• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Asfaltatura fai da te

Le coperture in agglomerato bituminoso devono essere molto resistenti e sopportare notevoli carichi, ma possono essere posate anche con sistemi fai da te.
Pubblicato il / Aggiornato il

L'asfaltatura di piccole superfici, il rappezzo di parti mancanti di una copertura e altri piccoli-medi interventi su questo tipo di copertura, possono essere affrontati anche senza attrezzature specifiche e senza l'intervento di personale specializzato.
In commercio si trovano due tipi di impasti bituminosi.

Asfaltatura faidate
Il più semplice da utilizzare è un preparato che si stende a freddo e indurisce a poco a poco con l'esposizione all'aria aperta.
Il secondo è quello tradizionale costituito da una miscela di bitume e ghiaietto.

Indipendentemente dal tipo di copertura va sempre realizzata un'accurata preparazione del sottofondo in modo da costituire una base solida, asciutta e stabile, su cui applicare i vari impasti.


Asfalto a freddo


L'asfalto a freddo si acquista in sacchi di plastica e si usa facilmente: basta versarlo sulla base pronta, rastrellarlo, passarci sopra il rullo per spianarlo bene.
Poi si lascia indurire.
Se stendete questo tipo di asfalto su un fondo di ghiaia mobile oppure su una lastra di calcestruzzo, è meglio stendervi sotto prima una mano di bitume liquido per farlo legare meglio.
Spargete e allargate bene l'impasto con un rastrello largo cercando di formare uno strato di un paio di centimetri, poi rivoltate il rastrello e lavorate col dorso piatto per livellarlo.
Infine costipatelo battendolo con un semplice attrezzo di legno (mazzapicchio), che potete autocostruire.
Subito dopo passatevi sopra il rullo, per premere la superficie, ricordandovi di tenerla sempre bagnata.
L'indurimento avviene in tempi variabili a seconda della temperatura esterna, per questo motivo evitate di camminarvi sopra e copritelo con un sottile strato di sabbia.

Asfaltatura faidate

(1) - Se il suolo è cedevole e inconsistente si procede alla realizzazione di una massicciata che, nel caso di traffico pesante può essere costituita da:
A - sottofondo in pietrisco di pezzatura grossa, spesso 10 - 15 cm.
B - copertura compattata di pietrisco di pezzatura media, spesso 4 - 8 cm.
C - copertura in asfalto di 2,5 - 5 cm.


(2) - I sacchi di asfalto a freddo si versano nella carriola e si trasportano sul luogo della posa. Se il lavoro risulta più agevole, si possono aprire i sacchi sulla massicciata.

Asfaltatura faidate

(3) - Con il badile si allarga l'impasto su tutto il sottofondo senza lasciare spazi vuoti e cercando di realizzare una copertura il più possibile uniforme.

(4) - Con il rastrello si spiana accuratamente tutta la superficie.
In questa fase si dà alla copertura la curvatura o l'inclinazione necessarie per lo scolo delle acque.


Asfaltatura faidate

(5) - Dopo che l'impasto di asfalto è stato versato sulla zona da ricoprire ed è stato ben allargato con un rastrello, versatevi sopra un poco di sabbia e compattate con un rullo o con un mazzapicchio.
La sabbia evita che questi attrezzi si attacchino alla superficie.



Asfalto a caldo


Il materiale, già pronto, viene fornito da ditte specializzate, direttamente sul luogo di posa.
Dovete fare abbastanza presto quando si sparge e si allarga, perché l'asfalto raffreddandosi indurisce rapidamente.

Per lavorare con più tranquillità potete coprire l'impasto con un foglio di polietilene che ne rallenta il raffreddamento.
Trasportate l'impasto con la carriola e rovesciatelo sul terreno.
Cominciate a spanderlo con il rastrello, cercando di ottenere uno strato spesso circa quattro centimetri.
Livellatelo usando il rastrello e versatevi sopra qualche palata di sabbia molto fine in uno strato sottile.
Poi costipate il tutto con un mazzapicchio o con un rullo.
In questo modo compattate il materiale prima che indurisca del tutto in modo da scoprire se ci sono avvallamenti o ineguaglianze nella superficie da rivestire.
In questo caso conviene riempirle subito con qualche palata di asfalto, spargervi sopra altra graniglia continuando a costipare.
Nei punti in cui la superficie trattata arriva a contatto con una strada o con un'altra superficie, assottigliate lo strato con il rastrello, in modo da ottenere una giunzione senza dislivelli.
Quando avete completato il rivestimento del vialetto dovete ripassarlo tutto con il rullo.

Asfaltatura faidate

La superficie diventa molto più solida e compatta se ci passate sopra con il rullo mentre l'asfalto si raffredda.
Il rullo deve essere bagnato continuamente con acqua per impedire che si attacchi alla superficie.
Dopo qualche giorno eliminate la sabbia in eccesso con una scopa.

(6) - Se durante la posa dell'asfalto a caldo i tempi si allungano e c'è il rischio che una parte dell'impasto indurisca, mantenetelo caldo passandovi sopra una fiamma.

Asfaltatura faidate

(7) - La copertura in asfalto, pur non essendo né bella né naturale come quella in pietra, ha il grande vantaggio di essere estremamente rapida da realizzare e relativamente poco costosa.
Se non intendete realizzarla in proprio potete effettuare i lavori preparatori del sottofondo e poi far eseguire la copertura da una ditta specializzata.


riproduzione riservata
Asfaltatura fai da te
Valutazione: 4.91 / 6 basato su 43 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.794 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI