Amministratore e passaggio di consegne

NEWS DI Condominio29 Aprile 2010 ore 12:57
Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione
amministratore , condomini , autorit? giudiziaria
Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione del condominio nel sempre delicato passaggio di consegne al momento del cambio dell'amministratore.AmministratoreQuali sono gli obblighi dell'amministratore uscente?Quali sono i poteri del nuovo legale rappresentante?Quali le azioni a tutela dei diritti del condominio?In primo luogo è utile evidenziare come sull'amministratore uscente, è questo il cuore della decisione del giudice barese, gravi un obbligo di restituzione di tutto ciò che egli aveva ricevuto, dal condominio, per l'espletamento dell'incarico.I documenti utili alla gestione, la cassa condominiale, le chiavi dei locali comuni: sono le cose che in linea di massima l'amministratore detiene e che, cessato il suo incarico, deve riconsegnare a chi competono (vale a dire il nuovo amministratore).Il Tribunale del capoluogo pugliese, aderendo all'orientamento prevalente in seno alla Suprema Corte di Cassazione, ha affermato che è noto che l'amministratore del condominio configura un ufficio di diritto privato assimilabile al mandato con rappresentanza, con la conseguente applicabilità, nei rapporti tra l'amministratore e ciascuno dei condomini, delle disposizioni sul mandato. Pertanto, a norma dell'art. 1713 c.c., alla scadenza l'amministratore è tenuto a restituire ciò che ha ricevuto nell'esercizio del mandato per conto del condominio (vd. Cass., sez. 2, sent. n. 10815 del 16/08/2000) (così Trib. Bari 17 marzo 2010 n. 967).Chiarito ciò, è naturale conseguenza comprendere come, nel caso d'inadempimento a questo obbligo, il nuovo amministratore possa tutelare i diritti del condominio.Innanzitutto è utile sottolineare che, nel caso di mancata consegna a seguito di tentativi di addivenirvi bonariamente, l'amministratore in carica è legittimato ad agire in giudizio, senza necessità di preventiva autorizzazione assembleare.AmministratoreCiò , come sottolineato dalla giurisprudenza di merito e di legittimità, perchà© la legittimazione attiva processuale, conferita dall'art. 1130 c.c. per lo svolgimento delle attribuzioni ivi previste - esecuzione delle delibere dell'assemblea, cura dell'osservanza del regolamento di condominio, amministrazione delle cose, degli impianti, dei servizi comuni, conservazione e manutenzione di essi, disciplina del loro uso e riscossione dei contributi - comprende quella prioritaria ed indispensabile per l'espletamento dei singoli momenti gestori, tra cui appunto il recupero della documentazione relativa alla gestione precedente.Trattasi, invero, di documentazione che l'amministratore detiene unicamente nella sua veste di mandatario e che è di esclusiva pertinenza del condominio mandante, da rimettere perciò in adempimento del generale obbligo di restituzione postulato dall'art. 1713, comma 1°, c.c. (Trib. Salerno 3 ottobre 2006, in senso conf. Cass. n. 13504/99).Le azioni esperibili a tutela della compagine condominiale sono, sostanzialmente, due.In primis il ricorso d'urgenza (anche come noto come ricorso ex art. 700 c.p.c.) affinchà©, a seguito degli infruttuosi tentativi bonari, il Tribunale ordini all'amministratore uscente l'immediata riconsegna di tutte le cose, di pertinenza condominiale, in suo possesso.Successivamente l'instaurazione di un giudizio ordinario per ottenere il risarcimento del danno subito.Quest'ultimo, naturalmente, potrà essere iniziato solamente se il condominio sia nelle condizioni di dimostrare che l'inadempimento del mandatario revocato gli abbia effettivamente provocato delle conseguenze dannose.
riproduzione riservata
Articolo: Amministratore e passaggio di consegne
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Amministratore e passaggio di consegne: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Amministratore e passaggio di consegne che potrebbero interessarti
L'amministratore del piccolo condominio

L'amministratore del piccolo condominio

Condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.
Revoca dell'amministratore giudiziario

Revoca dell'amministratore giudiziario

Condominio - L'assemblea condominiale è l'organo competente a nominare e revocare l'amministratore. Per l'amministratore giudiziario i condomini potranno agire in giudizio per chiedere la revoca del mandatario.
Comunione, condominio e compenso dell'amministratore giudiziale

Comunione, condominio e compenso dell'amministratore giudiziale

Amministratore di condominio - Tanto l'amministratore della comunione, quanto quello del condominio possono essere nominati per via giudiziale, ma il compenso lo decidono i diretti interessati.

Chi decide il compenso dell'amministratore condominiale giudiziario?

Condominio - L'amministratore condominiale giudiziario ha diritto al compenso come ogni suo collega nominato dall'assemblea. Essa lo dove stabilire in accordo con lui.

Nomina giudiziaria dell'amministratore di condominio

Condominio - La nomina dell?amministratore è un atto di competenza dell?assemblea dei condomini.Quando in un condominio ci sono più di quattro comproprietari

I provvedimenti dell'amministratore

Condominio - L'amministratore è il mandatario dei condomini. Egli agisce per loro nome e conto ai fini della gestione delle parti comuni dello stabile.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Nomina giudiziaria dell'amministratore

Condominio - Alle volte rivolgersi all?Autorità Giudiziaria per chiedere la nomina dell?amministratore di condominio è l?unica possibilità per sbloccare una

Contestazione dei provvedimenti dell'amministratore

Condominio - La Cassazione, dopo essere intervenuta sull?argomento con una sentenza dello scorso maggio, torna ad occuparsi dei provvedimenti dell?amministratore
REGISTRATI COME UTENTE
295.561 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Manutenzione condomini Monza e Brianza, Milano
    Manutenzione condomini monza e...
    19.00
  • Manutenzione Stabili, Condomini, Uffici Milano
    Manutenzione stabili, condomini,...
    100.00
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Tenda da sole per balcone MILA
    Tenda da sole per balcone mila...
    781.21
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.