Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Tipologie di controsoffitti e consigli per una corretta realizzazione

Un controsoffitto in cartongesso valorizza gli ambienti rendendoli unici e isolati acusticamente o termicamente. Ecco le varie tipologie di controsoffittatura.
- NEWS Facciate e pareti
Barra Progettazione Online

Il controsoffitto in cartongesso


Il controsoffitto è una soluzione costruttiva diffusa da diversi anni e già in epoca remota veniva utilizzato per rivestire, attraverso l'uso di canne intrecciate e poi intonacate, solai in legno.

Con gli anni è stato progettato e poi sempre più diffuso un sistema di controsoffitto modulare, composto da pannelli e montanti, che consentono una grande flessibilità d'impiego sia nel contesto abitativo che commerciale.

Il controsoffitto svolge molteplici funzioni tra cui lavorare sull'estetica del nostro ambiente valorizzandone alcuni aspetti oppure migliorare l'isolamento acustico o termico.

Un confronto tra controsoffitti primordiali e il sistema utilizzato oggi

Il sistema costruttivo modulare utilizzato oggi offre numerosi vantaggi:

  • Facilità di posa ed esecuzione dei lavori;

  • Leggerezza e resistenza della struttura;

  • Possibilità di impiego nel fai da te;

  • Pulizia e ordine in fase di cantiere;

  • Facile rimozione dell'opera;

  • Facile predisposizione nel mascherare gli impianti e alcuni difetti di costruzione.


Tipologie di controsoffittatura


Il cartongesso offre la possibilità di realizzare opere brillanti e funzionali senza porre tanti limiti costruttivi. È fondamentale però affidarsi a un professionista di questa lavorazione.

Possiamo utilizzare questa soluzione tecnologica in diverse situazioni o impieghi: difatti, la varietà di pannelli disponibili, che sia in cartongesso semplice fino ai pannelli in lana di roccia o di vetro, o poliestere espanso, offre funzioni e prestazioni molto diverse tali da essere estremamente competitivi sul mercato.

L'evoluzione tecnologica ha portato attualmente alla realizzazione di pannelli in cartongesso innovativi, resistenti a urti e abrasioni, ignifughi e con superfici finite lisce, ideali per controsoffitti uniformi ed eleganti.

Controsoffitto con pannelli quadrati

I controsoffitti moderni in legno, di particolare pregio per le caratteristiche e varietà del materiale, trovano diffusione nelle tendenze del design moderno, grazie alla facilità di posa, resistenza agli urti e all'umidità tipiche di queste strutture.

C'è una tipologia estremamente versatile, il controsoffitto con pannelli modulari quadrati.

Esso viene spesso utilizzato negli edifici commerciali e industriali per via della vasta flessibilità nel canalizzare al suo interno tutti gli impianti, di tipo elettrico o meccanico così come la ventilazione. Questo tipo di controsoffittatura si apprezza anche per via della facile manutenzione.

Controsoffitto fisso con faretti integrati

Una soluzione più contemporanea è la realizzazione di controsoffitti fissi, non ispezionabili, in cartongesso, con l'inserimento a incasso di faretti led al fine di giocare con la luce direzionale e integrare il soffitto con i corpi illuminanti.


La posa in opera di un controsoffitto


Prima di progettare il controsoffitto bisogna tenere in considerazione l'altezza utile dell'ambiente per rispettare le altezze minime previste dal regolamento edilizio. Più genericamente possiamo dire che nei corridoi l'altezza minima è pari a 2,40 metri mentre negli ambienti è di 2,70 metri.

In base alle esigenze del committente e alla destinazione d'uso dell'ambiente utilizzeremo un pannello differente. Il materiale basilare per le opere di controsoffittatura è il pannello in cartongesso, prodotto in vari spessori. Grazie alla sua flessibilità, leggerezza e possibilità di offrire il supporto a qualsiasi tipologia di tinteggiatura, diviene il materiale più utilizzato per la controsoffittatura nelle nostre abitazioni.



La struttura del controsoffitto può essere fissata al solaio, in sospensione oppure in aderenza mediante l'ausilio di piedini in acciaio. Una soluzione costruttiva più interessante è quella autoportante, che si ancora a dei montanti perimetrali fissati sulle pareti perimetrali dell'ambiente.

La realizzazione del controsoffitto è una lavorazione piacevole e anche divertente, ma dobbiamo ricordarci che a monte bisogna predisporre un progetto esecutivo, preciso, delle quote del controsoffitto e del posizionamento delle luci dell'ambiente.

CONSIGLIATO amazon-seller
Viti autofilettanti
🔩 Materiale: realizzato in resistente acciaio inossidabile 410 per una perfetta protezione dalla corrosione, elevata...
prezzo € 18.99
COMPRA


Il controsoffitto è un elemento decorativo e funzionale eccellente ma allo stesso tempo trovandosi in una posizione distante dal nostro occhio, lascia esaltare le imperfezioni delle lavorazioni. Pertanto, bisogna essere maniacali nel centrare e allineare faretti ed eventuali linee dello stesso controsoffitto.

Una volta disposto il telaio secondo una delle tipologie scelte si può procedere con il fissaggio dei pannelli in cartongesso, mediante viti autofilettanti. I pannelli in cartongesso possono essere lavorati e sagomati in diverse forme regolari e non, così da rendere il controsoffitto funzionale e regolare oppure più creativo con delle forme curvilinee.

Il cartongesso è un materiale multifunzione e polivalente. Come ogni ambito dell'architettura richiede una accurata scelta nel pannello da utilizzare e nelle forme e dimensioni da disporre.


Come fare un controsoffitto in cartongesso


La duttilità del materiale facilita la lavorazione del pannello nel taglio e del modellare forme curvilinee per qualsiasi soffitto.

Per una struttura uniforme, fissa e non ispezionabile bisogna disporre il telaio, che sia sospeso o autoportante o aderente, formando una maglia quadrata sul soffitto.

La maglia quadrata darà la base di supporto al pannello che dovrà accorarsi tramite le viti autofilettanti. Come avviene nella pavimentazione, anche qui si dispongono i diversi pannelli tagliati a misura uno di fianco all'altro, fino alla chiusura totale del telaio.

Montaggio del controsoffitto

Durante l'installazione dei pannelli bisogna predisporre i fori d'incasso dei faretti e far fuoriuscire i cavi con corrugati per il successivo collegamento ai corpi illuminanti.

L'ultimo step della lavorazione è la finitura, ovvero la stuccatura e successiva tinteggiatura.

Stuccatura delle superfici

Particolare attenzione va prestata ai giunti tra i vari pannelli. Questi devono essere rivestiti con una garza plastificata la cui funzione è quella di evitare che i pannelli, muovendosi, possano creare fessure tra i giunti.

Le successive lavorazioni consistono nello stuccare il controsoffitto per rendere le superfici lisce e coprire eventuali errori, carteggiare bene con carta abrasiva fino a rendere liscia la superficie per poi procedere con le lavorazioni successive di tinteggiatura.

riproduzione riservata
Come realizzare correttamente controsoffitti
Valutazione: 4.24 / 6 basato su 55 voti.

Come realizzare correttamente controsoffitti: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Max7117
    Max7117
    Domenica 25 Aprile 2021, alle ore 12:10
    Buon giorno. Ho realizzato una controsoffittatura di tipo estetico, non strutturale, simile ad un'onda al centro del soffitto ben lontana dai muri della stanza. la struttura scende dal soffitto di circa 8 cm ed ho inserito in questa struttura dei faretti per l'illuminazione della stanza, in quanto prima c'era soltanto una plafoniera. Il soffitto originale è di 2,70 mt. Ora dovrei fare richiesta per ottenere l'ecobonus del 110% e la mia paura è che dovrò rimuovere la struttura che ho creato per avere l'ok. Secondo voi posso mantenerla? Grazie in anticipo per la risposta.
    rispondi al commento
  • Domenicom79
    Domenicom79
    Lunedì 11 Novembre 2019, alle ore 17:53
    Buonasera, vorrei costruire una controsoffittatura all'interno di una veranda ricavata chiudendo un balcone, e vorrei realizzarla con un'intelaiatura ad aderenza con travette in legno cosi da diinuire la trasmittenza temica.Mi convienne farlo oppure va benissimo anche farlo con i soliti telai in metallo?
    rispondi al commento
  • Claudioflenda
    Claudioflenda
    Martedì 11 Giugno 2019, alle ore 20:54
    Buongiorno, ho le camere da letto h 270cm spaccati. Quindi non posso realizzare neanche un controsoffitto filotetto? 
    rispondi al commento
    • Ciromanzaro
      Ciromanzaro Claudioflenda
      Martedì 11 Giugno 2019, alle ore 22:10
      Si potrebbe perimetralmente con magari delle luci a Led indirette o dei faretti a incasso !guardi un po’ di lavori in cartongesso sul mio sito internet : www.edilecartongessomilano.itsaluti Manzaro Ciro se ha bisogno chiami pure .1
      rispondi al commento
      • Claudioflenda
        Claudioflenda Ciromanzaro
        Martedì 11 Giugno 2019, alle ore 22:13
        Grazie mille per il suggerimento. Il problema è che ho degli orrendi tetti prefabbricati con giunzioni a vista  
        rispondi al commento
        • Ciromanzaro
          Ciromanzaro Claudioflenda
          Martedì 11 Giugno 2019, alle ore 22:18
          Allora si può avvitare la lastra direttamente a questi pannelli sono i sandwich? edilecartongessomilano.it 
          rispondi al commento
          • Claudioflenda
            Claudioflenda Ciromanzaro
            Martedì 11 Giugno 2019, alle ore 22:23
            So o in cemento armato per intenderci quelli tipici delle case prefabbricato anni 80 
            rispondi al commento
    • Jovis
      Jovis Claudioflenda
      Venerdì 11 Ottobre 2019, alle ore 10:12
      Ciao leggendo l'articolo mi rammento di un amico che  ha realizzato una controparete dal soffitto a scendere per una sessantina di cm sulla parete della testata del letto. All'interno via ha inserito una striscia a led, ovviamente ha chiamato un tecnico, ma ne è valsa la pena.
      rispondi al commento
  • Lucaargelli
    Lucaargelli
    Lunedì 4 Febbraio 2019, alle ore 13:49
    Vorrei installare alcune porte a bilico a "tutta altezza" (H 270 cm x L 90 cm), in fase di realizzazione del controsoffitto in cartongesso non è stata prevista questa installazione.
    Questa tipologia di porte prevede l'ancoraggio a pavimento (nessun problema in quanto sarà sufficiente inserire il perno in un apposito foro che faremo) ed a soffitto.
    Essendo stato ribassato di circa 25 cm rispetto al soffitto originario dovrò ancorare il perno superiore al controsoffitto in cartongesso.
    Immaginando che la tenuta di questo materiale non sia sufficiente vi chiedo se e quali metodi esistono per rinforzare il controsoffitto.
    rispondi al commento
    • Robertaspitali
      Robertaspitali Lucaargelli
      Mercoledì 6 Febbraio 2019, alle ore 07:07
      Di solito per rafforzare il cartongesso si utilizzano fasce di legno spessore minimo 2,5 cm inserite all’ interno della struttura ,avvitate al cartongesso stesso o meglio ancora alla struttura se possibile aggiungere qualche Pendino d’aiuto tassellato al solaio in laterizio o cemento.
      Per altre informazioni può visitare il nostro sito internet www.edilecartongessomilano.it oppure scriva a edilcasamultiservice@gmail.com   
      Manzaro Ciro ~ Cartongesso Milano,Lodi,Crema 
      rispondi al commento
  • Gloria
    Gloria
    Sabato 12 Novembre 2016, alle ore 11:13
    Se sei invece di Rimini o Cesena visita il sito www.peetergaiani.it dove puoi trovare tante idee per l'arredo e soluzioni in cartongesso!
    rispondi al commento
  • Claudia
    Claudia
    Lunedì 5 Settembre 2016, alle ore 11:38
    Questo articolo è molto interessante e mi è stato di grande aiuto riuscendo a darmi una panoramica più chiara di questo mondo.

    Contatterò l'impresa menzionata: Edilecartongesso di Ciro Manzaro e vi farò sapere.
    rispondi al commento
  • Edilecartongesso
    Edilcasa Group Edilcasa Group
    Mercoledì 29 Giugno 2016, alle ore 19:33
    Per un preventivo gratuito a Milano Lodi e crema potete contattarmi al 3285441598 o visitare il mio sito www.edilecartongessomilano.it
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
341.038 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Come realizzare correttamente controsoffitti che potrebbero interessarti

Come realizzare un controsoffitto in cartongesso in bagno

Restauro edile - Per i molti vantaggi progettuali che apporta, realizzare un controsoffitto in cartongesso è tra le opere edili uno degli interventi più richiesti anche in bagno

Controsoffitto sospeso in cartongesso: montaggio fai da te

Fai da te Muratura - Controsoffitto sospeso: come realizzare una resistente struttura metallica a cui fissare i pannelli in cartongesso, per donare estetica e funzionalità spaziale.

Il controsoffitto

Facciate e pareti - Oltre a ridimensionare in altezza gli spazi della casa, il controsoffitto viene usato soprattutto per personalizzare con un po' di fantasia gli ambienti interni.

Idee per controsoffitti in cartongesso: efficienza e design

Materiali edili - Oltre ad avere un'utilità pratica, i moderni controsoffitti in cartongesso sono valevoli dal punto di vista decorativo, permettendo di giocare con luci e forme.

Come abbassare un soffitto molto alto

Soluzioni progettuali - Sfruttare soffitti alti con pannelli in cartongesso a diverse altezze, o una controsoffittatura curva, oppure con un piccolo ripostiglio in quota nel disimpegno

Parete letto in cartongesso con librerie

Zona notte - Parete letto in cartongesso. Struttura luminosa controparete-controsoffitto, che dà profondità. Unica parete curva con due librerie angolari, per sfruttare ogni spazio.

Caratteristiche e tipologie dei controsoffitti

Facciate e pareti - Il controsoffitto può essere una soluzione importante se si vuole creare isolamento acustico o termico in una stanza, ma anche nascondere alla vista luci o cavi.

Controsoffitti utili

Facciate e pareti - Realizzare controsoffitti utili e sicuri, impiegando materiali e profili adatti capaci di assicurare risultati validi esteticamente e valori di confort elevati.

Tecniche e consigli per isolare il soffitto e il pavimento

Isolamento termico - Isolare il soffitto e il pavimento di una casa permette di eliminare le dispersioni termiche e di ottenere un risparmio sui consumi per climatizzare l'ambiente.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimiliano2022
Ciao a tutti, ho una mansarda dove i vecchi proprietari avevano attaccato del polistirolo per isolare un po dato che è un sottotetto.Viste le pessime condizioni ho deciso...
massimiliano2022 15 Novembre 2022 ore 10:56 3
Img francesca romano
Buongiorno a tutti,ho acquistato casa e scoperto di recente che la parete del salotto confina con la camera da letto dei vicini, che hanno anche bambini piccoli.Dato che la parete...
francesca romano 03 Novembre 2022 ore 18:54 2
Img sgaset
Ciao a tutti, avrei bisogno di un consiglio per fare un isolamento Interno. Per la camera da letto sono orientato a fare una controparte di cartongesso con dentro della lana di...
sgaset 27 Ottobre 2022 ore 09:46 7
Img donabcs
Salve devo coprire un finestra realizzata con quei "vetri a mosaico" che andavano si moda parecchi anni fa.All'esterno è stato fatto il cappotto, quimsi non si vedono,...
donabcs 01 Settembre 2022 ore 11:34 1
Img federico matteo
Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio.Devo attaccare a una controparete di cartongesso, dei pensili della cucina.Per dargli sostegno all'interno, abbiamo messo un blocco di...
federico matteo 31 Agosto 2022 ore 13:46 1