Ambienti alti

NEWS DI Ristrutturazione18 Settembre 2012 ore 19:25
La ristrutturazione di vecchi edifici richiede particolari attenzioni nella progettazione per rispettare la memoria storica dei manufatti ed inserire le nuove funzioni.

Per la ristrutturazione di vecchi edifici, in fase di progettazione spesso è necessario trovare il giusto equilibrio tra due esigenze contrastanti: da una parte è indispensabile fare spazio al moderno, per poter sfruttare le attuali tecnologie ed i materiali a disposizione, materiali e tecnologie che spesso riescono a coniugare le esigenze di comfort e quelle di contenimento della spesa energetica degli edifici; dall'altra parte, spesso, c'è la richiesta dei committenti di conservare la memoria degli edifici attraverso le strutture, le forme ed i volumi degli stessi edifici.

vecchi edifici Per quello che riguarda le facciate esterne degli edifici, in molti casi è necessario ad attenersi a vincoli architettonici dettati in maniera chiara ed univoca dai regolamenti locali, mentre per gli ambienti interni agli edifici ci sono generalmente diversi gradi di libertà nelle scelte.

In questi ultimi casi, i vincoli classici che si incontrano nella ristrutturazione di vecchi edifici possono essere legati alla presenza di un pavimento di valore e/o alla presenza di strutture portanti, ma qualunque sia la casistica incontrata essi influenzano la scelta di destinazione di uso degli ambienti e le relative superfici e volumi.

Esempi ricorrenti del genere, presenti in molte città, sono costituiti da edifici con strutture in muratura portante realizzata in tufo, caratterizzati dalla presenza di archi ed altezze tra i pavimenti ed i solai degli ambienti comprese tra i tre metri ed i quattro metri.

Gli interventi in fabbricati con tali caratteristiche diventano ulteriormente complicati quando gli ambienti di tali vecchi edifici sono già completamente arredati, abitati ed occorre realizzare un impianto per la climatizzazione estiva ed invernale. Nella maggior parte degli edifici di non recente costruzione esiste solo l'impianto di riscaldamento, quasi sempre realizzato con tubazioni in ferro e con vecchi radiatori in ghisa a due o quattro colonne.

Impianti del genere lavorano ad alte temperature, generalmente non inferiori ai 70 gradi centigradi, e sono caratterizzati da un' inerzia di entrata a regime dell'ordine di qualche ora. Una situazione del genere in casa risulta essere anti-economica dal punto di vista dei consumi e non collima con le attuali esigenze di comfort. Il comfort inoltre risulta ulteriormente penalizzato dall'assenza di un impianto di climatizzazione estiva.

Possibili soluzioni per climatizzare gli ambienti alti


In maniera naturale, a seguito di una semplice valutazione economica, chiunque affronti la ristrutturazione di un edificio dotato di caratteristiche simili a quelle descritte sopra, si orienta per la scelta di un impianto in grado di offrire la climatizzazione estiva e quella invernale.

Le spesse strutture dei vecchi edifici conferiscono agli stessi edifici un buon grado di isolamento termico rispetto all'esterno e nel contempo contribuiscono a far classificare energeticamente i vecchi edifici secondo le fasce più alte in termini di prestazioni. Quasi sempre, in casi in cui si intervenga in spazi con altezze superiori ai tre metri questo dato è determinante ai fini della scelta del tipo di impianto da realizzare, laddove non c'è la possibilità di realizzare dei controsoffitti per conferire agli ambienti le giuste altezze ordinarie.

pannelli radianti a pavimentoInfatti, come noto l'aria calda tende a salire verso l'alto rapidamente e tale fenomeno risulta un limite per l'utilizzo dei radiatori negli ambienti superiori ai tre metri, in maniera analoga tale altezza è un limite anche per la climatizzazione effettuata con le moderne pompe di calore.

Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti costituiscono la soluzione tecnologica più naturale per il tipo di situazione descritta, essi infatti conferiscono la maggior parte del calore prodotto fino ad un'altezza di circa due metri, motivo per il quale tale soluzione è valida laddove non esistano pavimenti da preservare.

L'alternativa ai pannelli radianti a pavimento è quella degli impianti a fancoil, i quali, in virtù della ventilazione forzata, riescono a richiamare verso il basso l'aria calda prodotta evitandone l'inutile e dispendioso accumulo in prossimità dell'alto soffitto.

riproduzione riservata
Articolo: Ambienti alti
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Ambienti alti: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Ambienti alti che potrebbero interessarti
Norme Ventilazione Climatizzazione

Norme Ventilazione Climatizzazione

Normative - Le norme di riferimento per il trattamento dell'aria negli ambienti e la relativa climatizzazione sono la UNI 10339 e la UNI 13779, esse non sono cogenti.
Climatizzazione con chiller

Climatizzazione con chiller

Impianti di climatizzazione - Un chiller ad energia elettrica può essere utilizzato come generatore termico quando gli impianti idronici hanno potenzialità termiche particolarmente elevate.
Climatizzazione VRV

Climatizzazione VRV

Impianti - La climatizzazione con i sistemi VRV permette il contemporaneo raffrescamento e riscaldamento di diversi ambienti, con recupero dell'energia termica.

Controlli impianti climatizzazione D.P.R. 74 2013

Normative - Nuove regole dallo scorso Giugno per l'esercizio, la conduzione ed i controlli degli impianti di climatizzazione estiva, invernale e per l'acqua calda sanitaria.

Qualità Aria

Impianti - Il naturale ricambio dell'aria in casa avviene aprendo porte e finestre ma non sempre tale operazione garantisce la necessaria qualità dell'aria. 

Libretti Impianti Climatizzazione

Impianti di climatizzazione - Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, del 10 Febbraio 2014, ha definito i libretti per gli impianti di climatizzazione ed efficienza energetica.

Acquisto immobili ristrutturati

Normative - Fino al 30 giugno 2013 si può usufruire delle detrazioni fiscali del 50% anche per l'acquisto di unità immobiliari facenti parte di edifici completamente ristrutturati.

D.P.R. 43/2012 e impianti climatizzazione

Normative - Le macchine di climatizzazione estiva ed invernale presenti nelle abitazioni ed interessate dal D.P.R. 43/12 hanno almeno 3 kg di gas frigorigeni ad effetto serra.

Secondo Contatore Elettrico

Normative - E' possibile richiedere l'attivazione di un secondo contatore elettrico, con tariffe ridotte ed agevolate, per l'alimentazione esclusiva delle pompe di calore.
REGISTRATI COME UTENTE
295.641 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pergola arancio addossata
    Pergola arancio addossata...
    1356.00
  • Rinforzi strutturali
    Rinforzi strutturali...
    120.00
  • Pergola mirto autoportante
    Pergola mirto autoportante...
    843.00
  • Pergola tiglio addossata
    Pergola tiglio addossata...
    678.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.