Verniciare le recinzioni

NEWS DI Fai da te16 Gennaio 2012 ore 07:56
La verniciatura di una recinzione è un lavoro alla portata di tutti: vediamo quali sono le operazioni da fare nel caso di recinzioni in legno o in ferro.

Manutenzione delle recinzioni


Le recinzioni delle nostre abitazioni necessitano di regolare manutenzione per essere conservate in buono stato. Infatti, soprattutto se sono in legno, trascurare questi interventi, può farle diventare irrecuperabili.

Quindi voler risparmiare qualche euro per la manutenzione, significa doverne spendere poi di più per la sostituzione. Inoltre, considerate che se fate il lavoro da soli risparmierete il costo della manodopera, per cui non lesinate sull'acquisto dei materiali.

La verniciatura di una recinzione è proprio uno di quei lavori un po' alla portata di tutti, tuttavia anch'essa richiede un minimo di attenzione alla sicurezza.
Lavorate sempre indossando dei robusti guanti in pelle, perché il legno può produrre schegge e il ferro trucioli.

Se usate sverniciatori chimici munitevi anche di una mascherina per coprire bocca e naso e di occhiali antinfortunistici con protezione laterale, perché sono prodotti tossici sia per la pelle che per le vie respiratorie.
Quanto aprite un barattolo di pittura fatelo sempre lentamente, per evitare schizzi estremamente pericolosi per gli occhi.

Particolare attenzione va prestata all'uso degli utensili elettrici come smerigliatrici e levigatrici.
Fate attenzione anche allo smaltimento dei prodotti avanzati che sono rifiuti speciali e vanno portati alle isole ecologiche.

Prima di procedere a riverniciare una recinzione è necessario provvedere alla sua preparazione attraverso una fase di sverniciatura ed eventuali riparazioni.

Recinzioni in legno


La verniciatura del legno può avere tre finalità: di protezione, di colorazione e di evidenziazione delle fibre. A seconda dei casi si possono usare uno o più vernici adatte allo scopo.
Nel caso delle recinzioni, ovviamente, l'obiettivo principale deve essere quelle di proteggere il legno dalle condizioni atmosferiche più estreme, che possono andare dalla pioggia e dalla neve in inverno, al sole più implacabile in estate.

Non iniziate il lavoro in condizione meteorologiche estreme e prima di incominciare sistemate dei vecchi giornali sotto la recinzione.

Le fasi di lavoro sono essenzialmente tre: la sverniciatura, il controllo e la riparazione di eventuali danni e la verniciatura.

Per rimuovere la vernice dal legno si possono usare metodi termici, meccanici o chimici.
Il metodo più antico è quello con bruciatore a cannello, con combustibile liquido o a gas, che però richiede una certa abilità.
Infatti il cannello deve essere tenuto con la mano sinistra a una certa distanza, per evitare le bruciature, mentre con la destra e un raschietto si rimuove la vernice che si gonfia per effetto del calore.

Molto più pratiche sono le pistole ad aria calda, che hanno un aspetto simile ad una asciugacapelli, ma raggiungono temperature fino a 500°C.

I metodi meccanici vanno dall'uso di semplice carta o tela vetrata (procedimento però attuabile solo su piccole superfici), all'uso di smerigliatrici angolari con disco abrasivo o levigatrici orbitali o a nastro.
In alternativa si può usare un comune trapano elettrico applicandovi un disco abrasivo da inserire nel mandrino.

Con il metodo chimico si utilizzano invece prodotti a base di cloruro di metilene che si lascia agire per qualche tempo sulla vernice provocando un effetto simile a quello del calore, cioè di sollevamento.

Questi prodotti sono tossici, per cui vanno usati con molta cautela.
Se ne consiglia l'uso solo per quelle zone, come la parte inferiore delle recinzioni, dove è difficile arrivare con altri strumenti.

Dopo aver sverniciato non lasciate il legno nudo per troppo tempo.
Esaminatelo attentamente per vedere se ci sono danni causati da urti o dall'umidità e provvedete alle necessarie riparazioni o trattamenti con prodotti fungicidi.
Esaminate anche lo stato delle parti metalliche, come chiodi e viti, e provvedete se necessario alle sostituzioni.

Prima di passare alla verniciatura vera e propria è necessario applicare due mani di un impregnante decorativo-protettivo, facilmente reperibile nei negozi specializzati.

A questo punto due mani di ottima vernice saranno sufficienti ad assicurare una buona salute alla vostra recinzione per diversi anni.

Recinzioni in ferro


Anche per le recinzioni in ferro si passa attraverso le tre fasi di sverniciatura, controllo ed eventuale riparazione di danni e verniciatura, consistente in una mano di minio e due di vernice protettiva.

La sverniciatura può essere eseguita con uno dei metodi già indicati per il legno.
Il cannello in legno, in questo caso, può essere usato più tranquillamente perché non si rischia di bruciare il materiale.

Consigliabile però è l'uso della smerigliatrice angolare, perché con una sola operazione si può eliminare sia la vernice che la ruggine presente.

Se usate invece un altro metodo è probabile che sarà portata a nudo della ruggine, che dovrà essere eliminata prima di verniciare.
A seconda della profondità usate allo scopo il raschietto e la carta vetrata o solo quest'ultima.

Un sistema però molto adoperato è quello del convertitore di ruggine. Si tratta di un prodotto chimico, che agisce sulla ruggine, che è una degenerazione del ferro dovuta all'ossidazione, trasformandola in un composto stabile e bloccandone la progressività.

Una volta portato il ferro a nudo si deve procedere alla verniciatura.
Cercate di non far trascorrere troppo tempo perché il ferro, lasciato all'aria, potrebbe arrugginire.
Se pensate di non riuscire a fare tutta l'operazione in breve tempo, procedete per tratti.

La verniciatura del ferro prevede che si diano una mano di minio e due di vernice di finitura.
Il minio è un ossido di piombo di colore rosso con il quale si ottengono delle vernici molto protettive per il ferro.

Dopo che questa mano è ben asciutta, si può passare alla vernice di finitura protettiva e decorativa.
Attualmente ci sono in commercio delle vernici sintetiche anticorrosive con le quali non è richiesto l'uso del minio, ma solo di una mano di fondo e una di finitura.

Ci sono anche pitture che permettono di verniciare direttamente sulla ruggine, ma questo non è mai consigliabile, quindi è preferibile rimuoverla prima meccanicamente e neutralizzarla con un convertitore.

Qualunque tipo di prodotto usiate, date la seconda mano solo quando è ben asciutta la prima.

riproduzione riservata
Articolo: Verniciare le recinzioni
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 4 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Verniciare le recinzioni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Verniciare le recinzioni che potrebbero interessarti
Tinteggiare e Verniciare in Casa

Tinteggiare e Verniciare in Casa

Semplici regole ed attenzioni per tinteggiare pareti e soffitti di casa e verniciare oggetti, occorre saper scegliere prodotti ed applicare semplice tecniche...
Tinteggiare il ferro

Tinteggiare il ferro

Uno dei tipici lavori primaverili è la tinteggiatura dei manufatti in ferro, come ringhiere, recinzioni, termosifoni o finestre ed infissi con telai metallici.
Muro di recinzione e permesso di costruire: i chiarimenti della Cassazione

Muro di recinzione e permesso di costruire: i chiarimenti della Cassazione

In caso di realizzazione di un muro di cinta la Cassazione precisa quando sia necessario richiedere il permesso di costruire e le autorizzazioni paesaggistiche.
Rulli per pittura

Rulli per pittura

Tra le varie tecniche di pitturazione, quella che adopera il rullo è sicuramente tra le più facili e veloci, ecco qualche informazione per saperne di più.
Recupero di vecchie recinzioni

Recupero di vecchie recinzioni

Come ristrutturare vecchie recinzioni in calcestruzzo senza alcuna rimozione.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.292 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ringhiere recinzioni ferro
    Ringhiere recinzioni ferro...
    250.00
  • Ringhiere esterne ferro-battuto
    Ringhiere esterne ferro-battuto...
    400.00
  • Cancello ferro battuto
    Cancello ferro battuto...
    1900.00
  • Scale ferro battuto
    Scale ferro battuto...
    2400.00
  • Bastone nickel satinato
    Bastone nickel satinato...
    42.00
  • Copertura moto
    Copertura moto...
    595.00
  • Pompa di calore aria-acqua Audax Top ErP12
    Pompa di calore aria-acqua audax...
    5290.00
  • Piatto doccia in marmo antiscivolo Carrara
    Piatto doccia in marmo antiscivolo...
    650.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.