Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Come individuare i confini di un terreno

NEWS Catasto01 Maggio 2020 ore 09:57
La delimitazione dei lotti e delle proprietà ad uso agricolo è spesso oggetto di controversia: ecco come definire i confini di una proprietà con lo smartphone.

Confini di proprietà: come definirli


Una delle problematiche più diffuse quando si possiede un lotto di terreno costruito o incolto è quello di determinarne in maniera esatta i confini e la particella catastale a cui corrisponde.

Spesso infatti soprattutto quando si parla di lotti di terreno possono nascere innumerevoli controversie proprio legate alla determinazione dei confini catastali. Infatti un terreno, o qualsiasi altra proprietà viene identificata con un numero di foglio di mappa e di particella, catalogata poi presso un archivio che prende il nome di catasto.


Come individuare i confini di un terreno

Come individuare i confini di un terreno

Come individuare i confini di un terreno
Individuazione confini con smarthphone

Individuazione confini con smarthphone

Individuazione confini con smarthphone
Individuazione confini lotto

Individuazione confini lotto

Individuazione confini lotto
Individuazione degli edifici rurali con catamaps

Individuazione degli edifici rurali con catamaps

Individuazione degli edifici rurali con catamaps
Mappa catastale

Mappa catastale

Mappa catastale

Il catasto si divide in catasto terreni e catasto fabbricati: il primo è un archivio di mappe, la mappa catastale in genere è in scala 1:2000, il secondo invece è un'insieme di planimetrie catastali, di solito in scala 1:200 che rappresentano in maniera più dettagliata la particella in oggetto, da entrambi i sistemi è possibile ricavare un estratto di mappa catastale, da cui poter ricavare tutte le informazioni che ci servono.

Sia nella planimetria catastale, che nella piantina, vi sono riportate delle indicazioni ben precise relative all'immobile o al suolo in oggetto: infatti, tra le tante informazioni è possibile trovare il piano, le altezze interne, le proprietà confinanti, la destinazione d'uso del suolo o del locale, l'orientamento rispetto al nord etc, tutti dati importanti per caratterizzare la proprietà.

Questo archivio è in continuo aggiornamento, così da eliminare le vecchie mappe catastali, sostituendole con delle nuove, l'aggiornamento è necessario, poiché innumerevoli sono le modifiche che vengono apportate al territorio, si fa riferimento a frazionamenti o accorpamenti di una o più particelle, sconfinamento su terreni altrui etc. Gli aggiornamenti costituiscono quindi la definizione dei nuovi confini di proprietà di una particella, anche perché talvolta ci si può trovare dinanzi a confini catastali errati, che vanno dunque riallineati.

Le riconfinazioni vengono eseguite da personale tecnico specializzato, ingegneri, architetti, geometri, attraverso l'ausilio di strumenti di misurazione informatici e non, partendo quasi sempre da una base che poi verrà modificata a seconda dei vari casi.


Tracciare i confini di un terreno attraverso l'utilizzo delle mappe catastali online


I confini di un terreno o di una singola particella vengono materializzati sul posto utilizzando dei picchetti o delle paline di legno, questi strumenti adoperati appunto per la misurazione terreni, presentano delle fasce rosse e bianche, così da poter essere visibili anche a grandi distanze, e vengono inseriti nel terreno per individuare dei punti di riferimento rispetto ai quali poi si eseguiranno le opportune misurazioni.

Dopo essersi accertati della posizione esatta dei punti di riferimento, i picchetti di legno dovranno essere sostituiti con dei termini lapidei, ovvero dei grossi sassi che appunto avranno la funzione di determinare in maniera più definita il punto di riferimento sul terreno.

Ovviamente questa operazione deve essere seguita da una persona competente, di solito sono i geometri o i topografi che si occupano di aggiornare le mappe catastali terreni e le planimetrie catastali, eseguendo il cosiddetto accatastamento anche perché dispongono di tutti gli strumenti necessari per eseguire questi rilievi.

Mappe catastali online, individuazione dei confini con CATAMAPS
Rilevare i confini di una particella non è un lavoro che si può fare in modalità fai da te. Per misurare la superficie di un terreno si utilizzano strumenti particolari anche molto costosi ma soprattutto metodi diversi. Gli strumenti più usati per il rilievo sono la stazione totale oppure il GPS.
Sono pochi i professionisti che dispongono di queste strumentazioni, perché essendo molto costose, se si eseguono rilievi solo occasionalmente è preferibile noleggiarle.

Ovviamente, sono entrambi strumenti molto precisi, che oltre alla semplice distanza numerica sono in grado di determinare anche l'angolazione rispetto alle tre dimensioni, in questo modo la misura sarà esatta.

Nel caso della stazione totale, per collocare in maniera esatta la particella di terreno si dovrà prendere un punto di riferimento certo rispetto al quale il tecnico poi svilupperà il rilievo, il punto di riferimento potrà essere lo spigolo di un fabbricato esistente o il muro di confine di una particella adiacente, di cui però sono definiti in maniera precisa i confini. Nel caso del GPS, invece si utilizzano le coordinate satellitari, quindi sicuramente la collocazione sul suolo sarà più precisa.

Quando si deve definire un confine nuovo allora attraverso questa strumentazione il tecnico è in grado in breve tempo di fare il rilievo e quindi successivamente di dare una restituzione grafica in metri quadri, individuando anche i punti esatti del perimetro del terreno o dell'unità immobiliare.

Nel caso in cui invece esiste già una base catastale, allora i dati di tale documento, dovranno essere verificati contestualmente, controllando la forma del terreno, le misure catastali del suo perimetro indicate sulla carta, vedendo se sono compatibili con lo stato dei luoghi, facendo quindi una vera e propria sovrapposizione.

Mappa catastale online con CATAMAPS
Per questo tipo di operazione di sovrapposizione, molto utile è il portale Catamaps è un ottimo strumento anche per i professionisti, Avvocati, Commercialisti, Geometri, Ingegneri, Architetti, Geologi, Archeologi, Periti, Agronomi e Agrotecnici, i quali possono adoperarlo per la propria professione, come supporto nella progettazione, nella consulenza ai clienti, nelle perizie di stima, come ausilio nelle consulenze in ambito giudiziario e nei contenziosi in genere. Infatti questo portale consente di individuare le particelle catastali su Google Maps, inquadrandole nel territorio.

Questa individuazione esatta dei confini su carta catastale, attraverso una mappa catastale satellitare può costituire un ottimo aiuto per coloro a cui occorre individuare dei boschi per la legna da ardere, per gli imprenditori nel campo agricolo, zootecnico, vinicolo e simili, che hanno necessità di avere una visuale completa su mappa e su foto aerea dei terreni e dei fabbricati utilizzati dall'azienda. Questo portale offre inoltre la possibilità di richiedere anche il documento relativo alle visure catastali PDF aggiornate ed ufficiali con riportati i proprietari e le informazioni relativo al terreno o immobile urbano indicato, dati che ai fini di un rilievo sono fondamentali.

Mappa catastale e visura con Catamaps
Viene anche usato come strumento di supporto per l'operazione di misurazione terreni agricoli, anche in caso di eredità di proprietà ignote non identificate geograficamente, così come per studenti, ricercatori, accademici durante lo svolgimento della propria attività didattica. Inoltre è uno strumento utilizzabile comodamente anche da smartphone.


Un altro strumento che può essere utilizzato è il laser, ma questo viene consigliato per le distanze, su lunghezze medio grandi, è uno strumento molto preciso, ma non è molto semplice da utilizzare, poiché non calcola gli angoli ma solo la lunghezza e questo non è sufficiente per calcolare l'area, anche perché nella maggior parte dei casi le linee di confine di un terreno non sono mai ortogonali tra loro. Inoltre se il luogo dove si effettua il rilievo è molto soleggiato sarà difficile individuare il puntatore del laser che non è altro che una lucina rossa, che però è in grado di rilevare la misura solo se la superficie è piana e opaca.

Come individuare i confini di un terreno
Infatti si preferisce utilizzare questo strumento quando si devono fare dei rilievi in ambienti interni come capannoni o anche abitazioni dove appunto la misura si esegue da parete a parete e l'ambiente un po' più buio permette di visualizzare la lucina rossa del puntatore.

Uno strumento un po' più vecchio ma comunque valido, soprattutto se non si dispone di queste strumentazioni così costose è la rotella metrica da 100 m che attraverso l'utilizzo delle paline di legno ci permette di determinare sommariamente le lunghezze dei confini, ottenute calcolando le distanze tra vari punti di riferimento.

Infatti le varie paline rappresentano i punti di riferimento e tra queste viene fissato del nastro elastico oppure la lenza per muratori, così da determinare in maniera visibile la linea di confine.

Per calcolare in modo semplice le dimensioni di una particella si può utilizzare la formula di Erone, ma questo criterio si può usare solo se la stessa è di forma quadrangolare. Si procede scomponendo il terreno in due triangoli, di questi poi bisognerà misurare tutti i lati e la diagonale utilizzando una rotella metrica.


Come regolarizzare i fabbricati rurali


Individuare la recizione di confine dell'appezzamento di terreno, per regolarizzare la proprietà e la destinazione d'uso spesso non basta: in molti casi in queste aree sono presenti dei fabbricati rurali che talvolta risultano non accatastati.

Il termine per l'accatastamento dei fabbricati rurali senza incorrere in sanzioni è scaduto nel 2012, ma ad oggi ci sono ancora molti proprietari di immobili classificati come rurali che, non essendo coltivatori diretti, non hanno i diritti di ruralità e pertanto hanno l'obbigo di effettuarne l'accatastamento.

In merito a questa circostanza l'Agenzia delle Entrate ha inviato comunicazioni a tutti quelli che risultano titolari di fabbricati rurali affinché possano spontaneamente regolarizzare la loro situazione approfittando della applicazioni di sanzioni ridotte.

Rilievo confini di un lotto con Catamaps
Se i fabbricati sono crollati, demoliti o inesistenti, va comunque inviata la segnalazione alla Agenzia. Il portale Catamaps offre questo servizio a tutti coloro che a seguito della comunicazione dell'Agenzia delle Entrate abbiano intenzione di avviare la procedura di segnalazione all'Ufficio Provinciale del Catasto, comunicando la situazione reale ed eventualmente accatastare i loro fabbricati.

Le categorie di fabbricati che vanno accatastate, ovvero che devono passare dal catasto terreni a quello dei fabbricati sono le seguenti:

  • Fabbricato promiscuo;

  • Fabbricato rurale diviso in subalterni;

  • Porzione da accertare di fabbricato rurale;

  • Porzione di fabbricato rurale;

  • Porzione rurale di fabbricato promiscuo.



Individuazione confini catastali: la Redazione consiglia

Mappa catasto online: per individuare rapidamente i confini di una particella di terreno


CatamapsSe si ha la necessità di avere delle informazioni in più su un'area di terreno, un edificio o una particella catastale in genere, si può consultare il portale Catamaps un sistema davvero semplice che permette, dopo aver fatto la ricerca attraverso il proprio smartphone, tablet o pc di casa, in sole 24 ore, di riceverete tutti i documenti e le informazioni necessarie per individuare i confini della vostra proprietà.

riproduzione riservata
Articolo: Come determinare i confini di un terreno
Valutazione: 5.80 / 6 basato su 5 voti.
Catamaps individua le particelle ed i fabbricati catastali con la sovrapposizione alle foto satellitari del territorio direttamente sul tuo smartphone.

Come determinare i confini di un terreno: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Geom. Nino Lo Bello
    Geom. Nino Lo Bello
    Sabato 9 Maggio 2020, alle ore 15:44
    A quello che ho detto finora aggiungo:
    i punti fiduciali di fiduciale giuridicamente non hanno niente, perchè riguardano regole interne del catasto per gli aggiornamenti delle mappe.
    Essi sono stati istituiti con decreto ministeriale del 2 gennaio 1998 allo scopo di trasformare le vecchie mappe cartacee in mappe elettroniche on line, ma non possono essere utilizzati per la ricerca di un confine perchè le controversie coinvolgono i due confinanti e non anche il catasto.
    Inoltre la CTU non costituisce prova, ma un indizio di cui il giudice si può avvalere che, unito ad altre prove di univoca direzione gli consentano di decidere.
    rispondi al commento
  • Geom. Nino Lo Bello
    Geom. Nino Lo Bello
    Giovedì 30 Aprile 2020, alle ore 12:23
    Egregio sig. Kiks, se Lei vuole vedere quali siano i confini del suo terreno nessuno glielo vieta, però quando vi si vogliono apporre termini, lo si deve fare col consenso del vicino che potrebbe vantare altri diritti.
    In via amichevole si può fare tutto e, per esperienza di CTU, ai tempi dei miei vedi anni, ho pensato sempre di determinarli amichevolmente, quindi non si spendono soldi per cause perchè si ci rimette sempre, anche se si vince.
    Per quanto riguarda la mappa catastale, era impossibile farla probatoria perchè i rapporti fiscali si svolgono tra il catasto e ogni singolo possessore, indipendentemente dal vicino: non si va assieme a pagare le imposte quando un confine è sparito.
    Il problema da risolvere non topocartografico catastale, ma solo geometrico che coinvolge le parti.Si può continuare perchè penso che ne possano beneficiare tanti, specialmente i fanatici del catasto. .
    rispondi al commento
    • Kiks
      Kiks Geom. Nino Lo Bello
      Lunedì 4 Maggio 2020, alle ore 10:04
      In effetti non credo nemmeno che chi vuole individuare i propri confini con un servizio come quello indicato da Lavorincasa voglia andare ad apporre termini.
      Credo sarebbe già molto soddisfatto se riuscisse a trovarli!
      Per quanto riguarda il discorso sul probatorio credo che il suo discorso sia corretto.
      Una domanda: ma se i geometri quando effettuano un sopralluogo si affidano ai punti fiduciari, come può stare in piedi tutto ciò?
      Ovvero come può non essere probatorio il dato geometrico catastale se si utilizzano i punti catastali stessi?
      rispondi al commento
  • Geom. Nino Lo Bello
    Geom. Nino Lo Bello
    Giovedì 30 Aprile 2020, alle ore 09:13
    Lei ha ragione a dire che ha il diritto al confine, però è suo onere e di quello del vicino tenerlo in efficienza tramite apposizione di termini di cui all' art. 951 C.C., quindi se si trascura, si verificano evoluzioni che generano diritti o dell' una o dell' altra parte.
    In caso di controversia giudiziaria si devono fare valere tali diritti così come dispone l' art. 950 C.C:..
    Il fatto che la mappa non sia probaroria non è stato un capriccio dello Stato, non lo ha fatto probatorio perchè mirato a fare pagare le imposte per effetto dei benefichi che trae delle colture a chi lo detiene che possono essere il proprietario, il possessore, l' enfiteuta, l' affittuario etc, diversamente le imposte le avrebbe dovuto pagare il proprietario e non era giusto.
    Le particelle servono per distinguere le colture a sulla cui rendita applicare le imposte in autotassazione, il discorso si può continuare perchè è interessante.
    rispondi al commento
    • Kiks
      Kiks Geom. Nino Lo Bello
      Giovedì 30 Aprile 2020, alle ore 11:11
      Dal mio punto di vista l'errore è pensare sempre a contestazioni quando si parla di individuare i confini, sappiamo benissimo che capitano, ma qui siamo nella fase precedente.
      Voglio andare a vedere come sono messe le mie particelle e individuare i confini, oppure rintracciare un fabbricato rurale di cui ho perso le tracce.
      Per quanto riguarda il discorso probatorio, sempre da mio punto di vista, non c'entra, il catasto non fornisce la prova sulla proprietà, ma come lei dice serve a far pagare le tasse quindi è incentrato proprio sulle dimensioni e sulla qualità della particella.
      E su questi elementi è probatorio eccome.
      rispondi al commento
  • Geom. Nino Lo Bello
    Geom. Nino Lo Bello
    Mercoledì 29 Aprile 2020, alle ore 18:33
    Lei ha ragione nel dire che si ha diritto di sapere quali sono i confini, e ciò è garantito dalla Costituzione.
    Il problema può essere risolto amichevolmente o giudizialmente, in tal caso prima di tutto si deve produrre il titolo di proprietà desumibile dagli atti e dalla loro trascrizione nei registri, poi si deve dimostrare l'esercizio del possesso continuato nel tempo, decennale, se è fondato su un titolo e ventennale in caso contrario.
    Il catasto non dà la prova giuridica della proprietà e nemmeno dei confini delineati nelle mappe, perchè, per istituzione, ha la sola funzione di archivio del patrimonio immobiliare, fondato sui possessi e ai fini fiscali.
    Una testimonianza prevale sulla mappa catastale, per giurisprudenza costante.
