Borragine: le sue proprietà e consigli per la coltivazione

La Borragine, oltre a decorare aiuole e giardini, grazie alle sue molteplici proprietà, è molto utile come pianta officinale e per insaporire numerose pietanze.
Pubblicato il

Generalità della Borragine


Conosciuta anche col nome botanico di Borago Officinalis, la Borragine è una pianta erbacea perenne spontanea coltivata in genere come annuale e diffusa allo stato selvatico nell'area mediterranea e in gran parte dell'Europa centrale.

La pianta si presenta con steli spessi e molto ramificati e con foglie larghe, rugose e di colore verde scuro. In estate, tra le foglie spunta un fusto carnoso con piccoli fiori di un blu molto vivace e a forma di stella.
Tutta la pianta, inoltre, è ricoperta da una sottile peluria mentre durante l'inverno tutta la parte aerea dissecca e viene persa.
La Borragine, considerata una pianta alimurgica, può raggiungere un'altezza compresa tra i 15 e i 60 cm; i suoi frutti sono composti da 3 acheni, di colore marrone o nerastro.

Molto utilizzata in cucina per la realizzazione numerose ricette, la Borragine è anche una pianta medicinale impiegata in omeopatia e in erboristeria sotto forma di decotti, tisane e integratori.


Origini e storia della Borragine


Dal punto di vista storico, le origini della Borragine possono essere trovate molto probabilmente in Siria, in Egitto e nelle pianure della Siberia. Già gli antichi Greci utilizzavano i fiori di questa pianta per per aromatizzare insalate e vini.
La Borragine si diffuse molto presto in tutta Europa, diventando popolare nel Medioevo, soprattutto per il suo impiego nelle zuppe vegetali e nella preparazione di medicinali.
Pianta di Borragine da purenature.co.nz
Dopo la scoperta dell'America, fu utilizzata nel nuovo Continente come verdura, mentre ai nostri giorni la Borragine è decisamente popolare in Liguria, dove è ritenuta essenziale per il ripieno dei Pansotti e per la preparazione della torta Pasqualina.


Coltivazione della Borragine


La Borragine è una specie che sopravvive benissimo anche allo stato spontaneo e per questo non richiede particolari attenzioni e cure durante la coltivazione.
Se però si desidera far crescere al meglio questa specie, bisognerà scegliere un terreno profondo, fresco e ricco di materia organica ma allo stesso tempo leggero e non troppo argilloso.

Borragine blu
L'esposizione migliore è senza dubbio ben soleggiata oppure a mezz'ombra, purché durante il giorno la pianta possa godere di almeno 4 ore di luce del sole diretta.
Per quanto riguarda invece la messa a dimora, le soluzioni sono diverse.

La pianta di Borragine, infatti, può essere messa a dimora dopo essere stata acquistata in vaso. Basterà estrarre l'intero pane di terra e innestarlo in una buca grande il doppio, opportunamente scavata nel terreno del vostro giardino.

Borragine bianca da revaensongherbals.com
In alternativa, è possibile ricorrere alla semina, acquistando i semi presso dei rivenditori specializzati. La semina deve essere effettuata tra settembre e ottobre nelle zone temperate d'inverno; in questo modo, le prime piantine nasceranno già in primavera.

Le irrigazioni da somministrare alla pianta devono essere saltuarie e abbondanti, cercando ogni volta di evitare i ristagni d'acqua, molto pericolosi per la pianta.

Dal momento che la Borragine è una pianta molto robusta, in genere non necessita di concimazioni regolari.
Durante il periodo della concimatura, è possibile però miscelare il terreno con un po' di concime organico.

Come già accennato, la Borragine viene a essere danneggiata da eccessivi ristagni d'acqua i quali, creando un'umidità troppo elevata, fanno marcire le radici e provocano l'ingiallimento e la successiva caduta delle foglie.

Anche se la Borragine non è attaccata facilmente dai parassiti, a volte può subire l'infestazione di insetti e lumache capaci di intaccare la struttura della pianta. Tra i rimedi più indicati per eliminare eventuali parassiti troviamo appositi prodotti, mentre nel caso delle lumache è consigliata la rimozione manuale.


Proprietà della Borragine


La Borragine è una delle piante più utilizzate in cucina e nella realizzazione di preparati medicamentosi. Sono numerose le ricette in cui la Borragine è protagonista.

Tra queste, le più diffuse sono i minestroni, le zuppe, gli gnocchi e le torte rustiche.
Inoltre si può cucinare la Borragine per dare vita a gustosi ripieni per cannelloni e ravioli.

Olio di semi di Borragine
Della pianta, sono commestibili sia i fiori che le foglie ma in ogni caso la Borragine deve essere assunta sempre cotta e mai a crudo. Questo perché il consumo di Borragine cruda può provocare epatossicità, a causa di alcuni composti pirrolizidinici presenti nella specie.

Molto vasto è l'impiego della Borragine in campo cosmetico e terapeutico, soprattutto sotto forma di olio estratto dai semi. Tra le principali proprietà benefiche della Borragine troviamo quelle lenitive, emollienti, diuretiche ed antinfiammatorie della pelle.

Fiore di Borragine da alteyaorganics.eu
La Borragine è anche utilizzata per calmare la tosse secca e abbassare la febbre.
Grazie alla presenza di mucillagini, la pianta è molto utile per il trattamento degli eczemi e dell'acne. In particolare, l'olio di Borragine è indicato, sia nell'uso esterno che interno, per schiarire macchie cutanee e smagliature.


Borragine controindicazioni


L'utilizzo della Borragine o dei prodotti a base di questa pianta può presentare, in alcuni casi, delle controindicazioni oppure degli effetti collaterali. L'olio di Borragine, ad esempio, è controindicato in soggetti che assumono anticoagulanti, a causa dell'acidogamma linoleutico contenuto nei semi e che può aumentare i tempi di coagulazione. Dunque, attenzione a eventuali interazioni con alcuni farmaci.

Vasetto olio di Borragine da drhoffmann.com
In seguito all'assunzione di Borragine possono manifestarsi anche reazioni avverse a livello gastroenterico mentre si sconsiglia l'olio di borragine in gravidanza, durante l'allattamento e in caso di ipersensibilità verso i componenti della pianta.


Dove acquistare la Borragine


La Borragine, come gran parte delle piante annuali, può essere acquistata come esemplare adulto presso aziende agricole, vivai e rivenditori specializzati.
Come abbiamo visto, la messa a dimora della pianta già sviluppata in vaso è una delle opzioni più semplici, soprattutto per chi non è molto esperto di giardinaggio.

borragine
Inoltre, è possibile comprare mix e selezioni di sementi se si preferisce utilizzare il metodo della semina per coltivare la Borragine.
Sia le piante in vaso che i semi sono disponibili anche online; nell'emporio virtuale di Amazon, ad esempio, è presente una vasta scelta di sementi ed esemplari adulti, insieme a un'ampia gamma di prodotti erboristici come l'olio di semi di Borragine.

riproduzione riservata
Borragine: caratteristiche, coltivazione e controindicazioni
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
347.070 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI