Collettore Solare fatto in casa

NEWS DI Fai da te26 Ottobre 2012 ore 15:53
Detrazioni fiscali,certificazioni, asseverazioni tecniche e altro ancora per fare l'acqua calda con il sole, gli amanti del fai date spendono meno e realizzano subito.

pannello e boiler solareDetrazioni del 55%, certificazioni europee, asseverazione da un tecnico abilitato e accessori con garanzie di almeno cinque anni, tutto questo ed altro ancora necessario per fare l'acqua calda e per farla con il sole. In al modo, occorre per la realizzazione dell'impianto spendere mediamente almeno 1000 euro tra materiali e servizi.

Tali considerazioni sono quelle che spingono la maggior parte dei tecnici del fai da te a realizzare un proprio pannello solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria o la sua integrazione con quella prodotta dalla caldaia.

Le soluzioni, possono essere tante e diverse tra loro, utilizzando comunque materiali certificati e semplicemente acquistati in ferramenta, naturalmente con una significativa riduzione dei costi di realizzazione. Inoltre rispettando specifici vincoli è possibile, anche con i pannelli solari termici realizzati in proprio, accedere ai benefici fiscali come detrazioni dall'IRPEF del 55% delle spese sostenute.

Attrezzi materiali e lavoro per pannello solare fai da te


Fissate le dimensioni di riferimento e la forma, rettangolare o quadrata gli elementi che dovremmo realizzare e poi assemblare sono: il telaio, il cristallo, la lamiera, il serpentino, la cassa ed il fondo del pannello con la relativa coibentazione. Circa le dimensioni si possono prendere come riferimento quelle dei pannelli comunemente commercializzati, generalmente aventi una larghezza dell'ordine di circa un metro per poco meno di due metri di lunghezza.

Come superficie captante possiamo utilizzare una lastra di rame o una lamiera, decisamente più economica che successivamente tinteggeremo di nero. La serpentina sarà costituita da una tubazione di rame dn 14 o dn 16 srotolata sulla lamiera.

serpentina saldata su lastra metallicaUna piegatubi può aiutarci a srotolare la serpentina di rame che con le dimensioni descritte sopra assumerà la forma di un paio di esse che si susseguono, eccessive serpentine potrebbero costituire un problema per la circolazione del fluido termovettore (acqua con agiunta di glicole reperibile in feremaneta).

In questa fase occorre fissare la serpentina alla lamiera, è necessario forare quest'ultima con diverse coppie di buchi ai lati della serpentina in diverse posizioni per poi usare del filo di ferro ben stretto o delle fascette.

Tale fissaggio ci permette di effettuare con fermezza la saldatura della serpentina alla lastra, il numero di punti di saldatura (anche a stagno) è proporzionale alle dimensioni e peso degli elementi in gioco. In questa fase è importante curare l'aderenza (quanto maggiore possibile) della serpentina alla saldatura al fine di una migliore prestazione finale del pannello. A questo punto pannello e serpentina possono essere trattate con una abbondante mano di vernice nera.

vernice nera sul collettoreQuest'ultima assorbirà anche gli eventuali svantaggi estetici delle saldature non semplici e lineari in tutti i punti. Una scatola di legno delle dimensioni opportune conterrà il pannello o collettore solare.

Il fondo può essere anche di compensato fenolico o altro materiale legnoso, le sponde laterali dovranno avere l'altezza necessaria a contenere la lastra con il pannello saldato, il sottofondo isolante (lana di vetro, pannello isolante o altri elementi simili) ed il cristallo sovrapposto alla struttura. È necessario non dimenticare che occorre praticare due fori nella struttura laterale del contenitore per permettere l'uscita dei capi della serpentina di rame.

Una tubazione della lunghezza opportuna può essere facilmente collegata (ed eventualmente fissata con fascette o filo di ferro) alla serpentina di rame e dall'altro lato all'interno del boiler di riferimento collegato in maniera opportuna al sistema di distribuzione dell'acs (acqua calda sanitaria).

Occorre precisare che il principio di funzionamento, del sistema descritto, è quello della circolazione naturale, durante l'estate le temperature con esposizione a sud (con latitudine in funzione della località di riferimento) le temperature possono raggiungere valori pericolosi per eventuali collegamenti e o tubazioni di materiale plastico o similari. Fenomeni che si amplificano se il sistema non ha possibilità di scambio dell'energia accumulata (boiler vuoto)

riproduzione riservata
Articolo: Collettore Solare fatto in casa
Valutazione: 4.62 / 6 basato su 13 voti.

Collettore Solare fatto in casa: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Collettore Solare fatto in casa che potrebbero interessarti
Pannello Solare Circolazione Naturale

Pannello Solare Circolazione Naturale

Impianti - Tra i vari modelli disponibili sul mercato i pannelli solari termici a circolazione naturale costituiscono il modello più semplice di pannelli solari termici.
Pannelli Solari, Inverno

Pannelli Solari, Inverno

Impianti - I pannelli solari termici contribuiscono a ridurre la spesa energetica degli edifici e le emissioni di sostanze inquinanti anche nel periodo invernale.
Riempimento e Manutenzione Pannelli Solari Termici Naturali

Riempimento e Manutenzione Pannelli Solari Termici Naturali

Impianti rinnovabili - La fase di riempimento di un impianto a pannelli solari termici è costituita dal riempimento del circuito sanitario e dal riempimento del circuito solare termico.

Impianti e Pannelli Solari

Impianti - Per i moderni edifici o in caso di ristrutturazioni di impianti esistenti, sono semplicemente reperibili in commercio le tecnologie per ridurre la spesa energetica.

Solare a circolazione naturale

Impianti - Gli impianti solari termici a circolazione naturale sfruttano i moti naturali di circolazione all'interno dell'impianto che si innescano grazie al riscaldamento.

Progettazione sistema a collettori piani

Impianti - L'utilizzo della giusta terminologia per i pannelli solari termici facilita la comprensione dei fenomeni, dalla radiazione, alla superficie utile, alle perdite.

Copertura in rame captante

Impianti - Oggi è possibile accoppiare agi indubbi vantaggi di una copertura in rame anche quello ulteriore della sostenibilità ambientale, grazie all'utilizzo delle energie rinnovabili.

Norme Solare Termico

Normative - Tra le norma piu' significative ed importanti per gli impianti solari termici ci sono le UNI EN 2975 e le UNI EN 12976 che disciplinano la conformità dei pannelli.

Pannelli Solari e INAIL

Impianti - Il nuovo testo sugli impianti termici prodotto dall'INAIL ex ISPESL interessa anche i pannelli solari termici.
REGISTRATI COME UTENTE
295.546 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Installazione pannelli solari
    Installazione pannelli solari...
    550.00
  • Tegole di vetro
    Tegole di vetro...
    16.00
  • Edilkamin termostufa pellet stufa kw 23 meg
    Edilkamin termostufa pellet stufa...
    3324.00
  • Edilkamin termostufa pellet stufa kw 18 ural
    Edilkamin termostufa pellet stufa...
    2914.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.