Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Quali sono le detrazioni fiscali in caso di sostituzione dei caloriferi?

Quali sono le detrazioni fiscali previste in caso di sostituzione, installazione di nuovi caloriferi o di montaggio di termovalvole? Le principali informazioni.
10 Dicembre 2020 ore 11:43 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Sostituzione e riparazione dei termosifoni: cosa c'è da sapere


Con l'arrivo della bella stagione è possibile spegnere il riscaldamento.
È questo il momento migliore per poter effettuare, oltre alla manutenzione degli impianti di riscaldamento esistenti nelle nostre case, anche la loro sostituzione, al fine di dotarsi di apparecchi migliori dal punto di vista tecnico e dal punto di vista dell'efficienza energetica.

La convenienza economica di questo tipo di intervento è dovuta al fatto che si tratta di attività che consentono al titolare della spesa di beneficiare di alcune agevolazioni in ambito fiscale.

Quando si intende sostituire un calorifero, oltre alle informazioni di carattere tecnico, è bene conoscere cosa prevede la legge da un punto di vista fiscale.
Le detrazionifiscali riconosciute a chi si appresta a effettuare tale cambiamento costituiscono certamente un incentivo all'effettuazione dei lavori.

Quando si parla di caloriferi, pertanto, è bene sapere che la spesa che il contribuente potrà portare in detrazione subirà una variazione in base alla tipologia di intervento effettuato.

La detrazione consentita va dal 50% al 65% della spesa sostenuta.
Bisogna sapere che l'ammontare del beneficio fiscale cambia in base al contesto in cui i lavori vengono eseguiti, cioè se siamo nell'ambito di una ristrutturazione edilizia o di una riqualificazione energetica. Vediamo di seguito le diverse casistiche e approfondiamo l'argomento.

Iniziamo col dire che, qualora ci si limiti a effettuare la riparazione o la sostituzione di un termosifone già esistente, senza apportare quelle ulteriori modifiche che vedremo più avanti, si potrà fruire della detrazione fiscale pari al 50% della spesa sostenuta, sulla base di quanto previsto per le ristrutturazioni edilizie. Per la fruibilità del bonus in questione si possono installare elementi uguali o diversi da quelli prima esistenti.

Ai fini dell'agevolazione fiscale il lavoro di mera sostituzione o riparazione del termosifone può essere eseguito sia nell'ambito di una singola unità abitativa, sia all'interno di parti comuni di un edificio condominiale.


Installazione nuovo calorifero e termovalvole


Che succede se si decide di installare un nuovo calorifero?
Anche nel caso in cui venga installato un nuovo calorifero l'Agenzia delle Entrate prevede la possibilità di portare in detrazione fiscale il 50% della spesa sostenuta.

Detrazione termovalvole
Dalla sostituzione o installazione di un nuovo termosifone occorre tenere distinta l'ipotesi dell'installazione di valvole di termoregolazione. Si tratta della semplice installazione di un sistema di termoregolazione da applicare su un termosifone già esistente.

In merito, vogliamo ricordare che dal 31 dicembre 2017 l'installazione delle termovalvole sui radiatori situati nelle abitazioni aventi riscaldamento centralizzato è obbligatoria.

Esse consentono di risparmiare su spese e consumi di calore in quanto permettono di variare la portata d'acqua calda che circola nei caloriferi e conseguentemente il calore che deve essere irradiato nella stanza. Si potrà in questo modo gestire al meglio la distribuzione del calore nei vari locali della casa.

L'intervento effettuato consentirà al contribuente di beneficiare della detrazione fiscale pari al 50% prevista in caso di ristrutturazioni edilizie.

Sia per l'installazione di nuovi caloriferi che di messa a punto delle termovalvole la detrazione sarà quella del bonus ristrutturazioni pari al 50% non essendoci il presupposto per definire questo intervento come di efficientamento energetico.