    Il problema si configura con la frase "vindicatio duplex partes" in termini forensi, dove ognuna i delle parti deve dimostrare i suoi assunti e, nel caso di parità, ci vogliono altri elementi di spareggio per convincere il giudice.
    rispondi al commento
  • Geom. nino lo bello
    Geom. nino lo bello
    Martedì 28 Aprile 2020, alle ore 22:01
    Non è legale ricostruire un confine in base a mappa catastale e nemmeno è possibile farlo, per le seguenti ragioni.
    Ai tempi dei rilievi le operazioni furono fatte unilateralmente e disegni delle mappe furono effettuati a mano.
    Le estensioni delle particelle furono desunte dai disegni con strumenti grafo-meccanici, uno di questi era il planimetro polare che non permetteva grandi precisioni come gli strumenti di oggi e quindi, utilizzandoli, si trova solo la differenza tra il disegno di mappa e il disegno reso dal software dello strumento, e quindi la determinazione del confine fa a farsi benedire dal primo prelato che si trova magari accompagnato dai chierichetti dei punti fiduciali che non hanno valenza probatoria.
    Un barlume di prova si trova negli atti di trasferimento dalle le volontà negoziali delle parti ma non ha valenza contro terzi
    rispondi al commento
    • Kiks
      Kiks Geom. nino lo bello
      Mercoledì 29 Aprile 2020, alle ore 14:56
      Individuare confini esistenti con questo servizio significa avere uno strumento a basso costo e che non implichi l'intervento di un tecnico per andare a cercare termini, spigoli di fabbricati, corsi d'acqua, sentieri, muretti o quant'altro presente in mappa e materializzato sul posto.
      Il "non è legale" è alquanto fuori luogo: se io possiedo un bosco avrò il sacrosanto diritto di andare a vedere dove sono i miei confini!
      Qui non si parla di riconfinazioni e comunque tecnicismi a parte, citando l'Art.950 del Codice Civile in caso di contenzioso è ammesso qualsiasi mezzo di prova, e in ultima analisi le mappe catastali.
      rispondi al commento
  • Damiano bertellotti
    Damiano bertellotti
    Sabato 18 Aprile 2020, alle ore 16:24
    Vorrei sapere quanto è attendibile questo servizio per trovare le confini mappali per il taglio legna?
    rispondi al commento
    • Kiks73
      Kiks73 Damiano bertellotti
      Lunedì 20 Aprile 2020, alle ore 11:14
      Per il taglio legna va più che bene perchè la tolleranza è dell'ordine del metro, quindi più che sufficiente per individuare i confini del taglio.
      rispondi al commento
  • Antonio43
    Antonio43
    Mercoledì 19 Febbraio 2020, alle ore 09:11
    Dovrei riconfinare (verifica dei confini fra due particelle dello stesso proprietario e verifica degli altri lati).
    Trattasi di due particelle accatastate delle quali ho l'estratto di mappa che potrei inviare anche in PDF.
    Chiedo se tramite il servizio CATAMAPS è possibile con lo smartphone determinare sul posto i confini delle due particelle o necessita sempre un topografo.
    Nell'articolo letto è scritto che tramite CATAMAPS si ricevono tutti i documenti e le informazioni necessarie per individuare i confini della proprietà.
    Può darmi delucidazioni in merito?
    rispondi al commento
    • Kiks73
      Kiks73 Antonio43
      Giovedì 20 Febbraio 2020, alle ore 12:42
      Catamaps è la soluzione più semplice ed efficace per trovare confini esistenti: ad esempio per individuare i termini catastali, vecchi fabbricati rurali, un bosco di cui si sono perse le tracce ecc.
      Se si vuole fare una vera e propria riconfinazione occorre invece rivolgersi ad un tecnico specializzato.
      La sovrapposizione di Catamaps può comunque servire per avere a basso costo una visione d'insieme della situazione.
      rispondi al commento
  • Boomloop
    Boomloop
    Mercoledì 24 Gennaio 2018, alle ore 08:35
    Mi sto registrando ora, poi provo l'applicazione, poi inserisco un commento.
    Comunque mi sembrerebbe un servizio vantaggioso.
    rispondi al commento
  • Didi1
    Didi1
    Venerdì 29 Dicembre 2017, alle ore 15:00
    Buongiorno.Ho richiesto una mappa satellitare al servizio Catamap che sicuramente Lei conosce.Analizzando i dati ricevuti si evince che i due termini posti dal vicino sono aimè corretti, al netto della precisione offerta dal servizio.Premesso che sarei propenso, per evitare discussioni, a riposizionare il termine che ho rimosso vorrei una sua opinione in merito alla seguente: nella striscia di terreno che non mi apparterrebbe più ho 4 alberi da frutto cui, per motivi pratici e affetivi, ci tengo. Posso proporre al vicino una scrittura privata in cui io accetto le misure ma lui mi concede l'usufrutto gratuito per X anni della striscia di terreno?Faccio bene o è una stupidaggine?Se fosse una stupidaggine cosa mi consiglia?Grazie in anticipo.Cordialità.
    rispondi al commento
    • Ing.montesano
      Ing.montesano Didi1
      Venerdì 29 Dicembre 2017, alle ore 15:14
      Dal punto di vista legale non conosco quali potrebbero essere le clausole ed i vincoli di una scrittura privata del genere, le consiglio di porre questa domanda all'interno del nostro forum legale di cui le allego il link, in cui i nostri avvocati sapranno darle sicuramente informazioni più dettagliate quì
      rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Come determinare i confini di un terreno che potrebbero interessarti

Tolleranza di cantiere

Soluzioni progettuali - Nelle fasi di cantiere e di esecuzione delle opere, non è possibile rispettare con precisione le dimensioni previste in progetto.

Azione di regolamento dei confini e apposizione di termini: quali sono le differenze

Affittare casa - Come e quando possono essere esercitate le azioni di regolamento dei confini e di apposizione dei termini. Presupposti, come funzionano e quali le differenze.

La costruzione di una piscina e il rispetto delle distanze legali

Leggi e Normative Tecniche - Le piscine devono rispettare le distanze minime tra edifici e dai confini del lotto? La risposta è complessa e dipende dalle caratteristiche di ciascuna piscina


Misurare pareti e oggetti di casa con un'App

TV ed elettronica - Misurare oggetti e pareti con il cellulare? Con MesureKit, la prima app che integra quasi alla perfezione la realtà aumentata con gli strumenti di misurazione.

Condizioni basilari delle aree asservite in edilizia

Normative - Gli aspetti peculiari sulle condizioni di asservimento di un lotto edilizio, espressi dalla giurisprudenza, sono soggetti a continue variazioni e interpretazioni.

Distanze da rispettare

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.

Termometro laser

Fai da te - Il termometro laser può essere utile per rilevare un eccessivo riscaldamento di parti di impianti di climatizzazione, di impianti elettrici, cavi, quadri etc.

Indicazioni Misurazioni Terra

Normative - Con poche centinaia di euro possiamo avere uno strumento di misurazione dell'impianto di terra e e verificare lo stato dello stesso impianto seguendo le istruzioni.

Recinzioni con siepi sempreverdi

Sistemazione esterna - Muri e divisori di vario genere rendono lo spazio recintato freddo e angusto, a ciò si ricorre all'impiego di siepi sempreverdi schermando in modo più naturale.