperatura in campo, il valore impostato della temperatura, detto anche set point esso è impostato nel regolatore, una perturbazione di natura qualsiasi che può alterare le condizioni microclimatiche come l'apertura di una finestra, di una porta, l' irraggiamento solare e simili, la grandezza regolata che può essere l'apertura o la chiusura di una valvola che regola il fluido termovettore dell'impianto.

Tipi di regolatori

Il regolatore in maniera molto semplice riceve un valore di ingresso di un grandezza e ne produce uno di uscita, cercando di mantenere il loro rapporto in un preciso range di valori. Il valore di uscita determina i vari stai nei quali si trova l'impianto controllato. In generale il comportamento di un regolatore può essere a due posizioni, a tre punti, proporzionale, proporzionale più integrale, proporzionale più integrale più derivativo.

Il comportamento di un regolatore a due punti permette le correzioni necessarie contemplando solo due casi possibili, l'assenza di correzione e la massima correzione possibile. Un regolatore che lavora a tre punti contempla tre possibili stadi che si identificano per la valvola finale in tre possibili posizioni: chiusa, intermedia ed aperta.

alcuni telecomandi hanno un sensore di temperaturaIn un regolatore proporzionale, il segnale di uscita dal regolatore è proporzionale al valore della variabile di ingresso entro un certo range di proporzionalità, la banda proporzionale appunto, essa è definita intorno al valore prescritto a sua volta associato alle condizioni di comfort per l'utente.

I regolatori con azione integrale producono un segnale in uscita proporzionale al tempo per cui perdura lo scostamento fra variabile di ingresso e quella di uscita.

L'effetto dell'azione integrale è proporzionale al suddetto scostamento e si annulla solo quando si sarà annullato lo scostamento. I regolatori ad azione derivativa producono un segnale in uscita proporzionale alla velocità di variazione della grandezza controllata.

riproduzione riservata
Articolo: Controlli impianti condizionamento
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Controlli impianti condizionamento: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Controlli impianti condizionamento che potrebbero interessarti
Libretti Impianti Climatizzazione

Libretti Impianti Climatizzazione

Impianti di climatizzazione - Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, del 10 Febbraio 2014, ha definito i libretti per gli impianti di climatizzazione ed efficienza energetica.
Controlli impianti climatizzazione D.P.R. 74 2013

Controlli impianti climatizzazione D.P.R. 74 2013

Normative - Nuove regole dallo scorso Giugno per l'esercizio, la conduzione ed i controlli degli impianti di climatizzazione estiva, invernale e per l'acqua calda sanitaria.
Fancoil o ventilconvettori

Fancoil o ventilconvettori

Impianti - I fancoil o ventilconvettori, climatizzano in estate e riscaldano d'inverno utilizzando una tecnologia semplice ed affidabile basata sull'acqua come fluido termovettore.

Tecnologie del Freddo

Impianti - Condizionatori, fancoil e pannelli radianti sono le principali tecnologie per la climatizzazione estiva, ognuna ha vantaggi e svantaggi.

Prestazioni Condizionamento Edifici

Impianti - Al fine della spesa energetica degli edifici, l'energia per il condizionamento estivo ed il raffrescamento equivale a quella per il riscaldamento invernale.

Caratteristiche degli impianti a collettori

Impianti - Gli impianti collettori sono una tipologia di impianti diffusa per la climatizzazione estiva e per quella invernale, offrono maggiore flessibilità degli standard.

Free Cooling, climatizzazione naturale

Impianti di climatizzazione - Risparmiare sulla bolletta di casa è uno dei maggior problemi che si affrontano ogni giorno, con l'impianto free cooling di climatizzazione naturale si può.

Sistemi di raffrescamento e riscaldamento

Impianti di climatizzazione - Una caratteristica comune a tutti i nuovi sistemi per la climatizzazione degli edifici è l'integrazione delle diverse fonti di energia, siano esse rinnovabili oppure no.

L'impianto di climatizzazione invisibile con la canalizzazione

Impianti di climatizzazione - Informazioni utili sull'impiato di condizionamento canalizzato. Caratteristiche, vantaggi e svantaggi che comporta, in termini economici e di comfort abitativo.
REGISTRATI COME UTENTE
295.528 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ristrutturazioni. imbiancature, impianto idraulico a Milano
    Ristrutturazioni. imbiancature,...
    1000.00
  • Honeywell controllo wi fi radiatori centralizzato evohome
    Honeywell controllo wi fi...
    564.00
  • Vemer cronotermostato settimanale touch screen a batterie
    Vemer cronotermostato settimanale...
    82.50
  • Acido tartarico kg 1
    Acido tartarico kg 1...
    17.81
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.