Case ed uragani

NEWS DI Progettazione01 Agosto 2012 ore 20:11
Ricordiamo tutti cosa produsse l'uragano Katrina a New Orleans: da allora l'associazione Make It Right continua a portare avanti la costruzione di 150 nuove case.
abitazioni , uragani , clima , sostenibilità
Arch. Ilenia Pizzico

Cos'è un uragano?


L'uragano è un ciclone che si sviluppa nella zona dell'emisfero nord dell'Oceano Atlantico.
È caratterizzato da una zona di bassa pressione con forte presenza di piogge e vento, e grazie alla notevole presenza di vapore acqueo, riesce ad acquistare forza e grandi dimensioni.

L'uragano Katrina


uraganoCi troviamo nell'agosto del 2005 e le coste atlantiche americane vengono interessate dal passaggio di uno degli uragani che rimarrà nella storia: 1500 morti e ingenti danni per l'economia, soprattutto nello stato della Louisiana.
Per intensità e danni provocati, viene classificato come il terzo uragano più potente della storia americana.


New Olrleans diventa il simbolo della tragedia: la città metropolitana viene quasi completamente inondata, moltissimi edifici pubblici sventrati ma soprattutto numerose abitazioni portate via dalla forza della natura.


Da quel momento in poi tante famiglie, infatti, rimangono senza dimora: si stima che circa 4000 case siano state distrutte.
Ma insieme ai fondi statali per la ricostruzione, moltissime attività vengono avviate per accelerare i tempi.

Tra queste c'è sicuramente l'associazione Make It Right fondata da Brad Pitt.

Make It Right


ricostruzioneLa nascita dell'associazione è legata alla visita del famosissimo attore che, recandosi a New Orleans circa due anni dopo il disastroso evento, notò con dispiacere la situazione di stallo che interessava la città.
Da qui l'idea della formazione di una associazione che guidasse la ricostruzione di 150 abitazioni sulla Lower 9th Ward, la via più colpita dall'impatto dell'uragano.


L'intento era quello di realizzare, nel più breve tempo possibile, case confortevoli, ecologiche e nel rispetto delle tradizioni locali.
Si prendeva spunto da una tragedia per realizzare costruzioni migliori, sotto il profilo prestazionale ed estetico, delle precedenti.


Sull'onda dell'entusiasmo e del volontariato, grazie a 21 architetti, locali, nazionali ed internazionali, furono donati progetti per case simplex o duplex.


Nel 2011 Make It Right vantava la realizzazione di 75 nuove case, certificate con il Leed Platinum, la più importante certificazione energetica internazionale, e ad oggi è stata eletta dalla U.S. Green Building Council la più grande community di alloggi monofamiliare in America.


nuove realizzazioniIl successo di questa operazione risiede nel connubio tra la spontaneità delle azioni e le professionalità a disposizione: le abitazioni vengono costruite con criteri e caratteristiche ben definite, eccellenti sotto il profilo energetico e innovatrici perché frutto della mano di importanti professionisti di calibro internazionale: tra gli architetti interessati si annoverano Frank Ghery, Morphosis, MVRDV, Pugh + Scarpa Architecture, Shigeru Ban, e molti altri.


Negli anni, pian piano si sta ridando dignità e identità ad un quartiere non più esistente, attraverso la realizzazione di case ad opera di più studi, ma tutte accomunate dal rispetto delle tradizioni locali e dei fruitori: le abitazioni, infatti, sono sì realizzate da professionisti, ma il risultato finale è frutto della collaborazione tra i clienti e il professionista stesso.


Gli assunti dettati dall'associazione e posti alla base della progettazione sono diversi: il primo è sicuramente la sicurezza.

Le case sono state concepite per resistere ad eventuali forti eventi climatici. Ciò è necessario sulla scorta di quanto già successo e per infondere tranquillità agli utenti che devono potersi sentire al sicuro tra le mura della propria casa .
La salute è tutelata anche attraverso l'adozione di materiali e sostanze non tossiche.
La costruzione risulta sostenibile grazie all'adozione di pannelli solari e all'uso di energia geotermica: tutte le misure adottate portano ad un risparmio di energia di circa il 75%.
Infine il design: come sopra accennato, tutte le abitazioni sono frutto della mano dei migliori studi di progettazione e garantiscono una grande possibilità di personalizzazione.

La Gehry House


gehry houseUna delle ultime abitazioni ad essere realizzata è una villa duplex progettata dallo studio di Frank Gehry: la superficie, di circa 160 metri quadrati, contempla quattro stanze da letto, due bagni, una terrazza e un porticato coperto.

Insomma un incrocio tra una tipica villa isolata americana e le più innovative abitazioni in termini di risparmio energetico: la terrazza è infatti coperta da circa 50 metri quadrati di pannelli fotovoltaici.


La conformazione dell'abitazione rappresenta il sunto tra il progetto di Gehry e il volere dei clienti: per entrambi era necessario dar vita ad uno spazio vivibile, piacevole e nel pieno rispetto dell'identità locale.


Nell'occasione il progettista ha detto: Ho voluto creare una casa dove vorrei vivere e rispettosa della storia e del clima di New Orleans. Adoro i colori che il proprietario ha scelto. Non potevo fare di meglio.

riproduzione riservata
Articolo: Case ed uragani
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Case ed uragani: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Case ed uragani che potrebbero interessarti
Costruire con la paglia

Costruire con la paglia

Alla luce dei nuovi eventi sismici che hanno colpito l'Italia, costruire con materiali leggeri e altamente prestazionali, rappresenta una forte necessità.
Sovratensioni in caso di fulmini

Sovratensioni in caso di fulmini

La protezione dalle sovratensioni in caso di fulmini.
Green Frame House

Green Frame House

Nell?ambito della fiera Abitare il Tempo, che si è aperta ieri  a Verona  e si svolgerà fino al 20 settembre, andrà in scena la mostra Architettura...
Case a spese zero

Case a spese zero

A circa due anni dalla sua costruzione, un insediamento abitativo eco-sostenibile mostra tutti i suoi pregi e vantaggi.
Casa autocostruita low cost ecocompatibile

Casa autocostruita low cost ecocompatibile

Il gallese Simon Dale ha costruito una casa ecologica, che utilizza solo materiali naturali e fonti rinnovabili, con appena 3.500 euro.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.343 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Coprigradino natura
    Coprigradino natura...
    13.00
  • Dipinto spagnolo firmato natura morta
    Dipinto spagnolo firmato natura...
    390.00
  • Coppia di dipinti con natura morta del
    Coppia di dipinti con natura morta...
    950.00
  • Dipinto spagnolo olio su tela natura morta
    Dipinto spagnolo olio su tela...
    1600.00
  • Cancello in ferro Bologna
    Cancello in ferro bologna...
    543.00
  • Mollettone trasparente per tavoli 120 x 80 cm
    Mollettone trasparente per tavoli...
    48.00
  • Pavimento in porfido per esterni
    Pavimento in porfido per esterni...
    90.00
  • Isolamento a cappotto
    Isolamento a cappotto...
    48.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.