Usare il seghetto alternativo elettrico in maniera corretta

Il seghetto elettrico è uno strumento utile sia al principiante che al professionista, ma soprattutto il primo, dovrà sapere bene come utilizzarlo al meglio.
Pubblicato il / Aggiornato il

Usare il seghetto alternativo: guida completa


Il seghetto alternativo altro non è che una pratica sega elettrica, adatta al taglio di svariati materiali tra cui legno, plastica e anche metalli.

Il taglio avviene tramite un movimento che viene detto push and pull, o in italiano, a lama alternata. La vera comodità del seghetto alternativo è la possibilità di effettuare tagli curvi oppure angolari, cosa che differentemente è possibile fare con ingombranti seghe circolari.
Questo lo rende un elemento indispensabile nella propria cassetta degli attrezzi, per dar vita a svariati tipi di progetti di hobbistica e professionali.

Sapere come funziona esattamente è importante per due motivi.
Il primo, ovviamente, è di sicurezza visto che, se utilizzato in modo improprio, il seghetto elettrico può essere veramente pericoloso.

Il secondo è per essere sicuri di dar fondo a tutte le potenzialità che questo strumento possiede, realizzando tagli senza eguali in maniera molto veloce.


Cosa è possibile tagliare con un seghetto alternativo?


Il seghetto alternativo come accennato in precedenza, può tagliare molti tipi di materiali ovviamente partendo dal legno fino ad arrivare addirittura alla fibra di vetro.

Seghetto elettrico BoschSeghetto alternativo Bosch in un taglio circolare

Quel che risulterà difficile, soprattutto per i neofiti, sarà trovare la lama giusta. Esistono infatti una svariate quantità di terminologie tecniche tra cui destreggiarsi.

Lama in acciaio al Cromo-Vanadio


Questa lama per seghetti elettrici alternativi, chiamata anche CV, è realizzata per il taglio di materiali e superfici tenere. Adatta quindi a chi vuol affrontare il taglio di materiali come il legno e simili (pannelli in compensato) o del materiale sintetico come il plexiglas.

Lama bimetallica 65-67 HRC


La lama bimetallica invece è una via di mezzo, abbastanza dura e decisamente flessibile nell'utilizzo. Con questo accessorio sarà possibile tagliare leghe metalliche molto resistenti.

lama seghetto stanley
Questo è possibile grazie a una striscia saldata in HSS al Cobalto che garantisce una funzionalità al TOP anche al raggiungimento di alte temperature, impedendone la deformazione.

Lama in acciaio super rapido


Questa lama per seghetto alternativo è anche detta HSS.

È realizzata in acciaio temprato sottovuoto ed è consigliata per essere utilizzata su materiali duri come il ferro, l'alluminio e i metalli non ferrosi.

Anche in questo caso è utile sapere che resisterà alle alte temperature dovute all'attrito e non si deformerà durante l'utilizzo.

Lama in metallo duro


Chiamata anche HM è forse la lama più versatile di tutte.
Grazie al suo elevato rendimento potrà essere utilizzata su qualsiasi materiale.
Garantisce al contempo anche un'elevatissima resistenza all'usura.

Consigliata soprattutto per uso professionale, meno per chi si diletta in hobby e bricolage.


Seghetto alternativo: il passo di dentatura


Il passo di dentatura delle lame di un seghetto alternativo è indicato dalla sigla T. Trattasi dell'intervallo tra un dente e l'altro, espresso il più delle volte in millimetri o in denti per millimetro (theeth per inch o TPI).

Lame per seghetto elettrico DeWaltLame per seghetto alternativo DeWalt

Nella pratica questo valore serve a determinare lo spessore del materiale che sarà possibile tagliare. Esistono due regole per la giusta scelta della lama di un seghetto alternativo.


La prima sarà quella di assicurarsi, durante tutto il taglio, che almeno tre denti si trovino all'interno dello spessore di quel che si dovrà segare.

La seconda è che più il materiale è duro e più i denti dovranno essere piccoli.


Durezza dei denti delle lame seghetto alternativo


Infine, anche qui siamo di fronte a una serie di sigle e numeri che potrebbero confondere. La durezza dei denti delle lame difatti è variabile ed in vendita esistono diverse tipologie.

Seghetto BoschSeghetto alternativo Bosch in azione

Le lame HSS, ad esempio, presentano durezza media dei denti.
Questo valore è indicato con 61 HRC, il che permette il loro utilizzo con le varie leghe di metallo.

Per contro le lame CV hanno presentano un valore di 50 HRC, ideali appunto, per il taglio di legni teneri o plexiglass.

seghetto alternativo bosch
Infine, le lame bimetalliche hanno una durezza di 65-67 HRC il che le rende adatte al taglio di qualsivoglia materiale anche se hanno un prezzo superiore rispetto alle altre tipologie.

Tipologie dei denti delle lame del seghetto alternativo


Possiamo anche distinguere due tipologie di denti per le lame del seghetto.

Le cosiddette lame a scalpello, sono quelle in assoluto più adatte ai principianti. Vanno bene per lavori più grossolani per cui la precisione al millimetro non è richiesta.

Seghetto alternativo della StanleySeghetto altrernativo con alimentazione a cavo Stanley

Dall'altra parte troviamo invece le lame con denti a punta, adatte particolarmente per lavori di precisione e pregio, che garantiranno un taglio netto su entrambi i lati del materiale inciso.


Potenza del seghetto alternativo


Altra variabile da tenere in considerazione quando si acquista un seghetto alternativo è la potenza, espressa in Watt (W). Prendendo come riferimento i prodotti della BOSCH BSH Elettrodomestici, si nota come a un aumento della potenza, aumenti anche la profondità del taglio effettuato.

Potenza assorbita nominaleProfondità taglio legnoProfondità taglio alluminio
12.0 W70 mm2 mm
650W90 mm20 mm
780 W150 mm20 mm
800 W160 mm20 mm


Non è proprio una regola fissa ma in linea di massima funziona.
Attenzione quindi a non esagerate con la potenza perché ci si potrebbe ritrovare con uno strumento troppo potente (e spendere troppi soldi) o troppo debole per determinati tipi di tagli.


Banco da lavoro per seghetto alternativo


Il seghetto alternativo risulterà utilissimo per effettuare tagli su qualsiasi materiale ma ovviamente non farà tutto da solo. Servirà come prima cosa un banco da lavoro per poterlo utilizzare.

tavolo da lavoro bosch
Le caratteristiche che dovrà avere un ottimo banco sono:

  • stabilità;

  • pioli girevoli regolabili;

  • scanalature di ritenzione per la ganascia;

  • telaio resistente;

  • piedini antisdrucciolo;

  • stabilità;

  • portabilità.

Un buon banco da lavoro, riassumendo, dovrà avere queste caratteristiche per garantire un solido supporto e non muoversi durante il taglio.

tavolo BoschTavolo da lavoro pieghevole della Bosch

Le scanalature di ritenzione per le ganasce, invece, garantiranno all'utilizzatore versatilità e sicurezza nel bloccaggio. Importantissima infine anche la portabilità, soprattutto per chi farà un uso hobbistico del seghetto alternativo, in modo da poter riporre il tutto in pochissimo spazio a lavoro concluso.


Guide parallele per seghetto alternativo


Queste guide, come è facile capire, serviranno per effettuare dei tagli perfettamente dritti. Altro non sono che strumenti atti a effettuare tagli paralleli o circolari.

Solitamente è meglio acquistare una guida della stessa casa produttrice del vostro seghetto alternativo. Per fare due esempi, la già citata Bosch o le altrettanto valide DeWalt e Stanley BLACK+DECKER.


Tavoli in metallo per seghetto elettrico alternativo


Se si vuol fare proprio il salto di qualità, acquistare un tavolo in metallo per seghetto alternativo permetterà di effettuare qualsiasi tipo di taglio.
Su Amazon è presente un prodotto molto valido della Trenn-biber.

Tavolo metallo Trenn-biberTavolo in metallo per seghetto alternativo Trenn-biber

Sarà possibile fissare il materiale che si desidera tagliare con ganasce anche per tagli angolari estremamente precisi ma soprattutto in sicurezza, grazie alla resistenza del materiale in cui sono realizzati questi prodotti.

Tavolo trenn-biberIl Fermo inclinabile del Tavolo da lavoro Trenn-Biber

Per semplificare ancor di più l'uso, sono presenti dei fermi inclinabili dove assicurare il proprio seghetto per effettuare tagli precisi a qualsiasi angolazione.

Questa è indubbiamente la soluzione migliore su come tagliare dritto con seghetto alternativo. Certo, il prezzo non è proprio basso, circa 350 euro, ma una postazione del genere garantirà sicuramente un lavoro senza eguali, quasi a livelli professionali.


Meglio un seghetto alternativo a batteria o a filo?


Quest'ultima domanda, forse la più comune tra le FAQ, non ha una risposta univoca perché dipenderà essenzialmente dall'uso che bisognerà farne.

Solitamente il seghetto alternativo professionale è quasi sempre con alimentazione a filo perché garantirà più potenza e tempo di utilizzo.

Seghetto alternativo Bosch 620 WSeghetto alternativo Bosch da 620 W

Per contro quelli a batteria saranno meno potenti ma potranno essere utilizzati anche nei più disparati luoghi.

Basti immaginare in un cantiere: un operaio arrampicato da qualche parte su una scala e in posizione scomoda sarà molto più a suo agio senza un filo tra le gambe.

Per lavori statici o per tagliare materiali molto duri, ci sentiamo di consigliare il seghetto elettrico con alimentazione a cavo.

riproduzione riservata
Come usare il seghetto alternativo
Valutazione: 5.77 / 6 basato su 22 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Marco
    Marco
    Sabato 2 Aprile 2022, alle ore 14:45
    Ottimo, io ho trovato dei seghetti alternativi super efficienti su questo sito: /utensiliprecisi.it/miglior-seghetto-alternativo/
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
347.099 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI