Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Sostituzione porta blindata possibile con Bonus 50%

Viene compresa tra le opere agevolabili al 50% la sostituzione della porta blindata optando per la scelta dello sconto in fattura o per la cessione del credito.
- Detrazioni e agevolazioni fiscali

Detrazione al 50% per sostituzione porta blindata


Considerata la sostituzione della porta blindata come un intervento di recupero del patrimonio edilizio esistente con detrazione al 50%.

Un contribuente richiede se la sostituzione di un porticino di ingresso in legno con una porta blindata consente di poter beneficiare dello sconto in fattura, comprese le spese di muratura necessarie per l'istallazione e, se occorre come titolo edilizio abilitativo una CILA (Comunicazione di inizio lavori asseverata) oppure una SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività).

Dalla tabella riassuntiva delle opere agevolabili, presente nella guida delle ristrutturazioni edilizie delle agevolazioni fiscali, pubblicata dall'Agenzia delle Entrate sul suo sito internet, la sostituzione della porta blindata esterna della singola unità immobiliare viene inclusa nell'ambito delle attività agevolabili al 50%, come recupero del patrimonio edilizio esistente e per questo qualificabile come manutenzione straordinaria.

Detrazione 50% porta blindata
Dal Testo unico edilizia, la detrazione riguarda le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e di risanamento conservativo, per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

Sempre secondo il Testo unico edilizia, sono considerati interventi di manutenzione straordinaria quelle opere e modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per realizzare e integrare i servizi igienici, sanitari e tecnologici, purchè non vadano a modificare la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni d'uso.

Quindi, in caso di sostituzione della porta blindata, è possibile beneficiare dell'opzione dello sconto in fattura oppure della cessione del credito, per le spese sostenute entro il 31/12/2021. Mentre, per quanto riguarda, l'iter di comunicazione o di autorizzazione edilizia che deve essere avviato, è opportuno verificare con l'ufficio comunale competente, in base alla propria disciplina urbanistica, l'eventuale titolo edilizio abilitativo, ovvero CILA o SCIA, che risulta essere necessario.


riproduzione riservata
Articolo: Bonus 50% per sostituzione porta blindata
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Bonus 50% per sostituzione porta blindata: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Catybilancia
    Catybilancia
    Mercoledì 1 Dicembre 2021, alle ore 16:26
    Buonasera, la contatto inquanto ho comprato la porta blindata da un rivenditore autorizzato Dierre, e nella fattura il rivenditore non ha specificato che oltre la vendita della porta blindata, l'installazione della porta blindata che ha montato il tecnico della loro azienda non è stata menzionata.Vi è causale di trasporto: Vendita, Fattura: porta blindata Dierre mod e misura.Dato che devo fare il bonifco con la dicitura manutenzione straordinaria 16bis del DPR 917/1986, per far si che possa acquistare i mobili con il relativo bonus mobili, va bene lo stesso o gli devo dire che la cambia?Grazie di nuovo!
    rispondi al commento
    • Esirico
      Esirico Catybilancia
      Mercoledì 1 Dicembre 2021, alle ore 17:57
      Buona sera Catybilancia, si possono effettuare i pagamenti tramite bonifico bancario o postale per detrazioni fiscali ristrutturazione edilizia, da cui risulti: la causale del versamento (nella causale si deve indicare il numero e la data della fattura); il tuo codice fiscale; il numero di partita IVA o codice fiscale dell’azienda venditrice. Le auguro buon proseguimento di serata  
      rispondi al commento
      • Paololeone65
        Paololeone65 Esirico
        Giovedì 2 Dicembre 2021, alle ore 00:16
        Grazie, lei è stata molto gentile e preparata.Cordiali saluti!
        rispondi al commento
        • Esirico
          Esirico Paololeone65
          Giovedì 2 Dicembre 2021, alle ore 08:33
          Buon giorno Paololeone65, sono io che ringrazio Lei, buon proseguimento di giornata.
          rispondi al commento
  • Paololeone65
    Paololeone65
    Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 10:19
    Mi scusi, inerente alla porta blindata che andrò a comprare presso il negozio autorizzato Dierre, il rivenditore oltre la vendita, effettuerà l'installazione.Nella fattura di vendita il negoziante cosa deve indicare sia il costo della porta più posa in opera, oppure cosa?Buongiorno cordiali sauti  
    rispondi al commento
    • Esirico
      Esirico Paololeone65
      Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 10:29
      Buon giorno Paololeone65, il secondo tipo di incentivi porte blindate è chiamato Bonus Sicurezza, fa parte del cosiddetto Bonus Ristrutturazione e puoi usufruirne se effettuerai degli interventi finalizzati a prevenire il rischio di comportamenti illeciti da parte di terzi, come furto, aggressione ecc. L’importo viene distribuito in 10 anni con rimborsi annuali di pari importo. Puoi detrarre del 50% le spese sostenute per l’installazione di: grate, porte blindate o rinforzate; installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; vetri antisfondamento; tapparelle metalliche con blocchi; telecamere a circuito chiuso collegate con centri di vigilanza privata e rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate e recinzioni. Si possono effettuare i pagamenti tramite bonifico bancario o postale per detrazioni fiscali ristrutturazione edilizia, da cui risulti: la causale del versamento (nella causale si deve indicare il numero e la data della fattura); il tuo codice fiscale; il numero di partita IVA o codice fiscale dell’azienda venditrice. Buona giornata.  
      rispondi al commento
  • Catybilancia
    Catybilancia
    Lunedì 29 Novembre 2021, alle ore 23:38
    Buonasera, le porgo un quesito.Dovrei sostituire la porta blindata di casa mia di circa 20 anni installata.Mi sono recata da un rivenditore autorizzato Dierre nella mia città, e mi ha consigliato di montare la stessa marca della mia e cioè "DIERRE", perchè essendo che la porta è della stessa marca, non necessitano opere murarie, ma semplicemente lo smontaggio di quella vecchia e il rimontaggio di quella nuova. In questo caso ho diritto al bonus mobili?Se e si, il commerciante nella fattura deve indicare la spesa da me sostenuta sia dell'istallazione, e sia dell'acquisto, in unica fattura oppure separatamente?Invece nel bonifico che andrò a fare, cosa devo indicare?Grazie cordiali saluti. 
    rispondi al commento
    • Esirico
      Esirico Catybilancia
      Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 09:02
      Buon giorno Catybilancia, il Bonus mobili, è stato riconfermato nel 2021, ma dalle spese agevolabili attualmente sono esclusi gli acquisti di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo e di porte. Per l’acquisto e l’installazione di una porta blindata, tuttavia, ci sono altri sconti a cui il contribuente può fare ricorso, ma solo in presenza di determinati requisiti. Chi intende ricorrere al Bonus mobili, in presenza di tutti i requisiti richiesti, ha diritto ad una detrazione Irpef del 50% sugli acquisti riconosciuti come agevolabili. Si tratta, nello specifico, di spese per mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga). Tutti destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 per l’acquisto di mobili nuovi; grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica. A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili: letti e armadi; cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie e comodini; divani, poltrone e credenze; materassi e apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Non sono agevolabili, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo. 
      rispondi al commento
    • Esirico
      Esirico Catybilancia
      Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 09:02
      Il Governo di Mario Draghi, a lavoro sulla Manovra 2022, ha deciso di prorogare il Bonus mobili anche per il prossimo anno. A partire da gennaio, però, varranno delle regole diverse per la detrazione. In particolare: il Bonus verrà esteso per tre anni, fino al 2024; il tetto di spesa sarà abbassato, passando dai 16mila euro del 2021 ai 5mila euro del 2022. Pur non essendo contemplato esplicitamente nel Bonus mobili, l’acquisto di una porta blindata riconosce comunque una serie di incentivi. Nello specifico, le misure agevolative che coprono anche le spese per l’installazione di una porta blindata sono: il pacchetto agevolazioni per il recupero del patrimonio edilizio, il Bonus ristrutturazioni, che contiene al suo interno il Bonus sicurezza; gli sconti previsti dall’Ecobonus All’interno degli sconti previsti dal Bonus ristrutturazione rientra, anche il Bonus sicurezza. Nella categoria delle ristrutturazioni, come ha chiarito l’Agenzia delle Entrate, rientrano anche gli interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi. Per atti illeciti si intendono quelli penalmente illeciti (per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti). In questi casi, la detrazione è applicabile unicamente alle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili, solo se rivolti a trasformare un fabbricato mediante un insieme di opere che possono portare a un fabbricato del tutto o in parte diverso dal precedente. Per questo motivo non è coperto dal bonus, per esempio, il contratto stipulato con un istituto di vigilanza, ma vi rientra sicuramente l’installazione di una porta blindata (così come l’apposizione di grate sulle finestre, la sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini etc.). L’acquisto di una porta blindata può rientrare anche tra quelli ammessi all’Ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica di un immobile. In particolare, se la porta serve a garantire un migliore isolamento termico, darà diritto allo sconto riconosciuto in questi casi. I requisiti energetici specifici che devono essere rispettati, anche nel caso delle porte blindate, sono contenuti nell’allegato E del dl 6 agosto 2020. Le auguro buon proseguimento di giornata.
      rispondi al commento
    • Esirico
      Esirico Catybilancia
      Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 09:12
      Buon giorno Catybilancia, per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Se il pagamento è disposto con bonifico, non è necessario utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia. 
      rispondi al commento
    • Paololeone65
      Paololeone65 Catybilancia
      Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 10:09
      Grazie per la risposta esaustiva!
      rispondi al commento
      • Esirico
        Esirico Paololeone65
        Martedì 30 Novembre 2021, alle ore 10:11
        Buon giorno Paololeone65, prego e buona giornata.
        rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img egesia
Salve,ho appena acquistato un condizionatore con sconto in fattura 65% (ecobonus con sostituzione del vecchio impianto), ma il venditore non effettua l'installazione.Ho la...
egesia 05 Agosto 2022 ore 14:47 1
Img robi77
Vorrei cedere alla Banca un credito per lavori detraibili al 50% , spesa €10.000 credito cedibile €5.000Tutte le spese sono eseguite nel 2022.La spesa per il visto di...
robi77 25 Giugno 2022 ore 19:47 2
Img micky322
Ciao a tutti. Nel nostro condominio vogliono ristrutturare una casa di soli 14 anni usando il superbonus. Sul lato ovest e forse anche sul lato sud, è veramente neccessario...
micky322 17 Giugno 2022 ore 10:49 2
Img mary95
Buon pomeriggio, nel 2020 ho iniziato a costruire un appartamento, i lavori sono finiti a novembre 2021 ed è stata dichiarata la fine dei lavori dall'architetto.Tra i...
mary95 24 Maggio 2022 ore 18:18 3
Img claudia leurini
Buongiorno,nell'ambito del bonus ristrutturazione 50% è indispensabile conferire l'incarico a una impresa "chiavi in mano" che si occupi di tutto oppure è...
claudia leurini 12 Maggio 2022 ore 17:56 2