Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Farfalla del geranio

News di Giardino
I parassiti dei gerani possono essere debellati annaffiando le piante in modo corretto ed utilizzando prodotti naturali o chimici con azione preventiva o curativa.
Farfalla del geranio
Arch. Sara Martinelli
Arch. Sara Martinelli

farfalla del geranioCacyreus marshalli. Questo è il nome scientifico della farfalla del geranio, un insetto parassita che proviene dall’Africa e che negli ultimi anni si è diffuso anche in Italia, rovinando moltissimi gerani. E’ capitato anche ai vostri?

Il motivo della rapida diffusione di questa farfalla è legato alla mancanza nelle nostre zone di limitatori naturali, che, al contrario, sono presenti nella sua zona di origine.

La diffusione avviene mediante la deposizione delle uova sulla pianta da parte delle femmine. Quando la temperatura raggiunge i 20°C (cioè in primavera) si creano le condizioni per la formazione delle larve, che cominciano a crescere e a nutrirsi della pianta. Inizialmente praticano dei piccoli fori e si introducono nello stelo, poi, negli ultimi stadi, escono nuovamente e si cibano di fiori e foglie fino alla trasformazione in crisalide. Tutto ciò risulta ovviamente molto dannoso per i nostri gerani. Come possiamo allora prevenire o risolvere il problema?



Consigli al momento dell’acquisto di un geranio


geranioQuando si acquista una pianta di geranio bisogna per prima cosa osservarla. Cerchiamo quindi piantine con foglie abbondanti e in buono stato di salute. Lo stelo invece non deve presentare macchie (nere) o piccoli buchi. Inoltre, è da precisare che alcune specie di geranio tendono a resistere meglio all’attacco del Cacyreus marshalli. Pertanto è meglio scegliere tra: l’abrotanifolium, il denticulatum, il filicifolium, il grandiflorum o l’odoratissimum.



Consigli per l’innaffiatura dei gerani


Una volta messi a dimora i gerani, dobbiamo tenere lontane tutte le condizioni ideali per l’attacco dei parassiti. La farfalla del geranio tende ad insediarsi soprattutto quando trova terreno molto umido. Quindi bisogna evitare irrigazioni copiose e cercare di mantenere il terreno il più possibile drenato. Inoltre, è bene far asciugare i vasi tra un’innaffiatura e l’altra e si deve anche prestare attenzione a non lasciare le foglie bagnate.



Prodotti naturali per debellare la farfalla del geranio


farfalla del geranio  Se non amate utilizzare prodotti chimici si può provare a tenere lontana la farfalla del geranio con alcune sostanze naturali. Faccio riferimento ad esempio all’olio di Neem, che viene prelevato dall’Azadirachta indica, una pianta originaria dell’India e spesso adoperata nella medicina ayurvedica come antivirale, antibatterico e antiparassitario. L’olio di Neem si reperisce in erboristeria, si diluisce in acqua (nell’ordine di 3-4 gocce per ogni litro di soluzione) e si nebulizza sul terreno e alla base delle piante di geranio.

Altra sostanza naturale utilizzabile contro la farfalla del geranio è l’assenzio. Le sue proprietà antiparassitarie sono dovute ad alcune sostanze presenti sia nelle sue foglie che nello stelo, come il tujone, i tannini e le resine. Per realizzare un preparato antiparassitario si comprano in erboristeria steli e foglie di assenzio, si mettono in acqua bollente e si lasciano in infusione per un giorno. Una volta filtrato, il decotto si può nebulizzare su terreno e pianta esattamente come la soluzione a base di olio di Neem. Qualcuno addirittura non filtra il prodotto e lo utilizza macerato.



Prodotti in commercio per debellare la farfalla del geranio


vasi con geraniQuando i metodi naturali non sono sufficienti, si rende indispensabile ricorrere a insetticidi, che generalmente vanno applicati all’inizio della primavera. Questi prodotti sono per la maggior parte efficaci non solo col Cacyreus marshalli, ma anche contro altri parassiti delle piante ornamentali e da fiore, come afidi e cocciniglie.

In formato pastiglia c’è ad esempio Provado Facile della Bayer. Si utilizza più che altro in primavera, ad azione preventiva quando già sappiamo di aver rilevato il problema l’anno precedente. Le pastiglie vanno inserite nel terreno vicino alle radici ad una profondità di circa 1-3 cm. Per vasi di circa 15 cm di diametro è sufficiente una pastiglia, mentre per vasi più grandi bisogna utilizzare più prodotto. Il massimo dell’efficacia del trattamento si raggiunge dopo circa 2-4 settimane e qualora non porti a risolvere completamente il problema si può ripetere la dose a distanza di 10-12 settimane.

Ci sono poi dei prodotti granulari. Un esempio è Axoris granuli, della Compo. Anche in questo caso si parla di insetticida efficace sia sulla farfalla del geranio che su altri parassiti. Si applica alla prima comparsa del problema ed agisce molto velocemente nell’arco di 2-7 giorni. La quantità di granuli da somministrare alla pianta dipende come per le pastiglie prima citate dal volume di substrato colturale. Una somministrazione dovrebbe bastare per proteggere la pianta per circa tre mesi, anche da insetti non ancora presenti al momento del trattamento. In caso di parziale efficacia si può ripetere la somministrazione del prodotto dopo 12-14 settimane.

Articolo: Farfalla del geranio
Valutazione: 3.62 / 6 basato su 21 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 13
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Farfalla del geranio
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Farfalla del geranio che potrebbero interessarti
Cura dei gerani durante l'inverno

Cura dei gerani durante l'inverno

Piante di facile coltivazione estiva, ma che d'inverno non sopportano il freddo e vanno ricovarate in ambienti riparati.
Pelargoni odorosi

Pelargoni odorosi

I pelargoni odorosi sono delle piante molto diffuse nel giardino mediterraneo, che rilasciano un intenso profumo grazie agli olii essenziali contenuti nelle foglie.
Gerani da balcone

Gerani da balcone

Il geranio, con la sua varietà di colori ed il fogliame rigoglioso, è da sempre uno dei protagonisti assoluti di terrazzi e balconi. Ecco i consigli per coltivarlo.
Plectranthus, la pianta dell'incenso

Plectranthus, la pianta dell'incenso

Bello da vedere e facile da coltivare, il Plectranthus, sembra sia anche particolarmente utile, allontanando con il suo profumo le zanzare.
Lobularia, esplosione di fiori

Lobularia, esplosione di fiori

Per un balcone estivo davvero scenografico, la lobularia è la pianta giusta, in grado di riempire e decorare con i suoi panieri di fiori.
IMMOBILIARE
prezzi giardino
costi giardino
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Bonsai - squire david
      Bonsai - squire david...
      8.41
    • Parassiti fogliari foliar insects 24
      Parassiti fogliari foliar insects...
      11.10
    • Compo geoinsetticida granulare geater star
      Compo geoinsetticida granulare...
      12.43
    • Geoinsetticida granulare geater star kg2
      Geoinsetticida granulare geater...
      23.32
    • Frontline combo gatto 3 pipette
      Frontline combo gatto 3 pipette...
      18.48
    • Compo sana terriccio gerani lt50
      Compo sana terriccio gerani lt50...
      12.48
    • Gesal concime liquido gerani e
      Gesal concime liquido gerani e...
      4.89
    • Cassetta itaca cm 60 verde
      Cassetta itaca cm 60 verde...
      7.69
    • Nemastop siringa 10 gr
      Nemastop siringa 10 gr...
      9.27
    • Compo concime per gerani flacone
      Compo concime per gerani flacone...
      6.76
    • Piscine in legno
      Piscine in legno...
      2425.00
    • Exspot fiale
      Exspot fiale...
      22.55

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE