Detrazioni per risparmio energetico e i controlli dell'ENEA

NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali09 Febbraio 2019 ore 10:07
I controlli ENEA sull'ecobonus prevedono verifiche e sopralluoghi. Quelli con esito negativo sono segnalati all'Agenzia Entrate che potrà valutarne la revoca.

Chi è soggetto ai controlli ENEA?


Le richieste di Ecobonus,  la detrazione per risparmio energetico, sono soggette a verifiche a campione. Sono interessati, a titolo di esempio, coloro che hanno fatto richiesta di detrazione per risparmio energetico in seguito a lavori di isolamento dell’involucro edilizio, quali la sostituzione dei serramenti, l’isolamento delle pareti e l’isolamento del tetto.

Sono, inoltre, coinvolti coloro che hanno eseguito lavori sugli impianti, quali la sostituzione dell’impianto di riscaldamento con uno dotato di caldaia a condensazione o pompa di calore, l'installazione di pannelli solari termici e altro ancora.

Le verifiche possono limitarsi al controllo della documentazione presentata per la detrazione fiscale, ma anche allargarsi a visite sul posto e ad accertamenti sulle prestazioni dei professionisti coinvolti. Di conseguenza, sono soggetti ai controlli sia i contribuenti che beneficiano della detrazione per risparmio energetico, sia i professionisti che hanno erogato prestazioni collegate a questa detrazione.

A ENEA, l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è affidata l’esecuzione dei controlli a campione, sia documentali che in situ, volti ad accertare il rispetto dei requisiti che determinano l’accesso al beneficio fiscale.

La norma di riferimento è il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 11 maggio 2018 recante:

procedure e modalità per l'esecuzione dei controlli da parte di ENEA sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, ai sensi dell'articolo 14, comma 2-quinquies, del decreto- legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2013, n. 90.


Il Decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 settembre 2018.


Quali interventi sono maggiormente soggetti ai controlli ENEA?


Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 11 maggio 2018 prevede che ogni anno ENEA elabori un programma di controlli a campione sulle istanze pervenute in relazione agli interventi di efficienza energetica conclusi entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

Controlli ENEA

Il campione è definito nel limite massimo dello 0,5% delle istanze.
Trattandosi di una percentuale molto bassa, il Decreto stabilisce dei criteri di priorità per i controlli.

In particolare, saranno maggiormente soggette a verifica le istanze che soddisfano uno o più dei seguenti criteri:

  • istanze relative a interventi che danno diritto a una maggiore aliquota di detrazione;

  • istanze che presentano la spesa più elevata;

  • istanze che presentano criticità in relazione ai requisiti di accesso alla detrazione fiscale e ai massimali dei costi unitari.


Se ne deduce che interventi minimi quali la semplice sostituzione della caldaia, l’installazione di pannelli solari o la sostituzione di infissi hanno meno probabilità di subire controlli.


Procedura dei controlli ENEA sulle detrazioni fiscali per risparmio energetico


Per ogni istanza soggetta a verifica, ENEA deve comunicare l’avvio del procedimento di controllo al beneficiario della detrazione o, per interventi condominiali, all’amministratore di condominio, mediante invio di lettera raccomandata a/r ovvero mediante posta elettronica certificata (PEC).

Entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione da parte di ENEA, il beneficiario della detrazione (o l’amministratore di condominio) dovrà trasmettere, a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo enea@cert.enea.it, la documentazione necessaria a verificare i presupposti e i requisiti inerenti la detrazione.

Avvio procedimento controlli ENEA
I documenti dovranno essere in formato PDF.

La documentazione dovrà essere sottoscritta digitalmente da un tecnico abilitato nel caso in cui sia prevista l’asseverazione circa il rispetto dei requisiti tecnici, o negli altri casi, dall’amministratore per gli interventi su parti comuni, o ancora, dallo stesso soggetto interessato per gli interventi sulle singole unità immobiliari.

