Contenere le radici delle piante con l'impiego di cupole e teli antiradice

NEWS DI Sistemazione esterna13 Agosto 2016 ore 10:02
Le radici in giardino sono sempre state un problema per le pavimentazioni e i viali vicini? Ecco in che modo contenere le radici, con cupole e teli antiradice.

Il problema delle radici degli alberi e delle piantumazione intensive in giardino


In molti contesti laddove sono presenti alberi ad alto fusto e piantumazioni intensive, siano essi pubblici o privati, si verificano spesso dissesti della pavimentazione e dei muretti di contenimento di aiuole. Questo fenomeno è legato alla presenza delle radici, che insofferenti alla condizione in cui si trovano, tentano di farsi strada nel terreno circostante, spaccando tutto quello che trovano lungo il loro percorso creando in questo modo numerosi danni a giardini e a viali alberati.

Talvolta, quando si verificano questi fenomeni, per arginare il problema si ricorre al sistema più dispendioso e ovviamente poco efficiente, ovvero il taglio completo di interi filari di piante e delle radici stesse. Questo intervento, oltre portare alla distruzione di intere aree verdi, rappresenta anche un notevole danno ambientale, soprattutto se si interviene su alberi secolari che in alcuni contesti rappresentano una bellezza paesaggistica unica.

Danni provocati dalle radici degli alberi di Pontanarolo Engineering
Quando si progetta un giardino di grandi o piccole dimensioni che prevede degli alberi , bisogna fare molta attenzione alla piantumazione e alla tipologia di albero da scegliere, predisponendo degli appositi sistemi contenitivi per le radici, i quali, oltre a garantire la vita degli alberi e degli arbusti, evitano la formazione di dissesti nella pavimentazione.


La soluzione delle isole vegetative


L’azienda Pontanarolo Engineering, ha ideato e brevettato un sistema per limitare i danni provocati dalle radici delle piante e in particolare gli alberi ad alto fusto. Si tratta del sistema Cupolex Radici, che con la sua struttura appositamente studiata, permette di creare delle specifiche sedi, definite tecnicamente isole vegetative, in cui le radici possono espandersi e vivere.

Per loro natura, infatti, gli alberi hanno bisogno di spazio vitale, sia in superficie cercando aria e luce, sia in profondità cercando acqua ed elementi nutrienti.

Proprio per questo motivo non in tutti i terreni è possibile piantare alberi o piantumazioni intensive, che richiedono un sottofondo adatto alla radicazione.
Il sistema Cupolex Radici garantisce lo spazio minimo per la sopravvivenza delle radici e quindi degli alberi stessi.

Il sistema è composto da diversi elementi a forma di cupola che uniti tra loro creano una vera e propria cavità al di sotto dell’albero, sorretta da numerosi pilastri, atta a contenere il terreno vegetale dove le radici delle piante radicano.

I pilastri fungono da sostegno della copertura superiore realizzata con Cupolex in plastica; successivamente, per garantire maggiore stabilità alla superficie, sia nei pilastri sia su Cupolex viene fatto un getto di calcestruzzo , in modo da creare una soletta armata per sostenere una pavimentazione di finitura e i carichi agenti al di sopra dell’isola vegetativa.

Esempi di cupole antiradice di Pontanarolo Engineering
La presenza di queste cupole evita il costipamento del terreno eseguito di solito prima di creare qualsiasi tipo di pavimentazione. Consente, invece, la creazione di un’intercapedine al di sotto delle Cupolex che favorisce gli scambi gassosi, la stabilità dell’albero ed evita il sollevamento del suolo in quanto le radici non necessitano di affiorare.

I vantaggi che si traggono da questo sistema sono molteplici: Cupolex Radici permette di mantenere il giusto compattamento del suolo così che l’apparato radicale possa espandersi più rapidamente e in modo uniforme.
Così si ottiene un maggiore volume per l’espansione delle radici con conseguente aumento della stabilità dell’ albero , una maggiore superficie per gli scambi gassosi tra suolo e aria con conseguente aumento dell’ossigenazione delle radici e infine, l’aspetto più importante, non vi è alcun sollevamento del suolo in quanto le radici, trovando la giusta ossigenazione e il giusto compattamento, non necessitano di affiorare.


Cupole antiradice di Pontanarolo Engineering

Cupole antiradice di Pontanarolo Engineering

Cupole antiradice di Pontanarolo Engineering
Fasi di posa cupole antiradice di Pontanarolo Engineering

Fasi di posa cupole antiradice di Pontanarolo Engineering

Fasi di posa cupole antiradice di Pontanarolo Engineering
Telo antiradice aiuola di Tutor International Srl

Telo antiradice aiuola di Tutor International Srl

Telo antiradice aiuola di Tutor International Srl
Telo antiradice pendio di Tutor International Srl

Telo antiradice pendio di Tutor International Srl

Telo antiradice pendio di Tutor International Srl
Telo antiradice di Tutor International Srl

Telo antiradice di Tutor International Srl

Telo antiradice di Tutor International Srl


Il sistema Cupolex, se abbinato all’utilizzo di calcestruzzi e asfalti drenanti garantisce il percolamento dell’acqua piovana al di sotto della pavimentazione, evitando anche il problema delle radici esposte e onerose manutenzioni.

Le cupole antiradice sono economiche e semplici da realizzare, il materiale utilizzato proviene da plastica rigenerata che la rende non sono ecosostenibile ma anche 100% riciclabile.


Come si realizza un'isola vegetativa con le cupole antiradice


Per realizzare un'isola vegetativa ci sono dei passaggi fondamentali da eseguire.
Dapprima occorre realizzare uno scavo dell’area interessata fino a quota prevista, la dimensione in profondità e in larghezza dello scavo dipenderanno essenzialmente dal tipo di piantumazione scelta.

Successivamente, si dovrà creare un piano di posa per l’installazione degli elementi Cupolex Radici ai quali dovranno essere aggiunti degli elementi di compensazione Beton Stop necessari per gestire il contorno più prossimo al fusto dell’albero.

Fasi di posa in opera di cupole antiradice di Pontanarolo Engineering
Per garantire una superficie di posa della pavimentazione piuttosto stabile sarà necessario creare una soletta di calcestruzzo armata con rete elettrosaldata e gettata in opera.
Dopo aver creato questo involucro vuoto sotto, lo si dovrà riempire con terreno vegetale attraverso l’utilizzo di una pompa. La fase finale è quella di piantumazione dell'arbusto con successiva posa in opera di relative pavimentazioni e muretti perimetrali.


La soluzione alternativa: i teli antiradice


Se non si vuole intervenire con le cupole antiradice, creando delle isole vegetative, si può optare per dei teli antiradice studiati appositamente per contenere le radicidelle piante, sia che ci si ritrovi in contesti urbani che in contesti privati, come giardini e tetti verdi.

Uno dei prodotti più sicuri in questo settore è il TELOVIP DUPONTTM RACIBLOC, prodotto dall'azienda Tutor International Srl. Si tratta si una stuoia capace di contenere anche le radici delle piante più invasive come ad esempio il bamboo.

Teli antiradice di Tutor International Srl
Questa stuoia è costituita da un tessuto-non-tessuto DuPont™ Xavan®, molto resistente, costituito al 100% di polipropilene, con un rivestimento impermeabile di colore verde che presenta sulla superficie esterna un rivestimento liscio, impenetrabile, adatto come barriera per prevenire la crescita di radici invasive.

Può essere installato sia orizzontalmente che verticalmente ed è disponibile in due altezze da 0,7 m e 1 m; inoltre, in dotazione insieme alla fornitura viene dato anche l'apposito nastro biadesivo necessario per le giunzioni.

Questo telo antiradice è adatto per tutti i tipi di giardini, anche quelli destinati a verde pensile, infatti, impedisce la proliferazione delle radici al di sotto del manto d’impemerabilizzazione, protegge tubazioni di scarico o fognature poste sotto o nelle vicinanze delle alberature etc.

Teli antiradice di Tutor International Srl
La struttura del telo è molto resistente, al punto tale da non poter in alcun modo essere forato dalle radici, anche quelle più resistenti, è facile e veloce da installare, non marcisce nel terreno ed è completamente riciclabile

I teli sono adatti per proteggere tubazioni e sistemi di cavi interrati (tubature, marciapiedi, aree pavimentate, strade, reti fognarie e cablaggi), protezione di patii, aree pavimentate, fondamenta, tricee, parchi e giardini.

riproduzione riservata
Articolo: Come contenere le radici con cupole e teli antiradice
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Come contenere le radici con cupole e teli antiradice: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Come contenere le radici con cupole e teli antiradice che potrebbero interessarti
Membrana antiradice

Membrana antiradice

Sistemazione esterna - La membrana antiradice, all'interno della stratigrafia di un giardino pensile, è fondamentale per garantire la durabilità del solaio di copertura sottostante.
Perché realizzare un giardino pensile

Perché realizzare un giardino pensile

Spazio esterno - Il giardino pensile rappresenta la soluzione ideale per sfruttare al meglio la copertura di un edificio con vantaggi dal punto di vista ambientale ed economico.
Trasformare il tetto in tetto-verde

Trasformare il tetto in tetto-verde

Ristrutturazione - Verifiche preventive, passaggi tecnici e burocratici per migliorare la coibentazione e l'estetica del tetto di un'abitazione.

Materiali per laghetto artificiale

Fai da te - L'acqua, simbolo della vita è un elemento che arricchisce significativamente un giardino, un laghetto può arricchirsi a sua volta di elementi vivi, da animali a piante.

Vantaggi verde pensile

Orto e terrazzo - Tetti verdi e giardini in copertura, per migliorare il clima, il microclima dell'edificio, oltre che agire sull'isolamento, con conseguente risparmio energetico

Migliorare l'efficienza del tetto

Tetti e coperture - Il miglioramento del comfort abitativo e degli spazi esterni a partire dalla riqualificazione tecnologica delle coperture e dal buon funzionamento del tetto.

La zanzariera

Infissi - La soluzione più naturale per difendersi dagli insetti: la zanzariera, appare quindi la soluzione più efficace e naturale. Diversi tipi di zanzariere, da scegliere anche in base al tipo di infisso.

Caratteristiche e usi del telo termoteso

Facciate e pareti - Il telo termoteso rappresenta un'ottima soluzione per rivestire pareti e soffitti, per isolare ed arredare gli spazi, senza dover ricorrere ad opere murarie.

Tetto verde, cos'è e che vantaggi comporta

Progettazione - Il tetto verde, una soluzione innovativa per il benessere dell'uomo e dell'ambiente. Riduce le dispersioni termiche e contribuisce alla riduzione di CO2 nell'aria.
REGISTRATI COME UTENTE
294.495 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Telo scorrevole pvc finestrato
    Telo scorrevole pvc finestrato...
    20.00
  • Agritela tela intrecciata per pacciamatura larghezza 50
    Agritela tela intrecciata per...
    0.61
  • Agritela nera tessuta quadrettata larghezza 105 cm
    Agritela nera tessuta quadrettata...
    1.04
  • Telo pvc scorrevole
    Telo pvc scorrevole...
    96.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Pensiline.net
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.