Asseverazione del tecnico abilitato per detrazione 65%

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali05 Aprile 2015 ore 12:02
Uno dei documenti necessari per poter fruire della detrazione 65% per interventi di riqualificazione energetica è l'asseverazione redatta da un tecnico abilitato.

Cos'è l'asseverazione per la detrazione 65%?


Uno dei documenti necessari per poter fruire della detrazione Irpef del 65% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, è l'asseverazione redatta da un tecnico abilitato.
Vediamo quindi cos'è questo documento, chi può redigerlo e quali dati deve riportare.

asseverazione per riqualificazione energeticaL'asseverazione è una relazione con la quale il tecnico incaricato attesta la sussistenza di alcuni requisiti, per dimostrare che l'intervento per il quale si richiede la detrazione della spesa rispetta la normativa di riferimento e garantisce un effettivo miglioramento delle prestazioni energetiche.

Nel caso in cui gli interventi realizzati siano più di uno, il tecnico può redigere un solo documento unitario che fornisca complessivamente le informazioni richieste.

In base all'art. 1, comma 6 della norma di riferimento (d. m. 6 agosto 2009) i soggetti rientranti nella categoria di tecnici abilitati sono da ritenersi quelli abilitati alla progettazione di edifici e impianti nell'ambito delle competenze ad essi attribuite dalla legislazione vigente, iscritti ai rispettivi ordini e collegi professionali, quindi architetti, ingegneri, geometri e periti industriali.

L'asseverazione è un documento che non va trasmesso all'Enea, nella relativa comunicazione telematica, ma deve essere semplicemente conservato dal richiedente insieme con fatture, attestazioni dei bonifici effettuati ed eventuali permessi per realizzare i lavori.


Contenuti dell'asseverazione per la detrazione 65%


I contenuti dell'asseverazione si differenziano a seconda della tipologia di intervento per la quale si richiede la detrazione.

Nel caso di interventi di riqualificazione globale dell'edificio la relazione asseverata deve attestare che l'indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale non sia superiore ai valori fissati dal decreto del Ministero dello sviluppo economico dell'11 marzo 2008.

Nel caso di interventi sull'involucro dell'edificio (tetto, pareti, finestre) il parametro che l'asseverazione deve attestare come non superiore ai valori stabiliti dal decreto è la trasmittanza. Quindi, per ciascun elemento su cui si interviene sarà necessario effettuare una stima del valore della trasmittanza prima dell'intervento e dopo l'intervento, per giungere a un confronto.

Nel caso di installazione di pannelli solari, l'asseverazione deve attestare i seguenti requisiti:
• che i pannelli solari impiegati e i relativi bollitori siano garantiti per almeno 5 anni;
• che gli accessori e i componenti elettrici ed elettronici dell'impianto siano garantiti per almeno 2 anni;
• che i pannelli solari siano dotati di certificazione di conformità alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976, rilasciato da un paese membro dell'Unione Europea o dalla Svizzera;
• che l'installazione di tutte le componenti è stata eseguita seguendo le prescrizioni contenute nei relativi manuali.

asseverazione per sostituzione caldaiaNel caso di interventi per la climatizzazione invernale, l'asseverazione deve attestare che:

a) sono stati installati generatori di calore a condensazione ad aria o ad acqua con rendimento termico utile, a carico pari al 100% della potenza termica utile nominale, maggiore o uguale a 93 + 2 log Pn, dove log Pn è il logaritmo in base 10 della potenza utile nominale del singolo generatore, espressa in kW, e dove per valori di Pn maggiori di 400 kW si applica il limite massimo corrispondente a 400 kW;

b) sono state installate, ove tecnicamente compatibili, valvole termostatiche a bassa inerzia termica (o altra regolazione di tipo modulante agente sulla portata) su tutti i corpi scaldanti a esclusione degli impianti di climatizzazione invernale progettati e realizzati con temperature medie del fluido termovettore inferiori a 45°C.

Nel caso in cui si provveda alla sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale con uno di potenza nominale inferiore a 100 KW, bisognerà inserire nell'asseverazione ulteriori precisazioni.
Infatti, bisognerà attestare che è stato utilizzato un bruciatore di tipo modulante, che la regolazione climatica agisce direttamente sul bruciatore e di aver installato una pompa di tipo elettronico a giri variabili.

Se l'impianto di climatizzazione invernale è sostituito con un impianto a pompa di calore ad alta efficienza o con impianti geotermici a bassa entalpia, il tecnico dovrà dichiarare l'utilizzo di pompe di calore con specifici requisiti a seconda del periodo d'imposta e che il sistema di distribuzione è messo a punto ed equilibrato in relazione alle portate.


In quali casi l'asseverazione può essere sostituita?


Per alcuni interventi l'asseverazione del tecnico può essere sostituita da una certificazione dei produttori. Si tratta nello specifico di:
• sostituzione degli infissi esistenti;
• sostituzione della caldaia esistente con una a condensazione di potenza complessiva inferiore a 100 kW.

Le certificazioni, quindi, dovranno essere rilasciate dai produttori di infissi, caldaie a condensazione, valvole termostatiche a bassa inerzia termica, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia.

asseverazione per installazione pannelli solariNel caso in cui si installino pannelli solari realizzati in autocostruzione, l'asseverazione può essere sostituita da un certificato comprovante la partecipazione a un apposito corso di formazione.

Inoltre, in base a quanto stabilito dal d.m. del 6 agosto 2009, per gli interventi sull'involucro e quelli di installazione dei pannelli solari, l'asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione rilasciata dal direttore dei lavori, riguardante la conformità degli interventi al progetto depositato, oppure esplicitata nella relazione ai sensi della legge 10 del 1991, attestante la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e dei relativi impianti termici.

riproduzione riservata
Articolo: Asseverazione per detrazione 65%
Valutazione: 5.80 / 6 basato su 15 voti.

Asseverazione per detrazione 65%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Asseverazione per detrazione 65% che potrebbero interessarti
Sismabonus: detrazione non ammessa se l'asseverazione del tecnico è tardiva

Sismabonus: detrazione non ammessa se l'asseverazione del tecnico è tardiva

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate forniti ad un contribuente che si interroga circa l'ammissibilità di una asseverazione tardiva per il sismabonus.
Documenti da produrre e pratica ENEA per la detrazione 65%

Documenti da produrre e pratica ENEA per la detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ogni intervento che può beneficiare della detrazione 65% richiede la predisposizione di una documentazione specifica. Ecco le regole generali e varie eccezioni.
Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.

Pannelli Solari 55%

Impianti - I pannelli solari termici riducono la spesa energetica degli edifici, grazie all'impiego di energia rinnovabile, e possono essere detratti come spesa dall'IRPEF.

Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Optare per la detrazione più idonea verificando i requisiti tecnici, calcolando i vantaggi economici nel lungo termine e rispettando i limiti massimi di spesa.

Detrazione 65% per caminetti e stufe: cosa sapere

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 2015 è diventato più semplice accedere alla detrazione fiscale sul risparmio energetico (65%) per chi installa generatori a biomassa come caminetti e stufe.

Detrazione 65% per isolamento pareti e tetto

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che caratteristiche deve avere l'intervento edilizio sull'involucro e quali sono i documenti da conservare e trasmettere per accedere alla detrazione del 65%?

Le linee giuda di ENEA per il bonus condomini 2017

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata la guida ENEA per le riqualificazioni energetiche dei condomini con detrazione al 70% e 75%. L'invio della documentazione è possibile dal 15 settembre

Immobili: al 65% la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione globale

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Ecco una mini guida sulla detrazione fiscale per chi esegue interventi di riqualificazione energetica globale dell'immobile, prorogata fino al 31 dicembre 2016.
REGISTRATI COME UTENTE
295.616 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Manutenzione scaldabagno Roma
    Manutenzione scaldabagno roma...
    80.00
  • Riparazioni condizionatori Roma
    Riparazioni condizionatori roma...
    80.00
  • Manutenzione caldaia
    Manutenzione caldaia...
    80.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.