Agevolazioni prima casa under 36: gli aggiornamenti delle Entrate

Prorogato a tutto il 2023 il bonus prima casa under 36. Quali sono i benefici fiscali e i requisiti per poter accedere alle agevolazioni in caso di acquisto casa
Pubblicato il

Agevolazioni prima casa under 36 anche per il 2023


Con la legge di bilancio 2023 viene rinnovato anche per quest'anno il bonus prima casa dedicato ai giovani under 36 con ISEE minore a 40.000 euro l'anno.

Mediante le agevolazioni prima casa riconosciute ai giovani si vuole favorire l'autonomia abitativa di coloro che si trovano in particolari condizioni economiche.

Le agevolazioni riconosciute trovano applicazione in riferimento agli atti che sono stati sottoscritti nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023.

Agevolazioni prima casa giovani
Per meglio chiarire i benefici di cui taluni cittadini hanno diritto, l'Agenzia delle Entrate ha aggiornato sul proprio sito la guida relativa all'acquisto della casa nella sezione l'Agenzia Informa.

Ha altresì provveduto al restyling della brochure dedicata agli under 36 nella pagina Depliant e infografia. Si potrà reperire tutte le informazioni utili in caso di acquisto di una prima abitazione.


Quali sono i vantaggi?


Chi ha meno di 36 anni e un ISEE inferiore ai 40.000 euro potrà avvalersi dei seguenti benefici fiscali:

  • per le compravendite non soggette a IVA, esenzione dal pagamento dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale;

  • per gli acquisti soggetti a IVA, oltre all'esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, riconoscimento di un credito d'imposta di ammontare pari all'IVA corrisposta al venditore;

  • esenzione dall'imposta sostitutiva per i mutui concessi per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili con destinazione a uso abitativo. Agevolazioni dunque anche in caso di finanziamenti erogati per acquistare o migliorare le prestazioni della propria abitazione. Non è dovuta l'imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative.

Si precisa che in caso di acquisto prima casa under 36 il credito d'imposta può essere fatto valere dal soggetto giovane in sede della dichiarazione dei redditi successiva alla data di acquisto o in sede di dichiarazione relativa al periodo di imposta in cui è stato effettuato.


Chi ha diritto alle agevolazioni giovani prima casa


Per poter beneficiare del bonus prima casa under 36 occorre il rispetto delle seguenti condizioni:

  • mancato compimento dei 36 anni di età nell'anno in cui l'atto è stipulato;

  • possedere un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro annui.


Si precisa che, in base alle regole in vigore, per gli atti stipulati nel 2022, l'ISEE è riferito ai redditi del 2020; per gli atti stipulati nel 2023, l'ISEE è quello del 2021.

Ai suddetti requisiti occorre aggiungere quelli previsti per godere, più genericamente, delle agevolazioni prima casa. A tal fine è necessario che l'acquirente:

  • abbia o trasferisca la propria residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel Comune in cui si trova l'immobile agevolato;

  • dichiari, nell'atto di acquisto, di non essere titolare, nemmeno in comunione con il coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altro immobile nel territorio del Comune in cui è situato quello da acquistare;

  • dichiari, nell'atto di acquisto, di non essere titolare, neppure per quote o in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altro immobile acquistato, anche dal coniuge, beneficiando delle agevolazioni “prima casa”.

In caso contrario, è necessario vendere l'immobile posseduto entro un anno dalla data del nuovo acquisto, al fine di non perdere il beneficio.


Bonus prima casa: per quali immobili?


I requisiti sopra evidenziati sono requisiti soggettivi.
Occorre il rispetto anche di ulteriori requisiti oggettivi relativi alla tipologia di immobile considerato.

Non tutti gli immobili sono ammessi all'agevolazione prima casa.

Vi rientrano quelli appartenenti alle seguenti categorie catastali:

  • A/2 (abitazioni di tipo civile);

  • A/3 (abitazioni di tipo economico);

  • A/4 (abitazioni di tipo popolare);

  • A/5 (abitazione di tipo ultra popolare);

  • A/6 (abitazione di tipo rurale);

  • A/7 (abitazioni in villini);

  • A/11 (abitazioni e alloggi tipici dei luoghi).

Rientrano anche le pertinenze?


I benefici si estendono anche per l'acquisto delle pertinenze dell'immobile principale, classificate nelle categorie catastali C/2 (magazzini e locali di deposito), C/6 (per esempio, rimesse e autorimesse) e C/7 (tettoie chiuse o aperte). Nel considerare le pertinenze occorre sottostare a dei limiti.

Bonus prima casa giovani
Rientra nel beneficio una pertinenza per ciascuna categoria che sia destinata a servizio della casa di abitazione oggetto dell'acquisto agevolato.


Immobili esclusi dal bonus casa under 36


Sulla base di quanto affermato sopra possiamo concludere che le agevolazioni prima casa non possono essere applicate se l'immobile acquistato rientra nelle seguenti categorie catastali:

  • A/1 (abitazioni di tipo signorile);

  • A/8 (abitazioni in ville);

  • A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio storico e artistico).


Atti che possono beneficiare delle agevolazioni prima casa


Anche in riferimento alla tipologia di atto sottoscritto occorre spendere due parole.
È bene avere chiaro che non tutti gli atti sono ammessi ai vantaggi fiscali.

Bonus prima casa under 36
I benefici fiscali sono riconosciuti a tutti gli atti che implicano il trasferimento, a titolo oneroso, della proprietà (o quota di comproprietà), il trasferimento o la costituzione di diritti reali di godimento (si pensi a nuda proprietà, usufrutto, uso, abitazione).

Nessuna agevolazione viene riconosciuta per la stipula di contratti preliminari di compravendita.

La notizia buona però è che alla stipula del contratto definitivo di compravendita oggetto di agevolazione, sarà possibile richiedere il rimborso per recuperare l'imposta proporzionale versata per acconti e caparra).

Sono invece agevolabili gli immobili acquistati all'asta.

riproduzione riservata
Bonus prima casa giovani guida aggiornata agenzia entrate
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
347.075 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefano b.
Buongiornoavendo acquistato appartamento con agevolazioni prima casa febbraio 2023, dovrei entro un anno vendere la precedente prima casa per non perdere agevolazioni (tassa...
stefano b. 24 Gennaio 2024 ore 18:46 1
Img gio1996
Buongiorno a tutti,spero che qualcuno riesca a chiarirmi le idee su un progetto che mi è balzato in mente.Ad Agosto 2020 io e il mio compagno abbiamo acquistato un...
gio1996 11 Aprile 2022 ore 18:10 2
Img tiziana marangi
Salve,sono già proprietaria di un immobile acquistato tramite mutuo ancora in corso.L'immobile si trovo in una palazzina composta da 2 appartamenti divisi da una scala...
tiziana marangi 02 Marzo 2022 ore 17:33 2
Img blue-chip
Buongiorno,ho acquistato casa ad aprile 2019 usufruendo delle agevolazioni prima casa.Ho venduto a luglio 2020.Entro quanto dovrei riacquistare casa per non incorrere in...
blue-chip 26 Aprile 2021 ore 23:13 2
Img mek
Buongiorno, vorrei sapere se per la costruzione di una prima casa oltre ad avere IVA al 4 % ci sia la possibilità di affiancare il bonus costruzione garage che permette 6na...
mek 16 Gennaio 2021 ore 20:03 1