• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Taglio del Governo sul Bonus Ristrutturazione: dal 2028 scende al 30%

È approdato in Senato il testo che prevede un primo taglio sulle agevolazioni per la ristrutturazione dell'abitazione. Dal 2028 l'attuale 50% passerà al 30%.
Pubblicato il

Taglio al Bonus Ristrutturazioni: dal 2028 la percentuale scende al 30%


L’effetto Superbonus colpisce anche le spese sostenute per il recupero edilizio-base dell’abitazione.

È giunto il momento di pagare dazio per l’enorme buco nelle casse dell’Erario provocato da una opaca e incontrollata gestione del superbonus 110%.

Nel testo in corso di valutazione al Senato è stabilito che la percentuale di Irpef consentita in detrazione in sede di dichiarazione dei redditi passerà a essere del 30% a partire dal 2028 e fino al 2033.

La detrazione Irpef spettante per questi interventi, originariamente pari al 36%, è stata incrementata nel corso degli anni e attualmente, nonché fino al 31 dicembre di quest’anno, è del 50%.

Detrazione Irpef dal 50% al 30% e riduzione tetto di spesa - Getty ImagesDetrazione Irpef dal 50% al 30% e riduzione tetto di spesa - Getty Images

Questa riduzione della misura dell’agevolazione fiscale che subentrerà dal 2028 è un primo warning.

Il Governo sembra avere intrapreso la strada dello stop allo spreco fiscale, pertanto, a tutt’oggi appare molto probabile che la prossima legge di Bilancio non prorogherà la vigente percentuale del 50%, bensì ripristinerà quella originaria del 36% a partire dal 1 gennaio 2025.

In questo modo, si compirà un primo graduale step verso la riduzione più strong che entrerà in vigore dal 2028 con la nuova percentuale del 30%.

Parallelamente, cambieranno anche i tetti di spesa: l’attuale limite per ciascun immobile è fissato in 96mila euro e tale importo verrà praticamente dimezzato con decorrenza dal 1 gennaio 2025 quando il nuovo tetto massimo di spesa per abitazione sarà di 48mila euro.

Rimane da conoscere l’importo massimo di spesa che sarà fissato per il periodo 2028 – 2033.

L’altra incognita riguarda le ingenti spese che moltissimi contribuenti dovranno affrontare per gli adempimenti richiesti dalla Direttiva Green in materia di efficientamento energetico degli edifici e il conseguente rinnovo dei bonus casa di cui si ventilava.


riproduzione riservata
Bonus Ristrutturazioni: dal 2028 passa al 30%
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Michele Rinaldi
    Michele Rinaldi
    Martedì 14 Maggio 2024, alle ore 09:46
    Questo bonus il Governo non doveva toccarlo perchè rischiamo di affossare il comparto edilizio.
    Hanno fatto bene ad eliminare quasi del tutto il Superbonus 110% , che ha favorito solo le grandi aziende e amici e referenti politici affossando la nazione e consumando anticipatamente i soldi del PNNR.
    Il Bonus ristrutturazione era stato fatto per le persone che volevano ristrutturare la propria casa e non incideva molto sul bilancio e casse dello Stato visto il recupero del Bonus in lunghi dieci anni.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto