Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Cessione del credito: per gli errori c'è il modello di annullamento

Se in fase di comunicazione di cessione del credito si commettono degli errori, l'Agenzia delle Entrate ha predisposto un modulo per annullare la richiesta
- Detrazioni e agevolazioni fiscali
Barra Progettazione Online

Cessione dei crediti: come correggere eventuali errori di compilazione


Con nuova circolare (n. 33/E in data 6 ottobre 2022), l’Agenzia delle Entrate indica le procedure da seguire in caso di errori formali e sostanziali nella compilazione della Comunicazione della cessione dei crediti.

La Comunicazione di cessione può essere annullata entro il 5° giorno del mese successivo a quello di invio.
Alternativamente, sempre entro il medesimo termine, è possibile inviare nuova comunicazione che va a sostituire interamente quella precedente.

Se non si rispettasse la predetta scadenza, ogni comunicazione successiva andrebbe ad aggiungersi a quelle precedenti.

In caso di errore nella compilazione della richiesta di cessione dei crediti, è possibile richiedere l'annullamento utilizzando un apposito modulo predisposto dal Fisco
I crediti che derivano da cessioni o sconti vengono resi disponibili, entro il giorno 10 del mese successivo, sulla Piattaforma cessione crediti, sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Colui che riceve il credito, lo può utilizzare in compensazione oppure lo può a sua volta cedere secondo i limiti stabiliti dalle varie norme che si sono succedute nei mesi scorsi.

E se si è sbagliato qualcosa in fase di compilazione, cosa succede?

Tutto dipende dal tipo di errore.

Errori nella compilazione del modello inviato


Basterà trasmettere ulteriore comunicazione che va a sostituire interamente quella precedente entro il 5° giorno del mese successivo a quello di invio. In automatico, la Piattaforma renderà visibili solamente gli importi indicati nell’ultimo modello inviato.

Qualora invece il termine predetto fosse ormai già superato, sarà il cessionario a dover rifiutare il credito attraverso l’apposita funzionalità della Piattaforma.

Errore formale


Trattasi di errori o di omissioni che non vanno a influire sugli elementi essenziali della detrazione spettante.

Errori considerati formali sono, ad esempio, i recapiti (mail e telefono), il codice fiscale del rappresentante del beneficiario, il codice identificativo dell’asseverazione presentata all'Enea, l'indicazione del semestre di riferimento, il SAL, i dati catastali, la tipologia del cessionario.

In tali casi, l’opzione di cessione è considerata valida ai fini fiscali e, quindi, il relativo credito può essere ulteriormente ceduto o usato in compensazione. L’errore va comunque segnalato unitamente ai dati corretti.

Errore sostanziale


Gli errori sostanziali riguardano il codice dell’intervento, da cui dipende la percentuale di detrazione spettante e/o il limite di spesa, nonché il codice fiscale del cedente.

Per porre rimedio a un errore sostanziale, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti specifico Modello per chiedere l’annullamento dell’accettazione dei crediti ceduti.

L’annullamento dell’accettazione dei crediti:

  • può avvenire solamente su richiesta da parte degli interessati

  • va richiesto compilando l'apposito Modello, sottoscritto digitalmente o con firma autografa, allegando copia del documento d'identità di cessionario e cedente

  • va trasmesso all’indirizzo pec annullamentoaccettazionecrediti@pec.agenziaentrate.it


Anche se il beneficiario della detrazione avesse già provveduto a inviare comunicazione corretta, è necessario richiedere sempre all’Agenzia l’annullamento dell’accettazione della cessione errata.

riproduzione riservata
Cessione del credito, il modello annullamento in caso di errori
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Cessione del credito, il modello annullamento in caso di errori: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cuocchi
Buongiorno,nello scorso settembre 2021 é stata depositata la CILAS per lavori di Superbonus 110% che avrebbero dovuto portare la mia casa unifamiliare da classe G a classe...
cuocchi 30 Novembre 2022 ore 19:12 2
Img fabiotodes
Buongiorno a tutti,Io mi trovo in una situazione difficile, da due mesi hanno iniziato i lavori di casa, quindi ora è impraticabile.Adesso l'azienda mi dice che ha il...
fabiotodes 30 Novembre 2022 ore 19:06 3
Img monami
Salve,ho utilizzato il bonus facciate pertanto ho pagato le fatture e ho asseverazione prezzi.Posso recarmi presso Poste a fare cessione oppure prima devo farmi fare certificato...
monami 12 Novembre 2022 ore 20:52 2
Img pieraloi@libero.it
Buongiorno,ho iniziato dei lavori di ristrutturazione (manutenzione straordinaria) ad inizio 2021.L'impresa ha fatto delle fatture di acconto la cui detrazione ho ceduto a Poste.I...
pieraloi@libero.it 11 Novembre 2022 ore 18:20 3
Img gnudignome
Buongiorno.Nel 2021 ho ristrutturato un appartamento con regolare CILA aperta a maggio e chiusa a dicembre 2021.Ho letto l'articolo relativo al software aggiornato della AdE...
gnudignome 11 Novembre 2022 ore 18:17 2