Pulire oggetti in metallo

NEWS DI Pulizia casa29 Gennaio 2015 ore 18:47
Con il passare del tempo il metallo tende a perdere la sua naturale lucentezza: ecco qualche suggerimento per riportare i vecchi oggetti metallici a nuova vita.

Lavare i metalli


Con il passare del tempo, il metallo può coprirsi di una patina opaca oppure ossidare, soprattutto se esposto agli agenti atmosferici: alcuni semplici interventi, però, permettono di ridare nuova vita agli oggetti metallici, facendoli tornare come nuovi.

Lavare i metalliUna cura regolare ed effettuata con specifiche attenzioni potrà evitare di danneggiare i metalli e di conservarli in ottimo stato a lungo nel tempo. La prima operazione da effettuare è quella di lavare i metalli in modo accurato.

Ottone, peltro, acciaio inossidabile si lavano in una soluzione detergente. Per l'acciaio e l'alluminio anodizzato si usa uno spazzolino di plastica, per gli altri basta un lavaggio in acqua calda saponata. Con un vecchio spazzolino da denti rimuovete lo sporco dagli interstizi di oggetti d'argento e rame. Dopo il lavaggio sciacquate e asciugate subito per evitare che la superficie si macchi. Per l'asciugatura usate uno strofinaccio e una salvietta di carta.


Pulire i metalli nobili


Umidità, macchie di frutta, sale, smog e altro alterano i metalli e, con il tempo, li corrodono. Se non si provvede per tempo l'oggetto si rovina irrimediabilmente. Occorre intervenire tenendo conto del tipo di metallo e delle specificità di ognuno di essi.

Per rimuovere la patina di ossido dai piccoli oggetti in ottone fateli bollire in una pentola con 25 parti di acqua e 1 parte di aceto. L'argento si fa invece bollire in una soluzione di ammoniaca diluita in acqua. Pulite gli oggetti in rame, bronzo e ottone che presentano strati corrosi con una paglietta molto fine, in modo tale da rendere uniforme la superficie.


Mantenere lucida l'argenteria


Pulire argenteriaPer mantenere sempre lucida l'argenteria di casa , in particolare quella che si usa poco come i servizi di posate, avvolgetela in carta velina e poi in un involucro di plastica, oppure in appositi sacchetti che si possono confezionare in casa o acquistare nei negozi di argenteria.

In questo modo l'argenteria resterà protetta durante tutto il periodo di inutilizzo.


Pulire le monete


Se avete in casa monete antiche la cui bellezza è compromessa dalla sporcizia e dall'ossidatura della superficie, potete rimediare immergendole in un pentolino contenente aceto molto caldo, un po' di bicarbonato e un pizzico di sale.

Successivamente pulite le monete con uno spazzolino e, dopo averle risciacquate con acqua tiepida, asciugatele con un panno morbido, avendo cura di non lasciare tracce di umidità che possano formare successivi aloni. Per mantenere il colore ed evitare l'ossidazione delle monete applicatevi vernice spray alla nitro, la quale creerà uno strato protettivo sulle monete.


Laccare ottone e rame


Per non dover lucidare troppo frequentemente gli oggetti di ottone e rame, specialmente se tenuti in un ambiente umido come la cucina, conviene verniciarli. Trattateli con due o tre mani di vernice trasparente, lasciando asciugare bene ogni mano. Quelli di particolare pregio non devono essere laccati poiché una leggera patina li valorizza.


Cromature lucenti


I principali nemici delle cromature sono la polvere, l'umidità e i depositi calcarei. Con il tempo l'aspetto lucente scompare e la superficie viene ricoperta da macchie verdi e ruvide. In questi casi l'oggetto cromato può essere riportato alla sua originale lucentezza strofinandolo con una paglietta di ferro.

Non abbiate paura di utilizzare la paglietta, anche in modo energico: il ferro non è in grado di graffiare il cromo, in quanto quest'ultimo è uno dei metalli più duri.

Questo sistema è adatto anche per ripristinare la lucentezza dei rubinetti. Per mantenerli poi come nuovi, copriteli con un velo di olio di vaselina. Strofinatene ripetutamente la superficie con uno straccio appena inumidito di olio, senza lasciare aloni.


Vassoi d'argento ossidati


Lucidare vassoi d'argentoSe i vassoi d'argento sono ossidati o presentano della macchie, torneranno puliti e splendenti semplicemente strofinandoli con una fettina di limone.
Una volta effettuato questo passaggio, il vassoio potrà essere nuovamente pulito secondo le normali operazioni periodiche: questo semplice rimedio è sufficiente per tornare a far splendere anche vassoi a lungo dimenticati.


Attenzione al peltro


Non usare mai i vecchi utensili di peltro come contenitori per cibo o bevande: il piombo, che è un componente base del peltro antico, può essere velenoso. Questi contenitori possono essere conservati, dunque, solo come oggetti decorativi e non per l'uso. Il peltro moderno, invece, è una lega di stagno, rame e antimonio e, non contenendo piombo, può essere usato come contenitore per vivande.


Il Primo sito sul Fai da te



riproduzione riservata
Articolo: Come pulire oggetti metallici
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Come pulire oggetti metallici: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Come pulire oggetti metallici che potrebbero interessarti
Come pulire l'argento? Ecco alcuni rimedi semplici e naturali

Come pulire l'argento? Ecco alcuni rimedi semplici e naturali

Come far splendere nuovamente l'argenteria ossidata? Tanti rimedi fai da te ed efficaci per pulire l'argento annerito e farlo tornare brillante come un tempo.
Come lucidare l'argento

Come lucidare l'argento

L'argento tende ad ossidarsi con il tempo, per questo gli oggetti con esso realizzati devono essere periodicamente lucidati per mantenere sempre un bell'aspetto.
Paralumi e arredamento

Paralumi e arredamento

I paralumi sono dei veri e propri complementi d'arredo che, con le loro svariate forme e i diversi colori, possono valorizzare tutti gli ambienti della casa.
Caffettiera: come pulirla e igienizzarla con rimedi naturali

Caffettiera: come pulirla e igienizzarla con rimedi naturali

Periodicamente è opportuno trattare la caffettiera e pulirla in profondità. Aceto bianco, bicarbonato e sale sono ottimi ingredienti naturali utili a igienizzarla.
Danni provocati dai volatili

Danni provocati dai volatili

Sistemi e procedure per prevenire il rischio di contaminazione dell'ambiente dal guano dei volatili.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.293 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimento resina autolivellante
    Pavimento resina autolivellante...
    75.00
  • Scopa metallica ue m multi star
    Scopa metallica ue m multi star...
    23.36
  • Cera autolucidante LIGNUM PAR
    Cera autolucidante lignum par...
    13.80
  • Arieggiatore multi star ug m3
    Arieggiatore multi star ug m3...
    37.58
  • Riscaldamento soffitto
    Riscaldamento soffitto...
    87.00
  • Vaso in ghisa Alessandria
    Vaso in ghisa alessandria...
    278.30
  • Haier climatizzatore condizionatore inverter dual split btu
    Haier climatizzatore...
    859.00
  • Supporto a squadra
    Supporto a squadra...
    3.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.