Aerazione e Ventilazione

NEWS DI Impianti di sicurezza15 Marzo 2012 ore 23:17
La presenza di adduzioni del gas, dell'acqua e dell'elettricità rendono la cucina ed il bagno i luoghi generalmente più pericolosi di una casa per chi la abita.
aerazione , ventilazione , gas , aria
Ing. Vincenzo Granato

In una casa, la cucina ed il bagno risultano generalmente gli ambiente più pericolosi, nei quali sono concentrati rischi e pericoli per le persone in misura maggiore rispetto agli altri spazi abitativi. Tali ambienti sono, infatti, caratterizzati dalla presenza, dell'elettricità, dell'acqua, di diverse apparecchiature ed elettrodomestici e dal gas, con la fiamma viva dei piani cottura.

CucinaSpesso, inoltre, nei bagni è facile trovare installata una caldaia che, a sua volta, in pochi decimetri cubi concentra la presenza di tutti gli elementi sopra citati, elettricità, acqua e gas.

L'installazione interna delle caldaie è comunque autorizzata dalle attuali leggi e norme vigenti in materia, in particolare per quanto riguarda le caldaie di tipo C, ossia a camera stagna e tiraggio forzato.

Cucina e bagno sono ambienti nei quali è fondamentale, in fase di progettazione, tenere conto delle esigenze di aerazione e ventilazione inderogabili. In generale, per la cucina, che è anche un ambiente di lavoro perché qui si effettua la preparazione e la cottura dei cibi, l'aerazione e/o la ventilazione sono necessarie principalmente per ridurre la presenza di vapori dovuti alla cottura degli alimenti, di residui dei prodotti delle combustioni, di residui di gas non combusti, etc.


Impianti di ventilazione meccanica


In alternativa ai sistemi di ventilazione e/o aerazione naturali, nelle cucine e nei bagni possono essere utilizzati degli elettroventilatori, disponibili in commercio per far fronte alle più disparate esigenze di ricambio d'aria, i quali generalmente sono in grado di rinnovare il volume di aria di una cucina due o tre volte in un'ora.

In alcuni casi, essi sono obbligatori secondo la normativa che regola la realizzazione degli impianti a gas ad uso civile, per potenze non superiori a 35 kW.

La norma fondamentale di riferimento è la UNI CIG 7129, il cui ultimo aggiornamento risale a Marzo 2008: in particolare in essa vengono definiti in maniera chiara ed inequivocabile i concetti di aerazione e ventilazione degli ambienti dove sono presenti carichi gas, quali potrebbero essere una semplice caldaia di potenza dell'ordine di una ventina di kW o un piano cottura.

Il tipico piano cottura di 4 o 5 fuochi, presente in molte cucine italiane, ha una potenza dell'ordine di 5 o 6 kW termici. Per garantire l'aerazione di un locale, la UNI CIG7129/08 propone la presenza di un foro permanente di apertura opportuna realizzato in prossimità del soffitto, generalmente una ventina di centimetri al di sotto di esso.

Per garantire la ventilazione, invece, consiglia la realizzazione di un foro permanente realizzato in prossimità del pavimentoPreparazione cibi in cucina dell'ambiente di riferimento.
Per le cucine con piani cottura ordinari, come quelli descritti sopra, i fori devono essere, in funzione della potenza gas, dell'ordine di 100 centimetri quadrati netti.

Il netto fa riferimento alla presenza di eventuali griglie sugli stessi fori. Per le caldaie a camera stagna installate all'interno, non sono previsti invece fori di aerazione e ventilazione, ma semplicemente l'areabilità degli ambienti, ossia la presenza di una finestra o in alcuni casi anche la semplice comunicazione dell'ambiente di installazione con un altro ambiente aerabile.

La presenza dei fori di aerazione e di ventilazione va sicuramente nella direzione della sicurezza degli ambienti e delle persone, tuttavia può essere deleterio ai fini del comfort, costituendo una comunicazione diretta dell'ambiente cucina o bagno con l'esterno. La presenza di tali fori incide negativamente sulla spesa energetica degli ambienti considerati, sia nel caso del riscaldamento invernale che nel caso del condizionamento estivo.

riproduzione riservata
Articolo: Aerazione e Ventilazione
Valutazione: 3.91 / 6 basato su 33 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Aerazione e Ventilazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Stefania
    Stefania
    Martedì 18 Luglio 2017, alle ore 18:07
    Il tecnico certificatore che ha controllato la caldaia ha chiesto apertura per areazione.
    In realtà la caldaia è a tenuta stagna, quindi , leggendo altri interventi, penso che il foro sia necessario per la termocoppia del piano cottura.
    Posso risolvere con una griglia nella finestra?
    È in questo caso, in alto o in basso?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Stefania
      Mercoledì 19 Luglio 2017, alle ore 17:00
      Il foro va fatto su una parete confinante con l'esterno e posto in basso. Per ulteriori approfondimento La rimando al nostro articolo al seguente link https://www.lavorincasa.it/fori-di-ventilazione-per-cucina/. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Andrea
    Lunedì 6 Giugno 2016, alle ore 02:13
    Cucina con gas interamente confinante con balcone chiuso a veranda.

    Basta realizzare i fori sulla parete comunicante ?

    Oppure è necessario realizzare i fori sia sulla parete comunicante che su quella esterna della veranda ?

    Oppure ancora è necessario collegare il foro interno e quello esterno con un condotto di areazione ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Andrea
      Lunedì 6 Giugno 2016, alle ore 11:57
      Il foro deve essere fatto sulla parete che confina con la zona esterna della cucina o altro ambiente. Non deve comunicare con altri locali della casa. La sezione minima del foro è di cmq 200. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Flashpoint
    Flashpoint
    Mercoledì 19 Marzo 2014, alle ore 15:28
    Salve, è a norma realizzare l'aspirazione di una caldaia (a camera stagna) con un condotto con foro su coperchio cassonetto tapparella ?grazie.
    rispondi al commento
  • Nicola
    Nicola
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 20:05
    Sto per acquistare un appartamento ed ho già fatto il preliminare.
    Mi sono accorto che in cucina, dove è montatata la caldaia ci sono i fori per l'alimentazione e lo scarico della stessa in canna fumaria ma mancano quelli per l'areazione del piano cottura.
    Di solito sono 2 uno verso il suolo ed uno in alto sopra la cucina dove solitamente si attacca il tubo della cappa.
    Quest'intervento lo deve fare l'attuale proprietario?
    rispondi al commento
  • Giuseppe
    Giuseppe
    Venerdì 10 Maggio 2013, alle ore 18:32
    Cucina e sala, tutt'uno mq 48 - presenza di n, 4 fuochi e caldaietta foro di reazione?
    Io l'ho fatto di 24 cm x 22, lo ritiene sufficiente Eventuale norma di riferimento?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato
      Ing.granato Giuseppe
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 14:03
      Per Giuseppe: il foro minimo deve essere di 100 cmq netti (UNICIG 7129/08).
      rispondi al commento
  • Carlo
    Carlo
    Domenica 17 Febbraio 2013, alle ore 11:52
    Nella mia cucina (ca. 25mq, e dotata di portafinestra) sono presenti un piano cottura a 4 fuochi, una cappa aspirante (non collegata all'esterno), un foro di aerazione vicino al soffitto di sezione circolare (circa 66cmq lordi) e un altro foro sul "cassone" della tapparella (circa 182cmq lordi).
    Sono tenuto a fare realizzare anche un foro di ventilazione vicino al pavimento?
    Grazie per la cortese risposta.
    rispondi al commento
    • Ing.granato
      Ing.granato Carlo
      Lunedì 18 Febbraio 2013, alle ore 13:11
      Per Carlo: deve collegare lo scarico della cappa all'esterno e realizzare un foro di ventilazione in prossimità del pavimento.
      I fori (di areazione e ventilazione) devono avere una superficie netta non inferiore a 100 cmq.
      rispondi al commento
      • Carlo
        Carlo Ing.granato
        Lunedì 18 Febbraio 2013, alle ore 23:21
        Per Ing. Vincenzo Granato: Grazie per la celere risposta.
        Una correzione e un'aggiunta.
        La correzione è che la mia cucina misura 25 metri cubi e non quadrati.
        L'aggiunta è che il mio appartamento è in un palazzo di 14 piani costruito nel 1996.
        Le norme di sicurezza sugli impianti a gas erano meno stringenti a quel tempo o devo pensare che il mio palazzo è stato costruito non rispettando le normative vigenti anche allora?
        Grazie
        rispondi al commento
        • Ing.granato
          Ing.granato Carlo
          Martedì 19 Febbraio 2013, alle ore 12:30
          Per Carlo: In ogni caso le dichiarazioni di conformità hanno una validità di 10 anni, trascorsi i quali è necessario allinearsi alle norme.
          rispondi al commento
    • Ing.granato
      Ing.granato Carlo
      Lunedì 18 Febbraio 2013, alle ore 14:55
      Per Carlo: provi a consultare la nostra pagina: https://www.lavorincasa.it/preventivi-online/
      rispondi al commento
  • Ing.granato
    Ing.granato
    Mercoledì 26 Settembre 2012, alle ore 16:50
    Per Greco: scale, sottoscale e zone di passaggio o vie di fuga non possono essere ingombrate da caldaie.
    A camera stagna e tiraggio la caldaia forzato può andare all'interno ed è sufficiente una finestra, niente fori.
    Sotto il livello del suolo (solo caldaie a metano) occorre un foro con almeno 6 cm quadrati netti per ogni kW.
    Con meno di 35 kW la norma vigente è la 7129 / 2008.
    Attento alle descrizioni della dichiarazione di conformità D.M. 37/08, saluti.
    rispondi al commento
  • Aldo Greco
    Aldo Greco
    Mercoledì 26 Settembre 2012, alle ore 12:39
    Buongiorno, ho fatto la solita manutenzione annuale di una caldaia a tenuta stagna posta in un sottoscala che ha una finestra che rimane chiusa di norma.
    Il tecnico mi ha detto che devo fare lo stesso un foro in basso nel muro, anche se la caldaia è a tenuta stagna, dice che è una nuova normativa.
    Volevo un suo parere. Grazie e buona giornata
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Aerazione e Ventilazione che potrebbero interessarti
Prese italiane

Prese italiane

Innumerevoli sono le prese elettriche per l'adduzione della corrente elettrica ai vari elettrodomestici ed alle lampade presenti in casa: in Italia ce ne sono 4 tipi.
Definizioni Quarto Conto Energia, Parte 1

Definizioni Quarto Conto Energia, Parte 1

Il 05.05.2011 e' stato pubblicato il D.M. che definisce caratteristiche e terminologia del quarto conto energia: condizioni, date e posizionamenti.
Carichi Elettrici in Casa

Carichi Elettrici in Casa

Qualsiasi apparecchiatura collegata ad un impianto elettrico, dalla quale trae alimentazione per il suo funzionamento, è considerata un carico elettrico.
Inverter di un impianto fotovoltaico

Inverter di un impianto fotovoltaico

Le prestazioni dell'inverter influenzano le prestazioni complessive di un impianto fotovoltaico e per questo la sua corretta progettazione è determinante.
Tensione e Corrente in Casa

Tensione e Corrente in Casa

L'energia elettrica è la fonte primaria di alimentazione di tutti i vari dispositivi ed elettrodomestici che impieghiamo nella vita casalinga di tutti i giorni.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.410 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Epik insetticida aficida 20 gr
    Epik insetticida aficida 20 gr...
    6.44
  • Cordivari termoarredo design watt 1320 frame plus
    Cordivari termoarredo design watt...
    1255.00
  • Tenda 6000 retroapos
    Tenda 6000 retroapos...
    192.00
  • Koala cassetta grigio fumo 50 cm
    Koala cassetta grigio fumo 50 cm...
    22.94
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.