Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Caduta tetto su auto in condomino per pioggia e vento: chi paga?

Il Tribunale di Pisa ha chiarito quando il Condominio è responsabile dei danni arrecati a un condomino per caduta di una tegola su auto dovuta a raffiche di vento
- NEWS Regolamento condominiale
Barra Progettazione Online

Responsabilità tegola su auto in condominio


Nel caso in cui l’auto di un condomino venga danneggiata dalla caduta di una tegola del tetto condominiale a seguito di piogge intense e vento forte potrà il condomino chiedere i danni subiti al Condominio?

L’argomento è stato trattato dal Tribunale di Pisa che, con la sentenza n. 1173 del 22 settembre 2022, ha stabilito quando il Condominio possa dirsi responsabile e quando invece possa essere esentato da qualsiasi addebito a causa di eventi meteorologici di estrema ed eccezionale portata.


La responsabilità del Condominio


Con il maltempo dell’inverno arrivano spesso raffiche di vento e piogge.

Se da ciò consegue la caduta di tegole del tetto di un immobile con danni a terzi la situazione si fa davvero pericolosa. In tali casi è bene sapere quelle che sono le conseguenze legali dell’accaduto e a chi debba essere richiesto il risarcimento dei danni subiti.
Se ci troviamo in ambito condominiale e ad essere danneggiata è ad esempio l’auto di un condomino, chi risponderà del danno?

Vediamo cosa dice la legge in materia.

Tegola su auto
Premesso che il tetto rientra tra le parti comuni dello stabile condominiale, ai sensi dell’articolo 1117 codice civile, ci si chiede se il distacco di una parte di esso debba essere addebitato al Condominio e in quali casi.

Il Condominio risarcisce i danni in quanto custode


Partiamo dal presupposto che il Condominio, in quanto titolare delle parti comuni, è responsabile dei danni che tali beni possano arrecare ad altri condomini o a terzi estranei alla compagine condominiale.

La responsabilità dell’evento dannoso viene riconosciuta in capo al Condominio in quanto custode delle parti comuni ai sensi dell’articolo 2051 codice civile.

Il solo nesso di causalità tra il bene in custodia e l’evento dannoso comportano l’addebito delle lesioni verificatesi. La prova di tale nesso di causalità incombe sul soggetto danneggiato.


Quando è esclusa la responsabilità del condominio per tegola su auto


Al titolare del bene, dunque al Condominio, spetta l’onere di fornire la prova liberatoria che potrà esonerarlo da qualunque forma di addebito.

Al fine di escludere la sua responsabilità oggettiva il Condominio dovrà dimostrare che l’evento dannoso è dipeso da caso fortuito.

Per caso fortuito si intende un fatto naturale, di un terzo o dello stesso danneggiato eccezionale, imprevedibile nonché idoneo a interrompere il nesso di causalità tra il bene comune in custodia e i danni arrecati.


Eventi meteorologici di eccezionale gravità: è caso fortuito?


Veniamo al caso concreto. Nella fattispecie considerata il Tribunale di primo grado esaminava la richiesta di risarcimento danni presentata da un condomino la cui vettura subiva danni a seguito della caduta di alcune tegole del tetto dell’edificio.

Il Condominio, a propria difesa, evidenziava che il crollo era dipeso da una tromba d’aria di eccezionale portata tale da escludere la responsabilità del condominio.


Caduta tegole e responsabilità condominiale: cosa dice il Tribunale di Pisa


Sulla base di quanto stabilito dal Tribunale di Pisa nella recente sentenza n. 1173 del 22 settembre scorso, anche se la caduta delle tegole del tetto è dipesa da raffiche di vento l’unico responsabile dei danni verificatisi è il proprietario del bene in quanto custode.

Quest’ultimo potrà difendersi in giudizio dalla richiesta risarcitoria soltanto dimostrando che la causa diretta dell’evento sia da ravvisarsi nel caso fortuito.

Dovrà provare che, anche eseguendo tutti gli opportuni lavori di manutenzione il danno si sarebbe ugualmente verificato, in quanto dovuto a un evento eccezionale di per sé non prevedibile e non evitabile, sia pure adottando un comportamento di tipo prudenziale.

Carport

La domanda di rilievo è dunque se l’eccezionalità degli eventi meteorologici è tale da integrare la fattispecie del caso fortuito?

Al quesito fornisce una risposta il Tribunale di Pisa.


Una tromba d'aria protrattasi nel tempo e tale da fuoriuscire dai normali canoni meteorologici non sempre è tale da configurare gli estremi del caso fortuito.

Anche in presenza di precipitazioni atmosferiche caratterizzate da notevole forza e intensità il caso fortuito viene spesso negato.

Quando la tromba d'aria è caso fortuito


Secondo i Giudici di primo grado un evento può considerarsi eccezionale solo nel caso in cui si verifichi una volta ogni 20 anni se non con meno frequenza.

Nella fattispecie considerata il forte vento registrato non veniva ritenuto estremo ed eccezionale poiché, dato il valore massimo registrato pari a 88 km/H, in 38 anni è stato superato di intensità per ben 38 volte.

Veniva escluso pertanto che la tromba d'aria verificatasi nella costa pisana potesse configurare un'ipotesi di caso fortuito.

Caduta tegola su auto in condomino
Veniva altresì evidenziato che spetta al proprietario del bene in custodia il compito di eseguire eventuali lavori di messa in sicurezza e manutenzione.

Nella fattispecie dunque il Condominio avrebbe dovuto eseguire le necessarie opere di ristrutturazione del tetto proprio al fine di evitare che, le raffiche di vento di una certa entità potessero aumentare il rischio di caduta del tetto con pericolo di lesioni altrui.

È del tutto evidente quanto la prova del caso fortuito per il Condominio proprietario delle parti comuni sia di difficile attuazione.

Mettere in atto tutti i comportamenti per fronteggiare eventi che nella stagione invernale sono prevedibili resta l'unica strada percorribile per ridurre al massimo la possibilità di causare danni.

riproduzione riservata
Caduta tegole responsabilità condominio
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Caduta tegole responsabilità condominio: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.114 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Caduta tegole responsabilità condominio che potrebbero interessarti

Pannelli solari in condominio: chi è il responsabile in caso di danni?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il singolo condomino ha il diritto di installare impianti per la produzione di energia rinnovabile sul lastrico condominiale. Ma chi paga se ciò comporta dei danni?

Scivoloni in condominio e risarcimento dei danni

Liti tra condomini - La responsabilità del condominio per le cose in custodia non copre i danni subiti dai condomini in ambienti che conoscono molto bene

Condono edilizio: serve il permesso dell'assemblea condominiale?

Assemblea di condominio - Se un condòmino vuole richiedere il condono per sanare un abuso edilizio deve ottenere il consenso da parte dell'assemblea condominiale? La Cassazione risponde.

Materiali per tetti

Ristrutturare Casa - I materiali utilizzati per i tetti devono garantire efficace isolamento termico, protezione dagli agenti atmosferici e, al contempo, presentare una finitura in linea con l'aspetto esteriore dell'edificio.

Strade condominiali, danni e spese di manutenzione

Manutenzione condominiale - Le aree accessorie, come parcheggi e strade, dovranno essere considerate di proprietà comune, le spese di manutenzione andranno ripartite con i millesimi.

Tetti sicuri

Normative - Ripubblicazione della Norma UNI che disciplina le caratteristiche a cui devono rispondere i tetti di copertura.

Superbonus, è possibile per lavori a un edificio danneggiato da incendio?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Un condominio danneggiato da un incendio è stato risarcito dall'assicurazione. Nonostante ciò può usufruire del Superbonus e del bonus ristrutturazione 50%?

Responsabilità civile da rovina di edificio

Proprietà - Il proprietario di una costruzione risponde dei danni causati dalla sua rovina, a meno che questa non derivi da difetto di manutenzione o da vizio di costruzione.

Comodato d'uso: chi paga i danni a terzi?

Affittare casa - In caso di danni a terzi derivanti dall'immobile assegnato in comodato d'uso, il comodatario è responsabile per mancata custodia del bene concesso in godimento.