Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Flash News DI Detrazioni e agevolazioni fiscali26 Luglio 2018 ore 09:32
Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco

Ristrutturazioni e benefici fiscali per il convivente


Viste le somme rilevanti spesso destinate dalle famiglie ai lavori di ristrutturazione straordinaria, non è insolito che i familiari conviventi si accollino le spese al posto dei proprietari degli immobili, magari in forza di una migliore capacità di reddito.

Vediamo quali sono i requisiti affinché il familiare convivente possa fruire della detrazione fiscale per il recupero del patrimonio edilizio.

Tramite una risposta data ai dubbi sollevati da un contribuente sulla questione, l’Agenzia delle Entrate fornisce un principio chiaro in merito alle condizioni da rispettare affinché il familiare convivente possa fruire delle suddette agevolazioni.
Vediamo meglio le conclusioni cui è giunto il Fisco.

Bonus ristrutturazioni e familiare convivente
L’Agenzia delle Entrate ha affermato che affinché il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile sul quale sono stati eseguiti i lavori di recupero del patrimonio edilizio (articolo 16-bis, Tuir), possa fruire delle detrazioni fiscali è necessario che abbia sostenuto le spese relative.
È altresì d'obbligo che le fatture attestanti l’esborso e i bonifici di pagamento siano a lui intestati. Non è necessario invece che l’immobile oggetto di ristrutturazione debba essere adibito ad abitazione principale, in quanto il proprietario e il convivente possono risiedere altrove.
Tuttavia, si deve evidenziare che la detrazione spetta al familiare convivente purché le spese siano state sostenute per lavori eseguiti in un’abitazione nella quale comunque si esplica la convivenza. Deve trattarsi di un immobile a disposizione dei conviventi, come una seconda casa al mare o in montagna.

I benefici fiscali spettano anche qualora i titoli abilitativi alla realizzazione dei lavori risultino intestati al proprietario dell’abitazione e non al familiare che fruisce del beneficio fiscale.

Riferisce l’Agenzia delle Entrate che per familiari si intendono (secondo quanto previsto dall’articolo 5, comma 5, Tuir) il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.
Si segnala inoltre che sempre a parere delle Entrate, non è necessario un contratto di comodato sottoscritto dal familiare convivente, essendo sufficiente la redazione di una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti la convivenza tra proprietario dell’immobile e beneficiario della detrazione. Importante è che la convivenza sussista a far data dall’inizio dei lavori di ristrutturazione ma non deve necessariamente permanere per l’intero periodo di fruizione della detrazione.

riproduzione riservata
Articolo: Bonus ristrutturazioni e familiare convivente: chiarimenti delle Entrate
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Bonus ristrutturazioni e familiare convivente: chiarimenti delle Entrate: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Margilio
    Margilio
    Giovedì 28 Febbraio 2019, alle ore 11:22
    Deve esserci vincolo pertinenziale con unità abitativa di proprietà del contribuente che sostiene la spesa.
    rispondi al commento
    • Stefano31
      Stefano31 Margilio
      Venerdì 1 Marzo 2019, alle ore 15:44
      Grazie per la risposta, ma è ovvio che se il box è pertinenziale al mio subalterno e pago io il box è mio.
      il problema nasce dal fatto che è nella zona in comune ai due subalterni, è pertinenziale al subalterno di mio suocero, ma pago io perché lui non può.
      rispondi al commento
  • Stefano31
    Stefano31
    Mercoledì 27 Febbraio 2019, alle ore 22:32
    Sto costruendo un box pertinenziale nella villetta dove vivo con mia moglie su un piano e dove vivono i miei suoceri su un altro piano.
    Il terreno intorno alla villetta dove costruisco il box è in comproprietà.
    Tale box sarà pertinenziale per mio suocero.
    Per motivi di reddito sarò io a pagare mediante bonifico le fatture dei costruttori.
    Ho diritto alla detrazione del 50%?
    Si può dire che convivo con i miei suoceri anche se viviamo in due appartamenti separati nella stessa unità immobiliare (subalterni diversi)?
    rispondi al commento
  • Manuelamargilio
    Manuelamargilio
    Sabato 15 Dicembre 2018, alle ore 10:28
    Gentile Utente per pareri e soluzioni di casi specifici suggeriamo il servizio di consulenza https://www.lavorincasa.it/consulenza-legale-fiscale-e-condominiale-sulla-casa/Cordiali saluti 
    rispondi al commento
  • Francesca5
    Francesca5
    Giovedì 25 Ottobre 2018, alle ore 18:23
    Esempio: la madre è unica proprietaria di una palazzina di 4 appartamenti. La figlia, che vive in uno dei 4 appartamenti pagherà le spese di una ristrutturazione che riguarda le parti comuni dell'edificio: lastrico solare, balconi, angoli del palazzo. Potrà la figlia usufruire dei benefici fiscali sapendo che la madre è residente all’int. 1 e la figlia all’int. 2? Si parla che “La detrazione spetta al familiare convivente del possessore o del detentore dell’immobile oggetto dell’intervento”.  "Non è necessario invece che l’immobile oggetto di ristrutturazione debba essere adibito ad abitazione principale, in quanto il proprietario e il convivente possono risiedere altrove". Bisogna fare un atto notorio di convivenza o non è necessario?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Bonus ristrutturazioni e familiare convivente: chiarimenti delle Entrate che potrebbero interessarti
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro
Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

Ecobonus: possibili agevolazioni per la sostituzione di pavimenti

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecobonus del 65% e detrazioni fiscali del 50% in caso di sostituzione o rifacimento pavimenti: ecco di seguito cosa dice in proposito l'Agenzia delle Entrate.

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.

Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Affittare casa - Potranno fruire del Sismabonus anche i contribuenti che demoliscono e ricostruiscono l'abitazione. Ecco i chiarimenti forniti in merito dall'Agenzia delle Entrate

Bonus verde: è possibile la detrazione delle spese di progettazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate fornisce dei chiarimenti sul bonus verde: possibile effettuare la detrazione anche delle spese sostenute per la progettazione dei lavori.

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.

Bonus casa: possibile modificare il 730 precompilato 2019

Fisco casa - Disponibile online la dichiarazione dei redditi precompilata 2019: possibile modificare tutti dati presenti e integrare gli importi relativi ai bonus sulla casa.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marcofg
Buongiorno,vorrei installare un impianto di allarme nel mio appartamento.Ho chiuso la SCIA dei lavori di ristrutturazione l'anno scorso.Credo che non posso usufruire...
marcofg 12 Maggio 2015 ore 11:46 5
Img enso
Buonasera a tutti, scrivo dalla provincia di Reggio Emilia con la speranza di farmi un po' di chiarezza da tutte queste leggi per accedere alle detrazioni in continuo rinnovo. Nel...
enso 01 Agosto 2017 ore 21:52 1
Img 64brunica
Buona sera, per quanto riguarda l'amministratore ha un obbligo verso i beneficiari a trasmettere oltre alla dichiarazione anche copia del bonifico parlante, oppure resta una...
64brunica 09 Ottobre 2017 ore 17:13 1
Img maryquant
Buonasera.Vorrei cortesemente sapere se, in caso di inerzia dell'amministratore nel consentire la visione della documentazione fiscale, sia possibile chiedere direttamente...
maryquant 27 Settembre 2015 ore 23:32 2
Img 64brunica
Buona sera, l'amministratore ha comunicato che ha variato il nome societario da S.A.S. a S.R.L. come amministratore unico. Quali adempimenti deve operare presso l'Agenzia delle...
64brunica 21 Ottobre 2017 ore 19:12 1
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.