Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Contabilizzazione calore

News di Impianti
Sono in numero crescente le regioni italiane che obbligano alla contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati esistenti, norma di riferimento UNI 10200.
Contabilizzazione calore
Ing. Vincenzo Granato
Ing. Vincenzo Granato

Sono in numero crescente le regioni italiane che obbligano alla contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati esistenti. La norma di riferimento base per tale argomentazione è la norma UNI 10200, essa è in corso di aggiornamento e successiva pubblicazione. La contabilizzazione del calore può essere effettuata in due diversi modi: la contabilizzazione diretta e la contabilizzazione indiretta. La contabilizzazione diretta del calore, è effettuabile solo in quei casi nei quali si ha un unico punto di accesso all’impianto che serve appartamento per il quale si vuole conteggiare l’energia spesa.

Tale modalità di contabilizzazione non è applicabile in tutti quei casi nei quali gli impianti appartenenti ad uno stesso edificio hanno più parti in comune.

vecchio radiatoreÈ questo il caso dei vecchi edifici nei quali, ad esempio, più montanti verticali di un impianto centralizzato alimentano terminali dell’impianto di riscaldamento posti sulla stessa verticale ma in diversi appartamenti. Terminali generalmente in ghisa come quello nella foto accanto.

È quindi chiaro che la modalità di contabilizzazione del calore facilmente applicabile agli impianti centralizzati è la contabilizzazione indiretta.

La contabilizzazione indiretta del calore prevede che siano applicati dei dispositivi a tutti gli elementi terminali, tipicamente i radiatori o termosifoni, di un impianto di riscaldamento in un appartamento. Tali dispositivi in funzione delle caratteristiche dei terminali permettono una stima dell’energia termica rilasciata in ambiente da singolo terminale, la somma naturalmente sarà a sua volta una stima del calore fornito all’appartamento in un determinato intervallo di tempo. Una tale soluzione può tuttavia risulta economica rispetto all’unica alternativa dell’utilizzo di contabilizzatori per ogni terminale.

La contabilizzazione del calore e di conseguenza la successiva termoregolazione costituiscono le due  operazioni più semplici ed immediate, da effettuare per la realizzazione del risparmio energetico, negli edifici esistenti. tali operazioni sono effettuabili con il minimo impatto possibile sugli ambienti serviti. Le indicazioni delle contabilizzazioni possono dare, in primis, preziose informazioni per modificare le modalità degli stessi consumi. Naturalmente, l’adozione di un sistema di contabilizzazione e regolazione del calore sono vantaggiosi anche in termini di gestione autonoma dell’impianto in funzione delle proprie esigenze, è noto a chi vive in un appartamento in un edifico condominiale che non è possibile una regolazione a piacimento dell’impianto di riscaldamento.

Regolazione e bilanciamento impianti termici


Nel caso dei radiatori sia di vecchi che nuovi impianti di riscaldamento, spesso si ha uno lo sbilanciamento degli impianti che è dovuto ad una cattiva manomissione dei detentori, i detentori sono i dispositivi di bilanciamento dell’impianto. Un sistema di regolazione permette di evitare tali manomissioni coniugando le esigenze di comfort con quelle di corretto funzionamento e bilanciamento dell’impianto.

La termoregolazione può essere facilmente realizzata con delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica, in grado di massimizzare lo sfruttamento di altre fonti di calore presenti in casa, tipicamente il calore latente degli ambienti o la radiazione solare che può interessare un determinato ambiente.

regolare significa risparmiare E’ bene sottolineare che le attuali leggi di riferimento, per i nuovi impianti di riscaldamento, impongono l’adozione di un sistema di regolazione del calore con almeno due livelli minimi di temperature di riferimento per il comfort diurno e per il comfort notturno.

Con riferimento ad un impianto  a radiatori standard, per un appartamento di medie dimensioni, l’adozione di un sistema di regolazione permette di ridurre i consumi fino ad un quarto rispetto a quando tale sistema non è utilizzato.

Come accennato sopra la contabilizzazione diretta del calore è immediata in tutti quei casi nei quali gli impianti si sviluppano orizzontalmente, sono cioè a servizio di un unico appartamento nel quale c’è un unico punto di accesso dal generatore termico. Un semplice contatore o misuratore di energia può essere messo a monte della tubazione che entra nell’appartamento, anche se quest’ultimo appartiene ad un piano di un edificio condominiale. 

Articolo: Contabilizzazione calore
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 4 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 3
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Contabilizzazione calore
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Contabilizzazione calore che potrebbero interessarti
Secondo Contatore Elettrico

Secondo Contatore Elettrico

E' possibile richiedere l'attivazione di un secondo contatore elettrico, con tariffe ridotte ed agevolate, per l'alimentazione esclusiva delle pompe di calore.
Termini per Impianti Termici

Termini per Impianti Termici

La descrizione delle prestazioni dei generatori termici implica l'impiego dei termini "Temperatura" e "Calore", quest'ultimo indicativo dell'energia presente in un corpo.
Nuova tariffa elettrica per riscaldamento a pompa di calore

Nuova tariffa elettrica per riscaldamento a pompa di calore

L'Autorità per l'Energia ha annunciato che dal 2014 sarà in vigore una nuova tariffa elettrica agevolata per impianti di riscaldamento domestico a pompa di calore.
Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Pubblicata sul sito dell'Enea una faq che chiarisce la detraibilità al 65% di sistemi di riscaldamento integrati costituiti da caldaia a condensazione e pompa di calore.
Protezione Montante Elettrico, V3 CEI 64-8

Protezione Montante Elettrico, V3 CEI 64-8

La protezione del montante con un proprio magnetotermico oltre che dalle caratteristiche dell'impianto elettrico, dipende dal valore che l'ente erogatore fornisce circa la corrente di corto circuito nel punto di consegna.
IMMOBILIARE
prezzi impianti
costi impianti
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Dog s nappy medium pz12
      Dog s nappy medium pz12...
      7.63
    • Ambiente e calore ambiente & calore - caldaia a pellet idro 24 kw
      Ambiente e calore ambiente &...
      2.78
    • Plafoniera luce diretta o indiretta
      Plafoniera luce diretta o indiretta...
      107.40
    • Dyson am05 hot + cool termoventilatore digitale colore grigio scuro / blu
      Dyson am05 hot + cool...
      378.99
    • Dog s nappy xlarge pz12
      Dog s nappy xlarge pz12...
      10.31
    • Ambiente e calore ambiente & calore - caldaia a pellet idro 24 kw
      Ambiente e calore ambiente &...
      2.78
    • Pompe di calore per piscina
      Pompe di calore per piscina...
      775.00
    • Ambiente e calore ambiente & calore - caldaia a pellet idro 24 kw
      Ambiente e calore ambiente &...
      2.78
    • Dog s nappy small pz12
      Dog s nappy small pz12...
      6.71
    • Portalampada alimentazione diretta lovato
      Portalampada alimentazione diretta...
      2.68
    • Dyson am05 hot + cool termoventilatore digitale colore nero / nichel
      Dyson am05 hot + cool...
      379.99
    • Dyson am05 hot + cool termoventilatore digitale colore bianco / silver
      Dyson am05 hot + cool...
      379.99

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE