Il consolidamento delle fondazioni con le resine espandenti

NEWS DI Restauro edile03 Gennaio 2018 ore 11:20
Le caratteristiche di versatilità delle nuove resine espandenti permettono di andare ben oltre i semplici interventi di consolidamento dei terreni di fondazione

Consolidamento con resine espandenti


La tecnologia di consolidamento del terreno con iniezioni di resina espandente ha ormai raggiunto basi scientifiche rientrando in programmi universitari sui temi del consolidamento dei terreni.
Sono sempre più numerosi e diffusi su tutto il territorio nazionale i casi di interventi di consolidamento delle strutture degli edifici che nel corso del tempo hanno manifestato rilevanti e spesso preoccupanti evoluzioni del proprio stato fessurativo.


Tecniche consolidamento murature URETEK

Tecniche consolidamento murature URETEK

Tecniche consolidamento murature URETEK
Consolidamento fondazioni URETEK

Consolidamento fondazioni URETEK

Consolidamento fondazioni URETEK
Intervento risanativo URETEK

Intervento risanativo URETEK

Intervento risanativo URETEK
Consolidamento sottomurazioni URETEK

Consolidamento sottomurazioni URETEK

Consolidamento sottomurazioni URETEK
Consolidamento terreno URETEK

Consolidamento terreno URETEK

Consolidamento terreno URETEK
Iniezione resina espandente URETEK

Iniezione resina espandente URETEK

Iniezione resina espandente URETEK
Deep injection

Deep injection

Deep injection

Questi fenomeni, nella maggioranza dei casi, sono da imputarsi allo sviluppo di cedimenti differenziali generati da modifiche apportate all'edificio e dalle variazioni nella distribuzione dei carichi permanenti applicati. In circostanze diverse, la causa dei cedimenti può essere ricercata nella variazione delle proprietà geotecniche dei terreni di fondazione, dovute per esempio a un innalzamento o abbassamento della falda freatica, alla rottura di impianti idraulico-sanitari, alla degradazione chimica di alcuni litotipi, ecc.

Indipendentemente da quale sia la causa di cedimento differenziale, occorre apportare interventi migliorativi per consentire al sistema struttura-terreno di adeguarsi al nuovo quadro statico. L'intervento può essere avanzato essenzialmente in due modi: 1- attraverso il consolidamento strutturale delle fondazioni; 2- attraverso il consolidamento del terreno migliorandone le sue caratteristiche meccaniche.

Un netto miglioramento delle caratteristiche meccaniche del terreno di fondazione può essere raggiunto utilizzando una tecnologia di consolidamento che ricorre all'iniezione ad alta pressione di resina espandente nel terreno.
Le modalità di intervento sono relativamente semplici e non necessitano di scavi invasivi o di complessi sistemi di collegamento per solidarizzare le strutture esistenti con le nuove opere di fondazione.


Grazie alla rilevante espansione della resina iniettata all'interno del volume di terreno trattato è possibile ripristinare il contatto all'interfaccia terreno-fondazione anche dove si rilevano modesti valori di sollecitazione. In questo modo si ottiene una migliore distribuzione dei carichi e una conseguente limitazione dei picchi di tensione.


Consolidamento fondazioni con iniezione di polimeri

Negli ultimi 40 anni si sono sviluppate diverse miscele chimiche utilizzate nel trattamento dei terreni. L'applicazione di questa tecnologia richiede inevitabilmente la conoscenza del materiale da iniettare e del terreno che deve essere trattato. Le specifiche costruttive della miscela, del tipo di terreno, delle caratteristiche dell'applicazione e le relazioni tra esse hanno una significativa influenza sull'efficacia del trattamento.

Per le iniezioni a permeazione la pressione di iniezione è un parametro chiave da tenere conto al fine di evitare la fratturazione e il sollevamento del terreno durante l'intervento; la pressione d'iniezione deve essere limitata alla pressione effettiva del sovraccarico.
Per le iniezioni a compensazione la miscela è iniettata in modo tale da spostare i grani e di conseguenza compattare il terreno, ottenendo una compattazione anche nei punti non raggiunti dalla miscela. In tal caso, la pressione d'iniezione è maggiore e la tensione indotta dai carichi superficiali è un parametro da considerare per la regolazione della stessa durante il trattamento del terreno di fondazione.

Il monitoraggio della fondazione aiuta a controllare la pressione d'iniezione, che è scelta sulla base di considerazioni della permeabilità del terreno, pressione del sovraccarico e modalità di iniezione.

Consolidamento fondazione -URETEK
La miscela d'iniezione URETEK è un polimero espandente e inerte che, grazie alla sua struttura chimica può diffondersi facilmente in terreni con bassa permeabilità e può essere iniettata efficacemente a intrusione e compensazione, a seconda del tipo di terreno e della pressione d'iniezione.
Il tempo di gel della resina URETEK è veramente breve, quasi immediato. Per raggiungere una resistenza a compressione prossima a quella finale è sufficiente un'ora, mentre la resistenza finale della resina è raggiunta dopo un tempo di presa indicativo di 24 ore.

Le osservazioni e le prove di laboratorio dimostrano che quando la resina iniettata si indurisce, non ha luogo alcuna reazione apprezzabile con i materiali naturali circostanti o con i prodotti usati nell'industria edilizia.


Fasi dell'intervento

Inizialmente, i tecnici dell'azienda URETEK effettuano un sopralluogo gratuito per valutare le condizioni dell'edificio e la presenza di crepe e altre lesioni. L'esame del quadro fessurativo rappresenta una fonte di informazioni molto importante per la comprensione del cedimento che si è verificato. L'entità, la forma, l'inclinazione e l'evoluzione nel tempo delle lesioni che si sono manifestate sui muri e sui pavimenti, forniscono un insieme di dati preziosi che contribuiscono alla ricostruzione in modo accurato della dinamica del cedimento.

Successivamente, verrà elaborata una perizia tecnica con valutazione dell'intervento attraverso uno specifico software di calcolo, tenendo conto di tutti i parametri meccanici raccolti durante il sopralluogo.
Fasi operative interventi URETEK
Senza bisogno di effettuare scavi, i tecnici URETEK realizzano velocemente piccoli fori nel terreno di fondazione preparando i punti in cui verrà iniettata la resina Geoplus. L'iniezione nei fori della resina avviene ancora in fase liquida, raggiungendo la zona da consolidare.
In pochi istanti incrementa il proprio volume e inizia la fase di sollevamento, sotto il monitoraggio laser. Quando il livello di sollevamento è ottimale l'intervento viene concluso.


Trattamento dei terreni sensibili al fenomeno di ritiro/rigonfiamento


Il metodo URETEK Deep Injections®, ha dimostrato la sua efficacia nel consolidamento di terreni sensibili a fenomeni di essiccamento e reidratazione.

La resina poliuretanica iniettata penetra anche in fessure di spessore pari a 1/10 mm e l'interfaccia terreno-resina raggiunge spessori compresi tra 1 e 3 mm. La penetrazione della resina URETEK nei macropori provoca una diminuzione della permeabilità del terreno in sito.
Basandosi sull'analisi delle prove di permeabilità realizzate dopo le iniezioni di resina URETEK, si è concluso che esse possono ridurre la permeabilità per porosità di circa un fattore 50.

Questo rappresenta un miglioramento determinante relativo al comportamento del terreno in presenza di fenomeni di ritiro e rigonfiamento.

Le iniezioni realizzate nella prima fase del trattamento in corrispondenza dell'interfaccia terreno-fondazione permettono inoltre:
- il riempimento dei vuoti presenti direttamente sotto le fondazioni e l'impermeabilizzazione dell'interfaccia;
- la ricompressione del sedime di fondazione, che consente il ritensionamento del sistema terreno-struttura ripristinando la condizione iniziale dell'edificio.

Consolidamento terreno URETEK
Il metodo URETEK Deep Injections® permette di ristabilire una perfetta interazione tra terreno e struttura.

Inoltre, l'aumento della densità dei terreni compressi con le iniezioni di resina espandente previene il rischio futuro di forti variazioni di volume.
La sostituzione dell'acqua del terreno con la resina riduce in maniera considerevole gli eventuali rischi di cedimento legati a un'ulteriore diminuzione del contenuto naturale d'acqua.

Il risultato è la considerevole diminuzione del potenziale di ritiro del terreno in caso di una nuova siccità.
Dato lo stato attuale delle conoscenze, URETEK limita l'applicazione del suo procedimento in presenza di terreni argillosi i cui minerali siano particolarmente soggetti a rigonfiamenti interparticellari notevoli, dove l'entità della pressione e del potenziale di rigonfiamento e le sollecitazioni da essi derivanti possono provocare rischi strutturali.


Resine espandenti: la Redazione consiglia

Interventi di consolidamento, a chi rivolgersi

Logo URETEK
L'azienda URETEK, fondata nel 1990, ha ideato il consolidamento con iniezione di resine espandenti, costituendo una vera alternativa alle tecnologie tradizionali dei micropali e delle sottofondazioni.

Con oltre 25 anni d'esperienza e l'affiancamento del professionista con il proprio ufficio tecnico, URETEK rappresenta il punto di riferimento del proprio settore. La collaborazione con il Dipartimento di Geotecnica del Politecnico di Torino ha prodotto la prima Guida alla progettazione degli interventi di consolidamento dei terreni con resine espandenti (Mc Graw-Hill editore).

La URETEK è l'unica azienda a offrire una garanzia assicurativa decennale per i propri interventi di consolidamento con resine espandenti, ottenendo le autorevoli Certificazioni TÜV per la Gestione di Qualità, la Gestione di Sicurezza e Salute Lavoratori e il Rispetto Ambientale.

URETEK Italia SPA
Via Dosso del Duca, 16
37021 Bosco Chiesanuova (VR)
Tel. 045.6799111
Email: uretek@uretek.it
Sito web: http://www.uretek.it/

riproduzione riservata
Articolo: Cedimenti delle fondazioni
Valutazione: 4.79 / 6 basato su 19 voti.
Cedimenti? Consolidamenti preventivi? Uretek Deep Injections: la soluzione ai problemi di portanza del terreno.

Cedimenti delle fondazioni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Cedimenti delle fondazioni che potrebbero interessarti
Case più grandi con le sopraelevazioni di edifici

Case più grandi con le sopraelevazioni di edifici

Soluzioni progettuali - Sopraelevare un edificio significa rendere più grandi le case, dare più valore all'immobile, consolidando meglio i terreni secondo i nuovi calcoli dei carichi.
Come realizzare il consolidamento di strutture murarie e delle fondazioni

Come realizzare il consolidamento di strutture murarie e delle fondazioni

Restauro edile - Il consolidamento di strutture murarie e strutture di fondazione risulta necessario per garantire longevità alla costruzione, sicurezza statica e buona vivibilità
Metodi per il corretto risanamento delle murature e consolidamento strutturale

Metodi per il corretto risanamento delle murature e consolidamento strutturale

Restauro edile - Il risanamento di murature e il consolidamento strutturale oggi può essere compiuto mediante tecniche non invasive ed efficienti, con tecnologie all'avanguardia

Crepe e lesioni sono un chiaro segnale della presenza di cedimenti strutturali ecco come intervenire

Materiali edili - Dinanzi a un quadro fessurativo che presenti chiari segnali di cedimenti strutturali bisogna intervenire in maniera repentina, con iniezioni di resine espandenti

Strutture di fondazione da sottomurare e consolidare

Restauro edile - Le sottomurazioni e i consolidamenti delle strutture di fondazione sono necessari per migliorare la stabilità costruttiva degli edifici. Sono soluzioni efficaci

Più sicurezza agli edifici con il consolidamento dei terreni

Restauro edile - Per risolvere problemi di consolidamento terreni con il metodo più adeguato, è importante innanzitutto individuare i sintomi e conoscere le cause dei cedimenti.

Riparare le crepe nei muri con resine espandenti

Restauro edile - Con il trascorrere del tempo può accadere che il legante interposto fra i blocchi o parte dei blocchi delle murature venga disgregato. Vediamo come intervenire.

Cedimento terreno: la siccità come causa

Restauro edile - Il cedimento del terreno è causato da diversi fattori tra cui il repentino cambio meteorologico e soprattutto la siccità, s'individua attraverso crepe sui muri.

Cedimenti edifici: arrestarli si può

Restauro edile - Crepe nelle pareti e avvallamenti sui pavimenti, porte e finestre che non si chiudono, indicano un cedimento del terreno: vediamo come intervenire in modo mirato
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.