Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

IMU 2020: niente esenzione per i pensionati iscritti all'Aire

NEWS Fisco casa16 Giugno 2020 ore 09:28
A partire dal 1° gennaio 2020 viene meno l'esenzione dal pagamento dell'IMU per gli italiani all'estero iscritti all'AIRE. Anche loro dovranno pagare l'imposta.

Imu per pensionati all'estero: cosa è cambiato


Come funziona l'Imu per gli italiani residenti all'estero che possiedono degli immobili situati nel nostro Paese?

Quali sono le regole?

Con l'arrivo della nuova Imu 2020 novità in vista per coloro che hanno trasferito la residenza all'estero e che risultano iscritti all'Aire.

Se fino al 2019 erano esonerati dal pagamento dell'Imu in riferimento all'immobile posseduto in Italia, ora la musica è cambiata. Con la riforma relativa alle tasse sulla casa, approvata con la Legge di Bilancio di quest'anno, anche gli iscritti AIRE (anagrafe italiani residenti all'estero) dovranno versare l'imposta.

Siamo di fronte a un problema particolarmente sentito poiché, sulla base dei dati presentati dall'Aire, una parte considerevole dei pensionati emigrati all'estero mantengono comunque una casa di proprietà su territorio italiano.

Imu pensionati estero
L'abolizione dell'esenzione è una misura che il Governo ha dovuto prendere a fronte di una procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese, avviata dall'UE, a seguito della violazione commessa dall'Italia del principio di non discriminazione in ambito di agevolazioni fiscali.

Con la suddetta esenzione si agevolavano i cittadini italiani residenti all'estero a scapito degli stranieri in possesso di un immobile in Italia.


Nuova Imu 2020 per i pensionati all'estero: come funzionava prima


A partire dal 2015 i pensionati residenti all'estero che erano iscritti all'Aire non dovevano pagare l' Imu sull'immobile posseduto in Italia.
Tale esenzione era regolamentata dall'articolo 13, comma 2 del Decreto legislativo n.201/2011 come modificato dal DL 47/2014.

Dal 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una e una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero, pensionati nei Paesi di residenza, che abbiano la proprietà o l'usufrutto in Italia, purché non sia data in affitto o comodato.
L'agevolazione non era prevista per i pensionati in Italia residenti in un Paese estero poiché in questo caso l'immobile non veniva assimilato ad abitazione principale.

Per poter beneficiare dell'esenzione erano necessari i requisiti di sotto elencati e contenuti nella risoluzione n.6 del 2015 emessa dal Ministero dell'Economia e delle Finanze:

  • possesso di un'unità immobiliare in Italia a titolo di proprietà o usufrutto;

  • l'unità immobiliare non deve essere concessa in comodato d'uso o data in locazione;

  • il titolare del diritto reale sull'immobile deve essere iscritto all'anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE);

  • il contribuente deve essere titolare di pensione nel Paese in cui si è stabilita la residenza;

  • la pensione deve essere rilasciata dallo stato estero.

L'esenzione IMU veniva riconosciuta pur nel caso in cui il cittadino risultasse titolare di due pensioni, una estera e una italiana e a prescindere dall'ubicazione dell'immobile in questione.

Imu iscritti Aire
In caso di possesso di più immobili, il pensionato Aire aveva la facoltà di scegliere quale degli immobili (uno solo) equiparare all'abitazione principale. Su questo il pensionato all'estero beneficiava di esenzione Imu e riduzione di Tasi e Tari.


Nuova Imu 2020 pensionati all'estero: come cambia la situazione oggi


La normativa di favore prevista fino al 2019 per gli italiani residenti all'estero iscritti all'AIRE è stata definitivamente cancellata.
È arrivata, pertanto, anche per costoro la scadenza relativa al pagamento della nuova Imu sugli immobili posseduti a titolo di proprietà o usufrutto.

Nuova Imu
Due le date da tenere a mente: il 16 giugno (prima rata di acconto) e il 16 dicembre, termini di pagamento per la nuova Imu, derivante dall'accorpamento della tasi e dell'imu.

L'immobile (ad uso abitativo o non abitativo) posseduto in Italia da un pensionato all'estero iscritto all'obbligo di pagamento dell'imposta, in base ad aliquota ordinaria come da delibera del Comune di ubicazione.

L'unica esenzione dal versamento della tassa è rimessa dunque alla volontà del Comune stesso che potrebbe addirittura prevedere una aliquota pari a zero. È bene pertanto consultare il Comune di appartenenza facendo particolare riferimento al regolamento in vigore.

I pensionati Aire continuano a beneficiare dello sconto sulla Tari. Resta infatti in vigore la riduzione di due terzi della Tassa sui rifiuti, in quanto la disposizione che la prevede (articolo 9-bis comma 2 Dl 47/2014) non è stata espressamente abrogata.


IMU 2020 pensionati iscritti AIRE: quando pagare l'imposta



Per i pensionati residenti all'estero iscritti all'AIRE le scadenze sono quelle ordinarie.

Si raccomanda di appurare se, a fronte dell'emergenza sanitaria da coronavirus, il Comune di appartenenza abbia deliberato una proroga dei termini di pagamento.

Per quanto concerne le modalità di pagamento, si deve tener presente che i pensionati con residenza all'estero non possono avvalersi del modello F24 per effettuare il versamento. Dovranno provvedere al pagamento della prima rata di acconto del 16 giugno mediante bonifico bancario al Comune dove sono situati gli immobili.

Per conoscere le coordinate bancarie per effettuare il pagamento sarà necessario rivolgersi al Comune di riferimento, in particolare l'ufficio tributi.
Nella causale di versamento si dovranno riportare il Codice Fiscale o la partita iva del contribuente, la tipologia di tributo per cui si sta facendo il pagamento e se si tratta di acconto o saldo.

riproduzione riservata
Articolo: Cancellata esenzione Imu pensionati all'estero
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Cancellata esenzione Imu pensionati all'estero: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Farmuravera
    Farmuravera
    Martedì 21 Luglio 2020, all or 15:45
    Scrivete. "L’abolizione dell’esenzione è una misura che il Governo ha dovuto prendere a fronte di una procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese, avviata dall’UE, a seguito della violazione commessa dall’Italia del principio di non discriminazione in ambito di agevolazioni fiscali. Con la suddetta esenzione si agevolavano i cittadini italiani residenti all’estero a scapito degli stranieri in possesso di un immobile in Italia."
    Ed i stranieri che non pagano tasse o che sono drasticamente ridotte per aprire un'attività in Italia, non è a discapita di quelli italiani che pagano fior di tasse?
    l'UE non avvia nessuna procedura di infrazione?
    rispondi al commento
  • Jayeast
    Jayeast
    Mercoledì 5 Febbraio 2020, all or 15:02
    Un governo di incapaci e delinquenti. Criminali farabutti fanno cassa con gli emigrati. 
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.479 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cancellata esenzione Imu pensionati all'estero che potrebbero interessarti


IMU per gli Italiani residenti all'estero

Fisco casa - Gli italiani residenti all'estero che posseggono immobili in Italia hanno l'obbligo di pagare IMU e TASI: vediamo in quali casi si può usufruire dell'esenzione.

Imu e Tari per i residenti all'estero: chi paga?

Fisco casa - Ultime modifiche della legge di Bilancio 2020. Vediamo quando Imu e Tari devono essere pagate dai cittadini italiani che abbiano trasferito la residenza all'estero

IMU doppia per anziani ricoverati

Normative - Con l'entrata in vigore della nuova Imu, gli anziani ricoverati in ospizio dovrebbero pagare il tributo come se il loro immobile di proprietà fosse una seconda casa.

Scadenza IMU 2020: quando, come e chi deve pagare

Fisco casa - Salvo proroghe legate all'emergenza Covid-19, il 16 giugno è l'ultimo giorno utile per pagare la prima rata dell'IMU: ecco le informazioni su chi deve pagare.

Detrazioni 50% e 65% per casa, ditta o banca all'estero

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Cosa prevede la normativa sulle detrazioni per case all'estero di proprietà di italiani, per opere eseguite da ditte estere o per bonifici eseguiti con banca estera?

IVIE: IMU su case all'estero

Fisco casa - Quanto c'è da sapere sull'IVIE, l'imposta sul valore degli immobili situati all'estero, introdotta nel 2011 dalla manovra salva Italia: cos'è, chi la paga e come

Mobili multifunzionali con ruote

Complementi d'arredo - Sedie, tavoli, mobili, librerie, letti. Ormai tutto può essere dotato di ruote, e il movimento del complemento è assicurato!

Chi paga la TASI?

Fisco casa - La TASI è il tributo comunale sui servizi indivisibili che insieme a IMU e TARI compone la IUC. Chi deve pagarla? Ecco un breve vademecum con tutte le info utili

TASI: guida alla tassa sui servizi indivisibili comunali

Fisco casa - Guida completa alla TASI, la tassa sui servizi indivisibili comunali introdotta dalla IUC, insieme all'IMU e alla TARI. Soggetti, calcolo, pagamento e scadenze.