Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus prima casa under 36: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate, con due recenti risposte ad interpelli chiarisce quelle che sono le condizioni per accedere al bonus prima casa giovani sotto i 36 anni
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Bonus prima casa under 36: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate


In tema di bonus prima casa giovani l’Agenzia delle Entrate di recente ha chiarito quello che è l’ambito di applicazione dell’agevolazione fiscale a favore degli under 36.
Lo ha fatto con la risposta all’interpello n. 653 del 4 ottobre 2021 e con la risposta all’interpello 650 del 1° ottobre 2021 che qui di seguito illustreremo.

La prima chiarisce se è possibile avvalersi del beneficio in caso di acquisto dell’immobile tramite asta giudiziaria. La seconda precisa se è possibile o meno beneficiare del bonus fiscale in caso di stipula di un preliminare di compravendita.

Bonus prima casa
Prima di entrare nel merito di quelle che sono le questioni affrontate e risolte dall’Amministrazione Finanziaria, vediamo brevemente in cosa consiste il Bonus prima casa under 36 e quali sono i requisiti per accedervi.


Che cos'è il bonus prima casa under 36


Il bonus prima casa under 36 è un beneficio fiscale introdotto con il Decreto Sostegni bis approvato dal CdM il 20 maggio 2021.

Tra le misure messe a punto dalla norma figura l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale, a favore di coloro che non abbiano compiuto i 36 anni e abbiano un ISEE sotto i 40.000 euro.

Costoro potranno fruire del bonus in caso di sottoscrizione di un atto di acquisto a titolo oneroso avente ad oggetto il trasferimento di un immobile destinato a prima casa.

Stesso beneficio fiscale spetta in caso di atto traslativo o costitutivo della nuda proprietà, usufrutto, uso o abitazione di immobile avente funzione di prima casa.

Bonus casa giovani under 36
Condizione necessaria è che, per entrambe le ipotesi, l’atto venga stipulato a partire dall’entrata in vigore del decreto.
Si ricorda che sarà possibile fruire dell’esenzione fino al 30/6/2022.

Per chi acquista l’immobile da un’impresa con atto soggetto ad Iva vi è la possibilità di avvalersi di un credito di imposta di pari importo.

Infine, per i mutui finalizzati all’acquisto dell’abitazione principale si prevede la cancellazione dell’imposta sostitutiva.

L’obiettivo del Governo è quello di incentivare l’autonomia dei giovani dal punto di vista abitativo e dare una spinta alla crescita demografica del nostro Paese.


I requisiti per accedere al bonus prima casa under 36


Due sono i requisiti principali che consentono di fruire del bonus prima casa giovani:

  • i soggetti interessati non devono aver compiuto 36 anni d’età nell’anno in cui viene sottoscritto l’atto notarile;

  • i beneficiari devono avere un Isee non superiore a 40.000 euro.
    Sono richiesti dunque un requisito legato all’età e un altro legato alla condizione economica del soggetto.


Prima casa per giovani under 36 e bonus
L’immobile che viene acquistato da destinare a prima casa non deve rientrare nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Deve essere ubicato nel Comune in cui l’acquirente ha la propria residenza.
Diversamente, la residenza dovrà essere fissata nel predetto Comune entro il termine di 18 mesi a far data dall’acquisto.

Il contribuente deve rilasciare una serie di dichiarazioni:

  • deve dichiarare di non essere titolare in via esclusiva o in comunione dei beni con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione situata presso lo stesso Comune in cui si trova l’immobile da comprare;

  • deve dichiarare di non essere titolare nemmeno per quote, su tutto il territorio nazionale, di altro immobile acquistato con le agevolazioni predette. Ove così non fosse sarà tenuto a trasferire l’immobile entro il termine di un anno dalla data dell’atto notarile.


Bonus prima casa under 36: è possibile in caso di acquisto con asta giudiziaria?


Con la risposta all'interpello n. 653 del 4 ottobre 2021, l'Agenzia delle Entrate spiega se è possibile fruire del bonus prima casa under 36 anche qualora l'abitazione venga acquistata mediante asta giudiziaria.

Nella fattispecie esaminata l'istante, per potersi avvalere dell'esenzione dal pagamento dell'imposta di registro dovrà effettuare le dichiarazioni di cui alla nota II bis all'articolo 1 della Tariffa, Parte Prima, allegata al d.P.R. 26 aprile 1986, n.131.


Il dubbio che pone l'istante è se di tale bonus si possa beneficiare in riferimento al pagamento delle imposte dovute per la registrazione del decreto di trasferimento o nel momento della successiva stipula del contratto di mutuo.

L'Agenzia delle Entrate afferma che il bonus può essere riconosciuto anche se l'acquisto dell'immobile avvenga per effetto di un provvedimento giudiziale.

Inoltre non ha alcun rilievo il momento della futura stipula del contratto di mutuo poiché ciò che è essenziale è il rispetto dei requisiti previsti dal Decreto Sostegni bis.

L'importante è che le dichiarazioni obbligatorie vengano rese prima della registrazione del decreto di trasferimento.


Bonus prima casa under 36: è possibile in caso di preliminare di compravendita?


Con risposta all’interpello n. 650 del 1° ottobre 2021 l’Agenzia dell’Entrate chiarisce che in caso di stipula di un preliminare di compravendita non è possibile fruire del bonus prima casa giovani.
In caso di registrazione del compromesso le imposte dovranno essere corrisposte.

Esenzione imposta registro
Il preliminare è un contratto che produce esclusivamente effetti obbligatori e non reali. Con esso sorge esclusivamente l’obbligo a carico delle parti di vendere e di acquistare. Il passaggio del diritto di proprietà avverrà in un momento successivo ovvero con la sottoscrizione dell’atto definitivo.

L’Agenzia delle Entrate chiarisce altresì che il contribuente potrà presentare domanda di rimborso per poter recuperare l’imposta proporzionale versata per acconti e caparra confirmatoria in misura superiore all’imposta di registro da versare per il contratto definitivo.


Bonus prima casa giovani vale anche per le pertinenze


Non finiscono qua i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate sul tema bonus prima casa giovani. Infatti, con la circolare 12 del 14 ottobre 2021, l’Amministrazione Finanziaria, oltre a illustrare quelli che sono i requisiti per accedere all’agevolazione fiscale, mette un punto fermo su quelle che sono le tipologie di immobili rientranti nel campo di applicazione della misura.

Semaforo verde per le pertinenze dell’immobile acquistato, come ad esempio il box auto o garage.

Inoltre, mette nero su bianco che il bonus prima casa trova applicazione anche in caso di compravendita mediante atto soggetto a IVA.

In ultimo, con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, vengono fornite indicazioni in caso di acquisto in comunione. È il caso in cui più soggetti, come ad esempio marito e moglie, diventano proprietari dell’abitazione.

Qualora uno dei due individui, per vari motivi, non rispetti i requisiti necessari per accedere al beneficio, dovrà corrispondere le imposte per intero non trovando applicazione nei suoi confronti il bonus under 36.

riproduzione riservata
Articolo: Bonus prima casa giovani: chiarimenti delle Entrate
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Bonus prima casa giovani: chiarimenti delle Entrate: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
334.092 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Bonus prima casa giovani: chiarimenti delle Entrate che potrebbero interessarti


Bonus prima casa giovani: proroga fino al 2022

Comprare casa - Con la Legge di Bilancio 2022 oggi al vaglio del Parlamento è stata prevista la proroga del bonus prima casa giovani fino al 31 dicembre 2022. Vediamo le novità

Sì alla proroga Bonus mobili e bonus verde ma con dei limiti

Leggi e Normative Tecniche - Bonus mobili e bonus verde sono i grandi assenti dalle previsioni del Decreto Rilancio in ambito di sconto in fattura e cessione del credito. Ammessa la detrazione.

Novità Legge di Bilancio 2022: Bonus affitto giovani

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità in arrivo con la Legge di Bilancio 2022 vi è anche il Bonus affitto per i giovani che prevede una detrazione per un valore massimo di 2.400 euro.

Bonus antincendi per il 2020: di cosa si tratta

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Manovra economica 2020: introdotto un bonus antincendio. Detrazione del 70 e 75% per la riqualificazione dei condomini in presenza di particolari requisiti tecnici

Bonus casa: proroga con la Manovra 2021

Fisco casa - In attesa del testo definitivo della Legge di Bilancio, arriva la notizia della conferma, nel Documento programmatico di bilancio, dei bonus casa per il 2021.

Bonus facciate 90%: nessuna proroga il 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus facciate: nessuna proroga in vista per il 2022. Secondo quanto appreso dal Documento Programmatico Bilancio il bonus facciate sembra essere il grande assente

Bonus affitti under 31: diminuisce il limite di detrazione annuale

Affittare casa - La Legge di Bilancio 2022 prevede una diminuzione del limite di detrazione annuale relativo al Bonus affitti per i giovani che decidono di andare a vivere da soli

Via libera al Bonus verde anche per il 2020

Fisco casa - Prorogata anche per il prossimo anno la detrazione fiscale del 36% relativa al bonus verde per gli interventi di sistemazione a verde nelle unità immobiliari.

Draghi cancella alcuni bonus 2021: ecco quali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus rubinetti, occhiali, auto elettriche e smartphone, voluti fortemente dal governo Conte, sono stati cancellati dal nuovo governo Draghi. Tutti tranne uno.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img val90
Buongiorno a tutti, volevo delle informazioni sul nuovo bonus in vigore dal 24 giugno 2021 sulla prima casa.Per quanto riguarda l'ISEE è scritto che deve essere inferiore...
val90 21 Giugno 2021 ore 21:24 2
Img cristiana.za
Buongiorno,io e il mio compagno siamo già proprietari al 50% di due immobili ( io al 50% con mio fratello di un appartamento e lui al 50% con la madre di altra unità...
cristiana.za 11 Marzo 2021 ore 10:52 2
Img extram
Buongiorno, a giorni acquisterò una casa composta da due appartamenti su due piani. Nell'atto del rogito dichiariamo l'intenzione di fonderla in un unica casa per usufruire...
extram 18 Maggio 2020 ore 16:01 3