Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Che cos'è il Bonus Tv, come funziona e come ottenerlo

Confermato e ampliato l’incentivo statale che consente di ottenere uno sconto per acquisto di un nuovo televisore o decoder. Vediamo come funziona e come ottenerlo
02 Febbraio 2021 ore 11:55 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Che cos'è il bonus tv?


Nuove risorse per l’acquisto di nuovi tv e decoder.

La Legge di Bilancio 2021 ha stanziato ulteriori 100 milioni di euro per incentivare l’acquisto di nuovi tv, decoder e apparecchiature per il cavo.

Il cambiamento è dovuto al passaggio obbligatorio alle nuove frequenze 700 MHz deciso in ambito europeo con decisione della Commissione Europea di liberare la banda di trasmissione, in vista dell’arrivo del 5G.

Bonus tv acquisto televisore ultima generazione
A partire dal 1 luglio 2022 tutte le emittenti televisive trasmetteranno, utilizzando la nuova banda con la conseguenza che i televisori dotati della vecchia tecnologia standard e i vecchi decoder, non saranno più in grado di ricevere le nuove frequenze.

Entro 45 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio sarà emanato apposito decreto da parte del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze.


Bonus tv come funziona


Introdotto già da un anno, l’incentivo statale per l’acquisto di un nuovo tv sarà più fruibile fino a fine 2022, e in ogni caso fino a esaurimento fondi.

Si tratta, nello specifico, di un bonus 50 euro (IVA compresa) messo a disposizione per agevolare il nuovo passaggio digitale, ovverosia l’adeguamento al sistema digitale DVB-T2, che dovràcompletarsi entro luglio 2022.

Bonus tv acquisto televisore e decoder
Fino a tale data vi sarà un periodo di transizione durante il quale occorrerà procedere all’acquisto di un apparecchio televisivo o di un decoder, capace di supportare le nuove modalità per la trasmissione del segnale digitale.

Con il passaggio di frequenza i televisori non adeguati non trasmetteranno i segnali.

È dunque di fondamentale importanza accertarsi se occorre acquistare un nuovo televisore o se può essere sufficiente sostituire il vecchio decoder, con uno nuovo adeguato alle nuova tecnologia digitale.


Come capire se la tv è compatibile con la tecnologia DVB-T2?


Gli apparecchi tv, acquistati a partire dal 2017, dovrebbero essere adeguati alle nuove disposizioni per supportare la nuova tecnologia di trasmissione dei segnali.

Ciò nondimeno, prima di affrontare qualsivoglia spesa, è opportuno in ogni caso accertarsi della compatibilità del nostro modello tv con quelli previsti per il passaggio al nuovo digitale.

Per effettuare tale accertamento è sufficiente eseguire un semplice test, al termine del quale è possibile conoscere l’effettiva ricezione del nuovo segnale.

Bonus tv rottamazione vecchi televisori
Utilizzando il telecomando in dotazione con il nostro televisore basterà digitare il codice 100 (opzione RAI) o 200 (opzione Mediaset).

Se a seguito della digitazione di tali codici, dovesse apparire la schermata con la scritta Test HEVC Main10, vuol dire che il televisore è compatibile con le nuove frequenze e, dunque, non sarà necessario sostituirlo o acquistare un nuovo decoder.

Se, al contrario, dovesse risultare il messaggio Canale non disponibile, significa che il televisore non è compatibile.

Nel caso non dovessero apparire né l’uno né l’altro avviso, è consigliabile provare a risintonizzare tutti i programmi.


Bonus tv come funziona?


Il bonus tv consiste in un sconto che può essere praticato dal venditore.

Qualora si acquisti un dispositivo che ha un minor costo, l’incentivo coprirà l’intero importo della spesa. Se invece la spesa dovesse superare l’importo dello sconto, il bonus tv coprirà la spesa fino a un massimo di euro 50.

Ciò significa che non è obbligatorio per i negozianti aderire all’iniziativa.

I negozi interessati sono tenuti a registrarsi sulla piattaforma telematica resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate, seguendo le apposite istruzioni fornite anche in sede di vendita dei prodotti che hanno diritto al bonus.

Il venditore può recuperare lo sconto praticato sotto forma di credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione con modello F24, presentato tramite i canali telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle entrate.

L’incentivo statale è utilizzabile sia in negozi fisici sia in e-commerce.


Bonus tv a chi spetta?


Il beneficio è riservato ai cittadini che entro la fine del 2022 acquisteranno un apparecchio televisivo, a condizione che siano residenti in Italia e abbiano un ISEE non superiore a 20.000 euro.

È importante precisare che l’incentivo è riferito al singolo nucleo familiare: ciò significa che al fine di poterne beneficiare occorre che altri componenti della stessa famiglia non vi abbiano già fruito.


Bonus tv come averlo?


Per ottenere lo sconto sul televisore o decoder, il contribuente deve presentare al venditore uno specifica richiesta di riconoscimento del contributo digitale, reperibile sul sito del Ministero dello Sviluppo economico che potrebbe essere suscettibile di modificazioni.

Con questa dichiara, sotto la propria responsabilità di essere in possesso dei requisiti necessari (ISEE non superiore a euro 20.000) e che nessun altro componente del suo nucleo familiare abbia già usufruito del bonus.

Unitamente al modulo bonus tv, il beneficiario dell’incentivo statale deve presentare un documento di identità valido e il codice fiscale.



Non è necessario, invece, presentare anche la copia del modello ISEE, poiché il modulo bonus tv contiene una dichiarazione sostitutiva, in forma di autocertificazione.

Il rilascio di false dichiarazioni nel modello di richiesta per il riconoscimento del bonus tv comporta chiaramente il disconoscimento dello sconto.

Con riferimento alle modalità di pagamento non sono previste specifiche limitazioni.

È, infatti, prevista la possibilità di procedere al versamento dell’importo sia a mezzo di pagamenti elettronici e tracciabili (bancomat) sia in contanti, nel rispetto chiaramente dei limiti di legge.

riproduzione riservata
Articolo: Bonus tv: come funziona e come ottenerlo
Valutazione: 5.86 / 6 basato su 7 voti.

Bonus tv: come funziona e come ottenerlo: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Jovis
    Jovis
    Lunedì 16 Dicembre 2019, alle ore 10:19
    Si ma siamo sempre noi in fila a  pagare...
    rispondi al commento
  • Manuelamargilio
    Manuelamargilio
    Lunedì 16 Dicembre 2019, alle ore 09:49
    Alla fine ci sono delle contraddizioni a volte ma non ci si può far niente. 
    rispondi al commento
  • Jovis
    Jovis
    Lunedì 16 Dicembre 2019, alle ore 09:45
    Ah! tutto interessante, fin che si può risparmiare.Ma peccato, paghiamo una tassa impropria, dato che ci detraggono in bolletta la tassa del canone Tv ma non ci accreditano gli Introiti Pubblicitari, uno Stato speciale la nostra Italia,,,
    rispondi al commento
  • Jovis
    Jovis
    Lunedì 16 Dicembre 2019, alle ore 09:43
    Ah! tutto interessante, fin che si può risparmiare.Ma peccato, paghiamo una tassa impropria, dato che ci detraggono in bolletta la tassa del canone tv ma non ci accreditano gli introiti pubblicitari, uno Stato speciale la nostra Italia,,,
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.715 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Bonus tv: come funziona e come ottenerlo che potrebbero interessarti


Bonus facciate: confermato per il 2020 con limiti di spesa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus facciate: Detrazione del 90% per chi effettua la ristrutturazione della facciata dello stabile condominiale o della sua abitazione. Quali i limiti di spesa

Sì alla proroga Bonus mobili e bonus verde ma con dei limiti

Leggi e Normative Tecniche - Bonus mobili e bonus verde sono i grandi assenti dalle previsioni del Decreto Rilancio in ambito di sconto in fattura e cessione del credito. Ammessa la detrazione.

Bonus antincendi per il 2020: di cosa si tratta

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Manovra economica 2020: introdotto un bonus antincendio. Detrazione del 70 e 75% per la riqualificazione dei condomini in presenza di particolari requisiti tecnici

Bonus facciate: vale anche per la facciata interna?

Fisco casa - È possibile accedere al bonus facciate in caso di lavori su pareti che solo in parte siano visibili dalla strada. È quanto chiarito dall'Agenzia delle Entrate.

Bonus facciate 2020: le ultimissime novità

Fisco casa - Bonus facciate: la detrazione al 90% per le spese di rifacimento delle facciate degli edifici si estende a professionisti, imprese e lavoratori autonomi. Le novità

Bonus rubinetti: di cosa si tratta?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con emendamento alla Legge di Bilancio 2020 fa il suo ingresso il bonus rubinetti, la detrazione del 65% dei costi per acquisto di rubinetti che riducono i consumi

Switch off a DVB T2: informazioni utili sul nuovo digitale terrestre

TV ed elettronica - Nel 2020 arriverà finalmente il DVB T2, digitale terrestre di nuova generazione. Ecco qualche consiglio utile su come prepararsi al meglio per questo cambiamento

Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus unico in caso di lavori in ambito condominio per riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico. L'incentivo fiscale viene portato fino all'85%

Ecobonus e Sismabonus al 110%: le novità del decreto di maggio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con il decreto maggio 2020 sale al 110% l'incentivo fiscale legato agli interventi di risparmio energetico e alle misure antisismiche. Ecco quali sono le novità