Attenzione: per interventi sugli impianti, dovrà essere trasmessa anche copia della dichiarazione di conformità rilasciata dall’installatore e, se pertinente, copia del libretto di impianto.

Rientra in quest’ultimo caso, ad esempio, chi beneficia della detrazione per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento comprensivo di caldaia.


Accertamenti documentali da parte di ENEA


ENEA, ricevuta la documentazione dal beneficiario delle detrazione o dall’amministratore di condominio, procede alla verifica documentale ed, entro 90 giorni, comunica all’interessato l’esito del controllo.

Il controllo potrebbe produrre esito negativo nei seguenti casi:

a- documentazione carente, anche in seguito a richiesta di integrazione;

b- mancato rispetto dei requisiti e degli adempimenti richiesti;

c- indisponibilità a fornire la documentazione richiesta, purché ovviamente inerente l’attività di controllo.


Possibile sopralluogo da parte di ENEA


A integrazione dell’accertamento documentale, ENEA potrebbe compiere un controllo in situ, ovvero chiedere di effettuare un sopralluogo per accertare la corrispondenza tra la documentazione fornita e l’intervento realmente eseguito.

Accertamenti ENEA
Il Decreto prevede che ENEA esegua annualmente controlli in situ su almeno il 3% del campione selezionato da verificare.

L’avvio del procedimento tramite sopralluogo è comunicato con un preavviso minimo di quindici giorni, sempre con raccomandata a/r, o, se disponibile, mediante posta elettronica certificata.

Sulla lettera saranno specificate le seguenti informazioni:

- il luogo in cui si effettuerà il controllo;

- la data del sopralluogo;

- l’ora;

- il nominativo della persona incaricata al controllo.

Le attività di controllo sono effettuate da personale ENEA dotato di adeguata qualifica tecnica ed esperienza, che operi con indipendenza e autonomia di giudizio.
In tale attività gli incaricati rivestono la qualifica di pubblici ufficiali.

Il controllo in situ sarà svolto in presenza del beneficiario della detrazione o dell’amministratore di condominio e, quando pertinente, anche in presenza del tecnico firmatario della relazione di fine lavori.

Durante le operazioni di sopralluogo, i tecnici ENEA potranno chiedere ed acquisire atti, documenti, schemi tecnici ed ogni altra informazione ritenuta utile.

Potranno, inoltre, effettuare rilievi fotografici, purché strettamente connessi alle operazioni di controllo.

Al termine del sopralluogo, i tecnici ENEA dovranno redigere un verbale contenente la descrizione delle operazioni effettuate, la documentazione esaminata, le informazioni acquisite e le eventuali dichiarazioni rese dalle parti (beneficiario della detrazione, amministratore e tecnici incaricati), rilasciando copia.

Il controllo in situ produrrà esito negativo nei seguenti casi:

a- le dichiarazioni contenute nella documentazione trasmessa dal beneficiario della detrazione o dall’amministratore di condominio presentano difformità rilevanti rispetto alle opere realizzate;

b- in presenza di comportamenti ostativi oppure omissivi nei confronti dei tecnici incaricati, compreso il diniego di accesso all’edificio oggetto di ispezione.


Trasmissione dati all’Agenzia delle Entrate e segnalazioni agli ordini dei professionisti


Una volta effettuate le proprie valutazioni, ENEA dovrà trasmettere all’Agenzia delle Entrate una relazione sugli accertamenti effettuati.

Trasmissione dei dati all'Agenzia delle Entrate
La relazione sarà motivata e, nei casi con esito negativo, sarà funzionale alla valutazione finale di eventuale decadenza del beneficio, che in ogni caso spetterà all’Agenzia delle Entrate.

Si procederà, quindi, ad una fase successiva di accertamento, che non coinvolgerà più ENEA, ma solamente l’Agenzia delle Entrate a cui sarà affidato il compito di valutare o meno la decadenza del beneficio e le eventuali sanzioni.

Inoltre, qualora si riscontrino attività illecite o dichiarazioni false da parte dei professionisti coinvolti, ENEA provvederà ad effettuare dovuta segnalazione ai corrispondenti ordini di appartenenza.

riproduzione riservata
Articolo: Controlli ENEA sulle detrazioni per risparmio energetico
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 3 voti.

Controlli ENEA sulle detrazioni per risparmio energetico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Controlli ENEA sulle detrazioni per risparmio energetico che potrebbero interessarti
Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica
Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se si presentano i documenti all'Enea oltre il termine di 90 dalla fine dei lavori? L'Ecobonus non può essere messo in discussione. Vediamo perché.
Ecobonus: possibili agevolazioni per la sostituzione di pavimenti

Ecobonus: possibili agevolazioni per la sostituzione di pavimenti

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecobonus del 65% e detrazioni fiscali del 50% in caso di sostituzione o rifacimento pavimenti: ecco di seguito cosa dice in proposito l'Agenzia delle Entrate.

Enea: pronto il sito per l'invio dei dati su ristrutturazioni con risparmio energetico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Al via il portale dell'Enea per poter trasmettere la comunicazione relativa ai lavori di ristrutturazione aventi finalità di risparmio energetico. Ecco le novità

Ecobonus per impianti domotici: come ottenerlo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Anche le spese per impianti domotici per riscaldamento, produzione di acqua calda o di climatizzazione godono della detrazione per riqualificazione energetica.

Detrazione 50% e 65% per lavori e pagamenti a cavallo di due anni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si eseguono lavori che durano per più anni, le date di pagamento sono fondamentali per l'inserimento delle detrazioni nella dichiarazione dei redditi.

Ecobonus 2018 e cessione del credito: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate, con circolare del 18 maggio fornisce ai contribuenti dei chiarimenti in merito alla cessione del credito per la fruizione dell'Ecobonus

Comunicazione Enea: slitta ad aprile il termine per l'invio dati bonus casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta la scadenza per la trasmissione all'Enea dei documenti relativi a lavori di ristrutturazione che comportino un risparmio energetico o energia rinnovabile

La mancata comunicazione ENEA non può essere causa di perdita della detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano ha chiarito il caso di un contribuente che aveva dimenticato di inviare la comunicazione ENEA.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img floriano g
Salve, sono il proprietario di un condominio e sto cercando un'impresa edile per la ristrutturazione totale con la cessione del credito.Consigli ?...
floriano g 23 Marzo 2019 ore 17:53 6
Img monami
Buongiorno a tutti,vorrei beneficiare dell'Ecobonus 65% per la sostituzione dei serramenti ma i proprietari dell'edificio sono i miei suoceri (che vivono nella stessa abitazione...
monami 06 Gennaio 2015 ore 18:26 1
Img enrica1969
Vi espongo una situazione che è successa ad un mio cliente ed alla quale non sono riuscita ancora ad avere un chiarimento o risposta...sapete aiutarmi voi?Il mio ciente ha...
enrica1969 08 Luglio 2014 ore 18:35 4
Img anonimo
Vorrei sapere se,per ottenere l'ecobonus del 50%  (condizionatori a pompa di calore a integrazione e non sostituzione dell'impianto), è davvero necessaria una SCIA...
anonimo 26 Maggio 2014 ore 14:57 3
Img alessandroc8
Ciao a tutti, sono in procinto di comprare casa, e vorrei valutare la convenienza di comprare una casa da ristrutturare. Ho visto un appartamento in un edificio del 1970 a piano...
alessandroc8 09 Febbraio 2017 ore 11:46 2
REGISTRATI COME UTENTE
304.655 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Serramenti risparmio energetico
    Serramenti risparmio energetico...
    220.00
  • Tetto
    Tetto...
    49.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ventola di aspirazione bagno Vortice
    Ventola di aspirazione bagno...
    27.02
  • Piano cottura a induzione
    Piano cottura a induzione...
    129.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Marazzi
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.