Amministratore e cause condominiali

NEWS DI Condominio08 Settembre 2010 ore 13:59
L?amministratore di condominio che viene citato in giudizio per una causa che esorbita dalle sue competenze se non riesce a convocare un?assemblea in tempi utili per decidere il da farsi
amministratore , deliberazioni , condomini
amministratoreL'amministratore di condominio che viene citato in giudizio per una causa che esorbita dalle sue competenze se non riesce a convocare un'assemblea in tempi utili per decidere il da farsi, può anche costituirsi senza la preventiva autorizzazione assembleare, al solo fine di evitare d'incorrere nelle varie decadenze.La sua legittimazione a stare in giudizio, però, finisce qui sicchà© per continuarlo è necessaria un'autorizzazione assembleare che può essere richiesta anche dal giudice nel corso della prima udienza.Le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 18331 del 6 agosto 2010, sono intervenute dirimendo quel contrasto interpretativo relativo alla legittimazione passiva a stare in giudizio dell'amministratore di condominio.Il nodo da sciogliere ruotava intorno alla corretta interpretazione da dare all'art. 1131 c.c.In particolare, ai sensi del secondo comma di tale norma, il mandatario dei comproprietari, può essere convenuto in giudizio per qualunque azione concernente le parti comuni dell'edificio; a lui sono notificati i provvedimenti dell'autorità amministrativa che si riferiscono allo stesso oggetto (art. 1131, secondo comma, c.c.).Ciò che è sempre risultato incerto è fino a che punto si estende la legittimazione a stare in giudizio.In sostanza, ci si è chiesti: l'amministratore può resistere alle altrui pretese sempre e comunque, e quindi anche nelle materie che esulano dalle sue competenze oppure per queste ultime deve trarre la propria legittimazione da una deliberazione assembleare?Due gli orientamenti interpretativi, naturalmente contrastanti:amministratorea)quello maggioritario a dire del quale l'amministratore è legittimato a stare in giudizio senza la necessità dell'autorizzazione assembleare.A dire di questo orientamento in tal modo doveva leggersi il succitato secondo comma.Nessun limite per l'amministratore, dunque, ma solamente un obbligo d'informazione dell'assemblea di mera rilevanza interna che laddove non osservato può portare alla sua revoca giudiziale.b)secondo l'orientamento minoritario, invece, la norma in esame (il secondo comma dell'art. 1131 c.c.) ha la sola funzione di permettere alla controparte del condominio di notificare più facilmente l'atto introduttivo del giudizio, individuando nell'amministratore il soggetto legittimato a riceverlo.Quanto alla legittimazione a stare in giudizio di quest'ultimo, essa non era automatica sicchà© il mandatario, nelle materie sottrarre alla sua competenza, doveva trarla da una deliberazione assembleare.Le Sezioni Unite, come detto all'inizio, hanno dato una soluzione molto più vicina a questo secondo orientamento.Il principio di diritto espresso dalla Corte regolatrice è il seguente: l'amministratore di condominio, in base al disposto dell'art. 1131 c.c., comma 2 e 3, può anche costituirsi in giudizio e impugnare al sentenza sfavorevole senza previa autorizzazione a tanto dall'assemblea, ma dovrà, in tal caso, ottenere la necessaria ratifica del suo operato da parte dell'assemblea per evitare pronuncia di inammissibilità dell'atto di costituzione ovvero di impugnazione (Cass. SS.UU. 6 agosto 2010 n. 18331).La controversia riguardava l'appello proposto dall'amministratore contro una sentenza avversa al condominio, senza la necessaria autorizzazione assembleare.Quanto detto dalla Cassazione, visto e considerato che la controversia nasceva da una causa azionata contro il condominio, ha valenza generale, ossia è riferibile a tutte quelle situazioni in cui il condominio è parte convenuta.
riproduzione riservata
Articolo: Amministratore e cause condominiali
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Amministratore e cause condominiali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Amministratore e cause condominiali che potrebbero interessarti
Liti tra vicini e ruolo dell'amministratore

Liti tra vicini e ruolo dell'amministratore

Liti tra condomini - Le liti più frequenti sono quelle tra vicini, soprattutto in condominio. Qual'è il ruolo dell'amministratore di condominio in caso di litigi sul pianerottolo.
Amministratore di condominio, cause, poteri e limiti

Amministratore di condominio, cause, poteri e limiti

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio ha il potere di agire e resistere in giudizio senza necessità di autorizzazione assembleare nelle materie di sua stretta competenza.
Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Scegliere il difensore del condominio

Condominio - Il condominio, inteso quale gruppo di persone che hanno una serie di beni in proprietà comune, può essere parte in causa in un procedimento giurisdizionale

Amministratore condominiale, nomina e problemi sui quorum deliberativi

Condominio - Amministratore condominiale tra conferma, quorum deliberativi e possibili profili di illiceità penale relativi al verbale con cui si delibera in materia

L'amministratore della comunione

Condominio - Nella prassi quotidiana, non fosse altro per le maggiori difficoltà pratiche dovute alla gestione, si è soliti affrontare e analizzare le problematiche

Partecipazione dell'amministratore all'assemblea condominiale

Condominio - L'amministratore del condominio raffigura un ufficio di diritto privato assimilabile al mandato con rappresentanza, rappresenta i condomini per ciò che concerne i rapporti interni e con i terzi.

L'amministratore di condominio e le cause condominiali

Condominio - Il ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per

L'inerzia dell'assemblea e dell'amministratore di condominio

Assemblea di condominio - Che cosa succede se l'assemblea condominiale non prende i necessari provvedimenti per la gestione dell'edificio o se l'amministratore non esegue quanto deciso?
REGISTRATI COME UTENTE
295.510 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Manutenzione condomini Monza e Brianza, Milano
    Manutenzione condomini monza e...
    19.00
  • Manutenzione Stabili, Condomini, Uffici Milano
    Manutenzione stabili, condomini,...
    100.00
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Tenda da sole per balcone MILA
    Tenda da sole per balcone mila...
    781.21
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.