• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Impianto con caldaie in cascata

Per grandi appartamenti, generalmente distribuiti su più piani o comunque su superfici in pianta molto ampie,è possibile utilizzare sistemi a cascata di caldaie.
Pubblicato il

Introduzione alle caldaie in cascata


Il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria per grandi appartamenti, generalmente distribuiti su più piani o superfici di diverse centinaia di metri quadrati, anche se realizzati con tutti gli accorgimenti utili a ridurre la spesa energetica, necessitano di grandi potenze.

le cascate di caldaie possono integrarsi con i pannelli solariUna moderna soluzione impiantistica è costituita dai generatori termici, o caldaie, che lavorano in gruppi o in cascata, con i vantaggi di elevati rendimenti complessivi e minore spesa di esercizio rispetto ad un singolo generatore di potenza pari alla loro somma.

Rendimenti particolarmente elevati (η>93+2·log Pn) si ottengono con le caldaie a condensazione, in conformità al Decreto Legislativo 192/05 e successive modifiche e integrazioni.

La tecnologia della condensazione permette notevoli riduzioni delle spese di esercizio sia per gli impianti di nuova installazione, sia in caso di sostituzione di generatori vecchi con quelli a condensazione.

Sono ottenibili riduzioni della spesa energetica, in linea di massima, fino al 25-30% rispetto agli impianti con generatori tradizionali o standard.

Quando viene installata una singola caldaia è possibile collegare una valvola a tre vie esterna per l'abbinamento ad una unità bollitore separata per la produzione di acqua calda sanitaria.

A mezzo di una valvola simile è possibile collegare l'unità bollitore ad uno o più pannelli solari termici, particolarmente performanti nel periodo tra primavera ed estate nelle regioni centro-meridionali, dove possono verificarsi le condizioni che permettono di produrre l'acqua calda sanitaria sfruttando la sola energia termica solare.

Il collettore idraulico di distribuzione, collegato alla base della caldaia, è un componente che ha lo scopo di aumentare la circolazione dell'acqua nell'impianto, per ridurre le perdite di carico che possono, infatti, assumere valori notevoli nel caso di grandi impianti.
Il collettore permette di far lavorare la pompa di circolazione della caldaia tra il suo circuito e lo stesso collettore.

Dal collettore si staccano i circuiti che servono le varie zone dell'impianto ed a monte di ogni circuito è installata una pompa di circolazione. Nel caso di collegamento in cascata di più caldaie, possono essere collegati più collettori di distribuzione mediante sistemi filettati.
Come per le singole caldaie, anche per le batterie di caldaie che lavorano in cascata i moderni bruciatori ecologici garantiscono emissioni inquinanti particolarmente ridotte.

controlli necessari anche per caldaie in cascata Anche le caldaie che lavorano in batteria o cascata sono omologate, come sistema, per le installazioni sia interne che esterne agli edifici.
Spesso tali caratteristiche permettono di recuperare spazio nella aree abitative e permettono, inoltre, di evitare la realizzazione di uno specifico locale tecnico come centrale termica.
Dal punto di vista degli ingombri è opportuno sottolineare che, con l'avanzare delle tecnologie, si realizzano generatori termici o caldaie sempre più compatte, permettendo migliori razionalizzazioni degli spazi negli edifici.

Fondamentali per le moderne cascate di caldaie sono i sistemi di termoregolazione ed i relativi accessori che permettono di ottimizzare la regolazione climatica dell'impianto termico in funzione delle condizioni esterne e dei carichi termici interni agli edifici.

Componenti sistemi caldaie in cascata


In linea di massima il pacchetto completo, disponibile comunemente in commercio, per installare una singola caldaia o più caldaie costituenti un sistema a cascata è composto da: una o più caldaie, collettori idraulici, kit sicurezza omologati ISPESL (obbligatori sia per le installazioni singole che in cascata), una o più unità bollitore, il sistema di fumisteria per installazione singola e collettori fumari per il collegamento di caldaie in cascata, uno o più sistemi di termoregolazione e di gestione.

riproduzione riservata
Caldaie in cascata
Valutazione: 3.33 / 6 basato su 6 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.975 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pier23
Buongiorno,ho un quesito da porvi .Ho un immobile formato da 2 piani riscaldati con caldaia a condensazione. Al secondo ed ultimo piano vorrei eliminare il riscaldamento...
pier23 04 Giugno 2024 ore 15:17 1
Img niodeipoveri
Buongiorno,spiego in breve, abbiamo ristrutturato uno stabile, dopo due anni dalla fine dei lavori al momento della verifica della caldaia, la ditta ha fatto presente che non...
niodeipoveri 22 Maggio 2024 ore 15:20 2
Img matteo ermidoro
Buongiorno, sto ristrutturando casa e sto valutando di togliere completamente il gas.Al momento è usato solo per acqua calda sanitaria. Potrebbe avere senso mettere una...
matteo ermidoro 02 Ottobre 2023 ore 11:19 1
Img marco zanchetta
Buongiorno a tutti! Volevo chiedervi aiuto dato che ho un dilemma. Volendo sostituire la vecchia caldaia in montagna avevo scelto un buon modello ad acqua calda istantanea, ma uno...
marco zanchetta 24 Settembre 2023 ore 15:49 1
Img jortua
SalveTemo che la caldaia BAXI (a camera stagna) tra non molto mi abbandonerà (ha 10 anni circa se non ricordo male), funziona benino, ma ogni tanto è rumorosa,...
jortua 21 Luglio 2023 ore 08:48 2