• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Aristolochia: tanti consigli utili per la sua coltivazione

L'Aristolochia è una pianta rampicante che, con i suoi fiori grandi, piacevolmente profumati e dal colore intenso, decora tutti gli spazi esterni della casa.
Pubblicato il

Generalità dell'Aristolochia


L'Aristolochia è una pianta rampicante facile da coltivare, utilizzata soprattutto per decorare muri, pergolati e tralicci.

Appartenente alla famiglia delle Aristolochiaceae, questa pianta è molto diffusa in tutte le zone tropicali e temperate, e comprende numerose specie erbacee perenni o decidue dallo sviluppo arbustivo.
L'Aristolochia cresce molto rapidamente e può raggiungere anche i 6 m di altezza, con folti cespugli che arrivano a 30 o 40 cm di larghezza.

Le foglie, invece, presentano cordature evidenti e sono cuoriformi, mentre lo stelo si presenta eretto, liscio e un po' ritorto.


Fioritura dell'Aristolochia


La parte decorativa della pianta è senza dubbio rappresentata dai fiori, molto grandi e dalla forma simile a quella di una pipa, dal colore giallo verde nella parte esterna e rosso scuro all'interno.

La fioritura avviene tra la primavera e l'estate e insieme ai fiori straordinari vengono prodotti dei frutti che contengono i semi della pianta.

Fiore di Aristolochia da AmazonFiore di Aristolochia da Amazon

Intensamente profumati, i boccioli dell'Aristolochia sono delle vere e proprie trappole per insetti: il fiore ne permette l'entrata e ne blocca l'uscita grazie alla barriera di peli presente all'interno.

Gli insetti intrappolati potranno uscire solo con l'appassimento del fiore dopo la fecondazione e, ricoperti di polline, andranno a impollinare un'altra specie.


Coltivazione dell'Aristolochia


Per far crescere al meglio l'Aristolochia, è necessario esporre la pianta in un luogo luminoso e riparato dal vento.

Nelle zone costiere, l'Aristolochia può essere esposta all'ombra parziale per evitare che le foglie vengano bruciate dai raggi diretti del sole, specialmente in estate e nelle ore più calde.
Amante di climi miti, l'Aristolochia non tollera le temperature troppo basse.

Bocciolo di Aristolochia da AmazonBocciolo di Aristolochia da Amazon

Nonostante cresca bene in qualsiasi terreno, la pianta predilige un terriccio soffice, ricco di sostanza organica e ben drenato.

Le annaffiature, poi, devono essere eseguite in modo regolare, dalla ripresa vegetativa fino alla fine dell'estate, con una frequenza di 2 volte a settimana soprattutto in estate, mentre durante l'inverno le irrigazioni dovranno essere minime.


Concimazione e potatura dell'Aristolochia


La pianta deve essere concimata ogni 15 giorni, dall'inizio della primavera fino alla fine dell'estate, somministrando un fertilizzante liquido ricco in Potassio, Fosforo e Azoto, da diluire nell'acqua delle irrigazioni.

Foglie di Aristolochia rampicante da AmazonFoglie di Aristolochia rampicante da Amazon

La potatura deve avvenire nel mese di febbraio, tagliando i rami più lunghi per un terzo della loro estensione, mentre quando la pianta è ancora vigorosa bisognerà eseguire la cimatura degli apici.


Moltiplicazione dell'Aristolochia


l'Aristolochia può essere propagata sia per seme che per talea.
La moltiplicazione per talea è molto più diffusa e può avvenire in estate nel mese di luglio, prelevando delle talee della lunghezza di circa 10 cm, da tagliare sotto al nodo, per obliquo, con delle cesoie affilate e ben disinfettate.

Le talee dovranno poi essere messe a radicare all'interno di un mix di torba e sabbia in parti uguali, in un vaso che andrà tenuto alla temperatura costante di circa 18°C, avendo cura di mantenere il terreno sempre umido.


Quando la radicazione sarà avvenuta e sarà possibile vedere i primi germogli, si potranno trapiantare le piccole piante in altri vasi singoli e farle crescere al fresco e riparate dai raggi diretti del sole.

L'Aristolochia dovrà infine essere messa a dimora in modo definitivo quando le nuove piante saranno ben sviluppate e quindi potranno essere trattate da esemplari adulti.


Malattie dell'Aristolochia


L'Aristolochia può essere danneggiata soprattutto dal marciume della radice provocato dai ristagni idrici e, in caso di eccessiva umidità, viene spesso attaccata da malattie fungine come il mal bianco e l'oidio.

Aristolochia BaeticaAristolochia Baetica

Per prevenire queste patologie, si consiglia di trattare la pianta con prodotti specifici e soprattutto di evitare pericolosi ristagni idrici durante la coltivazione.

Per migliorare il benessere dell'Aristolochia e proteggerla dal freddo, si raccomanda inoltre di effettuare una pacciamatura di foglie secche e paglia ai piedi della pianta.


Principali varietà dell'Aristolochia


Tra le varietà più diffuse della pianta troviamo l'Aristolochia Gigantea, originaria del Brasile, di Panama e della Colombia, che raggiunge i 10 m di altezza, con foglie obovate e quasi cuoriformi. I fiori di questa varietà sono molto grandi, a forma di pipa e fittamente screziati di un colore vinaccia.

Sempre originaria del Brasile è poi l'Aristolochia Elegans o Littoralis.
Questa specie, al culmine del suo sviluppo, riesce a raggiungere anche i 20 m di altezza e presenta steli simili nella forma a quelli dei vitigni.

I fiori, a forma di cuore, sono intensamente profumati e sbocciano nei mesi estivi.

Fiori di Aristolochia da AmazonFiori di Aristolochia da Amazon

L'Aristolochia Macrophylla, infine, originaria degli Stati Uniti orientali, cresce molto velocemente, raggiungendo un'altezza di circa 9 m.

Caratterizzata da foglie molto grandi dal verde intenso con riflessi bluastri, questa varietà fiorisce nel periodo compreso tra giugno e agosto, producendo fiori dalla caratteristica forma di pipa, giallo verdi sulla parte esterna e rosso scuro all'interno.


Impiego dell'Aristolochia


L'Aristolochia, all'interno di terrazzi e giardini, viene utilizzata soprattutto come pianta ornamentale, per decorare muri e pergolati, ma può essere impiegata anche a scopo terapeutico.

Gli steli della pianta sono infatti sfruttati come efficaci antinfiammatori e diuretici oppure per la cura di dolori gastrici.

Aristolochia in ambiente
Anche i frutti dell'Aristolochia si rivelano molto utili per alleviare le infezioni delle vie respiratorie superiori.

L'utilizzo dell'Aristolochia non deve assolutamente avvenire per ingestione, in quanto la pianta è tossica e velenosa: alcuni principi attivi come gli alcaloidi, i tannini e i pigmenti, infatti, possono provocare dolori intestinali, malattie renali e insufficienza venosa.


Acquistare l'Aristolochia


Esemplari adulti di Aristolochia possono essere acquistati presso vivai e aziende agricole specializzate. Sull'emporio virtuale di Amazon, invece, è presente un'ampia selezione di sementi per la coltivazione della pianta.

CONSIGLIATO amazon-seller
Aristolochia
€ 13.99
COMPRA


La confezione che comprende substrato e 80 semi di Aristolochia Littoralis a marchio Saflax, ad esempio, offre il necessario per la messa a dimora della pianta, incluse le istruzioni per una propagazione di successo.

Disponibile al prezzo di 4,45 euro.

riproduzione riservata
Aristolochia consigli per la coltivazione
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 2 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.844 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI