• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Il bonus facciate esclude il bonus mobili

A fronte di lavori sula facciata di un edificio si godrà anche del bonus mobili solo se gli interventi si fanno rientrare tra quelli di recupero del patrimonio edilizio
Pubblicato il

Il bonus facciate esclude il bonus mobili


Il bonus mobili e grandi elettrodomestici è possibile a fronte di lavori di ristrutturazione per i quali si gode della relativa detrazione fiscale e non a fronte del nuovo bonus facciate, ossia la detrazione del 90% delle spese relative al rifacimento dell'esterno degli edifici esistenti. Occorre, dunque, stare attenti a qualificare bene l'intervento di recupero dell'immobile, visto che i lavori sulla facciata esterna possono rientrare sia tra quelli di recupero del patrimonio edilizio (detrazione IRPEF del 50%) sia nel nuovo bonus (sgravio del 90%).

Bonus facciate e bonus mobili
Tale precisazione è di fondamentale importanza poiché il bonus mobili è ammesso unicamente per i contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio, ossia:

  • lavori di manutenzione straordinaria (installazione di ascensori e scale di sicurezza; realizzazione dei servizi igienici; sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso; rifacimento di scale e rampe; realizzazione di recinzioni, muri di cinta e cancellate; costruzione di scale interne; sostituzione dei tramezzi interni senza alterazione della tipologia dell'unità immobiliare)

  • ristrutturazione edilizia (modifica della facciata; realizzazione di una mansarda o di un balcone; trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda; apertura di nuove porte e finestre; costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti)

  • restauro e risanamento conservativo (adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti; ripristino dell'aspetto storico-architettonico di un edificio)

  • manutenzione ordinaria su parti condominiali (tinteggiatura pareti e soffitti; sostituzione di pavimenti; sostituzione di infissi esterni; rifacimento di intonaci; sostituzione tegole e rinnovo delle impermeabilizzazioni; riparazione o sostituzione di cancelli o portoni; riparazione delle grondaie; riparazione delle mura di cinta).

Sia la detrazione per opere di recupero del patrimonio edilizio sia quella nuova per il rifacimento della facciata vanno beneficiate in 10 quote annuali di pari importo da riportare in dichiarazione dei redditi di anno in anno. Pertanto se, ad esempio, un contribuente esegue nel 2020 lavori sulla facciata e acquista anche mobili, questi, per godere altresì della detrazione legata a quest'ultimo acquisto dovrà qualificare i lavori come interventi di recupero del patrimonio edilizio. Laddove, invece, questi voglia far rientrare tali lavori nel bonus facciate allora non potrà godere del bonus mobili.

riproduzione riservata
Bonus mobili legato anche al bonus facciate
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Gigi
    Gigi
    Sabato 13 Febbraio 2021, alle ore 16:17
    Perchè complicarsi la vita?
    Per il BONUS MOBILI è necessaria almeno la manutenzione straordinaria ossia una CILA, mentre per la ritinteggiatura e/o rifacimento della facciata si ricade in manutenzione ordinaria che non da diritto a Bonus.Mobili.
    Da glossario pubblico dei lavori, noto che se il mio intervento su facciata include anche l'inserimento di un marcapiano, devo necessariamente presentare una CILA di manutenzione straordinaria ( in caso contrario scatta la sanzione comunale, tipicamente 1000 € ) e quindi ho anche il Bonus Mobili.
    In sintesi: il glossario determina il tipo di manutenzione per cui se ordinaria si bonus facciate, no bonus mobili, mentre se straordinaria si bonus facciate, si bonus mobili.
    L'esempio del marcapiano è puramente esplicativo, qualsiasi altro intervento per cui è necessaria almeno la CILA, va bene ( installazione pluviale e/o scossalina va bene, mentre l'installazione di inferriata alle finestre no - Vedi GLOSSARIO 2020 )
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucas2
Salve,nel 2022 ho sostituito la caldaia "tradizionale" con una a condensazione e nel 2023 ho usufruito per 8000 euro (tetto max 2023) del bonus mobili.Se oggi (2024) cambio il...
lucas2 29 Aprile 2024 ore 19:32 2
Img giomar68
Buongiornonel 2022 abbiamo presentato la Cila per lavori di ristrutturazione all'appartamento.I lavori sono andati per le lunghe e solo ora sono terminati.Devo acquistare i mobili...
giomar68 29 Aprile 2024 ore 19:31 1
Img gian5778
Buongiorno, avrei alcuni quesiti da porre sulla detrazione “bonus mobili”. Nel 2022 ho eseguito lavori di tinteggiatura esterna di una abitazione composta da due...
gian5778 24 Gennaio 2024 ore 18:43 2
Img brigante1976
Nel corso del 2023 ho acquistato dei mobili e degli elettrodomestici (forno, lavastoviglie e piano ad induzione insieme alla cucina, il frigorifero e la lavatrice a parte). In...
brigante1976 27 Dicembre 2023 ore 14:57 2
Img stakius
Buongiorno, volevo sapere con certezza (se qualcuno ha anche già usufruito nel caso specifico) se per lavori di manutenzione ordinaria sulla intera palazzina, e quindi...
stakius 26 Ottobre 2023 ore 16:19 2