Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Casa in comproprietà e cedolare secca

Quali sono le regole da applicare per una casa cointestata se solo uno dei proprietari effettua l'opzione della cedolare secca. Cosa possono fare gli altri titolari
- NEWS Fisco casa

La cedolare secca in caso di immobile in comproprietà


Come funziona la cedolare secca se l'immobile locato è in comproprietà?

Cosa succede se in riferimento all'appartamento affittato con cedolare secca solo uno dei comproprietari ha sottoscritto il contratto di locazione?

Sei proprietario di una casa affittata ma non hai aderito alla cedolare secca.
Ti chiedi pertanto se il canone percepito dovrà o meno essere inserito nella dichiarazione dei redditi.

Cedolare secca
Andiamo con ordine e spieghiamo prima in cosa consista la cedolare secca e quali siano le regole da applicare.


Che cos'è la cedolare secca


Con il termine cedolare secca si fa riferimento a un regime di tassazione agevolata sugli affitti. Siamo di fronte a una modalità impositiva alternativa all'ordinario assoggettamento all'Irpef del reddito derivante dai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo.

A chi spetta la scelta del regime da adottare? In base a quanto stabilito dall'articolo 3, comma 2 del D.lgs n. 23/2011 (e successive modifiche e integrazioni) l'opzione spetta al locatore, persona fisica, proprietario o titolare di diritto reale di godimento.

Contratto cedolare secca
Come confermato dal Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 7.4.2011 n. 55394, (articolo 1) è colui che percepisce il reddito fondiario connesso all'affitto a dover espletare tale adempimento.

La cedolare secca prevede due differenti tipi di aliquote, a seconda della tipologia di contratto di locazione stipulato. Avremo pertanto:

  • un'aliquota del 10% in caso di contratti di locazione a canone concordato;

  • un'aliquota del 21% per i contratti di locazione a canone libero.

Ricordiamo che soltanto fino al 31 dicembre 2019 era possibile era consentita la cedolare secca anche per le locazioni commerciali.

Altri vantaggi fiscali in caso di cedolare secca


Oltre a costituire un'alternativa alla tassazione Irpef, si precisa che con la cedolare secca non saranno dovute le imposte di registro, di bollo e le addizionali.


Quando si effettua l'opzione della cedolare secca


Per quanto riguarda l'applicazione della cedolare secca si precisa che per la sua operatività è necessario un adempimento bene preciso.

L'opzione di tale regime fiscale deve essere effettuata dal locatore in sede di registrazione del contratto di affitto, mediante modello RLI.


Anche nelle successive proroghe il locatore potrà optare per la cedolare secca ove non abbia scelto tale regime in fase di sottoscrizione del contratto.

In caso di locazione con cedolare secca il canone percepito dal padrone di casa non dovrà essere dichiarato nella denuncia dei redditi.
Sul canone pagato non è dovuta l'Irpef ma soltanto la cedolare secca.


Cedolare secca affitti e immobile in comproprietà: come funziona


L'opzione della cedolare secca deve essere effettuata singolarmente dal locatore proprietario dell'immobile.

Qualora i proprietari siano più di uno ai titolari dell'immobile si prospettano due possibilità:

  • Tutti i proprietari, anche quelli che non hanno sottoscritto il contratto di locazione, effettuano l'opzione della cedolare secca. In tal caso nessuno dei proprietari dovrà dichiarare il canone di locazione e la cedolare secca dovrà essere versata in base alla propria quota di proprietà;

  • L'altro o gli altri proprietari non si manifestano interessati alla cedolare secca e pertanto dovranno pagare l'imposta di registro con ravvedimento operoso e dovranno provvedere a dichiarare la parte di canone incassata che verrà assoggettata a Irpef.


Dunque il regime della cedolare secca è una scelta soggettiva effettuata da ciascun locatore comproprietario in maniera autonoma, a prescindere dalla circostanza che l'immobile concesso in locazione sia posseduto in comproprietà o vi sia una situazione di contitolarità su un diritto reale di godimento sull'immobile (usufrutto).

Affitti e cedolare secca
In sostanza la legge consente che sullo stesso immobile possano applicarsi regimi di tassazione diversi.

L'applicazione di regimi di tassazione diversi ha delle conseguenze sulle altre tipologie di imposte.

Qualora non tutti i comproprietari abbiano deciso di esercitare l'opzione della cedolare secca l'imposta di registro dovrà essere versata sulla quota del canone percepita da coloro che non hanno scelto la cedolare secca.

Ad ogni modo per un importo non inferiore a 67 euro.

L'imposta di bollo sarà invece versata sul contratto in misura piena.


Contratto cedolare secca: un esempio concreto


Facciamo un esempio per capire meglio il funzionamento del regime della cedolare secca in caso di comproprietà dell'immobile.

Immaginiamo che una casa spetti in comproprietà a più persone: Tizio possiede il 40%, Caio il 30% e Sempronio il restante 30%. Quest'ultimo, sottoscrittore di un contratto di locazione, è l'unico dei tre ad optare per la cedolare secca.

In forza del contratto di affitto dalla durata annuale e avente ad oggetto un immobile ad uso abitativo i proprietari percepiscono un canone complessivo pari a 10.000 euro.

Le regole per i proprietari che non aderiscono alla cedolare secca


Tizio e Caio a questo punto dovranno versare l'imposta di registro che verrà calcolata sul canone da essi percepito, ovvero 7.000 euro.

Applicando l'aliquota del 2% si determinerà l'importo dell'imposta di registro che sarà pari a 140 euro dovuta in solido da Tizio, Caio e dal conduttore.

Dall'esempio proposto si evince che l'opzione della cedolare secca ha effetto soltanto nei confronti del comproprietario che ha effettuato la scelta.

Gli altri continueranno a versare l'Irpef in maniera ordinaria, dichiarando l'ammontare del canone percepito in base alla loro quota di possesso.

riproduzione riservata
Articolo: Casa cointestata e cedolare secca
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Casa cointestata e cedolare secca: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.243 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Casa cointestata e cedolare secca che potrebbero interessarti


In aumento la cedolare secca su affitti concordati

Fisco casa - Manovra 2020: quali gli effetti per i contribuenti. Triplicano le imposte ipotecarie e catastali e aumenta al 12,5% la cedolare secca. Vediamo quali sono le novità

Arriva la cedolare secca per locazioni commerciali con canone variabile

Affittare casa - Cedolare secca per locazioni commerciale. Il contratto prevedere un canone variabile. È quanto chiarito dall'Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello.

Manovra 2020 e affitti agevolati: stop all'aumento della cedolare secca

Affittare casa - Tra le misure della nuova manovra economica spiccano quelle sulla casa: oltre alla proroga dei bonus fiscali, conferma dell'aliquota del 10% della cedolare secca

Cedolare secca: quali sono le ultime novità?

Affittare casa - La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto diverse novità che mirano a limitare l'accesso al regime della cedolare secca e a ridefinire modalità e termini di versamento

Cedolare secca 2019: come funziona la tassazione sostitutiva

Fisco casa - Contratto di locazione cedolare secca: come esercitare l'opzione del regime di tassazione facoltativo, aliquote e modalità di versamento. Le novità per il 2019.

Revoca della cedolare secca e novità della Legge di Bilancio

Affittare casa - La scelta per il regime fiscale della cedolare secca sugli affitti può essere sempre revocata anche più volte, poiché non rappresenta mai una soluzione definitiva

Cedolare secca affitti brevi: le novità della Legge di Bilancio 2021

Affittare casa - Cosa cambia in tema di regime fiscale degli affitti brevi a seguito della Legge di Bilancio 2021. L'opzione della cedolare secca al 21% solo fino a 4 appartamenti

Come registrare il contratto di locazione

Affittare casa - Tutta la procedura da seguire, le tasse da pagare e l'opzione alla cedolare secca per la registrazione del contratto di locazione di immobili ad uso abitativo.

Come inserire le locazioni brevi nella dichiarazione dei redditi

Fisco casa - Le locazioni brevi: come si gestiscono i contratti di locazione breve nella dichiarazione dei redditi? Vediamo in cosa consistono e quali sono le linee guida.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucav22
Salve a tutti, volevo sapere se io (conduttore) potessi chiedere la restituzione dei canoni versati per un immobile ad uso abitativo tramite contratto di locazione non registrato...
lucav22 29 Dicembre 2020 ore 19:08 19
Img maurizio35
Caso: Posso stipulare entro il 20 giugno un contratto di locazione "canone concordato" con decorrenza 1 agosto p.v.? Evidentemente procederò alla registrazione entro 30...
maurizio35 08 Giugno 2018 ore 16:12 1
Img niko2689
Salve,vorrei porre una domanda all'avvocato o a qualcuno che ne sappia più di me.Tre anni fa ho stipulato un contratto 4+4 con cedolare secca e oggi per gravi motivi di...
niko2689 26 Ottobre 2015 ore 08:33 1
Img maryquant
Buongiorno.E' possibile avere dall'Agenzia delle Entrate la copia del contratto di locazione dell'alloggio comune stipulato per conto del condominio dall'amministratore e copia...
maryquant 24 Maggio 2015 ore 08:30 1
Img alexciri
Possiedo un appartamento che ho affittato con un contratto di locazione di 4+4, rinnovabile automaticamente a meno che io avvisi gli inquilini 6 mesi prima con raccomandata A/R...
alexciri 28 Marzo 2014 ore 12:20 1