Sostituzione di caldaie e pompe di calore


Cosa succede se con la sostituzione del calorifero si procede anche alla sostituzione della caldaia?

Se la caldaia consuma troppo o fa rumore, è l'occasione giusta per cambiarla con un modello più efficiente che consenta di risparmiare e di avere prestazioni migliori.

Sostituzione caloriferi
L'intervento effettuato assumerà un diverso significato da un punto di vista fiscale rispetto a quanto visto finora. Siamo di fronte a un'opera per la quale possono esservi i presupposti di applicazione dell'Ecobonus.

Si tratta della detrazione fiscale dall'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall'IRES (imposta sul reddito delle società) riconosciuta ai contribuenti che effettuano dei lavori finalizzati a conseguire un risparmio energetico su edifici già esistenti.

Cosa fare per fruire dell'ecobonus?


Per poter fruire dell'Ecobonus è necessario dunque cambiare anche il generatore di calore.
A chiarirlo è l'Enea che, previa consultazione del Mise, ha affermato che per accedere alle agevolazioni, diverse in funzione della tipologia di impianto, l'intervento deve comportare la sostituzione dell'impianto di produzione di calore, cioè la caldaia.

In riferimento a un intervento diretto alla sostituzione della caldaia, la detrazione cambia in base della tipologia di caldaia installata.

Nel caso venga installata una caldaia a condensazione di classe A, con contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, si potrà fruire di una detrazione pari al 65% dei costi sostenuti, con un limite di spesa pari a 30.000 euro per unità immobiliare.
La detrazione sarà pari al 50% nel caso si installi una caldaia a condensazione di classe A senza l'aggiunta delle valvole termostatiche. Pari detrazione spetta per la caldaia a biomassa.

Niente ecobonus se si installa una caldaia di classe B, C o inferiore.

In sostanza, la misura della detrazione, è correlata alla efficienza energetica della caldaia che è stata montata.


Qualora vi siano i presupposti di legge si deve sapere che non solo le spese di installazione del dispositivo termico rientrano nel beneficio fiscale; ai fini dello sgravio fiscale si potrà anche tener conto delle spese di progettazione, quelle relative alle pratiche da presentare al Comune, le spese relative allo smontaggio e smaltimento del vecchio impianto ed eventuali opere di carattere murario e idraulico.

Per maggiori dettagli sull'argomento si potrà sempre consultare il sito dell'Enea.

Sostituzione della caldaia
Qualora si voglia installare una caldaia tradizionale (non a condensazione) non vi sarà alcuna detrazione. L'intervento effettuato, che in questo caso non sarà finalizzato all'efficienza energetica, potrà comunque beneficiare della detrazione del 50% sulle ristrutturazioni edilizie.

Delle stesse detrazioni ora descritte si potrà fruire nel momento in cui si procede con l'installazione di una nuova caldaia in un appartamento che ne era prima sprovvisto.

Le caldaie a condensazione non sono gli unici impianti di riscaldamento che consentono di beneficiare di una detrazione fiscale.

Cosa dice la legge?


In base alla legge sono agevolabili gli interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione, impianti a pompa di calore ad alta efficienza e basso assorbimento di energia e impianti geotermici a bassa entalpia. Tetto massimo di spesa pari a 30.000 euro.

La normativa in materia fa dunque riferimento anche a impianti a pompa di calore e parla di interventi di sostituzione non solo totali ma anche parziali.

Chiarendo le intenzioni del legislatore l'Enea ha voluto spiegare che la detrazione fiscale spetta anche in caso di sostituzione di un'unità esterna di condizionamento volta a installarne un'altra dotata di maggiore efficienza. In tal caso non siamo in presenza di un'integrazione di un impianto già esistente in quanto ciascuna unità esterna può essere considerata un generatore di calore.

Si ricorda che per poter fruire delle agevolazioni fiscali è necessario che un tecnico abilitato attesti l'esistenza dei requisiti richiesti e che vengano trasmessi all'Enea i dati relativi agli interventi realizzati.

La detrazione fiscale viene ripartita in 10 rate annuali di uguale valore.


Detrazioni termosifoni e novità Superbonus 2020


Tra le novità previste nel Decreto Rilancio è prevista l’introduzione del Superbonus 110%, la maxi detrazione a favore dei contribuenti, in caso di interventi di miglioramento antisismico e di riqualificazione energetica.

Viene dunque modificata l’aliquota di detrazione per coloro che eseguono lavori volti ad apportare miglioramenti all’efficienza energetica della propria abitazione. La nuova normativa sull’Ecobonus 110 consente in pratica di effettuare i lavori a titolo gratuito, poiché, in alternativa alla detrazione fiscale, prevede lo sconto in fattura o la cessione del credito d’imposta.

Venendo al punto che qui ci interessa, ci domandiamo se la nuova aliquota del 110% possa essere applicata anche in caso di sostituzione dei termosifoni.
A tal fine dobbiamo ricordare che si potrà fruire dell’Ecobonus 110 per la realizzazione dei lavori cosiddetti trainanti, ovvero:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali relative all’involucro di un edificio per più del 25% della sua superficie disperdente lorda (si pensi al cappotto termico);

  • in riferimento alle parti comuni di edifici, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento a condensazione, a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici;

  • in riferimento agli edifici unifamiliari o unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari (funzionalmente indipendenti e che dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno), la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di riscaldamento a condensazione e a pompa di calore.

Tutti i lavori eseguiti, in ogni caso, dovranno garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o comunque la classe più elevata qualora ci si trovi già nella penultima, come evidenziato dall’APE che dovrà essere rilasciata dal tecnico abilitato.

Qualora vengano realizzati tali lavori, anche eventuali opere cosiddette trainate, eseguite congiuntamente, potranno beneficiare della detrazione potenziata (oltre allo sconto in fattura e alla cessione del credito). Tra questi rientrano i lavori riconducibili al vecchio Ecobonus. Uno solo degli interventi trainanti basta a portare al 110% lo sgravio fiscale per l’intervento trainato.

Si ricorda che l’Ecobonus 110% vale per le spese sostenute nel periodo che va dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Un aspetto molto interessante che merita segnalazione è che l’Ecobonus 110% potrà essere applicato anche per i lavori eseguiti sulle seconde case. Il legislatore specifica che il beneficio fiscale spetta per un numero massimo di due unità immobiliari, fermo il riconoscimento della maxi detrazione per gli interventi eseguiti nelle parti comuni di stabile condominiale.

riproduzione riservata
Articolo: Caloriferi e detrazioni fiscali
Valutazione: 4.15 / 6 basato su 53 voti.

Caloriferi e detrazioni fiscali: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Renato
    Renato
    Venerdì 26 Marzo 2021, alle ore 11:51
    Sto cambiando radiatori e termovalvole in contesto ristrutturazione, ma sto pagando con Pagobancomat (carta di debito).
    Va bene, andranno a buon fine le detrazioni ?
    rispondi al commento
  • Alberto
    Alberto
    Domenica 20 Dicembre 2020, alle ore 15:13
    Dovendo effettuare la sostituzione dei radiatori (esclusa la caldaia) nell'abitazione unifamiliare e vedendo se è possibile usufruire dell bonus ristrutturazione 50 %, leggo sul vostro articolo che:
    ".. qualora ci si limiti a effettuare la riparazione o la sostituzione di un termosifone già esistente, senza apportare quelle ulteriori modifiche.,. si potrà fruire della detrazione fiscale pari al 50% della spesa sostenuta.. . Per la fruibilità del bonus in questione si possono installare elementi uguali o diversi da quelli prima esistenti"
    Quindi secondo la vostra opinione è possibile usufruire del bonus 50%.
    Ma, nella guida dell'Agenzia delle Entrate leggo:
    "Caloriferi e condizionatori: Sostituzione con altri anche di diverso tipo e riparazione o installazione di singoli elementi (detraibile nelle singole unità immobiliari se si tratta di opere finalizzate al risparmio energetico)"
    Quindi chiedo se la semplice sostituzione è detraibile.
    rispondi al commento
    • Dina
      Dina Alberto
      Sabato 27 Febbraio 2021, alle ore 07:45
      Anch'io, lo stesso.
      rispondi al commento
  • Gilberto
    Gilberto
    Sabato 8 Luglio 2017, alle ore 15:40
    Il numero della legge da voi richiamata per le ristrutturazione sopra richiamate, qual'è ?
    rispondi al commento
  • Tanny1973
    Tanny1973
    Lunedì 3 Ottobre 2016, alle ore 10:23
    Buongiorno, avrei bisogno di un'informazione.Ho sostituito i termosifoni (da termoconvettori a termosifoni in acciaio) adeguandomi alla normativa. So di aver diritto alla detrazione al 50% per ristrutturazione edilizia. Se effettuo altresì l'acquisto di illuminazione, posso usufruire della detrazione?Ho anche eseguito una ristrutturazione nel 2014 quando ho acquistato l'appartamento, posso eventualmente detrarre i costi dell'illuminazione al 2014?Grazie a chi saprà rispondermi.
    rispondi al commento
  • Maurizio
    Maurizio
    Lunedì 18 Luglio 2016, alle ore 16:02
    Quest'anno faremo l'adeguamento alle vigenti norme sulla contabilizzazione del calore e, con l'occasione, vorrei cambiare i vecchi radiatori a colonne aperte con quelli in alluminio a piastra.

    Poiché la sostituzione dei radiatori è contemporanea all'adeguamento (ma la sostituzione sono in grado come ex idraulico di farla io) posso chiedere il rimborso del 65% del costo dei radiatori oppure resta comunque solo al 50 %?
    rispondi al commento
    • Maurizio
      Maurizio Maurizio
      Martedì 19 Luglio 2016, alle ore 10:41
      Scusate mi sono dimenticato di specificare che il mio appartamento è in condominio ed i lavori interessano solo adeguamento dll'impianto nel locale caldaia (non sostituiamo la caldaia perché essa è stata sostituita con una a gas circa 7 anni fa) e l'installazione del nuovo impianto di contabilizzazione nei vari appartamenti condominiali.

      Maurizio
      rispondi al commento
  • Antea
    Antea
    Martedì 28 Giugno 2016, alle ore 13:53
    Vorrei sapere se sto beneficiando della detrazione per recupero patrimonio edilizio per:

    1. installazione valvole termostatiche nel mio appartamento (detrazione come condominio ma riparto spese in base al n. termosifoni presenti in appartamento)

    2. la sostituzione di tapparella con altra di materiale diverso etc.. posso beneficiare anche della detrazione mobili e grandi elettrodomestici ?
    rispondi al commento
  • Scimitarra
    Scimitarra
    Lunedì 9 Maggio 2016, alle ore 09:51
    Buongiorno,la sostituzione dei caloriferi ricade nei lavori detraibili per manutenzione straordinaria?
    rispondi al commento
  • Francescatorricella
    Francescatorricella
    Giovedì 28 Aprile 2016, alle ore 15:34
    Buonasera, dovrei cambiare un calorifero nella mia abitazione. vorrei cortesemente sapere se il cambio di UN UNICO CALORIFERO è qualificabile come ristrutturazione e pertanto mi consente l'accesso alle detrazioni e , dunque, anche al bonus mobili.grazie
    rispondi al commento
    • Pino
      Pino Francescatorricella
      Martedì 17 Maggio 2016, alle ore 16:41
      Ciao, hai poi avuto modo di verificare la tua casistica?
      Ho anche io lo stesso dubbio.
      Grazie
      rispondi al commento
    • Angelo
      Angelo Francescatorricella
      Giovedì 7 Luglio 2016, alle ore 12:07
      Anche io sono nella stessa situazione.

      Con la sostituzione di un calorifero con un termoarredo si può accedere alla detrazione del 50% sui mobili ?

      Cosa bisogna fare ?
      rispondi al commento
      • Milano
        Milano Angelo
        Sabato 19 Dicembre 2020, alle ore 00:53
        Ciao, sei riuscito?
        Ho lo stesso dubbio.
        rispondi al commento
  • Mikela72
    Mikela72
    Lunedì 11 Gennaio 2016, alle ore 09:21
    Buongiorno, dovrei ristrutturare la cantina della mia abitazione e trasformarla in una tavernetta. I lavori da eseguire dovrebbero essere: installazione caloriferi per riscaldamento, pavimentazione, imbiancatura muri e acquisto mobili Posso usufruire della detrazione fiscale per questi lavori?grazie mille
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.228 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Caloriferi e detrazioni fiscali che potrebbero interessarti


Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A quattro mesi dalle novità sull'ecobonus condomini ancora si attende il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate per le modalità di cessione delle detrazioni fiscali

Ecobonus: possibili agevolazioni per la sostituzione di pavimenti

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecobonus del 65% e detrazioni fiscali del 50% in caso di sostituzione o rifacimento pavimenti: ecco di seguito cosa dice in proposito l'Agenzia delle Entrate.

Bonus ristrutturazioni ed Ecobonus: non spetta a chi acquista casa da impresa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se l'impresa che esegue lavori di recupero del patrimonio edilizio e risparmio energetico vende l'immobile? I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica

Detrazioni fiscali per locazione solo con pagamenti elettronici

Affittare casa - In partenza il piano del Governo per la lotta all'evasione. Detrazioni fiscali possibili solo utilizzando mezzi di pagamento tracciabili: ecco le misure future.

Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus unico in caso di lavori in ambito condominio per riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico. L'incentivo fiscale viene portato fino all'85%

Tagli alle detrazioni fiscali

Normative - Approvata alla Camera la legge di conversione della Manovra Finanziaria che introduce una serie di tagli a tutte le agevolazioni fiscali, comprese quelle per la casa.

Bonus rubinetti: di cosa si tratta?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con emendamento alla Legge di Bilancio 2020 fa il suo ingresso il bonus rubinetti, la detrazione del 65% dei costi per acquisto di rubinetti che riducono i consumi

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nes23
Salve,io e la mia compagna stiamo definendo l'acquisto di una casa che è suddivisa in due unità distinte (con partitee rendite catastali distinte, entrambe categoria...
nes23 27 Luglio 2021 ore 18:22 1
Img perima87
Ciao a tutti,sto ristrutturando un apt. di 130 mq e ho preventivato di sforare il tetto dei 96.000 euro per le ristrutturazioni.Ora il problema è che parlando con un...
perima87 23 Luglio 2021 ore 13:19 1
Img nicmon91
Salve,ho ristrutturato casa nel 2019 con le detrazioni fiscali del 50% della legge di quell'anno.Ogni anno sto detraendo dalle tasse l'importo fino al totale della mia irpef che...
nicmon91 23 Luglio 2021 ore 13:16 1
Img giusi rizza
Salve, sto ristrutturando I bagni.Per errore è stata presentata una cil manutenzione ordinaria.Dopo la cil ho pagato gli acconti alla ditta e dei materiali al fornitore...
giusi rizza 23 Luglio 2021 ore 13:11 1
Img annalettieri
Salve,sono in procinto di acquistare una casa singola disposta su due livelli che deve essere ristrutturata.Per i lavori ho contattato un'impresa a cui mi affiderei con la...
annalettieri 09 Luglio 2021 ore 20:25 3