Le tecniche di stampa del vetro

NEWS DI Soluzioni progettuali25 Settembre 2015 ore 00:36
Il vetro, da sempre utilizzato e apprezzato per la sua caratteristica principale di farsi attraversare dalla luce, si rinnova con la tecnologia di stampa digitale.
vetro , facciate esterne , rivestimenti

Tecniche a confronto per il vetro stampato


Il vetro stampato offre delle grandi opportunità nel mondo dell' architettura e dell'arredamento di interni principalmente per due ragioni: la prima è il numero praticamente infinito di applicazioni possibili, la seconda è sicuramente l'alto grado di personalizzazione che in passato era realizzabile solamente a livello artigianale.

Partizioni interne in vetro stampato by Concept Glass
Per fare chiarezza sul concetto di vetro stampato occorre prima di tutto definire la differenza tra i principali tipi di stampa utilizzati.

Esiste una tecnologia di stampa di tipo digitale, in grado di trasferire a una lamina di vetro, piana o curva che sia, una determinata immagine ad alta definizione e una stampa di tipo meccanico, al quale viene sottoposta la lastra di vetro in fase di produzione.

La serigrafia si pone tra i due tipi di stampa poichè il colore non è depositato dagli ugelli della stampante ma viene trasmesso alla lastra finita tramite un telaio realizzato appositamente.
Nella foto in alto un esempio di vetro stampato di Concept Glass.

Principali tipi di produzione del vetro e stampa


Per comprendere meglio la distinzione tra i tipi di stampa è necessario un accenno all'evoluzione della tecnologia del vetro e ai principali tipi di produzione.

In passato, tralasciando i metodi più arcaici o artigianali come la soffiatura, le lastre di vetro venivano realizzate a livello industriale per colata, estrusione o laminazione; colando il vetro allo stato ancora semiliquido in rulli contrapposti si ottenevano le prime lastre di dimensioni significative.
Una caratteristica di questi vetri era la presenza di aberrazioni visive dovute alla mancata planarità delle superfici ottenute.

È all'invenzione di Alastair Pilkington che si deve la possibilità di produrre i vetri piani come li conosciamo oggi, grazie al cosiddetto metodo Pilkington e alla tecnologia del vetro Float (galleggiante). La tecnica consiste nel colare il vetro su un bagno di stagno in maniera tale che questo galleggi e si solidifichi perfettamente piano.


Il vetro stampato meccanicamente


Il vetro stampato meccanicamente in fase di produzione utilizza il metodo precedente al metodo Pilkington, applicando un disegno in rilievo a una delle due facce del vetro nel momento in cui questo viene sottoposto alla compressione dei rulli.

Il cosiddetto vetro stampato a C è il più famoso tra i vetri stampati meccanicamente. Caratterizzato da un effetto a buccia d'arancia su uno dei due lati, è stato molto utilizzato in passato per box doccia e ripiani per frigoriferi.


La stampa serigrafica


La tecnica della stampa serigrafica è la più utilizzata per soggetti riprodotti su grande scala, soprattutto motivi geometrici o floreali, in quanto per stampare necessita di un quadro serigrafico realizzato appositamente che incide parecchio su tempi di realizzazione e costi.
Nella foto sottostante, le recinzione esterne in vetro serigrafato della sede Vetromeccanica, realizzazioni di Veneto Vetro.
Recinzione esterne in vetro. Sede Vetromeccanica by Veneto Vetro

La stampa digitale su vetro


Le applicazioni della stampa digitale su vetro sono praticamente infinite, in quanto alcuni produttori realizzano lastre di vetro stampato anche in formati veramente considerevoli, superando in alcune occasioni i 5 metri di lato.

In alternativa, per le grosse superfici è possibile naturalmente stampare elementi ridotti e semplicemente accostarli per comporre il quadro intero.

Le applicazioni più diffuse in architettura e nell'arredamento sono:

-Porte e finestre
-Pannelli separatori e partizioni interne in generale
-Facciate di edifici e pannelli di contenimento
-Pannelli per rivestimenti murali
-Schienali per cucine
-Componenti per arredamento e oggettistica, quali tavoli, luci, quadri.

Backsplash cucina by Concept Glass

I tipi di stampa digitale


I tipi di stampa digitale utilizzati sono la quadricromia (CMYK, acronimo di ciano, magenta, giallo e nero) e la esacromia, che aggiunge alla tradizionale quadricromia altri due colori: arancione e verde, o in alternativa ciano chiaro e magenta chiaro, a volte abbinati al bianco.

Box doccia Sintesi by Vismara VetroNaturalmente in esacromia la gamma cromatica aumenta, dotando la stampa anche di tinte sature come il blu elettrico, il rosso intenso o i verdi brillanti.

La resistenza all'usura, ai raggi UV e ad azioni meccaniche dipende dal tipo di tinta che viene utilizzata in fase di stampa e al trattamento successivo al quale viene sottoposta la lastra.

Nella foto a lato, il box doccia Sintesi in vetro stampato, by Vismara Vetro.

Una tecnologia relativamente recente prevede l'utilizzo di particolari vernici ceramiche che una volta scaldate a 700 gradi durante il processo di tempra successivo alla stampa, vetrificano completamente diventando un corpo unico con il vetro di supporto.

In assenza di vernici ceramiche e forni per vetrificare lo strato di inchiostro, una soluzione alternativa è la sovrapposizione al vetro stampato di una pellicola protettiva PVB-EVA e di un ulteriore strato di vetro. In questo modo si ottengono vetri laminati dalle ottime prestazioni in termini di schermatura dai raggi UV e sicurezza in caso di rottura.

La vetrificazione delle tinte è sicuramente uno dei metodi più efficaci per la protezione delle superfici stampate, ma esistono anche altre tecniche, come l'uso dei più tradizionali inchiostri a polimerizzazione UV.Questa finitura protettiva consiste nell'irradiare la superficie stampata con delle speciali lampade UV fino a quando lo strato di colore polimerizza e si solidifica. Le opinioni su questa tecnica sono contrastanti soprattutto per quanto riguarda il consumo di energia, tuttavia i LED hanno contribuito a fare dei notevoli passi in avanti.

Decisamente recente è l'introduzione della nanografica, un settore della nanotecnologia dedicata alla grafica. L'inchiostro invisibile di Benny Landa, dal nome del suo creatore, è così denominato perchè le dimensioni delle gocce di inchiostro depositate dagli ugelli sono inferiori a quelle di un microbo, ciò rende la tecnologia dei nano inchiostri a ossidi particolarmente adatta per essere applicata su qualsiasi supporto, come assicura l'inventore.


riproduzione riservata
Articolo: Vetro stampato
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Vetro stampato: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Vetro stampato che potrebbero interessarti
Intervento migliorativo di facciate continue in vetro

Intervento migliorativo di facciate continue in vetro

Progettazione - Come intervenire sulle vetrate esistenti dall'interno.
Rivestire la facciata con carta da parati

Rivestire la facciata con carta da parati

Facciate e pareti - La scelta della finitura per pareti esterne si amplia: in aggiunta agli intonaci o ai tradizionali rivestimenti, è possibile applicare anche la carta da parati.
Protezione delle facciate esterne

Protezione delle facciate esterne

Ristrutturazione - Come assicurare una buona tenuta ai tamponamenti esterni, migliorandone il rendimento termico.

Distacchi dei rivestimenti di facciata

Ristrutturazione - Difetti di posa dei rivestimenti di facciata.

Aperture esterne e arredamenti interni

Arredamento - Come unire l'essenzialita' della luce naturale con la complessita' di una composizione d'interni.

Facciate degli edifici sostenibili con i mattoni fotovoltaici

Materiali edili - I mattoni fotovoltaici sono l'ennesimo tassello dello sviluppo della tecnologia nel campo della bioedilizia: anche le facciate potranno produrre energia pulita.

Ripristino di facciate esterne condominiali

Condominio - Problematiche relative al ripristino delle facciate esterne condominiali.

Central Saint Giles

Progettazione - Il primo progetto di Renzo Piano a Londra e' una combinazione di facciate cangianti in ceramica, che vanno a ridisegnare i tratti urbani di un quartiere storico, riaprendolo alla vita urbana.

Vetro, acciaio inossidabile e luce

Ristrutturazione - Il clamoroso sviluppo economico e tecnologico degli anni 50 e 60 del XX secolo ha accelerato la ricerca di nuove soluzioni tecniche per le costruzioni
REGISTRATI COME UTENTE
295.694 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Rifacimento facciate, pitture esterne
    Rifacimento facciate, pitture...
    25.00
  • Restauro conservativo facciate
    Restauro conservativo facciate...
    1000.00
  • TEK28 risparmio energetico Reggio Emilia
    Tek28 risparmio energetico reggio...
    16.80
  • Pietre per pavimenti e rivestimenti Marino di Roma
    Pietre per pavimenti e...
    25.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.