Buona pratica professionale

NEWS DI Architettura01 Marzo 2010 ore 09:40
Le iniziative del CNAPPC a tutela della qualita' delle prestazioni professionali.
architetti , professionista , professione

Il mondo delle professioni tecniche in Italia è sempre in una posizione ambivalente, tra la silenziosa accettazione dei problemi delle singole categorie ed ordini e la voglia costante di fare chiarezza in una situazione, solo italiana, in cui più figure professionali si sovrappongono nelle competenze in virtù di norme vecchie e mai chiarite la cui applicazione lascia ampi spazi di discrezionalità all'individuazione delle figure professionali abilitate a svolgere determinate attività, piuttosto che altre.

ProgettazioneDa un lato, mentre si assiste alle varie iniziative, comprensibili e lecite, di Ordini e Collegi professionali per capire come uscire dalla crisi economica che ha colpito il mondo negli ultimi anni, ecco che in Parlamento viene presentato un Ddl, il 1865, recante “disposizioni in materia di competenze professionali dei geometri, dei geometri laureati, dei periti industriali con specializzazione in edilizia e dei periti industriali laureati nelle classi di laurea L-7, L-17, L-21 e L-23”, che ha messo in subbuglio gli Ingegneri ed architetti perchè prevede una serie di ampliamenti alle prerogative professionali delle figure menzionate nel Ddl che finora erano state loro precluse.

A tal proposito, il CNAPPC, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, con un comunicato stampa del 18 Febbraio u.s., ha fermamente rigettato l'iniziativa della Senatrice Vicari, autrice del Ddl in oggetto, rimarcando come, alla luce dei drammatici accadimenti sul Territorio in Italia, in un paese che vistosamente frana, crolla, si frantuma, è importantissimo che le politiche nazionali sulla gestione e protezione del territorio tengano saldamente in considerazioni il valore e l'importanza di progettazioni adeguate e competenti, e ciò vistosamente fa a botte con il concetto di una revisione delle competenze professionali che non sia il frutto di una concertazione aperta a tutte le figure professionali coinvolte.

Tra l'altro, notizia recentissima, dopo le giuste rimostranze di cui sopra culminate in un incontro personale diretto il giorno 24 Febbraio u.s., la senatrice Vicari ha comunicato la sua disponibilità a sospendere l'iter procedurale del Ddl 1865 in attesa che un tavolo tecnico congiunto di tutte le figure professionali coivolte produca un documento congiunto di osservazioni che permetta di affrontare in maniera organica e concordata la revisione e la individuazione corretta delle competenze professionali.

Relativamente al concetto della buona pratica professionale, che necessariamente conduce ad una buona e corretta progettazione , il CNAPPC, aldilà delle giuste reazioni al Ddl Vicari, sta da tempo sviluppando, e di recente ha cominciato a pubblicare, una serie di utilissimi sussidi ai professionisti che hanno dato origine ad una vera e propria collana editoriale dedicata ai Protocolli Prestazionali, i primi dedicati alla progettazione, direzione e collaudo delle opere di edilizia privata di nuova costruzione.

Pratica professionaleQuesta serie di strumenti professionali, nell'intenzione del CNAPPC, non nascono con intenti di natura deontologica ma con la positiva intenzione di veicolare il concetto della difesa dello standard di qualità nell'espletamento delle prestazioni professionali, a tutela del committente, pubblico o privato, per poter dare adeguate risposte tecniche senza rinunciare al ruolo, implicito nella figura di Architetto , di interprete delle istanze della società del proprio tempo. I primi protocolli prestazionali pubblicati sono disponibili in tre volumi reperibili in tutte le librerie tecniche, oppure scaricabili gratuitamente sul sito del CNAPPC in formato Pdf.

Nell'attesa delle future pubblicazioni, che tratteranno di Edilizia manutenzione/ristrutturazione, Edilizia vincolata/restauro, Beni artistici e monumentali/restauro, paesaggismo, non possiamo che salutare con positività un'iniziativa tesa a definire standard di buona pratica nel rispetto di tutte le figure coinvolte nei processi della progettazione, dell'edilizia e delle costruzioni, perchè l'identificazione di criteri e comportamenti omogenei è assolutamente un bene, in primis per i committenti, che sono i beneficiari finali dei risultati di tali attività professionali.

riproduzione riservata
Articolo: Buona pratica professionale
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Buona pratica professionale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Buona pratica professionale che potrebbero interessarti
Codice Deontologico degli Architetti

Codice Deontologico degli Architetti

Leggi e Normative Tecniche - Dal primo settembre 2009 e' entrato in vigore il Nuovo Codice Deontologico degli Architetti.
Competenze professionali

Competenze professionali

Normative - Una recente sentenza della Corte di Cassazione chiarisce definitivamente i limiti delle competenze professionali dei geometri, rispetto ad ingegneri ed architetti.
La professione di architetto

La professione di architetto

Normative - Un breve introduzione alle norme etiche che regolano il mestiere del progettare lo spazio, pubblico o privato, a piccola o grande scala.

Architetti e ingegneri: a chi spetta competenza su immobili vincolati?

Leggi e Normative Tecniche - Varie sentenze hanno ribadito e sancito ancora una volta che l'architetto ha competenza esclusiva per la progettazione e direzione lavori su immobili vincolati.

Prestazione d'opera intellettuale: l'architetto

Normative - Il rapporto di collaborazione che s'instaura tra il committente e l'archietetto incaricato della progettazione di un'opera. I profili giuridici di maggiore rilevanza.

Polizza RC professionale dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Se è richiesto dall'assemblea condominiale, l'amministratore della compagine deve stipulare una polizza di responsabilità civile per l'esercizio della professione.

Preventivo del professionista

Leggi e Normative Tecniche - Il professionista è sempre tenuto a fornire al cliente un preventivo di massima, che deve contenere informazioni specifiche, non solo inerenti la sua parcella.

Liberalizzazione delle Professioni: ecco cosa cambierà

Leggi e Normative Tecniche - Quali cambiamenti per il libero professionista a seguito della liberalizzazione delle professioni prevista dal Decreto Cresci Italia? Ecco in sintesi i punti principali.

Parcelle di architetti e ingegneri

Normative - Metodologie per il calcolo degli onorari in base al tipo di lavoro affidato al professionista.
REGISTRATI COME UTENTE
295.444 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Progetto d'arredamento per ristrutturazione
    Progetto d'arredamento per...
    150.00
  • Imbiancatura camere
    Imbiancatura camere...
    5.00
  • Bagno completo in resina Milano
    Bagno completo in resina milano...
    2000.00
  • Manta ecologica dosatore polifosfati orientabile con by
    Manta ecologica dosatore...
    50.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.