Beni di valore significativo

News di Normative
Normativa inerente l'applicazione dell'aliquota Iva nel caso di installazione di beni di valore significativo su edifici appartenenti al patrimonio edilizio esistente.
Beni di valore significativo
Arch. Sara Martinelli
Arch. Sara Martinelli

Esempio di bene di valore significativo-1: apparecchio di condizionamentoHai mai sentito parlare di beni di valore significativo?

- Ascensori e montacarichi

- Infissi interni ed esterni

- Caldaie

- Videocitofoni

- Apparecchiature di condizionamento

- Sanitari e rubinetteria da bagno

- Impianti di sicurezza

Le categorie di beni di valore significativo sopraelencate sono individuate dal Decreto del Ministero delle Finanze 29 dicembre 1999 (pubblicato sulla G.U. 31.12.1999, n.306-serie generale). Tale elenco si riferisce a quei beni il cui valore di sola fornitura risulta significativo nell’ambito delle prestazioni aventi per oggetto interventi di recupero del patrimonio edilizio. In parole semplici, sono quei beni il cui valore ha una certa rilevanza rispetto alla manodopera necessaria ad installarli.

Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente (manutenzione ordinaria e straordinaria, recupero e restauro conservativo e ristrutturazione edilizia) sono soggetti all’applicazione dell’aliquota IVA al 10%.

Nel caso specifico di installazione di beni di valore significativo qualcosa cambia ed è necessario fare netta distinzione tra la spesa per la prestazione di servizi di installazione (manodopera) e la spesa per la mera fornitura del bene.

Esempio di bene di valore significativo-2: vasca da bagnoPer la manodopera è prevista l’applicazione dell’aliquota IVA al 10%, così come per tutte le prestazioni relative al recupero del patrimonio edilizio esistente.

Per quanto concerne invece la fornitura del bene significativo, la Circolare del Ministero delle Finanze 7 aprile 2000, n.71/E affronta l’argomento al paragrafo 4: Ai beni elencati nel predetto decreto ministeriale (Decreto del Ministero delle Finanze 29 dicembre 1999) l'aliquota ridotta si applica solo fino a concorrenza del valore della prestazione, considerato al netto del valore dei predetti beni.

esempio di bene di valore significativo-3: serramentiNon è chiaro? Concludiamo con un esempio.
Il Sig. Rossi decide di sostituire alcuni serramenti di casa. Sostiene una spesa complessiva di 6'500 €, di cui 2'000 € per la manodopera e 4'500 € per la fornitura dei serramenti.

L’aliquota IVA da applicare ai 2'000 € di manodopera è al 10%.

Per la fornitura dei serramenti, invece, si applicherà l’aliquota al 10% fino a concorrenza del valore di prestazione, ossia fino a ad un importo pari al costo della manodopera, e quindi su 2'000 € di fornitura. Alla restante parte di spesa per la fornitura (2'500 €) si applicherà invece l’IVA al 20%.

Articolo: Beni di valore significativo
Valutazione: 4.56 / 6 basato su 32 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Beni di valore significativo
Caratteri rimanenti
  • Sherlock
    Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 16:22
    Buongiorno Architetto, una conferma: sull'installazione di un impianto di allarme usufruisco della detrazione del 50% come ristrutturazione, l'IVA del 10% è applicabile sulla manodopera e solo sull'equivalente importo dei materiali? Grazie in anticipo, saluti
    rispondi al commento
  • Stefano.bettoncelli.7
    Venerdì 28 Febbraio 2014, alle ore 11:06
    Buongiorno.OGGETTO: Acquisto di beni significativi per PRIMA CASA....IVA al 4%?...non si capisce più nulla....da privato sto completando i lavori per prima casa....ieri navigando trovo un venditore di sanitari con prezzi interessanti e mi dice che - seppur privato- l'iva per l'acquisto degli stessi ovviamente autocertificando DIA etc...è del 4%.....e penso che oggettivamente sia giusto...il commercialista ha qualche dubbio....
    rispondi al commento
  • Oscar
    Sabato 4 Gennaio 2014, alle ore 17:39
    Buonasera architetto, gradirei una delucidazione.
    Ho fatto un preventivo per porta blindata e le porte interne, per un importo di 4870euro, di cui 830 di manodopera e posa.
    Conferma che di questa somma solo 1660 euro sarà Ivata al 10% e il resto al 22%?
    Ed essendo in possesso di regolare progetto di ristrutturazione, la detrazione è al 50%?
    O per la blindata la detrazione è maggiore?
    Grazie per l'aiuto.
    Ed auguri di buon anno.
    rispondi al commento
  • Denise
    Lunedì 16 Dicembre 2013, alle ore 16:53
    Buonasera, ho depositato c/o il comune del mio paese una SCIA di opere di manutenzione straordinaria presso il mio appartamento.
    Ho ricevuto la fattura per la sostituzione di infissi che vede applicata solo IVA 10%, alla luce dell'autocertificazione per applicazione IVA 10%.
    Questo ragionamento è corretto oppure occorre applicare l'IVA come spiegato nell'esempio?
    rispondi al commento
  • Nives
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 23:12
    Buonasera, per favore, sto cercando di capire l'applicazione di IVA 10% per manutenzione straordinaria con presenza di beni significativi, mi potrebbe fare un esempio pratico (sostituzione sanitari, rubinetteria bagno): se il valore del bene non eccede la metà della prestazione complessivamente considerata è soggetto interamente all'aliquota del 10%.
    Non trovo esempi di questo genere.
    Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Renata Palombi
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 09:40
    Posso sapere, cortesemente, se l'IVA per la sostizione del portoncino d'ingresso, senza altri lavori se non la sua sostituzione quindi, è al 10 o al 21%?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Renata Palombi
      Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 12:32
      L'iva va applicata in questo caso così come descritto nell'articolo, aggiornanro ovviamente l'iva citata al 20% con la percentuale odierna al 22%.
      rispondi al commento
  • Pietro,
    Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 11:17
    Buongiorno, ho una CIA per manut.straordinaria per aggiornamento impianto di allarme e termoregolazione domotica.
    In fattura saranno indicate le 2 voci, ognuna con i rispettivi valori di costo e manodopera.
    Siccome solo l'impianto di allarme rientra tra i beni significativi, è corretto che l'altra voce (domotica) sia integralmente fatturata al 10%?
    E solo per l'allarme si applicherà il 10% di IVA fino alla concorrenza della manodopera?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Luca
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 23:09
    Sera architetto Martinelli, sto effettuando ristrutturazione della camera da bagno manodopera 10.500 euro e acquisto sanitari, termoarredo, rubinetteria, piastrelle famose della cerasarda (speriamo bene).
    Visto i vari commenti 9000 euro; vorrei sapere in che modo va applicata l'IVA agevolata al 10%, in quanto la ditta esecutrice mi sta applicando quest'ultima solo ad una piccola parte dell'importo, mentre alla parte piu consistente IVA al 22%.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luca
      Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 13:48
      L'iva per fornitura e posa su termoarredo e piastrelle è al 10%, mentre l'iva per sanitari e rubinetteria va applicata come spiegato nell'articolo.
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:04
    Buongiorno, sto ristrutturando il mio appartamento e uno dei lavori da effettuare è la sostituzione di caldaie con valvole (detraibili al 50%).
    Per poter effettuare questo lavoro è necessario spegnere il riscaldamento condominiale (che è già attivo da qualche giorno).
    Per fare questo, devo contattare e pagare una ditta diversa che viene ad effettuare lo spegnimento.
    1) Il loro intervento è detraibile?
    2) Che IVA si applica a questo intervento?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giuseppe
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 15:59
      Ritengo sia detraibile in quanto operazione necessaria alla sostituzione della caldaia.
      Iva al 10%.
      rispondi al commento
  • Rossi Mirella
    Martedì 15 Ottobre 2013, alle ore 09:38
    Mirella Buongiorno, volevo porle una domanda: ho sostituito il vecchio caminetto con un termo-camino per il riscaldamento dell'abitazione.
    Devo considerarlo come bene significativo (caldaia) oppure no?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Rossi Mirella
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 15:59
      Sì, io lo classificherei come caldaia.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 19:06
    Salve, sto sostituendo i vecchi infissi con quelli a taglio termico, vorrei, per cortesia, conoscere l'aliquota dell'IVA da versare, considerando che il totale della fornitura ammonta ad euro 4.400,00 con un valore di manodopera pari ad euro 480,00.
    Grazie tante.
    rispondi al commento
  • Diego
    Martedì 2 Luglio 2013, alle ore 11:16
    Gentile architetto nella mia casa sto facendo installare un pannello solare termico con detrazione al 65% e iva al 10% in più vorrei sostituire porte e finestre a risparmio energetico con doppi vetri.
    La detrazione sarà sempre del 65% ma l'IVA da pagare è sempre al 10% o al 21%.
    Considerato che nel primo caso è al 10% così dovrebbe essere anche nel secondo caso visto che la motivazione è la stessa.
    Grazie per la risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Diego
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:02
      La motivazione è la stessa ma cambia il tipo di bene installato.
      Poichè i serramenti rientrano fra i beni di valore significativo, per i quali è previsto un egime di iva particolare, l'IVA sarà applicata in parte al 10% e in parte piena.
      rispondi al commento
  • Santaniello Arturo
    Venerdì 28 Giugno 2013, alle ore 17:05
    Salve, ricollegandomi all'intervento di Renato e alla risp. del Dottor Fisco, gentilmente Vi chiedo: acquistando un impianto di allarme e uno di videosorveglianza per la mia casa, l'iva sarà al 10%?
    (si noti che l'AdE mi ha confermato che vale la riduzione del 50%) Ovviamente installerei tutto io.
    Grazie in anticipo per la disponibilità Cordialmente
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Santaniello Arturo
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:03
      Confermo detraibilità al 50%.
      L'iva però in questo caso è tutta al 22% perchè acquista direttamente lei il materiale.
      rispondi al commento
  • Rossana
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 16:35
    Per migliorare la sicurezza della mia casa devo far eseguire i seguenti lavori: sostituzione del cancello di ingresso, sostituzione allarme, cambiare serrature e acquistare telecamere per video sorveglianza.
    Allarme e telecamere rientrano sicuramente tra i beni di valore significativo, ma il cancello?
    Grazie per la risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Rossana
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:07
      Il cancello in effetti è un caso dubbio, perchè potrebbe rientrare nella categoria infissi.
      Per sicurezza allora si faccia applicare l'IVA prevista per i beni di valore significativo.
      rispondi al commento
  • Riccardo
    Giovedì 16 Maggio 2013, alle ore 08:46
    Devo sostituire le persiane della mia abitazione.
    Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione del 50% e se è applicabile l'aliquota IVA al 10 %.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Renato
    Mercoledì 15 Maggio 2013, alle ore 10:23
    L'esempio dei serramenti è perfetto per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria ma non mi trova d'accordo nel caso di ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo.
    In questi casi dovrebbe essere applicabile il regime agevolato IVA al 10% per tutto l'importo della fornitura, anche se acquistata direttamente dal committente.
    Così sembra dalla guida dell'AdE di agosto 2012 sulle ristrutturazioni pagien 17 e 18.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Renato
      Mercoledì 15 Maggio 2013, alle ore 14:04
      Per Renato: Contenta che abbia sollevato l'argomento.
      Ci sono circolari e documenti (tra cui la circ citata nel mio articolo del 2011 e la guida per le ristr edil) che non sono coerenti tra loro e creano confusione: nella circ si parla di beni di valore significativo ben individuati, mentre nella guida di beni finiti con alcuni esempi (tra cui compaiono beni di valore signif).
      L'interpretazione corretta?
      Opterei per la fonte da lei citata perchè più recente.
      rispondi al commento
    • Dottor Fisco Renato
      Mercoledì 12 Giugno 2013, alle ore 15:23
      Per Renato: Interpretazione corretta: il concetto di beni significativi ed il calcolo dell'Iva al 10% fino a concorrenza della manodopera ( e solo se il bene è installato dal fornitore) nasce unicamente nel caso dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, mentre in tutti gli altri casi di recupero edilizio non si tiene conto stante il sempre valido n. 127-terdecies, Parte III, Tabella A allegata al DPR 633/72 (legge IVA).
      rispondi al commento
  • Leonardo
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 22:06
    Buona sera, volevo porle una domanda: sto ristrutturando casa (sono artigiano) e sto aquistando tutto il materiale direttamente, senza ditte intermediarie, visto che come "impresa" mi è concesso detrarre le spese del materiale acquistato al contrario del cittadino "privato".
    Al momento dell'acquisto della caldaia a legna mi è sorto il dubbio che avessi diritto all'IVA agevolata al 10% perchè essa rientra nel ristretto circolo dei beni significativi.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Leonardo
      Mercoledì 15 Maggio 2013, alle ore 13:40
      Per Leonardo: dovrebbe distinguere ciò che riguarda la sua ditta da ciò la riguarda come proprietario della casa.
      Poichè il bene non permane nella ditta ma viene installato nella sua casa, dovrebbe risultare una fattura che la ditta emette nei suoi confronti.
      L'IVA ridotta è da applicare su questa fattura.
      Se i lavori risultano in Comune "manutenzione straordinaria" l'IVA è parte al 10% e parte al 21%, se "ristrutturazione" l'IVA è tutta al 10%.
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 20:05
    La ringrazio architetto, ora mi sento meglio.
    Grazie ancora e buon lavoro!
    rispondi al commento
  • Giorgia
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 14:40
    Scusi Architetto, sto facendo costruire un nuovo garage pertinenziale alla mia abitazione, interverranno diverse imprese appaltatrici. Ognuna potrà fatturare con IVA al 10% tenendo conto del valore complessivo del fabbricato o le imprese che forniscono beni (es. portone sezionale) dovranno verificare il limite del bene di valore significativo?
    rispondi al commento
  • Giuseppe
    Sabato 30 Marzo 2013, alle ore 12:59
    Mi scusi se insisto, gentile architetto....ma come non sono detraibili?....devo fare un ripristino e rifacimento parziale dell'intonaco e infine la tinteggiatura totale delle pareti o facciate esterne... "-5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF. A. Sulle singole unità ab. - Intonaci esterni facciata Intonaci e tinteggiatura esterna con modifiche a materiali e/o colori --Tinteggiatura esterna Rifacimento modificando mate...
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giuseppe
      Martedì 2 Aprile 2013, alle ore 21:54
      Per Giuseppe: ha fatto bene a chiedere un chiarimento. Se si tratta di semplice rispristino dell'intonaco e tinteggiatura esattamente come la precedente (come avevo inteso), confermo la non detraibilità di tutte le voci di lavoro. Se invece decide di cambiare il tipo di vernice o il colore della casa, la detrazione è ammessa per intonaco, tinteggiatura e ponteggio. Per la detrazione deve esserci quindi un cambiamento visibile della tinteggiatura.
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Giovedì 14 Marzo 2013, alle ore 17:46
    Gentile Architetto Sara Martinelli, devo fare dei lavori esterni sulla mia prima casa, già esistente, e precisamente: impalcatura, tinteggiatura esterna totale (385 mq) e parte di intonacatura esterna (mq 77).
    Posso usufruire della detrazione del 50%?
    Dell'IVA agevolata al 10 o al 4% per la manodopera?
    E lo stesso per il materiale (intonaco premiscelato, idropittura acrilica), con IVA al 10 o al 4 %?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giuseppe
      Giovedì 28 Marzo 2013, alle ore 11:15
      Per Giuseppe: i lavori citati non sono detraibili, a meno che non siano eseguiti sulle parti comuni di un edificio condominiale. Nel suo caso spacifico ha diritto all'aliquota iva agevolata al 10% per la manodopera. Per i materiali può beneficiare dell'iva al 10% solo se questi sono forniti dalla stessa ditta che effettua la manodopera. Nel caso in cui decidesse di acquistarli lei direttamente, sono soggetti ad iva piena (21%).
      rispondi al commento
  • Simona
    Giovedì 7 Febbraio 2013, alle ore 14:58
    Salve...ho da porre un quesito.
    Abito in una villa a 30 metri dal mare e sto rivestendo una parte delle pareti esterne con sistema a cappotto e pietra ...inoltre sto rivestendo il pavimento di un terrazzino coperto.
    Ci hanno detto che tale lavoro e acquisto dei materiali è soggetto a detrazione, altri invece dicono che pietra e pavimento non rientrano.
    Qual' è la verità...considerando che le affermazioni sono fatte da commercialisti?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Simona
      Giovedì 28 Marzo 2013, alle ore 11:06
      Per Simona: se la pietra è posta a protezione dell'isolamento è detraibile. E' da valutare se per il muro si raggiungono complessivamente valori di trasmittanza tali da poter accedere al 55%, in assenza dei quali si può beneficiare del 50%. Per il pavimento del terrazzo potrà beneficiare del 50% in quanto questa detrazione è ammessa sia per la realizzazione di nuovi pavimenti esterni che per la sostituzione dell'esistente con altri materiali.
      rispondi al commento
  • Mauro Petraccini
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 08:25
    Se la fornitura è fatta da Ditta diversa da quella installatrice, è comunque possibile calcolare l'aliquota ridotta sulla quota corrispondente alla p.o.?
    Grazie mille Mauro
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Mauro Petraccini
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 11:49
      Per Mauro Petraccini: Dipende. Se i lavori eseguiti si configurano come restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione è possibile applicare l'aliquota ridotta.
      Se invece si tratta di manutenzione ordinaria o straordinaria, l'IVA per la fornitura è sempre piena.
      Per la manodopera è invece applicabile l'iva al 10% per tutte le categorie di intervento.
      rispondi al commento
Notizie che trattano Beni di valore significativo che potrebbero interessarti
Come sigillare i sanitari

Come sigillare i sanitari

Nelle fessure che si creano tra i sanitari e le pareti penetra facilmente l'acqua e si annida sovente lo sporco; a causa di questo fenomeno possono nascere cattivi odori.
Sanitari colorati di design

Sanitari colorati di design

Il bagno diventa un ambiente della casa che vuole catturare l'attenzione col suo stile e col suo design: i sanitari colorati e decorati giocano un ruolo fondamentale per raggiungere questo scopo.
Iva agevolata per edilizia diventa permanente

Iva agevolata per edilizia diventa permanente

L'aliquota Iva agevolata al 10% per interventi edilizi di recupero del patrimonio abitativo esistente è stata resa permanente con la Legge Finanziaria del 2010.
Ristrutturazione di un bagno

Ristrutturazione di un bagno

Progetto di ristrutturazione completa di un bagno esistente.
Perché l’art. 1102 c.c. si applica anche al condominio?

Perché l’art. 1102 c.c. si applica anche al condominio?

In questo blog ci occupiamo spesso di sentenze che affrontano il tema dell?uso dei beni condominiali
QUANTO COSTA?
Prezzi prodotti e servizi per NORMATIVE
COSTI DI RISTRUTTURAZIONE?
Costi di ristrutturazione per NORMATIVE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Mobile bagno a terra moderno bianco con lavabo in ceramica specchiera ed applique
      Mobile bagno a terra moderno...
      219.00
    • Sostituzione e sovrapposizione vasca da bagno
      Sostituzione e sovrapposizione...
      450.00
    • Piastrelle bagno
      Piastrelle bagno...
      23.95
    • Mobile bagno lavabo doppio sospeso moderno 120 cm nero tortora e bianco
      Mobile bagno lavabo doppio sospeso...
      339.00
    • Rivestimento bagno cucina
      Rivestimento bagno cucina...
      13.95
    • Rivestimento bagno
      Rivestimento bagno...
      19.95
    • Piastrella bagno
      Piastrella bagno...
      19.95
    • Ceramiche bagno
      Ceramiche bagno...
      37.00
    • Progettazione bagno con illuminazione
      Progettazione bagno con...
      300.00
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      2000.00
    • Rivestimento bagno
      Rivestimento bagno...
      19.95
    • Berloni bagno composizione serie flex
      Berloni bagno composizione serie...
      800.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE