Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Utenze acqua, nuovo deposito cauzionale in bolletta

NEWS Burocrazia e utenze16 Settembre 2014 ore 11:02
Le bollette per il consumo dell'acqua di molti utenti riportano una voce relativa al versamento di una somma a titolo di deposito cauzionale. E' lecita? A cosa serve?

Deposito cauzionale


Deposito cauzionale consumi acquaLe bollette di acqua che molti utenti stanno ricevendo in queste settimane contengono una nuova voce di pagamento: il deposito cauzionale introdotto dalle Delibere Aeeg n. 86 del 28.02.2013 e 643 del 27.12.2013.

Di cosa si tratta?

Si tratta di una somma a cui il gestore andrà ad attingere in caso di morosità del cliente; ne consegue che in caso di morosità sarà vietata la sospensione della fornitura nei limiti dell'importo cauzionale, importo che poi il gestore andrà a richiedere nella bolletta successiva al fine di rifornire il deposito.

L'Individuazione della somma sarà stabilita sulla base del consumo storico (definito come il consumo dell'utente finale riferito all'anno solare precedente) o, se tale dato non è disponibile, la stima della fascia di consumo di riferimento verrà determinata in base ai consumi che il gestore ritiene possano essere attribuiti all'utente finale in relazione alle informazioni disponibili e, in particolare, alla destinazione d'uso della fornitura e, per gli utenti domestici, al numero dei componenti del nucleo famigliare.

Le variazioni successive non modificheranno la fascia di consumo se si verificheranno per un solo anno, di un ammontare non superiore al 20 per cento in più o in meno, rispetto a quelli della fascia stessa.

L'importo richiesto non potrà superare il tetto massimo così alternativamente determinato:

a) in misura pari al valore dei corrispettivi unitari dovuti per un massimo di tre mensilità di consumo medio annuo;

b) in misura pari al valore medio per tipologia di utenza dei corrispettivi unitari dovuti per un massimo di tre mensilità di consumo medio annuo.

Il gestore applicherà, al momento dell'attivazione dell'utenza, un ammontare del deposito cauzionale pari alla metà del valore determinato. La restante parte sarà rateizzata in due bollette, a decorrere dalla prima bolletta utile emessa successivamente all'attivazione del servizio.

In caso siano già state versate in precedenza altre somme a titolo di anticipo sui consumi o di garanzia queste potranno essere trattenute dal gestore al fine di costituire il detto fondo, ovviamente mediante conguaglio. In tal caso, qualora i conguagli debbano essere versati dall'utente finale al gestore, tali conguagli devono essere effettuati rateizzandoli in almeno due bollette.

Periodicamente poi, a seconda del variare del consumo annuo l'importo del deposito verrà adeguato mediante sottrazione o addizione.

Alla fine del rapporto, la somma dovrà essere restituita entro 30 giorni dalla cessazione e con la maggiorazione degli interessi legali.


Condizioni e limiti della richiesta deposito cauzionale; a chi si applicherà e a chi no


Consumo acquaPremettiamo che con queste norme viene introdotta una mera facoltà per i gestori; essi infatti possono, ma non sono tenuti a richiedere il deposito cauzionale. Inoltre, il gestore non può richiedere all'utente finale il versamento del deposito cauzionale, né altre forme di garanzia, qualora non abbia adottato e pubblicato secondo le modalità di cui alla deliberazione 586/2012/R/IDR una Carta dei servizi conforme alla normativa in vigore. Il gestore non può richiedere all'utente finale alcuna somma a titolo di anticipo sui consumi.

L'ambito di applicazione delle nuove norme copre tutte le gestioni del servizio idrico integrato che operano sul territorio nazionale e assicurano la fornitura agli utenti finali. Esse riguardano tutte le utenze , fatta eccezione per gli utenti finali con domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito della bolletta, qualora compresa tra le modalità di pagamento accettate dal gestore. Tale previsione si applica agli utenti finali con consumi annui fino a 500 mc. Inoltre, il deposito cauzionale non può essere richiesto agli utenti finali che fruiscono di agevolazioni tariffarie di carattere sociale di cui il gestore sia a conoscenza.

Infine, per gli utenti finali non domestici con consumi superiori a 500 mc/anno, il gestore può prevedere forme di garanzia che l'utente può scegliere in alternativa al deposito cauzionale, purché disciplinate dal Regolamento di utenza e approvate dall'Ente d'ambito.


Particolarità deposito cauzionale del condominio


Il condominio ha innanzitutto una sua propria definizione di utenza; infatti, l'art. 1, co. 1, lett. e) lo definisce come l'utenza servita da un unico contatore che distribuisce acqua a più unità immobiliari, anche con diverse destinazioni d'uso.

Come categoria di utenza, peraltro diffusissima, viene quindi distinta dalle altre, ricevendo delle previsioni specifiche.

Infatti, quanto all'individuazione dell'importo del fondo cauzionale, viene stabilito che per le utenze condominiali esso è pari alla somma dei depositi cauzionali dei singoli utenti sottesi all'utenza condominiale stessa, nel rispetto del valore massimo del 60% della somma dei valori dei depositi cauzionali.

riproduzione riservata
Articolo: Utenze acqua, nuovo deposito cauzionale in bolletta
Valutazione: 3.82 / 6 basato su 17 voti.

Utenze acqua, nuovo deposito cauzionale in bolletta: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
308.497 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Tetra pond algorem ml 500
    Tetra pond algorem ml 500...
    21.23
  • Serbatoio idris claber
    Serbatoio idris claber...
    5.49
  • Irrigatore rotante Idrospray 2000
    Irrigatore rotante idrospray 2000...
    18.30
  • Vasca idromassaggio legno
    Vasca idromassaggio legno...
    2280.00
  • Lavastoviglie Beko
    Lavastoviglie beko...
    234.90
  • Misuratore di consumo energia elettrica
    Misuratore di consumo energia...
    11.99
Notizie che trattano Utenze acqua, nuovo deposito cauzionale in bolletta che potrebbero interessarti


Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione

Affittare casa - Il deposito cauzionale dev'essere restituito al momento della riconsegna dell'immobile e se lo si vuole trattenere per i danni, è necessario intentare una causa.

Come ottenere indietro o trattenere il deposito cauzionale

Affittare casa - Qual è la sorte del deposito cauzionale, detto anche impropriamente caparra, nel contratto di locazione? Ecco i diritti del conduttore e quelli del proprietario

Come avere indietro la caparra dopo la fine del contratto d'affitto

Affittare casa - Cos'è la caparra, se produce interessi e quando devono essere restituiti, come chiedere indietro la caparra e come domandarne l'attribuzione. Dubbi e soluzioni.

Contatore acqua in condominio, tra misuratore comune e individuale

Ripartizione spese - Il contatore acqua può essere oggetto di dubbi se ci sono spese che lo riguardano. Facciamo chiarezza sulla proprietà del contatore condominiale e individuale.

I rimedi antigelo per contatori e tubi a prova di Burian

Impianti idraulici - Con l'arrivo di Burian le temperature in Italia hanno avuto un brusco calo. Ecco in che modo proteggere contatori e tubi dell'acqua dal rischio di congelamento.

Pagare le bollette a rate

Normative - Complice la crisi economica, sono sempre più numerosi gli utenti italiani che si avvalgono della possibilità di pagare a rate le bollette della luce e del gas.

Bolletta dell'acqua in condominio e problematiche connesse alla ripartizione spese

Ripartizione spese - Il costo della bolletta dell'acqua, in condominio, va ripartito secondo i reali consumi rilevati, oppure in base alle disposizioni del regolamento contrattuale.

Richiesta di rettifica fatturazione bolletta luce e gas

Normative - Come il consumatore può presentare contestazioni al venditore del servizio di energia elettrica e gas per una somma richiesta in fattura che ritiene inesatta.

Monitorare i consumi elettrici per risparmiare in bolletta

TV ed elettronica - Adottare buone abitudini per non sprecare energia elettrica, monitorare consumo e costi per evitare stangate in bolletta si può, grazie ai misuratori di corrente
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ales77
Buongiorno, Io e il mio fidanzato abbiamo affittato un appartamento.Ci siamo accorti solo dopo qualche settimana che al contatore dell'acqua era stato applicato il sigillo...
ales77 10 Marzo 2014 ore 13:44 1
Img susamarina2@gmail.com
Buon giorno,vorrei sapere come comportarmi nella seguente situazione.Vivo in una casetta bifamiliare, io e i miei due figli al primo piano e il mio vicino e la moglie al piano...
susamarina2@gmail.com 23 Agosto 2015 ore 15:28 3